PDA

Visualizza versione completa : [Politica & co.] Addio miei Prodi!


Pagine : 1 2 3 4 5 6 [7] 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21

Dav82
13-03-2008, 16.46.46
Ecco qua!
http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/daassociare/visualizza_new.html_20661681.html

Ma presenta una sua lista.
Vabbe, prendera' 6 voti, non c'e' pericolo! :x:


Appena trovato pure io, menomale! :o
No perché va bene tutto, ma vedermi pure sto qua in Parlamento...

Robbi
13-03-2008, 16.52.12
Dall'Ansa
L'erede di Casa Savoia spiega cut... Oggi però voglio rappresentare gli italiani all'estero e i loro bisogni.

ahhahahha!! :D:D:D
Eccome no! soprattutto di quelli che hanno la residenza: alle Isole del canale, Lussemburgo, Guernsey, Liechtenstein, Andorra, Montecarlo....vado avanti??

Dav82
13-03-2008, 17.04.30
http://www.corriere.it/politica/08_marzo_13/ferrara_aborto_campi_concentramento_b3118b5c-f10b-11dc-9d4f-0003ba99c667.shtml


«Sulle porte delle cliniche abortiste dovrebbe esserci lo slogan: "Abort macht frei", così come all'ingresso del campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau c'era scritto "Arbeit macht frei"": lo afferma Giuliano Ferrara, criticando, nel corso di una conferenza stampa, «il collegamento tra la libertà individuale e l’aborto moralmente indifferente».





Ma sta gente la vogliamo buttare fuori dall'Italia a pedatoni nel sedere? :mad:

Cecco
13-03-2008, 17.56.13
Veramente questo post mi è nuovo... leggo volentieri...

@ exion: Io penso semplicemente che tante cose buone e durature le ha fatte... gli attuali governi l'unica cosa di duraturo che hanno sono i buchi di bilancio che lasciano, sia a dx che a sx...

Cmq basta parlar del duce che si rivolterà nella tomba... io ho solo espresso il mio pensiero, padroni tutti di contraddirmi ed essere in disaccordo con me ma ancora non leggo nessuno che mi dica (e provi) che quello che ho scritto riguardo a quel governo non è corretto... :)

Il problema è che con la caduta del fascismo tutti divennero antifascisti, compresi molti che contribuirono poi alla stesura della costituzione ed alla rinascita dell'Italia ed al famoso boom economico. Ed allora quando dici cose vere sul fascismo e mi riferisco anche a quelle cose oggettivamente buone, non te le fanno neanche dire, è politicamente scorretto mentre tutto ciò che riguarda l'altra parte è stato glorificato, dalla lotta partigiana in poi, non fa niente se pure macchiata da crimini orrendi.
Quand'ero giovane votavo MSI, ero inc...ato nero (certo non rosso) perchè la schifezza della politica,identica a quella d'oggi, aveva previsto che quel partito fosse pienamente legittimo ma assolutamente non degno di far parte dell'arco costituzionale salvo quando poteva servire a portare voti utili in parlamento alla causa democristiana.
Questo non è un elogio del fascismo, tutte le dittature sono da aborrire e sopratutto furono fatti gravi errori, vedi leggi razziali, dalle quali presero le distanze però tantissimi fascisti, questo è invece è una condanna all'ipocrisia che vigeva allora come oggi in Italia.
Quando votavo MSI non votavo per il partito fascista, votavo alcuni valori nei quali mi ritrovavo, sì anche la pena di morte per i reati più efferrati oltre a patria, famiglia, valori cristiani e solidarietà sociale.

exion
13-03-2008, 18.27.08
Il problema è che con la caduta del fascismo tutti divennero antifascisti, compresi molti che contribuirono poi alla stesura della costituzione ed alla rinascita dell'Italia ed al famoso boom economico. Ed allora quando dici cose vere sul fascismo e mi riferisco anche a quelle cose oggettivamente buone, non te le fanno neanche dire, è politicamente scorretto mentre tutto ciò che riguarda l'altra parte è stato glorificato, dalla lotta partigiana in poi, non fa niente se pure macchiata da crimini orrendi.
Quand'ero giovane votavo MSI, ero inc...ato nero (certo non rosso) perchè la schifezza della politica,identica a quella d'oggi, aveva previsto che quel partito fosse pienamente legittimo ma assolutamente non degno di far parte dell'arco costituzionale salvo quando poteva servire a portare voti utili in parlamento alla causa democristiana.
Questo non è un elogio del fascismo, tutte le dittature sono da aborrire e sopratutto furono fatti gravi errori, vedi leggi razziali, dalle quali presero le distanze però tantissimi fascisti, questo è invece è una condanna all'ipocrisia che vigeva allora come oggi in Italia.
Quando votavo MSI non votavo per il partito fascista, votavo alcuni valori nei quali mi ritrovavo, sì anche la pena di morte per i reati più efferrati oltre a patria, famiglia, valori cristiani e solidarietà sociale.

Se una dittatura è da aborrire, perché mai soffermarsi sui suoi valori?
E il fascimo che giustifica il comunismo o, viceversa, il comunismo che giustifica il fascismo, è un ragionamento che ha davvero stufato, vecchio e stravecchio, che sopravvive ormai solo in Italia.

Non se ne può più!

Cecco
13-03-2008, 18.48.11
Se una dittatura è da aborrire, perché mai soffermarsi sui suoi valori?
E il fascimo che giustifica il comunismo o, viceversa, il comunismo che giustifica il fascismo, è un ragionamento che ha davvero stufato, vecchio e stravecchio, che sopravvive ormai solo in Italia.

Non se ne può più!

Per me che non avevo vissuto il fascismo e la guerra, i valori all'epoca rappresentati dal MSI mi appartenevano.
Non avrei mai aperto una discussione per magnificare le cose buone del fascismo, mi sono soffermato vedendo che fumettos, nonostante stesse dicendo alcune cose condivisibili, venva attaccato per il sol riferimento al fascismo, e questa è una cosa che non mi piace affatto perchè una vera democrazia non deve aver paura di parlare del passato, buono o brutto che sia, e mi spiego; se in un certo contesto si parla di opere pubbliche, devo poter dire che gli ultimi lavori di rilievo fatti in Italia si devono a Mussolini oppure devo tacere e parlare dell'edilizia popolare dal dopoguerra in poi?.
Hai ragione, la discussione su questo tema in Italia è divenuta stucchevole ma è colpa della politica idiota che invece di pensare alla triste realtà nella quale ci ha condotto, ancor pensa di trarre un qualche vantaggio dallo antifascismo. Ciao

Dav82
13-03-2008, 18.51.04
Si vabbè :o

:rolleyes:


Meglio andare a farsi quattro passi piuttosto che leggere ste cose...

Cecco
13-03-2008, 18.55.56
Si vabbè :o

:rolleyes:


Meglio andare a farsi quattro passi piuttosto che leggere ste cose...

E certo! Chissà di quali alte cose t'occupi di solito.

Dav82
13-03-2008, 18.57.33
E certo! Chissà di quali alte cose t'occupi di solito.

Da queste parti mi dicono che mi occupo di pippe ;)

Spero d'aver soddisfatto la tua curiosità :)

Cecco
13-03-2008, 19.09.36
Da queste parti mi dicono che mi occupo di pippe ;)

Spero d'aver soddisfatto la tua curiosità :)

Allora come non detto, adoro la manualità!

Fumettos
13-03-2008, 20.06.44
Da queste parti mi dicono che mi occupo di pippe ;)

Spero d'aver soddisfatto la tua curiosità :)
Ecco... fatti dare lezioni da quel gran maestro che hai come avatar... :inn:

Dav82
13-03-2008, 20.15.19
Ecco... fatti dare lezioni da quel gran maestro che hai come avatar... :inn:

click

Robbi
13-03-2008, 20.25.05
MMhh interessante dibattito.
Si tende ad argomentare su fenomeni politici del passato, qualunque essi siano in chiave politica, anzichè storica.

Personalmemte ho sempre creduto che chiuso un periodo, passato un certo lasso di tempo, (15/20 anni?) l'analisi medesima e tutti i ragionamenti che ne conseguono, dovrebbero essere affrontati in chiave prettamente storica, ovvero cercando di capire il perchè di un certo fenomeno, invece si tende ad analizzarlo in chiave sostanzialmente politica, quasi fosse attuale e così non è.

Non è semplice ovviamente, in quanto ognuno di noi porta dentro di se passioni, pulsioni e valori, ma questo e' un modo per non chiudere mai un periodo.

Sono vecio, ma non troppo, per cui non ho vissuto il fascismo, ma ho vissuto pienamente il periodo della lotta armata. Ancora oggi e' fonte di aspri dibattiti, io ho perso un amico fraterno William Vaccher, abitavamo nella stessa via. Se penso a lui come vittima di un'azione vile e crudele, non ne esco, se ci penso come un uomo che è caduto per qualcosa è diverso.

Uno Stato autorevole deve avere il coraggio di affrontare questi temi, prendere le decisioni che servono e chiudere "politicamente" il periodo solo cosi' si può consegnare alla storia.

Il ricordo e la vigilanza, sono doverosi e legittimi... guai a dimenticare o sottovalutare, ma vanno disgiunti dal fenomeno in quanto tale!

Pdm
Ciao Cecco.. ti aspettavo, siamo in periodo eh? ;)

Dav82
13-03-2008, 21.01.09
Berlusconi alle precarie: "Possono sposare mio figlio"

Il riferimento è alla risposta data dal leader del Pdl a una giovane ragazza che, durante la trasmissione Tg2 Punto di vista, gli chiedeva come può un giovane mettere su famiglia e affrontare un mutuo con la precarietà nel mondo del lavoro. «Da padre - aveva risposto Berlusconi - il consiglio che le do è quello di ricercarsi il figlio di Berlusconi o di qualcun'altro che non avesse di questi problemi. Con il sorriso che ha potrebbe anche permetterselo».


http://www.corriere.it/politica/08_marzo_13/veltroni_berlusconi_ddl_kit_110de018-f0f1-11dc-9d4f-0003ba99c667.shtml
http://www.repubblica.it/2008/03/sezioni/politica/verso-elezioni-10/berlusconi-precari/berlusconi-precari.html



Perfetto Berlusconi-style :rolleyes: :vomit:



Il video: http://mediacenter.corriere.it/MediaCenter/action/player?uuid=7a8cd7c2-f12a-11dc-9d4f-0003ba99c667

Fumettos
13-03-2008, 21.35.55
click
Il rivoltamento del duce era indicativo del fatto che, a mio parere, fece ciò che era meglio ai suoi occhi per il periodo storico in cui viveva per proteggere il paese da cose peggiori di quelle che poi successero e quindi si rivolterebbe nella tomba a sentire chi lo prende per "il mostro del ventennio".
Come giustamente argomentato da exion
I tedeschi hanno subìto (forse anche più del dovuto) un mostruoso senso di colpa collettivo nazionale per decenni, che però hanno saputo compensare diventando negli anni '50 un motore economico e politico della costruzione Europea, tanto da diventare un modello nel mondo. La loro scelta è stata quella di voltare pagina e di farlo con atti concreti. Invece di passare anni a chiedersi cosa fosse il nazismo o cosa fosse la Repubblica di Weimar, hanno fatto tabula rasa del passato e costruito uno Stato nuovo, moderno, europeo.
In italia invece si da la colpa al duce di TUTTO quello che successe. E non è così.
In quel periodo, con l'armata tedesca in mobilitazione, immagino che il Duce abbia pensato che "o mi alleo a loro e gli lecco i piedi ma almeno resto stato indipendente anche se devo fare bene o male ciò che mi dicono/ordinano oppure mi invadono senza nessuna possibilità di difendermi", subendo ciò che subirono altre nazioni, vale a dire tantissimi morti e deportati. D'altronde non mi pare che paesi più industrializzati e "colti" di noi abbiano fatto diversamente... click (http://www.olokaustos.org/geo/danimarca/danimarca.htm)

Tutti (tanti) gli italiani hanno perso in guerra i loro cari, ma come in quel periodo queste cose sono successe anche in altri... e anche tutt'ora c'è chi perde la vita per motivi risibili in missioni + o - di pace... mi spiace per te, sinceramente, però da qui a dire che la colpa è tutta di un solo uomo ce ne passa.

Con la caduta di Mussolini nell'estate del 1943 i tedeschi invasero l'Italia e si attestarono sulle montagne abruzzesi per contrastare gli americani sbarcati in Sicilia, attuando una politica fatta di ritorsioni e deportazioni di massa dei soldati e dei cittadini italiani in genere... Mussolini ha avuto il merito di tenere lontane per 3 anni le deportazioni IMHO.

Con questo non voglio giustificare quello che conosciamo come l'orrore del nazifascismo di quel periodo, però a mio modo di vedere bisogna analizzare la cosa non per partito preso ma con un'ottica grandangolare come minimo... e questo tento di fare. Allora (periodo storico) se una persona messa a capo di un ufficio pubblico veniva trovata a rubare o a fare favoritismi contrari alle direttive del regime lo si metteva nella migliore delle ipotesi a spalare merda per tutta la sua restante miserevole vita... adesso quando sei su certe poltrone se non rubi vieni guardato di traverso... anzi proprio non ci arrivi a sederti, essere ladro sembra essere un requisito per entrare nei palazzi governativi... :wall:

...e per adesso mi fermo che c'è un mio cliente che vuole convincermi a mettermi in lista per L'Italia dei Valori... annamo a vedè che argomenti porta... :inn:

harman
13-03-2008, 23.13.46
Mi sento francamente in imbarazzo nel leggere certi discorsi: tra chi salva i "valori buoni del fascismo" e chi si perde ridicole (quanto inventate) ricostruzioni storiche.

Fumettos
14-03-2008, 00.18.10
... ridicole (quanto inventate) ricostruzioni storiche...
Dici a me? :mm:

RNicoletto
14-03-2008, 13.00.24
Si tende ad argomentare su fenomeni politici del passato, qualunque essi siano in chiave politica, anzichè storica.

Personalmemte ho sempre creduto che chiuso un periodo, passato un certo lasso di tempo, (15/20 anni?) l'analisi medesima e tutti i ragionamenti che ne conseguono, dovrebbero essere affrontati in chiave prettamente storica, ovvero cercando di capire il perchè di un certo fenomeno, invece si tende ad analizzarlo in chiave sostanzialmente politica, quasi fosse attuale e così non è.Qutone! (Y)

Ma mi chiedo: siamo solo noi italiani che riusciamo ad aprire beghe politiche a distanza di 60 anni?? :wall:

Come amante della Storia ho letto parecchio su fascismo e post-fascismo e naturalmente mi son fatto le mie idee. Ma, fondamentalmente, queste idee non c'entrano nulla con la politica moderna e con i temi che essa dovrebbe :grrr: trattare.

Guardiamo avanti ragazzi! La Storia dovrebbe aiutarci a non commettere gli stessi errori ma per farlo è necessario valutare i fatti e non le ideologie. :o

zen67
14-03-2008, 13.32.34
...
Guardiamo avanti ragazzi! La Storia dovrebbe aiutarci a non commettere gli stessi errori

Pura fantascienza... :o per restare a discutere sempre di quel periodo storico... che dire dei tedeschi e l'invasione della russia... sono sicuro che l'imbianchino sapeva di Napoleone....

...ma per farlo è necessario valutare i fatti e non le ideologie. :o


anche questo non è facile quando i fatti riportati sui media sono mescolati, mimetizzati o stravolti dai media stessi....

Ovviamente qualsiasi riferimento a persone che detengono il controllo di giornali e televisioni è puramente casuale e del tutto non voluto....

zen67
14-03-2008, 13.39.57
BERLUSKA!!! DOVE SEI!!!!

















:devil:

Cecco
14-03-2008, 18.02.47
Eccolo! Mannaccia, mi spiace davvero non esser presente come una volta, è difficile immetterti in una discussione, poi andar via, poi tornare, riprendere il filo....
Come pure queste nostre discussioni politiche dimostrano, c'è stato evidentemente qualcosa che nel ns paese non ha funzionato se pensiamo a come sia stato molto più semplice per la germania voltare pagina e digerire qualcosa di mostruoso come il nazismo e la catastrofica guerra.
Io dico la mia: qui c'è stata una resistenza, parte della quale, comunista, non solo ambiva a combattere il male (l'hanno fatto gli Alleati sopratutto ma anche, per dirla alla Veltroni, altri resistenti cattolici e liberali) a conquistare il potere tant'è che i mezzi usati furono spesso barbaramente feroci non meno di quelli usati dai loro nemici.
L'operazione non riuscì ma non v'è dubbio che il comunismo se non arrivò al potere comunque riuscì ad imporre una forte impronta intellettuale nel paese, o meglio le classi operaie ci credettero, i politici e gli intellettuali ne approfittarono per imporre una egemonia che ci ha lasciato solo pochi giorni fa, quando Veltroni, spero definitivamente, ha abbandonato la compagnia con falce e martello.
Ora immagino che quando sorse il MSI, considerato quanto precedentemente detto, questo partito avesse già ogni crisma di democraticità poichè dubito altrimenti si sarebbe permesso di fondare un movimento che minimamente potesse alludere ad una ricostituzione del partito fascista, avrebbero immediatamente arrestato tutti i suoi promotori e seguaci.
Ed allora perchè tanta gente come me ha dovuto per decenni subire umiliazioni d'ogni tipo, dall'esclusione dall'arco costituzionale alla possibilità di poter liberamente esprimersi od addirittura acquistare certi giornali o vivere quasi con vergogna scuole ed università dominate da un'altra cultura!
In questo paese per troppi anni, anche gente di opinione politica diversa ha ritenuto opportuno, proprio perchè opportuno, etichettarsi di sinistra per far carriera nelle università, nella magistratura, nell'arte, nello spettacolo e quant'altro e forse ancor'oggi abbiamo una maggioranza d'italiani moderata, come sempre, a fronte di una elite progressista, spesso immeritatamente ai vertici.
Certo c'è stata anche insipienza da parte nostra, spesso l'ammetto una minore preparazione, faccio sempre l'esempio di trasmissioni televisive alla Santoro, faziose sì ma ben studiate, a fronte di maldestri tentativi di imitarle a destra, davvero inguardabili.
Ed allora davvero non capisco perchè se è giusto ripudiare la dittatura, le leggi razziali e quant'altro non possiamo parlare delle cose che invece potremmo prendere ad esempio per la ns democrazia incompiuta!

RNicoletto
14-03-2008, 18.50.07
Per chi si vuol fare del male, ascoltatevi la puntata odierna di Viva Voce - Radio24 (http://www.radio24.ilsole24ore.com/programmi/Viva-Voce/). Tema trattato: ennesima chicca :grrr: della Casta ovvero del perché ad un parlamentare che non viene rieletto/non si ricandida gli arrivano un pacco di soldi! :crying:

Cecco
14-03-2008, 19.48.54
Solo qualche giorno fa ho appreso di questo enorme ulteriore privilegio della casta quando ho letto che mastella ha ricevuto 300.000,00 € per la mancata sua candidatura, ma già in tanti ne avevano già benificiato. Il calcolo tiene conto degli anni in cui si è stato parlamentare, la pensione dopo solo due anni e mezzo di legislatura non bastava. Cos'è? Un tfr, un indennizzo?

Robbi
14-03-2008, 20.03.17
Ora immagino che quando sorse il MSI, considerato quanto precedentemente detto, questo partito avesse già ogni crisma di democraticità poichè dubito altrimenti si sarebbe permesso di fondare un movimento che minimamente potesse alludere ad una ricostituzione del partito fascista, avrebbero immediatamente arrestato tutti i suoi promotori e seguaci.


Cecco, permettimi di contestare parzialmente questa affermazione :)
Il Movimento Sociale Italiano, nacque praticamente sulle ceneri del disciolto Partito Fascista. I suoi principali ispiratori furono Giorgio Almirante e Pino Romualdi, che provenivano politicamente della RSI, anche chiamata forse impropriamente la Repubblica di Salò. Tutto questo dopo il famoso settembre del 43, che fu si vergogna dei Savoia con la fuga dell'8 settembre, ma il fondatore di questa formazione politica , fu direttamente Benito Mussolini.

Beh! pensare che non ci fu contiguita' politica con il decaduto regime fascista, oltre che pleonastico, permettimi e' anche un poco naif :)

Non voglio certo piccarmi, di essere un novello De Felice, ma questa, molto schematicamente è la verità storica.

Credo che l'MSI nacque nella nuova e costituita Repubblica Italiana, da una sorta di "escamotage politico", che diede loro legittimita, stante, come correttamente ricordavi, la norma Costituzionale che vietava la ricostituzione del Partito fascista.

Non posso credere che Padri Costituenti come Parri, Pertini, Saragat, lo stesso Scalfaro tutt'ora vivente, non sapessero chi fossero politicamente gli ispiratori di questa formazione politica, ma fecero, a mio giudizio , un lavoro straordinario, quello di dar comunque legittimità politica e istituzionale ad un movimento che ben si sapeva da dove proveniva, e che comunque rappresentava, seppur minoritariamente parte del popolo, che usciva dalle devastazioni della guerra.

;)

Poi hai ragione è un casino :D troppa carne al fuoco per dibatterne compiutamente. Un argomento alla volta ;)

Cecco
14-03-2008, 20.13.11
Rimango convinto considerando il clima dell'epoca che non dovettero trovare un cavillo per poter legittimare quel partito, nonostante le tue notizie siano esatte anche sulla storia di almirante e romualdi.
Ciao rob

Robbi
14-03-2008, 20.16.24
Rimango convinto considerando il clima dell'epoca che non dovettero trovare un cavillo per poter legittimare quel partito, nonostante le tue notizie siano esatte anche sulla storia di almirante e romualdi.
Ciao rob

Esattamente quello che intendevo: nessun cavillo. Opportunità politica, una sorta di controllo democratico "a vista"
;)

ciao Cecco ;) dai che vincete facile :devil:

:D

exion
15-03-2008, 08.27.26
....
Ed allora davvero non capisco perchè se è giusto ripudiare la dittatura, le leggi razziali e quant'altro non possiamo parlare delle cose che invece potremmo prendere ad esempio per la ns democrazia incompiuta!

Perché le due cose sono indissociabili.

Saresti per esempio disposto a riconoscere che il pieno impiego per tutti e l'alloggio grantito nei paesi del Patto di Varsavia valesse la negazione dei fondamentali e minimi diritti umani e di libertà? Io, personalmente, no.

Per il fascismo è lo stesso. Non puoi dissociare i risultati di governo dall'ideologia del governo, perché gli uni sono funzionali all'altra e viceversa.

infinitopiuuno
15-03-2008, 10.48.06
Mah...ormai non capisco più niente. Veltroni parla alle piccole media aziende di amicizia col fisco ecc.

Se comincerà a parlare di contributi a fondo perso per l'artigianato, piango..

E per entrambi:

Non conosco una via infallibile per il successo, ma soltanto una per l'insuccesso: voler accontentare tutti.


Platone

infinitopiuuno
15-03-2008, 10.48.54
Diffama sempre il tuo nemico. Vedrai che qualcosa resta nella memoria della gente.


S.B.:p

infinitopiuuno
15-03-2008, 10.50.56
Non ci sono verità storiche ma verità raccontate dai vincitori.

Perusar
15-03-2008, 11.28.17
"Non vi è nulla di più distruttivo per il rispetto del governo e delle leggi che l'emanar leggi che non è possibile far rispettare."

Cecco
15-03-2008, 13.08.48
Perché le due cose sono indissociabili.

Saresti per esempio disposto a riconoscere che il pieno impiego per tutti e l'alloggio grantito nei paesi del Patto di Varsavia valesse la negazione dei fondamentali e minimi diritti umani e di libertà? Io, personalmente, no.

Per il fascismo è lo stesso. Non puoi dissociare i risultati di governo dall'ideologia del governo, perché gli uni sono funzionali all'altra e viceversa.

Come per dire che trovandoci di fronte ad un bellissimo monumento di epoca hitleriana dovremmo definirlo "brutto" semplicemente per il collegamento a quel regime mostruoso!
Per quanto riguarda il tuo esempio, personalmente ti rispondo "no" ma, te lo giuro, una collaboratrice di mia madre sostiene il contrario, pare che in Ucraina
prima della caduta del muro non le mancasse proprio niente, dalla casa ad una ottima assistenza sanitaria, a tutto ciò che le consentiva di vivere umilmente ma con certe certezze crescendo da sola un figlio, poi è arrivata la povertà e la necessità d'espatriare.
Alla stessa stregua ricordo quante volte affrontando questo tema con mio padre, mai fascista, che pensava solo a costruirsi un futuro di benessere ho sentito certo parlare di una certa costrizione del regime ma allo stesso tempo della sicurezza, dell'ordine, della pulizia e sopratutto della possibilità, nonostante tutto, di andare avanti potendo intraprendere senza alcun tipo di resistenza.
Come vedi è sempre difficile fare d'ogni erba un fascio, oggi dovremmo rallegrarci per il sol fatto di vivere in democrazia? Siamo davvero liberi?
Ed allora non vedo proprio nulla di strano, levandoci i paraocchi, a poter dare a cesare quel che è di cesare, forse saremo politicamente scorretti ma più realistici e meno ipocriti.
Ciao exion

exion
15-03-2008, 15.24.19
Come per dire che trovandoci di fronte ad un bellissimo monumento di epoca hitleriana dovremmo definirlo "brutto" semplicemente per il collegamento a quel regime mostruoso!
Per quanto riguarda il tuo esempio, personalmente ti rispondo "no" ma, te lo giuro, una collaboratrice di mia madre sostiene il contrario, pare che in Ucraina
prima della caduta del muro non le mancasse proprio niente, dalla casa ad una ottima assistenza sanitaria, a tutto ciò che le consentiva di vivere umilmente ma con certe certezze crescendo da sola un figlio, poi è arrivata la povertà e la necessità d'espatriare.
Alla stessa stregua ricordo quante volte affrontando questo tema con mio padre, mai fascista, che pensava solo a costruirsi un futuro di benessere ho sentito certo parlare di una certa costrizione del regime ma allo stesso tempo della sicurezza, dell'ordine, della pulizia e sopratutto della possibilità, nonostante tutto, di andare avanti potendo intraprendere senza alcun tipo di resistenza.
Come vedi è sempre difficile fare d'ogni erba un fascio, oggi dovremmo rallegrarci per il sol fatto di vivere in democrazia? Siamo davvero liberi?
Ed allora non vedo proprio nulla di strano, levandoci i paraocchi, a poter dare a cesare quel che è di cesare, forse saremo politicamente scorretti ma più realistici e meno ipocriti.
Ciao exion

Davanti alla maestuosità della "terza" Cancelleria che Albert Speer aveva progettato per Hitler non posso che inchinarmi e apprezzarne la splendida genialità estetica. Eppure anche nessuno può esimersi dal riconoscere che quella cancelleria sarebbe esistita solo nel Terzo Reich, grazie al terzo Reich e per la gloria del Terzo Reich.

Il nodo cruciale è capire qual è il punto di equilibrio tra la realizzazione di grandi opere, o di grandi riforme, e la preservazione delle libertà individuali dei cittadini. I "grandi risultati" di governo nel nazismo e nel fascismo furono possibili solo perché non incontravano alcuno ostacolo e alcuna resistenza da parte della società: chi era contrario all'azione del "Condottiero" veniva deportato sic et simpliciter.

Fumettos
15-03-2008, 17.32.35
...
Alla stessa stregua ricordo quante volte affrontando questo tema con mio padre, mai fascista, che pensava solo a costruirsi un futuro di benessere ho sentito certo parlare di una certa costrizione del regime ma allo stesso tempo della sicurezza, dell'ordine, della pulizia e sopratutto della possibilità, nonostante tutto, di andare avanti potendo intraprendere senza alcun tipo di resistenza.
Come vedi è sempre difficile fare d'ogni erba un fascio, oggi dovremmo rallegrarci per il sol fatto di vivere in democrazia? Siamo davvero liberi?
Ed allora non vedo proprio nulla di strano, levandoci i paraocchi, a poter dare a cesare quel che è di cesare, forse saremo politicamente scorretti ma più realistici e meno ipocriti.

:act:

E' proprio quello che tentavo di spiegare io, ma devo dire che tu sei stato molto più eloquente... :act:

Il problema è proprio che certe frange mentali si rifiutano di vedere quello che di buono c'è stato in alcuni regimi totalitari quando potrebbero estrapolare tante cose buone analizzandoli senza i prosciutti sugli occhi...
Mio nonno mi diceva che allora poteva lasciare anche la casa aperta... nessuno toccava niente (alcuni dicono perchè non c'era nulla da prendere... :grrr: )... prova a lasciare ora una finestra leggermente aperta... perchè?!?!
Perchè allora se ti beccavano pagavi caro, ora se ti beccano quasi ti premiano... se sei incensurato sei fuori in un lampo e se non lo sei ti tirano fuori gli avvocati... e se proprio non possono tirarti fuori il giudice può ache "casualmente" dimenticarsi di scrivere le motivazioni della condanna e tu vai fuori comunque... ;)

Cecco
15-03-2008, 18.43.13
Davanti alla maestuosità della "terza" Cancelleria che Albert Speer aveva progettato per Hitler non posso che inchinarmi e apprezzarne la splendida genialità estetica. Eppure anche nessuno può esimersi dal riconoscere che quella cancelleria sarebbe esistita solo nel Terzo Reich, grazie al terzo Reich e per la gloria del Terzo Reich.

Il nodo cruciale è capire qual è il punto di equilibrio tra la realizzazione di grandi opere, o di grandi riforme, e la preservazione delle libertà individuali dei cittadini. I "grandi risultati" di governo nel nazismo e nel fascismo furono possibili solo perché non incontravano alcuno ostacolo e alcuna resistenza da parte della società: chi era contrario all'azione del "Condottiero" veniva deportato sic et simpliciter.

Vorrei cercare di spiegarmi ancor meglio. In quel periodo sappiamo esserci stato per i cittadini una sicurezza imparagonabile alle paure di oggi. Forse c'era il timore di pene severe, forse polizia e magistratura erano più bravi ma si può arrivare ad una situazione paradossale quale quella odierna ove il garantismo è diventato lo strumento per garantire i delinquenti piuttosto che le persone perbene! Non c'è giorno in cui non si rimanga stupefatti di fronte a certe vicende, l'ultima, l'avrai sentita, di quell'anestetista/stupratore che ha continuato il suo lavoro ed a far danni nonostante condanne patteggiate in primo e secondo grado. Ed ora pur definitivamente condannato in cassazione
non è neppure ancora stato radiato, che dico sospeso dall'albo e risulta ancor dipendente di strutture ospedaliere pubbliche!
Io credo che i cittadini oggi forse accetterebbero anche una limitazione della propria privacy/libertà se ciò potesse servire a stanare più facilmente i delinquenti.
Ma si può immaginare in quell'epoca una situazione come quella di Napoli, un enorme pericolo per la pubblica salute, un'offesa per i cittadini, un oltraggio alla nazione intera con danni economici ingenti? Hai visto, non c'è nessun responsabile, la magistratura dorme da quindici anni, s'è forse svegliata solo ora sotto la pressione della pubblica indignazione mondiale.
Io potrei continuare, insomma l'italia si è liberata di quella dittatura ma mi pare abbia intrapreso una democrazia che non ci piace proprio per niente. Gli USA avranno mille difetti ma lì chi sbaglia paga veramente, la stessa evasione fiscale prevede delle pene micidiali, puoi frodare, delinquere ma se ti prendono
(e sanno anche investigare mentre da noi se non c'è un pentito, una soffiata, un'intercettazione telefonica....) buttano le chiavi.
E chi ha permesso di sperperare dovunque risorse incredibili per opere mai eseguite, incompiute, inutili, cattedrali nel deserto, quale architetto, amministratore ha concepito quei veri e propri lager di periferia ove chi nasce è già segnato, mostruosità architettoniche i cui autori meriterebbero solo per questo la galera.
Ma potremmo anche continuare all'infinito, ok quant'è bella la democrazia, teniamocela e godiamoci la vita.

infinitopiuuno
15-03-2008, 18.50.06
A mio parere si può "giustificare" il fascismo come una risposta ad una debolezza di governo o alla povertà successiva alla I grande guerra.

Non giustificare forse ma vederlo serenamente come un periodo dittatoriale "passato"...gli altri stati non è che nel 1920 stessero benissimo.

Affermare oggi che era meglio quando c'era il duce, è una follia nonostante so che la storia l'hanno raccontata i partigiani e la resistenza..ma era un regime molto "lassativo", non c'è dubbio.

Ordine, sicurezza, rispetto delle istituzioni...questa dovrebbe essere l'eredità "buona" del fascismo ma gli italiani mica li cambi :inn: i tedeschi invece hanno imparato la lezione.


Tra le due dittature, fascismo e comunismo, non saprei dire qual è quella più grave: la prima è nata dal nulla ed la seconda fu supportata da un'ideologia.

La prima è sparita e sparirà con storace :devil: ..la seconda ha tenuto gli abitanti dell'europa dell'est fino al 1989, in una sorta di blindatura dei diritti civili.

La prima è destinata a restare un episodio, un monito importante nei libri di storia e la seconda ha dimostrato che può funzionare solo in stati ricchi.

C'è anche la dittatura del consumismo...forse la meno peggio ma infida.

Cecco
15-03-2008, 19.00.06
:act:

E' proprio quello che tentavo di spiegare io, ma devo dire che tu sei stato molto più eloquente... :act:

Il problema è proprio che certe frange mentali si rifiutano di vedere quello che di buono c'è stato in alcuni regimi totalitari quando potrebbero estrapolare tante cose buone analizzandoli senza i prosciutti sugli occhi...
Mio nonno mi diceva che allora poteva lasciare anche la casa aperta... nessuno toccava niente (alcuni dicono perchè non c'era nulla da prendere... :grrr: )... prova a lasciare ora una finestra leggermente aperta... perchè?!?!
Perchè allora se ti beccavano pagavi caro, ora se ti beccano quasi ti premiano... se sei incensurato sei fuori in un lampo e se non lo sei ti tirano fuori gli avvocati... e se proprio non possono tirarti fuori il giudice può ache "casualmente" dimenticarsi di scrivere le motivazioni della condanna e tu vai fuori comunque... ;)

Io sono intervenuto proprio per questo, la solita storia, s'era capito bene cosa dicevi, se avessi pensato di trovarmi di fronte un fautore dei regimi totalitari me ne sarei guardato bene.
Ci mancherebbe che in questo sfascio nazionale, politico e valoriale dovessimo
perdere anche la libertà di dire cose normali mentre il povero trombato mastella intanto si porta 300.000,00 € di liquidazione a casa, fini s'associa alla moratoria sulla pena di morte così è più moderato, bassolino sta lì perchè non vuole lasciarci in questo difficile momento e grillo ci manda tutti a ffan...

Cecco
15-03-2008, 19.07.59
A mio parere si può "giustificare" il fascismo come una risposta ad una debolezza di governo o alla povertà successiva alla I grande guerra.

Non giustificare forse ma vederlo serenamente come un periodo dittatoriale "passato"...gli altri stati non è che nel 1920 stessero benissimo.

Affermare oggi che era meglio quando c'era il duce, è una follia nonostante so che la storia l'hanno raccontata i partigiani e la resistenza..ma era un regime molto "lassativo", non c'è dubbio.

Ordine, sicurezza, rispetto delle istituzioni...questa dovrebbe essere l'eredità "buona" del fascismo ma gli italiani mica li cambi :inn: i tedeschi invece hanno imparato la lezione.


Tra le due dittature, fascismo e comunismo, non saprei dire qual è quella più grave: la prima è nata dal nulla ed la seconda fu supportata da un'ideologia.

La prima è sparita e sparirà con storace :devil: ..la seconda ha tenuto gli abitanti dell'europa dell'est fino al 1989, in una sorta di blindatura dei diritti civili.

La prima è destinata a restare un episodio, un monito importante nei libri di storia e la seconda ha dimostrato che può funzionare solo in stati ricchi.

C'è anche la dittatura del consumismo...forse la meno peggio ma infida.

Ma a me non me ne frega niente di fascismo, comunismo, di tutto ciò che non significhi libertà, cose morte e sepolte ma sia chiaro che democrazia e libertà non possono giustificare tutto, il prezzo appare oggi troppo alto.
Ma tu pensi poi davvero che storace e la mussolini siano fascisti, o che bertinotti sia comunista?
Se però, è questo il ragionamento, le dittature hanno rappresentato un male, non posso essere anche io male se mi permetto di condividere un certo tipo di politica del tempo.

Cecco
15-03-2008, 19.16.08
Davanti alla maestuosità della "terza" Cancelleria che Albert Speer aveva progettato per Hitler non posso che inchinarmi e apprezzarne la splendida genialità estetica. Eppure anche nessuno può esimersi dal riconoscere che quella cancelleria sarebbe esistita solo nel Terzo Reich, grazie al terzo Reich e per la gloria del Terzo Reich.

Il nodo cruciale è capire qual è il punto di equilibrio tra la realizzazione di grandi opere, o di grandi riforme, e la preservazione delle libertà individuali dei cittadini. I "grandi risultati" di governo nel nazismo e nel fascismo furono possibili solo perché non incontravano alcuno ostacolo e alcuna resistenza da parte della società: chi era contrario all'azione del "Condottiero" veniva deportato sic et simpliciter.

Certo, allo stesso modo che gli egiziani costruivano le piramidi, i greci il partenone, i romani il colosseo ed i napoletani le vele di scampia.
Insomma hai ragione nel dire che spesso il capolavoro è legato anche all'idea di grandiosità che un regime porta con sè, ma la democrazia riuscirà talvolta, pure per caso, ad ideare qualcosa di decente?

Thor
15-03-2008, 20.56.24
non credo proprio, sai?

io mi trovo spesso a pensare che per fare le cose in Italia ci vorrebbe un "dittatore buono". uno con poteri quasi assoluti per tipo 5 anni, ma buono d'animo, che non ne trarrebbe profitto.

utopia, lo so..però, come scritto su da qualcuno, preferirei per 2 anni non poter uscire di casa dopo le 22 e 2 anni dopo avere, che so, il potere d'acquisto raddoppiato e niente più problemi di microcriminalità!

infinitopiuuno
16-03-2008, 03.08.40
Ma tu pensi poi davvero che storace e la mussolini siano fascisti, o che bertinotti sia comunista?
Se però, è questo il ragionamento, le dittature hanno rappresentato un male, non posso essere anche io male se mi permetto di condividere un certo tipo di politica del tempo.


Non credo....se però avessero i voti sufficenti avrei un pò di timore...e non credo che nemmeno Marx prevedesse dittature.

exion
16-03-2008, 07.46.39
Certo, allo stesso modo che gli egiziani costruivano le piramidi, i greci il partenone, i romani il colosseo ed i napoletani le vele di scampia.
Insomma hai ragione nel dire che spesso il capolavoro è legato anche all'idea di grandiosità che un regime porta con sè, ma la democrazia riuscirà talvolta, pure per caso, ad ideare qualcosa di decente?

Penso di sì. Ho parecchie esempi in testa, ma ne citerò uno solo.
Il World Trade Center di New York è nella coscienza colletiva di noi occidentali il simbolo forte della nostra scelta per la democrazia e di perché non vogliamo più sentir parlare di ideologie fascistizzanti alla Hitler e Mussolini o anche totalitarie alla Stalin. E' un esempio estetico, ed è anche un esempio ideologico, delle capacità e degli intenti della democrazia capitalista. Un esempio non certo privo di critiche e di problematiche, ma dovendo scegliere preferisco certamente le Torri alla splendida Cancelleria di Speer.

Perusar
17-03-2008, 09.29.50
Si racconta che quando Dio creò il mondo, affinché gli uomini
prosperassero, decise di concedere loro due virtù.
E così fece:

- Gli svizzeri li fece ordinati e rispettosi delle leggi.
- Gli inglesi perseveranti e studiosi.
- I giapponesi lavoratori e pazienti.
- I francesi colti e raffinati.
- Gli spagnoli allegri e accoglienti.

Quando arrivò agli italiani si rivolse all'angelo che prendeva nota
e gli disse: "Gli italiani saranno intelligenti, onesti e di Forza
Italia!".
Quando terminò con la creazione, l'angelo gli disse: "Signore, hai
dato a tutti i popoli due virtù ma agli italiani tre, questo farà sì
che prevarranno su tutti gli altri".


"Porca miseria! È vero! Ma le virtù divine non si possono più
togliere, che gli italiani abbiano tre virtù! Però ogni persona non
potrà averne più di due insieme".

Fu così che:


- L'italiano che è di Forza Italia ed onesto, non può essere intelligente.
- Colui che è intelligente e di Forza Italia, non può essere onesto.
- E quello che è intelligente e onesto non può essere di Forza Italia.


:D

Billow
17-03-2008, 10.33.36
Il disobbediente Francesco Caruso, candidato di Rifondazione comunista alla Camera, è un latifondista milionario. Lui, che agli elettori promette l'esproprio delle seconde case, è proprietario di uliveti, vigneti, terre da agrumi, terreni da pascolo e immobili, sparsi tra vari comuni in provincia di Cosenza, frutto del generoso lascito di uno zio.
La visura catastale su terreni e fabbricati intestati al leader dei no global meridionali Francesco Saverio Caruso, è lunga sette pagine.

Tra cui un uliveto di 54 ettari e un altro di 60, un querceto di 22 ettari, un frutteto di 38 ettari, poi pascoli e campi a perdita d'occhio. Nel complesso, una proprietà da latifondista coi fiocchi.



:lol:

Leggi la Fonte (http://www.abiesnebrodensis.it/index.php?option=com_content&task=view&id=485&Itemid=1)

Feintool
17-03-2008, 10.42.13
Si racconta che quando Dio creò il mondo, affinché gli uomini
prosperassero, decise di concedere loro due virtù.
E così fece:

- Gli svizzeri li fece ordinati e rispettosi delle leggi.
- Gli inglesi perseveranti e studiosi.
- I giapponesi lavoratori e pazienti.
- I francesi colti e raffinati.
- Gli spagnoli allegri e accoglienti.

Quando arrivò agli italiani si rivolse all'angelo che prendeva nota
e gli disse: "Gli italiani saranno intelligenti, onesti e di Forza
Italia!".
Quando terminò con la creazione, l'angelo gli disse: "Signore, hai
dato a tutti i popoli due virtù ma agli italiani tre, questo farà sì
che prevarranno su tutti gli altri".


"Porca miseria! È vero! Ma le virtù divine non si possono più
togliere, che gli italiani abbiano tre virtù! Però ogni persona non
potrà averne più di due insieme".

Fu così che:


- L'italiano che è di Forza Italia ed onesto, non può essere intelligente.
- Colui che è intelligente e di Forza Italia, non può essere onesto.
- E quello che è intelligente e onesto non può essere di Forza Italia.


:D


:lol:

harman
17-03-2008, 11.16.50
Se fosse vero :)
http://www.altrosud.info/modules.php?name=News&file=article&sid=6

Il disobbediente Francesco Caruso, candidato di Rifondazione comunista alla Camera, è un latifondista milionario. Lui, che agli elettori promette l'esproprio delle seconde case, è proprietario di uliveti, vigneti, terre da agrumi, terreni da pascolo e immobili, sparsi tra vari comuni in provincia di Cosenza, frutto del generoso lascito di uno zio.
La visura catastale su terreni e fabbricati intestati al leader dei no global meridionali Francesco Saverio Caruso, è lunga sette pagine.

Tra cui un uliveto di 54 ettari e un altro di 60, un querceto di 22 ettari, un frutteto di 38 ettari, poi pascoli e campi a perdita d'occhio. Nel complesso, una proprietà da latifondista coi fiocchi.



:lol:

Leggi la Fonte (http://www.abiesnebrodensis.it/index.php?option=com_content&task=view&id=485&Itemid=1)

Billow
17-03-2008, 11.34.03
cacchio... questo guadagna meno degli operai della Ferriera
TOTALE ENTRATE: 13.613 EURO
TOTALE USCITE 11.900 EURO
RISULTATO FINALE: 1713 euro

per un netto mensile di 142.75 €/mese :eek:

propongo una colletta per il sostentamento del DEPUTATO DISOBBEDIENTE :D

anzi il prox anno verseremo a lui i soldi di "save the children" :lol:

harman
17-03-2008, 11.36.44
cacchio... questo guadagna meno degli operai della Ferriera
TOTALE ENTRATE: 13.613 EURO
TOTALE USCITE 11.900 EURO
RISULTATO FINALE: 1713 euro

per un netto mensile di 142.75 €/mese :eek:

propongo una colletta per il sostentamento del DEPUTATO DISOBBEDIENTE :D

anzi il prox anno verseremo a lui i soldi di "save the children" :lol:

Hai diviso il mensile per 12? :jump:
Il 1713 è il netto al mese

Billow
17-03-2008, 11.39.26
hai ragione i parlamentari hanno 14 mensilità :lol:

122.35 / mese

certi che la dichiarazione non sia mendace, un gg poi ci spiegherà come fa a vivere :jump:

Robbi
17-03-2008, 11.41.17
ma nooo Toni :D
L'appannaggio complessivo e' di 13.613 euro MESE!
Tolte le somme che dichiara versare, fra partito e varie prebende, fa poco piu' di 1.700 mese

;)

zen67
17-03-2008, 14.02.55
Il leader del Pdl incassa il no dei sindacati sul progetto di modifica previdenziale. Damiano: "Grave errore". Bertinotti: "Proposta sciagurata". Poi il Cavaliere precisa: "C'e' un vizio stalinista di attribuire cose non dette". E lancia "l'allarme brogli"



non so se ridere o piangere nel pensare che quest'elemento potrebbe ritornare a rappresentare gli italiani...

RNicoletto
17-03-2008, 14.57.24
non so se ridere o piangere nel pensare che quest'elemento potrebbe ritornare a rappresentare gli italiani...Ridi amaro. (http://www.mondoanord.net/index.php/archivio-svezia/247-curiosita/534-cosa-pensano-in-svezia-dellitalia) :D :crying:

exion
17-03-2008, 16.02.24
non so se ridere o piangere nel pensare che quest'elemento potrebbe ritornare a rappresentare gli italiani...


A me sembra nell'ordine delle cose.

Non me ne compiaccio... ma trovo che sia il solo sbocco naturale possibile.

Perusar
18-03-2008, 13.18.56
Guardate un po' che bella gente ha i conti all'estero... (http://www.corriere.it/cronache/08_marzo_18/italiani_Liechtenstein_Sarzanini_f9db8718-f4b2-11dc-b66e-0003ba99c667.shtml)

Luigi Grillo, parlamentare di Forza Italia grande amico dell'ex governatore di Bankitalia Antonio Fazio e del suo banchiere preferito Gianpiero Fiorani risulta invece intestatario di un conto da qualche centinaia di milioni di euro anche se lui nega categoricamente e dice di aver «semplicemente comprato un podere a Monterosso, in Liguria, da un imprenditore del Liechtenstein »


:wall:

harman
18-03-2008, 13.28.39
Guardate un po' che bella gente ha i conti all'estero... (http://www.corriere.it/cronache/08_marzo_18/italiani_Liechtenstein_Sarzanini_f9db8718-f4b2-11dc-b66e-0003ba99c667.shtml)

Luigi Grillo, parlamentare di Forza Italia grande amico dell'ex governatore di Bankitalia Antonio Fazio e del suo banchiere preferito Gianpiero Fiorani risulta invece intestatario di un conto da qualche centinaia di milioni di euro anche se lui nega categoricamente e dice di aver «semplicemente comprato un podere a Monterosso, in Liguria, da un imprenditore del Liechtenstein »


:wall:

Possibile che Luigi Grillo avesse tutti quei soldi?
Forse ci deve essere un errore di punteggiatura, penso che le centinaia di milioni siano di Fiorani.
:mm:
La voce su Wikipedia del senatore sembra scritta da un suo addetto stampa

Perusar
18-03-2008, 13.34.24
Possibile che Luigi Grillo avesse tutti quei soldi?
Forse ci deve esser
La voce su Wikipedia del senatore sembra scritta da un suo addetto stampa

Già... è agiografica...

harman
18-03-2008, 13.37.52
Nelle dichiarazioni dei redditi del 2006 risulta per Grillo un imponibile di 171.494 euro.
LINK (http://www.roma-citta.it/roma/news_12371-Liechtenstein-i-primi-nomi-della-lista-dei-depositi-Carlo-Sama-ex-ad-Montedison-il-senatore-di-Fi-Luigi-Grillo-l-europarlamentare-Pdl-Vito-Bonsignore-cronaca.html)

zen67
20-03-2008, 14.07.20
La proposta di Air France per Alitalia è "arrogante e irricevibile", dice Berlusconi. "Non penso che un Paese che vuole essere protagonista nel mondo possa rinunciare alla compagnia di bandiera". "Non c'e' nessun interesse da parte mia o di Fininvest ma se lo chiedessero ai miei figli, se fosse necessario non si tirerebbero indietro". Così Silvio Berlusconi a margine dell'incontro con Confcooperative risponde a chi gli chiede se ci sia un suo interesse su Alitalia. "Penso che gli imprenditori più importanti dovrebbero sentirsi in dovere di dare una partecipazione".

a che sta mirando?

rilevare un azienda con quel passivo e quel gap senza aver un piano aziendale solido e intenzione di lasciar a casa un fracco di gente è assurdo...

a meno che non lo faccia per far bella figura eppoi al momento del dunque tirarsi indietro e dare la colpa ai giornalisti che son tutti stalinisti...:o :D

Dav82
20-03-2008, 14.48.41
a che sta mirando?

rilevare un azienda con quel passivo e quel gap senza aver un piano aziendale solido e intenzione di lasciar a casa un fracco di gente è assurdo...

a meno che non lo faccia per far bella figura eppoi al momento del dunque tirarsi indietro e dare la colpa ai giornalisti che son tutti stalinisti...:o :D


La seconda.
Nel caso venga tenuta in considerazione l'ipotesi di cordata Airone + Berlusconi e Berluscofigli, la cordata stessa evaporerà verso il 20 di aprile, giorno più, giorno meno, con la scusa che il Governo precedente ha nascosto dei buchi nei conti di Alitalia, ben maggiori di quelli che si sanno esserci.

Nel frattempo, almeno fino a urne chiuse, lui farà la bella figura di salvare i dipendenti che altrimenti sarebbero in esubero, di salvare un'azienda italiana, di sacrificarsi per il bene del paese, etc etc etc.

Pago 1,01 euro a fronte di una scommessa di 1 euro :o

infinitopiuuno
20-03-2008, 15.39.21
Non capisco perchè vogliano comprare l'Alitalia....Airfrance ha dei liquidi che gli avanzano?

Scommetto che verrà commissariata...metteranno Di Gennaro che di munnezza se ne intende.

zen67
20-03-2008, 16.20.51
la verità è che quell'azienda doveva chiudere da anni....:o è stat u buco dove gli italiani hanno versato i loro soldi per sponsorizzare i viaggi a sbafo dei politici e dei loro amici...:grrr:

Perusar
20-03-2008, 16.27.55
qui siamo comunque ai favori personali, altro che conflitto di interessi... :grrr:

Alitalia, Berlusconi chiama Prodi:
"Serve un prestito per comprarla"

http://www.repubblica.it/2008/03/sezioni/economia/alitalia-16/prato-proposta/prato-proposta.html

Robba da matti

Robbi
20-03-2008, 16.43.50
Vabbe' che siamo in campagna elettorale, e le fesserie sono all'ordine del giorno, ma sembra che solo adesso si accorgano che abbiamo una compagnia di bandiera che se fosse un'azienda privata avrebbe dovuto dichiarare fallimento 10 anni fa :rolleyes:

Al di là di quella che è stata la proposta di Air France, che non sono certo in grado se definire "ricattatoria" ,ma che pensano sti geni?? Che un competitor arriva qua, e si prende in eredità il "pacco" che i nostri Top manager hanno confezionato in decenni di gestione scellerata, per la nostra bella faccia??

E' ovvio che devono vedere dei margini di redditività, ma dove vive sta gente ?
Poi forse, come sempre, la verità sta nel mezzo.
I francesi fanno il loro gioco e gli italiani, se hanno palle, vedano di riuscire a vendere questa azienda nel miglior modo possibile, oppure rinuncino.

Certo l'operazione non sarà indolore, ovvio, ma quando la cancrena avanza, per salvarti la vita c'e' un solo modo.... Amputare!

RNicoletto
20-03-2008, 17.01.19
Non capisco perchè vogliano comprare l'Alitalia....Airfrance ha dei liquidi che gli avanzano?SI. Sentivo proprio stamattina per radio quanto ha detto Spinettà:
10 anni fa Alitalia aveva un giro d'affari di 5 miliardi di euro ed Air France di 6 miliardi. Oggi Alitalia ha un giro d'affari di 4 miliardi di euro (e continua a perdere! :wall:) ed Air France di 15 miliardi (e fa utili! :eek:)La proprosta di Air France è chiara: acquistare il controllo di Alitalia per un tozzo di pane cestinando immediatamente tutto "il carrozzone" che Alitalia si porta dietro. Sfortunatamene nel carrozzone ci sono anche 2100 posti di lavoro e Dio solo sa quanti milioni di euro di indotto. :(

exion
20-03-2008, 17.06.37
Questi nazionalismi stupidi sono desolanti.

L'alternativa è vendere, e comunque governo e azienda non saranno certo in posizione di dettare le condizioni della vendita, oppure fallire.

Che altro c'è da dire?

Il fallimento vuol dire 22.000 dipendenti a spasso. E' questo che vogliono i sindacati? E' questo che vuole Formigoni con la sua Malpensa fallimentare?

Inoltre il governo Berlusconi regalò già 370 milioni (http://www.repubblica.it/online/lf_primo_piano/020621alitalia/alitalia/alitalia.html?ref=search) ad Alitalia nel 2002 e poi ancora 400 milioni di prestito-ponte (http://www.repubblica.it/online/lf_primo_piano/040719alitalia/alitalia/alitalia.html?ref=search) nel 2004, senza ovviamente venire a capo di nulla.

Ora cosa vorrebbe fare Berlusconi col suo prestito-ponte? Ha già fallito 4 anni fa sulla questione.


Purtroppo la gente ha la memoria corta, non va più in là di quel che c'era ieri sera in televisione.

exion
20-03-2008, 21.04.55
Stavo guardando un documentario sui militari occidentali in Afghanistan e mi è sorta spontanea una domanda...

Ma perché i russi, quando occupavano l'Afghanistan per sostenere il loro governo fantoccio a Kabul, erano i cattivi, mentre oggi le forze NATO, che fanno esattamente la stessa cosa, sono i buoni? :mm:

infinitopiuuno
21-03-2008, 09.35.35
E perchè a quel tempo non ci furono dimostrazioni pro-peace?

zen67
21-03-2008, 13.59.09
semplicemente perchè bisogna capire che chi detiene il controllo degli organi di informazione detiene il potere sulle masse....(ecco perchè in italia il connubio presidente del consiglio/proprietario mezzi televisivi/giornali/etc etc.. è male)

zen67
21-03-2008, 14.00.08
ogni riferimento a persone o a cose inerenti la realtà è puramente casuale....:o

mao
21-03-2008, 14.20.11
AirFrance l'ha detto chiaro e tondo: non sono obbligati a comprare. Quelle sono le condizioni, sennò ciccia.

Berlusconi vuole solo fare la figura del salvatore della patria, salvo poi scaricare tutto il 15 aprile.

zen67
21-03-2008, 14.22.08
ci saranno sempre degli itagliani che gli andranno dietro....:o

exion
22-03-2008, 08.33.07
Arrivati a questo punto dell'assurdo, spero tanto che AirFrance si tiri indietro...........

Perusar
22-03-2008, 10.49.00
Un po' PdM qualunquista, ma lasciatemelo dire:
a 5200 € di pensione a 50 anni + stipendio + indennità extra (metti che faccia il ministro) per un totale di circa 25-30'000 € mensili se va male a dire quello che vuoi senza essere responsabile di niente considerando poi che non mi sono neanche laureato... beh... datemi pure del c******e

Sono qualunquista eh! :rolleyes:

infinitopiuuno
25-03-2008, 10.53.48
Berlusconi: pronta cordata dei miei figli per Alitalia e Trenitalia.

Caxxo questa volta si rovina :devil:

infinitopiuuno
25-03-2008, 10.59.09
ROMA - Il Partito Democratico è deciso a "proporre un intervento immediato" sul fronte delle pensioni. E' quanto assicura il leader del Pd, Walter Veltroni, in una conferenza stampa. "L'intervento - spiega - riguarda i pensionati di oltre 65 anni e determina, a partire dal 1 luglio 2008, un incremento medio di quasi 400 euro l'anno per le pensioni fino a 25 mila euro l'anno (fino a circa 2 mila euro al mese) e un incremento fra i 250 e i 100 euro l'anno per le pensioni di importo compreso tra 25 mila e 55 mila euro l'anno".

Il costo complessivo degli interventi previsti dal Partito Democratico per la previdenza è di circa 2,5 miliardi di euro l'anno. Questo, secondo quanto si legge in un documento presentato nel corso di una conferenza stampa, vuol dire che a regime la pressione fiscale si riduce di quasi 0,2 punti percentuali di Pil.

Il pacchetto pensioni del Pd punta a innalzare le detrazioni previste per i redditi da pensione in funzione dell'età anagrafica, in modo da incrementare maggiormente "per ogni dato livello di pensione, le pensioni più vecchie, ossia le pensioni più distanti dalla data del pensionamento e quindi maggiormente erose dalla perdita di potere d'acquisto". E' quanto si legge in un documento sulla previdenza, presentato nel corso di una conferenza stampa.

Robbi
25-03-2008, 11.09.57
Berlusconi: pronta cordata dei miei figli per Alitalia e Trenitalia.

Caxxo questa volta si rovina :devil:

NO!| CI rovina :anger:
Film gia' visto... Acquisizione Standa... carrozzone parastatale con 25.000 dipendenti... un cu@o immane anche per questi... e poi??
e' svampata seniò

Ma che fallisca! o se la ciapino i frances :x:

Fumettos
25-03-2008, 11.59.44
...
e' svampata seniò

:lol:
Bellissimo.. :inn:

Il Partito Democratico è deciso a "proporre un intervento immediato" sul fronte delle pensioni. E' quanto assicura il leader del Pd, Walter Veltroni...
A proporre siamo bravi tutti, è ad attuare che ci stanno i problemi... :wall:
...e per inciso delle "assicurazioni" pre-elettorali mi fido men che meno... :inkaz:

Non deve assicurare di proporre, deve assicurare di FARE e deve poi mantenere... ecchecazz... ma dico io... ma ci prendono per pecoroni (per quanto non hanno tutti i torti)? :grrr:

zen67
25-03-2008, 13.53.51
finchè non sono al governo possono solo assicurare di proporre poi quando saranno al potere....:o


è tutto là il trucco...


e... vale sia per la dx che per la sx, l'unica differenza è nel livello delle balle che raccontano, e senza sembrar di parte mi sento sicuro di dire che quelle del berluska siano decisamente le più grandi, le meglio congegnate e studiate ... daltro canto non sarebbe dove è ora se non fosse stato un mago a metterlo nel BIIIP al prossimo...:o

infinitopiuuno
25-03-2008, 19.22.45
Berlusconi rilancia! Porteremo le pensioni al primo posto in europa: minime a partire da 2.450,00 come le sociali.

Tremonti assicura: i fondi ci sono.

Ansia.it

Dav82
25-03-2008, 19.51.30
LOL :D

Gigi75
25-03-2008, 23.02.35
mah..certo che Fassino ha lasciato le buone maniere a casa... :rolleyes:

che cafone..

Feintool
25-03-2008, 23.04.13
Berlusconi rilancia! Porteremo le pensioni al primo posto in europa: minime a partire da 2.450,00 come le sociali.

Tremonti assicura: i fondi ci sono.

Ansia.it


:) Non sapevo che avesse ricominciato Zelig..



:inn:

infinitopiuuno
26-03-2008, 16.36.47
Per Ballarò ci sono i dipendenti: Tuta blu o impiegati da 1.000 euro al mese e gli imprenditori: ricconi con diverse fabbriche in italia e all'estero....che visione ottocentesca.


Di Pietro e Bertinotti da Vespa, hanno minacciato e terrorizzato lo "statistico" :x:

Siamo messi male cmq poichè al Senato ci sarà una maggioranza esigua e i programmi sono molto simili: in più non ci sono nuovi partiti ma ancora coalizioni/contenitori dei vecchi partiti che hanno accettato questa farsa all'americana.

Robbi
26-03-2008, 16.56.53
cut.. in più non ci sono nuovi partiti ma ancora coalizioni/contenitori dei vecchi partiti che hanno accettato questa farsa all'americana.

Non lo volevo mettere, ma mi sa che lo metto per chi vuole usare il diritto in cabina elettorale, senza sentirsi pecora davanti alle Istituzioni... anzi un passo prima della cabina elettorale.

Pochi sanno che esiste un DPR del 1957 (sic) che regolamenta chi vuole andare a votare, ma esprimere una contestazione che deve essere verbalizzata dal Presidente del Seggio, ma non ora, sono busy :) + tardi o domani metto qualche info, ma se la mette qualcun altro.. va ben istess ;)

Gigi75
26-03-2008, 17.08.42
Credo che ti riferisca al TU delle leggi elettorali.. ma a quale norma di preciso? :mm:

Robbi
26-03-2008, 17.18.55
Vado a memoria
mi pare la 361 del DPR 30 marzo 57


edit metto link
http://www.senato.it/documenti/repository/leggi_e_documenti/raccoltenormative/25%20-%20elezioni/L.%20277%20-%201993/DPR%20361-57.pdf

art 87 ma poi credo pure art 66 e 71 per quanto riguarda le potesta' del Presidente..
insomma da leggere, magari dopo trovo qualcosa di più sintetico

Gigi75
26-03-2008, 17.23.51
si è questo: http://www.riforme.net/leggi/testo-unico-leggi-elettorali-Camera.htm

ma a quale norma ti riferisci? :)

Gigi75
26-03-2008, 17.26.06
Intanto impazza la diatriba sulla posizione migliore della Santanchè.. e devo dire che sono d'accordo con la Mussolini.
E' decisamente migliore orizzontale :lol:

Robbi
26-03-2008, 17.26.58
si è questo: http://www.riforme.net/leggi/testo-unico-leggi-elettorali-Camera.htm

ma a quale norma ti riferisci? :)

Leggi sopra il tuo post.. messo link ;)

Robbi
26-03-2008, 19.22.19
Preciso che la mia non vuole essere in nessun modo una istigazione al non voto, ma esiste una norma che regolamenta chiaramente come si può esprimere un dissenso motivato che sia verbalizzato e rimanga agli atti, per cui pienamente legittimo e legale.

Ecco un link (http://www.riforme.net/2008/rass08-029.htm) compreso ulteriori precisazioni (http://www.riforme.net/2008/rass08-019.htm) dove sinteticamente si spiega come fare ad esercitare il proprio diritto a non entrare in cabina elettorale, pur ritirando e pretendendo le schede vidimate.

Per i più pignoli ci sono gia' pronti moduli (http://www.riforme.net/legge_elettorale/Rifiuto-scheda_2008_Propaganda.htm) da presentare al Presidente di seggio.
Potrebbe succedere che il Presidente non accetti la verbalizzazione della motivazione del "non voto" , ma NON può non accettare in nessun caso la verbalizzazione, se richiesta, dei motivi che lo spingono a non accettare la protesta, in quel caso e' pure possibile pretendere l'intervento della forza pubblica.
Insomma se ne trovate uno tosto, potete sempre combinare un bel casino :D

Le decisioni del Presidente del seggio sono comunque tutte provvisorie, in quanto non ha espressi poteri decisionali definitivi.

Questo e' un modo a mio giudizio consapevole di come esprimere il diritto di voto nel caso non ci si senta rappresentati.

Sarebbe ora di finirla di andare davanti alle Istituzioni con il cappello in mano o peggio quasi con un senso di vergogna dei propri diritti.

Molte persone sono convinte che annullando o lasciando bianca la scheda si esprima una sorta di protesta o non voto. E' vero solo in parte, più che altro ai meri fini statistici, ma le schede bianche o nulle rientrano a pieno titolo nelle schede che vanno a comporre le percentuali per l'assegnazione dei premi di maggioranza.


Difficile a volte esercitare compiutamente un diritto, ben per questo esistono in giro i rompicog@ioni come me :D

Buone elezioni :)

Gigi75
26-03-2008, 19.37.01
quante cose sa sto Robbi! :D Grazie interessante!! (Y)

cmq.. Berlusca ha appena detto: "Di Pietro si è laureato grazie ai servizi, perché non è possibile che l'abbia presa uno che parla così l'italiano"

:D:D:D

Robbi
26-03-2008, 19.39.56
ahahahahha!! :D
Beh un mezza ragione ce l'ha pure lui

Robbi
26-03-2008, 19.41.53
Intanto impazza la diatriba sulla posizione migliore della Santanchè.. e devo dire che sono d'accordo con la Mussolini.
E' decisamente migliore orizzontale :lol:

:lol:
ma senti se dico che sta bene pure pure verticale, di spalle ehh?? con quel grugno :x: leggermente piegata in avanti.. mmhh diciamo sui 90°, nel caso mi quereli, mi difendi? :)



LOL :D

Gigi75
26-03-2008, 19.44.17
:lol:
ma senti se dico che sta bene pure pure verticale, di spalle ehh?? con quel grugno :x: leggermente piegata in avanti.. mmhh diciamo sui 90°, nel caso mi quereli, mi difendi? :)



LOL :D


Se non ti dispiace l'affollamento.. non potrei difenderti.. in quanto coimputato :D :D :D

Robbi
26-03-2008, 19.48.54
Vabbe dai ne conosco uno al Trib di Milano, dicono bravinA
:D

Fumettos
26-03-2008, 20.47.18
...
Potrebbe succedere che il Presidente non accetti la verbalizzazione della motivazione del "non voto" , ma NON può non accettare in nessun caso la verbalizzazione, se richiesta, dei motivi che lo spingono a non accettare la protesta, in quel caso e' pure possibile pretendere l'intervento della forza pubblica.
Insomma se ne trovate uno tosto, potete sempre combinare un bel casino :D
...

Mi piace sta cosa... se c'è da far casino sono sempre pronto... :devil:
...
Difficile a volte esercitare compiutamente un diritto, ben per questo esistono in giro i rompicog@ioni come me :D
...
Allora non sono il solo che se ha una base giuridica gode nel farsela riconoscere anche se magari non ci guadagna nulla... così... per principio...
:inn:

Mi devo spulciare il tutto per bene e mi stampo un po di moduli... magari da distribuire... ;) :inn:

Dav82
26-03-2008, 23.43.19
Molte persone sono convinte che annullando o lasciando bianca la scheda si esprima una sorta di protesta o non voto. E' vero solo in parte, più che altro ai meri fini statistici, ma le schede bianche o nulle rientrano a pieno titolo nelle schede che vanno a comporre le percentuali per l'assegnazione dei premi di maggioranza.

Questo è totalmente errato ;) Così come è errata tutta la propaganda che dice: "la tua scheda bianca in parte fra prendere seggi a $nome_del_politico_di_turno".

Ai fini dei premi di maggioranza non rientrano neanche le schede votate per partiti che non superano le soglie di sbarramento ;)

Che poi non votando non si esprima nessun parere che possa modificare l'assegnazione dei seggi, questo è pacifico.

Robbi
27-03-2008, 08.40.59
Giusta precisazione ;)
a volte mi fido troppo della memoria e sbaglio :wall:

infinitopiuuno
27-03-2008, 09.29.27
Secondo il regolamento è possibile entrare nel seggio con una tanica di benzina verde?

Perusar
27-03-2008, 10.23.08
:D

Anche presentarsi così non sarebbe male... scherzo eh, non sia mai...


http://www-5.radioradicale.it/images/news/al-aqsa_militanti.jpg

:eek: