PDA

Visualizza versione completa : In aumento le truffe, calano i danni!


Robbi
21-01-2008, 08.18.44
<p align="center"><img class="" alt="" src="http://assistenza.tiscali.it/sicurezza/phishing/img/phishing_hp.gif" /></p><p align="justify">Sono stati resi noti nei giorni scorsi i dati relativi alle attivit&agrave; della polizia postale nel periodo 2006-07 circa lo stato della criminalit&agrave; informatica.</p><p align="justify">Emerge immediatamente un dato: il drastico calo della portata economica della criminalit&agrave; informatica nell&rsquo;ultimo biennio. Gli utilizzi fraudolenti di carte di credito sarebbero anch&rsquo;essi dimezzati passando da 5.208 del 2006 a 2.730 del 2007. In calo anche le transazioni e le movimentazioni di denaro non riconosciute, passate dal 87.795 del 2006 al 76.131 del 2007.</p><p align="justify">Ancora pi&ugrave; impressionante la stima dei danni complessivamente subiti dalle vittime italiane di phishing, skimming e compagnia cantante: 5.432.548 euro nel 2007, addirittura meno di un terzo dell&rsquo;anno precedente quando dalle tasche elettroniche dei nostri concittadini furono prelevati illecitamente ben 16.596.256 euro.</p><p align="justify">Ma si tratta davvero di dati confortanti?&nbsp;. Rispetto al 2006 &egrave; stato registrato, certo, un calo del valore complessivo del danaro trafugato in rete. Ma c&rsquo;&egrave; da tenere presente che nel 2007 sono diminuite anche le indagini avviate dagli inquirenti a fronte delle denunce ricevute. Se nel 2006 a fronte dei 1.462 denunce ricevute dagli inquirenti venivano attivate ben 2.210 indagini, nell&rsquo;anno appena trascorso il rapporto si &egrave; quasi invertito.</p><p align="justify">In tema di &ldquo;hacking&rdquo; (accessi abusivi a sistemi informatici, od altre utilizzazioni illecite di dati personali informatici) solo 1.224 denunce ricevute nel 2007 hanno avuto un risvolto investigativo rispetto su un totale di 2.128 segnalazioni fatte pervenire agli inquirenti.</p><p align="justify">Tornando al problema denunce-indagini, va ancora peggio in tema di truffe telematiche vere e proprie: sulle 14.369 denunce sporte nel 2007, solo 9.806 sono state le indagini attivate. Nel 2006 le indagini erano addirittura superiori alle denunce ricevute (12.071 inchieste a fronte delle 9.024 denunce).</p><p align="justify">In aumento, invece, il numero dei soggetti individuati quali indiziati di reato in tema di illeciti telematici: 3 arrestati e 290 denunciati nel 2007 in tema di hacking, (nel 2006 erano, rispettivamente 3 e 242). Ancora pi&ugrave; impressionante il &ldquo;bottino&rdquo; portato a segno dagli inquirenti nel campo delle frodi: + 23 arrestati rispetto all&rsquo;anno precedente (83 contro 60) e ben + 1.104 denunciati rispetto all&rsquo;esercizio precedente (2.829 rispetto a 1.725). Questa maggiore incisivit&agrave; dell&rsquo;attivit&agrave; investigativa del 2007 porta a dire agli inquirenti che il 60% degli autori di reati informatici viene comunque individuato.</p><p align="justify">Intanto, per&ograve; l&rsquo;Italia detiene il non certo lusinghiero 6&deg; posto fra i paesi che ospitano computer &ldquo;zombie&rdquo;, con 200mila computer su cui sono installati programmi maligni che permettono controllo del pc degli inconsapevoli utenti ad opera di terzi non autorizzati. Ancor pi&ugrave; problematico il problema delle nostre principali metropoli: Roma e Milano figurano, rispettivamente al 3&deg; ed al 4&deg; posto fra i luoghi ove sono maggiormente presenti i computer &ldquo;zombie&rdquo;.</p><p align="justify">Il tutto mentre Poste Italiane figura al 7&deg; posto nel mondo fra le dieci aziende pi&ugrave; colpite da attacchi phishing e pharming.</p><p align="justify">Cosa potr&agrave; accadere nei prossimi 10 anni? Certamente dovremo preoccuparci maggiormente della sicurezza informatica dei nostri dati e dei nostri sistemi di trasmissione informatica e telematica di informazioni.</p><p align="justify">&nbsp;</p><br /><a href="http://www.wintricks.it/framer.php?url=http://www.corriere.it/cronache/08_gennaio_19/I_truffatori_della_rete_07666ac8-c665-11dc-9f4d-0003ba99c667.shtml" target="_blank">Altre Info </a><br /><br /><br /><br /><br />

RNicoletto
21-01-2008, 10.46.57
In aumento, invece, il numero dei soggetti individuati quali indiziati di reato in tema di illeciti telematici: 3 arrestati e 290 denunciati nel 2007 in tema di hacking, (nel 2006 erano, rispettivamente 3 e 242). Ancora pi&ugrave; impressionante il &ldquo;bottino&rdquo; portato a segno dagli inquirenti nel campo delle frodi: + 23 arrestati rispetto all&rsquo;anno precedente (83 contro 60) e ben + 1.104 denunciati rispetto all&rsquo;esercizio precedente (2.829 rispetto a 1.725). Tutto molto interessante; adesso sarei curioso di sapere anche quanti di questi hanno effettivamente passato un periodo detentivo in un carcere. Scommettiamo che il totale molto viciono a... ZERO!! :anger:

rondix
21-01-2008, 14.21.08
La giustizia purtroppo e' quella che e', ma non scoraggiamoci, una bella denuncia in caso qualcosa non risulta regolare la possiamo fare: Link Polizia Di stato (http://www.poliziadistato.it/pds/faq_new/index.php?idcat=79) . Solo il dato dell'aumento delle persone individuate e' significativo, vuol dire che tante piu' persone non la passano liscia. Concludo, sono un cliente Bancoposta ed e' vero, arrivano diversi messaggi fraudolenti ai quali basta non rispondere, l'ultimo dei quali arrivato anche a me e subito denunciato. A questo Link Truffa (http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=873829) un gustoso rimpallo fra domande e risposte fra utenti che la dice lunga su come molte persone prendono alla leggera questi problemi. Denunciare, denunciare e ancora denunciare ed abbiamo gia' fatto almeno il nostro dovere di buoni cittadini ........ :)