PDA

Visualizza versione completa : SBK, SS e STK 2008!!!


Pagine : [1] 2

TyDany
19-11-2007, 14.52.03
Anche la SBK sta per iniziare i test prestagionali e quindi andiamo di topic 2008 ;)

Ecco la lista dei piloti per la stagione 2008 ;)

Team Ducati Xerox (Ducati 1098R)
#21 Troy Bayliss
#84 Michel Fabrizio

Team Alstare Suzuki (Suzuki GSX-R1000 K8)
#10 Fonsi Nieto
#34 Yukio Kagayama
#76 Max Neukirchner

Hannspree Ten Kate Honda (Honda CBR1000RR)
#54 Kenan Sofuoglu
#7 Carlos Checa
#23 Ryuichi Kiyonari

Yamaha Motor Italia (Yamaha YZF-R1)
#41 Noriyuki Haga
#11 Troy Corser

Kawasaki PSG-1 Corse (Kawasaki ZX-10R)
#55 Regis Laconi
#100 Makoto Tamada

D.F. Racing (Honda CBR1000RR)
#31 Karl Muggeridge
#83 Russell Holland

YZF Yamaha (Yamaha YZF-R1)
#38 Shinichi Nakatomi

Yamaha - GMT 94 (Yamaha YZF-R1)
#94 David Checa
#194 Sébastien Gimbert

Grillini Racing Team (Yamaha YZF-R1)
#77 Loic Napoleone

Sterilgarda Go Eleven (Ducati 1098R)
#111 Ruben Xaus
#3 Max Biaggi

R.G. Team (Ducati 1098R)
#57 Lorenzo Lanzi

Team Pedercini (Kawasaki ZX-10R)
#13 Vittorio Iannuzzo
#86 Ayrton Badovini

Alto Evolution Honda (Honda CBR1000RR)
#88 Shuhei Aoyama
#22 Luca Morelli

Guandalini Racing by Grifo's (Ducati 1098R)
#96 Jacob Smrz

Hannspree Honda Althea (Honda CBR1000RR)
#44 Roberto Rolfo

Paul Bird Motorsports (Honda CBR1000RR)
#36 Gregorio Lavilla

TyDany
19-11-2007, 14.52.50
E questo è il calendario della nuova stagione ;)

Calendario

23 Febbraio - Qatar - Doha/Losail
2 Marzo - Australia - Phillip Island
6 Aprile - Spagna- Valencia
27 Aprile - Olanda - Assen
11 Maggio - Italia - Monza
1 Giugno - Stati Uniti - Salt Lake City
15 Giugno - Germania - Nurburgring
29 Giugno - San Marino - Misano
20 Luglio - Rep. Ceca - Brno
3 Agosto - Gran Bretagna - Brands Hatch
7 Settembre - Gran Bretagna - Donington Park
21 Settembre - Italia - Vallelunga
5 Ottobre - Francia - Magny Cours
12 Ottobre - Indonesia - Sentul
2 Novembre - Portogallo - Portimao

RNicoletto
20-11-2007, 10.26.07
Presente! ;)

ottobre_rosso
23-11-2007, 17.06.57
Il giapponese, che aveva iniziato la propria carriera proprio fra le derivate di serie del Sol Levante, lascia dopo una pessima stagione nel Team Yamaha Tech 3 gommata Dunlop, dove sono arrivati Toseland ed Edwards.

Si accaserà, a breve l'ufficialità, nel Team Kawasaki PSG-1 Corse diretto da Virginio Ferrari.

Tamada andrà ad affiancare Regis Laconi, formando una coppia esperta e valida su una Kawa in buona crescita nel finale della stagione.

TyDany
23-11-2007, 20.48.06
Fonti me lo danno per ufficiale, corretto il primo post... thanx ;)

ottobre_rosso
24-11-2007, 15.17.50
Fonti me lo danno per ufficiale, corretto il primo post... thanx ;)

;)


Si svolgeranno sul circuito di Losail, dal 28 al 30 novembre, i primi test invernali in vista della prossima stagione del Mondiale Superbike.
A poco meno di due mesi dalla fine del Campionato 2007, i piloti e le rispettive squadre saranno impegnati sul tracciato del Qatar per una tre giorni di prove riservate ai soli "ufficiali".

A svolgere i test con le nuove gomme Pirelli ci saranno i ducatisti Troy Bayliss e Michel Fabrizio con le nuove bicilindriche 1200, mentre per la Yamaha ci saranno il giapponese Noriyuki Haga e Troy Corser.
Per la Suzuki ci saranno invece Fonsi Nieto e Max Neukirchner, mentre per la Honda proveranno lo spagnolo Carlos Checa ed il giapponese Riuychi Kionari.

La Kawasaki ha deciso di rimandare il debutto della nuova moto in occasione dei test successivi in programma in Spagna sul circuito di Jerez de la Frontera.

ottobre_rosso
29-11-2007, 09.43.50
Quasi due mesi dopo la conclusione del Mondiale Superbike 2007, sono cominciati i test invernali per il Ducati Xerox Team sul circuito di Losail, in Qatar. Il pilota australiano Troy Bayliss e il giovane romano Michel Fabrizio, al suo debutto con la squadra ufficiale Ducati Xerox, hanno girato con la moto che rappresenterà la casa italiana nel Mondiale Superbike il prossimo anno, la nuova Ducati 1098 F08. Nel primo giorno dei test, entrambi i piloti hanno ottenuto tempi positivi e si sono detti entusiasti dei progressi ottenuti.

http://www.sportautomoto.it/cgi-bin/images/news/Bayliss.jpg

Troy Bayliss, 2'00.6 (48 giri)

"E' stato bello poter risalire in moto dopo una pausa di varie settimane ma soprattutto siamo soddisfatti del lavoro fatto in questa prima giornata" ha dichiarato Troy. "Oggi le condizioni della pista non erano ottimali, con vento e tanta sabbia, ma sono migliorate nel corso del pomeriggio. In questo momento non abbiamo fretta di sviluppare la nuova 1098, vogliamo innanzitutto trovare un buon setting di base. Per questo motivo sono piuttosto soddisfatto del tempo di 2'00.6 che ho ottenuto con gomme da gara. La 1098 è abbastanza simile alla moto con la quale ho girato a Vallelunga, ma abbiamo tantissime cose da provare nel corso dei prossimi due giorni e sono sicuro che miglioreremo".

Michel Fabrizio, 2'01.6 (37 giri)

"Direi che il mio debutto con la 1098 è andato bene a parte una piccola scivolata!" ha commentato Michel. "La moto mi piace molto e sono riuscito a trovare subito un buon feeling. Questa mattina sono riuscito a migliorare ad ogni uscita, il che è sempre un buon segno. Nel pomeriggio non ho abbassato i tempi perché abbiamo cambiato l'ammortizzatore. Abbiamo altri due giorni a disposizione, cercherò di migliorare ulteriormente".

TyDany
29-11-2007, 15.54.12
Che bella la nostra nuova arma... go Troy go :)

TyDany
30-11-2007, 21.11.07
[COLOR=Navy]Conclusi i testi, questi i tempi:

1. Bayliss (Ducati) 1’58”1
2. Haga (Yamaha) 1’58”4
3. Corser (Yamaha) 1’58”5
4. Checa (Honda) 1’59”0
5. Nieto (Suzuki) 1’59”1
6. Fabrizio (Ducati) 1’59”1
7. Sofuoglu (Honda) 2’00”3
8. Kagayama (Suzuki) 2’00”9
9. Kiyonari (Honda) 2’01”8

Per Troy, con gomme da gara, un secondo secco sotto il miglior giro della gara 2007 e tre decimi sotto la pole 2007.

Troy Bayliss: "In questi tre giorni abbiamo provato davvero tante cose, facendo buoni progressi in cerca della direzione da seguire con la 1098. Qualche volta è stato frustrante perché quando volevo spingere come tutti gli altri noi stavamo facendo prove di assetto. Dopo pranzo abbiamo trovato una strada soddisfacente e, con gomme nuove, sono riuscito a girare con buoni tempi. Ho fatto una decina di giri, quasi tutti in 58 e mezzo, che non è male. Comunque dovevo davvero impegnarmi per ottenere questi tempi perchè il feeling dietro non è ancora al massimo. Adesso posso rilassarmi sapendo che stiamo andando nella direzione giusta e gustarmi le vacanze di Natale fino ai test di Phillip Island all'inizio di gennaio."

Davide Tardozzi: "In questi tre giorni la nuova 1098 ha avuto il suo 'battesimo' ufficiale in pista quindi stiamo ancora cercando di capirla bene. La moto è competitiva, anche se per ora non andiamo molto più forte degli altri. Stiamo muovendo i primi passi e credo che oggi sia stato Troy a fare la differenza, come spesso succede.”

TyDany
02-12-2007, 18.39.55
Domenicali, dal palco della festa Ducati a Bologna, pare abbia dichiarato che Troy Bayliss, dopo aver provato la 1098, abbia esclamato che questa moto può regalargli tanti titoli. Insomma, pare che l'australiano non sia ancora del tutto convinto di ritirarsi a fine 2008... di certo Domenicali ha fatto capire che in Ducati si spera di averlo anche oltre il 2008.
Troy ha 38 anni e va per i 39 ma quest'anno ha dimostrato di essere ancora uno dei migliori piloti al mondo... io gli dire di seguire il consiglio di Chili, finchè ti diverti continua a correre.
Go Troy go (Y)

TyDany
17-12-2007, 23.19.20
In visita al motorshow ecco un paio di battute con Troy Bayliss:

“La realtà è che sono stato sul punto di fermarmi diverse volte volevo già farlo nel ’97, poi ci ho ripensato nel 2002 e nel 2005. Alla fine del 2008, avrò 39 anni e se per me sarà stata una bella stagione non vedo veramente ragioni per continuare. In carriera mi sono tolto grandissime soddisfazioni, inclusa la mia ultima gara in MotoGP. Quel successo ci voleva davvero. Mi ha permesso di scacciare ogni demone e di chiudere definitivamente il capitolo MotoGP. E’ stato allora che, quando mi è stato chiesto, ho consigliato alla Ducati di prendere Casey Stoner. Già in quella stagione nessuno apriva il gas prima di lui. Il 2007 poi è stato davvero il suo anno.
Sarà un grande casino! Biaggi anche se non farà parte del Team Factory avrà una buona moto, sicuramente sarà fra i miei avversari più duri. Ma non sarà il solo, la Yamaha è già andata molto forte con Haga e Corser. E poi bisognerà vedere i giovani cosa faranno.”

ottobre_rosso
18-12-2007, 10.13.08
Oggi, a Jerez, i piloti del team Kawasaki PSG-1 Corse hanno avuto la prima presa di contatto con la Kattiva versione 2008.

Regis Laconi, che già aveva testato la moto in Giappone, ha subito confermato la differenza sostanziale rispetto al modello utilizzato durante la stagione 2008 mentre Makoto Tamada è salito in sella alla ZX-10R oggi per la prima volta e assieme al team ha subito iniziato a lavorare per adattare il più velocemente possibile la ciclistica alla sua impostazione di guida entrando in pista e uscendo dopo due giri ogni volta per confrontarsi con il team ed apportare le modifiche per raggiungere l'assetto desiderato.

In termini di motoristica i tecnici PSG-1 Corse stanno confrontando i dati della telemetria acquisiti con i risultati ottenuti dalle prove al banco già effettuate per poter configurare i nuovi motori nel miglior rapporto finale per il circuito di Jerez.

Il team Kawasaki PSG-1 Corse ha da subito notato un aumento di coppia e di potenza massima dei motori è si reputa soddisfatto dell'evoluzione.

Nella giornata di domani il team verde si concentrerà sull'adattabilità delle nuove potenze alle parti ciclistiche che dovranno essere ulteriormente sviluppate nonchè sulla tipologia di gomme Pirelli da utilizzare. Ad oggi è stata adottata una mescola morbida sull'anteriore e media-dura sul posteriore.

TyDany
22-12-2007, 19.19.34
Aggiornata la lista provvisoria di piloti e squadre 2008, sempre nel primo post ;)

ottobre_rosso
08-01-2008, 17.26.25
Prima giornata di test sul circuito australiano di Phillip Island ed è subito il pilota di casa Troy Bayliss a portare la sua nuova Ducati in cima alla lista dei riscontri cronometrici, con un interessantissimo 1'32.5.

Ma è inutile negare che l'attenzione fosse catalizzata dal debutto sulla rossa di Borgo Panigale di Max Biaggi, anche se con la struttura privata guidata da Marco Borciani. Il romano si è preso un secondo secco da Bayliss, ma va ricordato che, come da regolamento, non ha potuto utilizzare le coperture Pirelli evoluzione 2008 - anche se c'è chi giura che entro giovedì in qualche modo saranno fatte testare pure a lui. Max ha compiuto quasi settanta giri, focalizzandosi sulla ricerca del miglior feeling con la moto, d'altronde è alla sua prima esperienza con un bicilindrico 4 tempi.

Dietro a Bayliss con il secondo tempo Noriyuki Haga, che dimostra una volta di più di essere pronto a cogliere quel titolo che coronerebbe la sua carriera e di avere una moto in grado di assecondarlo.

Più in difficoltà invece il compagno di Haga, l'australiano Corser infatti è soltanto quinto, preceduto dalle Suzuki di Kagayama e Nieto, entrambi molto determinati nel cercare di sfruttare il potenziale del team Alstare.

Debutto ufficiale per la nuova Kawasaki ZX-10R con il confermato Règis Laconi e la novità Makoto Tamada, ma il lavoro da fare è ancora parecchio come dimostrano i distacchi dal miglior tempo.

Da registrare anche le prime scivolate del 2008, protagonisti Fonsi Nieto e Michel Fabrizio: per entrambi però solo danni alle moto.

Test Phillip Island, Day 1:

01. Troy Bayliss (Aus-Ducati) 1'32"5 (66 giri)
02. Noriyuki Haga (Gia-Yamaha) 1'32"8 (95 giri)
03. Yukio Kagayama (Gia-Suzuki) 1'32"9 (70 giri)
04. Fonsi Nieto (Spa-Suzuki) 1'33"2 (65 giri)
05. Troy Corser (Aus-Yamaha) 1'33"4 (72 giri)
06. Michel Fabrizio (Ita-Ducati) 1'33"4 (77 giri)
07. Max Biaggi (Ita-Ducati) 1'33"5 (69 giri)
08. Ruben Xaus (Spa-Ducati) 1'33"5 (62 giri)
09. Regis Laconi (Fra-Kawasaki) 1'34"0 (70 giri)
10. Max Neukirchner (Ger-Suzuki) 1'35"5 (85 giri)
11. Makoto Tamada (Gia-Kawasaki) 1'35"8 (61 giri)

TyDany
09-01-2008, 22.56.35
SECONDA GIORNATA (2 di 3):
01 Bayliss (Ducati) 1’32”2
02 Kagayama (Suzuki) 1’32”3
03 Haga (Yamaha) 1’32”4
04 Fabrizio (Ducati) 1’32”6
05 Xaus (Ducati) 1’32”7
06 Corser (Yamaha) 1’32”7
07 Biaggi (Ducati) 1’32”9
08 Laconi (Kawasaki) 1’33”0
09 Nieto (Suzuki) 1’33”0
10 Tamada (Kawasaki) 1’35”5

Lionsquid
10-01-2008, 00.16.59
e speriamo pure che "nasconda" qualche decimo ;)

cmq, Haga fa paura... è incredibilmente determinato e la yamaha in gran recupero.... vedremo con le nuove moto quanto margine di sviluppo avranno :jump:

...quanto manca??

TyDany
10-01-2008, 15.50.09
23 Febbraio si inizia, inanto nell'ultima giornata Bayliss è arrivato lunghissimo al tornantino, non si sa ancora bene perchè, e ha tamponato un incolpevole Laconi. Per il francese della Kawasaki nessun problema, a Bayliss invece è partita la clavicola e potrebbe dover subire un intervento. Nessun problema per la prima gara ma sono in dubbio i prossimi test, a fine mese, a Jerez.

ottobre_rosso
10-01-2008, 16.04.08
Azz che botta...

ottobre_rosso
10-01-2008, 16.27.37
Nelll'ultima giornata dei test Superbike sul circuito australiano di Phillip Island è la Suzuki a brillare piazzando Kagayama e Nieto ai primi due posti: il giapponese col tempo di 1'32.1 ha ottenuto il miglior riscontro di tutta la tre giorni, migliorando di un decimo il crono di Troy Bayliss nella seconda sessione.

Ma è proprio il 39enne campione australiano a fare notizia oggi, purtroppo per l'incidente nel quale ha coinvolto anche il francese Regis Laconi. A fine mattinata, per motivi ancora da chiarire, in frenata la Ducati di Bayliss ha centrato la Kawasaki del francese Regis Laconi. Quest'ultimo ha rimediato solo qualche escoriazione, oltre all'ovvio grosso spavento, mentre per Troy il dottor Carbascio della clinica mobile ha riscontrato la frattura della clavicola destra. Secondo le ultime informazioni il pilota di punta del team Ducati Xerox potrebbe essere sottoposto ad un piccolo intervento all'ospedale di Melbourne.

Un brutto contrattempo nel programma di sviluppo della nuova Ducati, che non ha potuto effettuare con Bayliss il test sulla distanza gara previsto per il pomeriggio, anche se nel box della casa di Borgo Panigale c'è soddisfazione per l'ottimo comportamento di Michel Fabrizio in queste prove australiane. Grande professionalità nell'approccio alla nuova moto, chiarezza nelle indicazioni tecniche e costante progressione nei tempi, alla fine il pilota di Frascati ha staccato un tempo ad un solo decimo da Bayliss e a poco più di due dal miglior crono di Kagayama.

Di certo per i test di Jerez a fine mese Bayliss sarà indisponibile e tutto il lavoro della squadra ufficiale graverà su Fabrizio, anche se nel paddock di Phillip Island si ipotizzava già un coinvolgimento di Canepa.

L'altro romano in pista, l'attesissimo Max Biaggi, ha proseguito il suo apprendistato con la rossa di Borgo Panigale, risultando assai incisivo sul ritmo gara, con un miglior tempo a livello delle Yamaha di Haga e Corser, anch'essi più concentrati sulla costanza di rendimento che non sul singolo giro veloce.

Anche oggi Neukirchner ha dovuto dare forfait ancora debilitato dalla febbre. Chiude la lista dei tempi la Kawasaki di Tamada, che ha ridotto il distacco dai migliori ma resta ancora ad oltre un secondo dal compagno di team Laconi.

Test Phillip Island, Day 3:

01. Yukio Kagayama (Gia-Suzuki) 1'32.1
02. Fonsi Nieto (Spa-Suzuki) 1'32.3
03. Michel Fabrizio (Ita-Ducati) 1'32.3
04. Ruben Xaus (Spa-Ducati) 1'32.3
05. Troy Bayliss (Aus-Ducati) 1'32.4
06. Noriyuki Haga (Gia-Yamaha) 1'32.6
07. Troy Corser (Aus-Yamaha) 1'32.7
08. Max Biaggi (Ita-Ducati) 1'32.8
09. Regis Laconi (Fra-Kawasaki) 1'33.5
10. Makoto Tamada (Gia-Kawasaki) 1'34.6

Lionsquid
10-01-2008, 17.33.19
23 Febbraio si inizia, inanto nell'ultima giornata Bayliss è arrivato lunghissimo al tornantino, non si sa ancora bene perchè, e ha tamponato un incolpevole Laconi. Per il francese della Kawasaki nessun problema, a Bayliss invece è partita la clavicola e potrebbe dover subire un intervento. Nessun problema per la prima gara ma sono in dubbio i prossimi test, a fine mese, a Jerez.

occ@##o! :(

TyDany
10-01-2008, 20.18.03
DICHIARAZIONI

Troy Bayliss: “Ho provato a superare Règis Laconi ma non riuscendo ho dovuto allungare la frenata. Questo ha provocato un high-side all'ingresso del tornantino MG. Cadendo mi sono fratturato la parte della clavicola più vicina allo sterno, che purtroppo mi ha procurato anche un'ulteriore piccola frattura anche allo sterno. In questo momento non mi fa tanto male, ma ho l'intenzione di tornare subito in Italia per fare ulteriori analisi e ricevere le cure necessarie per tornare in sella il prima possibile. Fino al momento della caduta, avevamo fatto dei buoni progressi, lavorando molto anche sulle gomme con Pirelli. Abbiamo fatto un long-run ed ero molto soddisfatto di come andavano le cose. Questo ovviamente non è il finale che avrei voluto, ma sono contento ugualmente per i risultati raggiunti in questi giorni. Adesso devo fare tutto quello che posso per tornare il prima possibile in moto.”

Michel Fabrizio: “Sono soddisfatto dei risultati ottenuti qui a Phillip Island. Ho fatto una piccola scivolata il primo giorno di test per fortuna senza conseguenze. La botta però mi ha fatto arrivare abbastanza stanco alla fine del long-run fatto oggi. Comunque, tutto sommato, il test è andato bene e sono soddisfatto dei tempi fatti registrare. Abbiamo girato davvero tanto in questi giorni. Riguardo all'assetto della moto, stiamo ancora lavorando per trovare il giusto set-up per la mia posizione di guida. C'è ancora un po' da fare ma siamo già arrivati a un buon punto. Mancano ancora due test, e sono convinto che cresceremo ancora di più: soprattutto io!”

Davide Tardozzi: “Questa settimana diamo il benvenuto a Heather Watson che assume il ruolo di responsabile stampa del Team Ducati Xerox.”
Fonte: www.ducati.it

Da Motonline: Règis Laconi stava impostando la traiettoria e si è visto piombare addosso la Ducati 1098 F08 ormai senza controllo. Il francese si è rialzato senza un graffio mentre Bayliss, rimasto per qualche attimo a terra, ha capito subito che c'era qualche problema. "La clavicola è partita" ha detto ai tecnici della Ducati appena l'auto del servizio medico l'ha riportato nei box. Troy, niente affatto turbato, venti minuti dopo si è fatto accompagnare all'ospedale di Melbourne dove gli è stata fatta una radiografia che ha confermato il danno... è sempre lui!

TyDany
13-01-2008, 18.19.54
Ho aggiornato il calendario nel secondo post con quello che dovrebbe essere il definitivo ;)

TyDany
31-01-2008, 00.33.15
Ho aggiornato i primi due post con il calendario definitivo e la entry list definitiva dei piloti.

Intanto qui sotto vi faccio vedere la colorazione della nuova 1098R del team ufficiale, quella di The Wizard Micheal Fabrizio, e poi l'immancabile numero 21, quella dell'artista eroe... Troy Bayliss :cool:

http://img246.imageshack.us/img246/7273/bigducati1098f0802tc9.th.jpg (http://img246.imageshack.us/my.php?image=bigducati1098f0802tc9.jpg)

ottobre_rosso
01-02-2008, 13.21.01
per chi fosse intenzionato ad andare a Vallelunga, sappia che non correranno le Superstock.

Altra ladrata. Spero almeno che abbassino il costo del biglietto (l'anno scorso era 80€ contro le 50 di Monza...)


fonte (http://www.worldsbk.com/cal.php)

TyDany
02-02-2008, 00.19.36
per chi fosse intenzionato ad andare a Vallelunga, sappia che non correranno le Superstock.

Altra ladrata. Spero almeno che abbassino il costo del biglietto (l'anno scorso era 80€ contro le 50 di Monza...)


fonte (http://www.worldsbk.com/cal.php)

Già, visto anch'io, avevo una mezza intenzione di andarci ma dirotterò su altra meta a questo punto...

ottobre_rosso
12-02-2008, 20.17.49
Lorenzo Lanzi si avvicina alla prima gara dell’anno sicuro delle sue possibilità e su una moto, la Ducati 1098, a punto grazie all’ottimo lavoro del team RG.

In Qatar, pista che fra dieci giorni sarà sede del primo appuntamento con il mondiale Superbike, il forte pilota del team RG è stato il mattatore assoluto dei due giorni di test in programma. Dopo avere ottenuto la miglior prestazione nella prima giornata, Lorenzo, si è ripetuto ieri. Per lui il miglior crono di 1’59”4, ma non è tanto il tempo sul giro a fare sperare, bensì il passo gara. Il portacolori del team RG si è infatti esibito in più tornate su tempi record, sinonimo di una buona messa a punto del mezzo e dell’ottimo feeling instaurato con la nuova arma di Borgo Panigale.

La 1098 nera e gialla si è subito mostrata veloce e a punto grazie al lavoro di pilota e team che fin dai primi test di Jerez avevano trovato la giusta strada da intraprendere per messa a punto e sviluppo e la conferma si è avuta in Qatar in questi due giorni di test dove Lanzi ha preceduto Xaus, il migliore degli inseguitori, e Biaggi.

A parte la virtuale pole position, il pilota del team RG si è detto "soddisfatto del lavoro svolto in questi giorni e dell’affiatamento raggiunto con la moto. Tutto viene naturale nel portarla al limite. Il team ha fatto veramente grandi cose sia a livello di messa a punto che di velocità, mentre Lanzi è apparso molto in forma e motivato oltre che naturale nello spingere al massimo. Non resta che attendere la gara per i primi riscontri veri e devo dire che siamo pronti per la sfida con questa bella e affiatata squadra".

Questi i tempi della due giorni di test sul tracciato di Losail:

01. Lorenzo Lanzi - Ducati 1098 RS - Team RG- 1'59.4
02. Ruben Xaus - Ducati 1098 RS - Team Sterilgarda - 1'59.5
03. Gregorio Lavilla - Honda CBR 1000RR '07 - Team Stobart - 1'59.5
04. Max Biaggi - Ducati 1098 RS - Team Sterilgarda - 1'59.9
05. Karl Muggeridge - Honda CBR 1000RR - Team DFX - 2'01.0
06. Regis Laconi - Kawasaki ZX-10R - Team PSG1 - 2'01.2
07. Makoto Tamada - Kawasaki ZX-10R - Team PSG1 - 2'01.4
08. Russell Holland - Honda CBR 1000RR - Team DFX - 2'01.6
09. Ayrton Badovini - Kawasaki ZX-10R '07 - Team Pedercini - 2'01.8
10. Vittorio Iannuzzo - Kawasaki ZX-10R '07 - Team Pedercini - 2'01.9

ottobre_rosso
14-02-2008, 09.56.16
http://www.sportautomoto.it/cgi-bin/images/news/Bayliss-Losail-Test-08.jpg

Si sono conclusi sulla pista di Losail in Qatar gli ultimi test prima del via del campionato, in programma il 23 febbraio prossimo.

In pista in questa ultima giornata solo i team Ducati Xerox e Yamaha con Motor Italia, rispettivamente con Troy Bayliss e Michel Fabrizio, e Noriyuki Haga e Troy Corser.

Il più veloce, con un tempo che si è rivelato il migliore in assoluto di questa quattro giorni di prove, è stato il campione australiano della Ducati, l'unico ad infrangere il muro del minuto e 59, arrivando a sette decimi dal tempo fatto registrare nel test di fine anno 2007.

Molto vicina la prestazione di Corser, bene anche Fabrizio e Haga, autori dello stesso

1. Troy Bayliss Ducati 1:58.8
2. Troy Corser Yamaha 1:59.0
3. Noriyuki Haga Yamaha 1:59.6
4. Michel Fabrizio Ducati 1:59.6

TyDany
14-02-2008, 10.07.43
Mi sa che Troy e la 1098 sono già innamorati, da qualche parte ho visto la foto di un bel traverso :p

TyDany
21-02-2008, 00.10.57
Pronti? Fra poche ore a Losail, in Qatar, prendera il via la stagione 2008 per SBK e SS... non vedo l'ora! Le gare SBK in diretta su La7 di SABATO! ;)

ottobre_rosso
21-02-2008, 08.50.46
Pronti? Fra poche ore a Losail, in Qatar, prendera il via la stagione 2008 per SBK e SS... non vedo l'ora! Le gare SBK in diretta su La7 di SABATO! ;)

pronto, pronto: ho gia' "avvisato" moglie e bimba di non rompermi i maroni per quelle due orette...

approfitto per ricordare gli orari:


Losail, Qatar - 1° gara WSBK WSS

Venerdì 22 febbraio

La 7
16:55 - Differita Superpole

Eurosport 2
14:00 - Diretta Superpole
17:15 - Replica Superpole

Sabato 23 febbraio

La 7
09:20 - Speciale Superbike e Diretta Gara 1
13:00 - Speciale Superbike e Diretta Gara 2
14:30 - Replica Gara 1

Eurosport 2
15:00 - Differita Gara Supersport
16:00 - Differita Gara 1 Superbike
17:00 - Differita Gara 2 Superbike

ottobre_rosso
21-02-2008, 15.02.35
Troy Corser è stato imprendibile per tutti nel corso della prima sessione di prove ufficiali del round di apertura del mondiale Superbike, a Losail.

Il pilota della Yamaha ha stampato un buonissimo 1:59.627, precedendo di un paio di decimi la Ducati di Troy Bayliss, che è stato l'unico oltre al connazionale ad infrangere la barriera dei due minuti.

Terzo tempo, ad oltre sei decimi per la Suzuki di Fonsi Nieto che, dopo il miglior tempo di questa mattina si è inserito davanti ai due giapponesi Noriyuki Haga e Yukio Kagayama.

A seguire c'è un terzetto di Ducati clienti formato da Ruben Xaus, Lorenzo Lanzi e Max Biaggi, mentre la seconda moto ufficiale, quella di Michel Fabrizio è solo in 11^ piazza.

In difficoltà le Honda: la prima è quella della DFX, 12^ con Karl Muggeridge, che è riuscito a mettersi dietro quella ufficiale di Carlos Checa.

ottobre_rosso
21-02-2008, 15.03.53
Il nuovo sito ufficiale internet dell'HANNspree Superbike World Championship è stato totalmente rinnovato e sarà rilanciato per l'inizio del Campionato Mondiale Superbike 2008.

Il sito sarà online giovedì mattina del 21 febbraio alle 07.00 ora italiana, poco prima del primo turno di prove ufficiali della gara d'apertura del campionato a Losail, nel Qatar. Non cambia l'indirizzo URL del sito, che rimane come prima http://www.worldsbk.com (http://www.worldsbk.com/pubb_EN/index.php)

Realizzato in collaborazione con Infront AMS, il nuovo sito ha un nuovo layout grafico, con una serie di caratteristiche migliorate per rendere l'esperienza Superbike la più informativa e divertente possibile.

L'innovazione maggiore nel sito ufficiale è rappresentata dalla possibilità di guardare le gare della Superbike in diretta in una finestra ‘pop-up'. Questo servizio, disponibile in molti paesi, insieme al consolidato servizio Live Timing, darà all'utente l'opportunità di immergersi completamente nel weekend Superbike, con streaming live delle qualifiche, Superpole ed entrambe le gare.

Tutte le news, statistiche e risultati in tempo reale completeranno il quadro di informazioni disponibili sul nuovo sito.

ottobre_rosso
21-02-2008, 15.06.24
Il Campionato Mondiale Superbike ha ora un suo canale dedicato su YouTube, il sito web famoso in tutto il mondo per la condivisione di video tra i suoi utenti. Il canale può essere trovato su www.youtube.com/sbk .

La pagina dedicata, creata specificamente per il sito, è già online e darà a milioni di utenti in tutto il mondo la possibilità di guardare numerosi videoclip del Mondiale Superbike, tutte le gare, le azioni e le sintesi del passato e del presente degli archivi del campionato, resi disponibili su internet per la prima volta.

Inoltre alcuni brevi contenuti video della stagione che sta per iniziare permetteranno agli utenti di linkarsi al sito ufficiale per seguire le gare in streaming.

Come in tutti i canali YouTube, gli utenti possono lasciare commenti, stilare classifiche e dialogare con altri appassionati di Superbike in quello che presto diventerà una grandissima community Superbike online.

TyDany
21-02-2008, 18.37.55
Tra l'altro pare che in streaming, e gratuitamente, saranno disponibili le gare di tutte e quattro le categorie!!!

ottobre_rosso
22-02-2008, 14.59.44
La seconda ora di prove libere, quella che nel programma del mondiale Superbike precede la Superpole, è da sempre la sessione cruciale per le decisioni in ottica gara.

Tutti i team sono impegnati a cercare il miglior setting che possa mixare al meglio la prestazione velocistica e la costanza per la durata della corsa. I riscontri di oggi sembrano indicare i team Ducati come quelli che sono riusciti a trovare quella che al momento pare la soluzione migliore.

Bayliss ha chiuso le prove con il miglior tempo, 1'58.875, ma nei primi dieci troviamo anche Xaus (3.), Biaggi (4.), Fabrizio (8.) e Lanzi (10.). Molto performanti, come previsto anche i due piloti di punta di Yamaha, Corser e Haga, rispettivamente secondo e quinto in classifica, anche se il giapponese ha avuto degli inconvenienti tecnici. In ogni caso sul ritmo gara nessuno sembra avere un passo come quello di Corser.

Buoni riscontri anche per le Suzuki di Nieto e Kagayama, mentre l'unica Honda a fare capolino nella top ten è, come nelle qualifiche, quella dell'iberico Carlos Checa.


La classifica della Libere 2 (http://www.racingworld.it/public/photo/sbk08_free2_losail.pdf)

TyDany
22-02-2008, 17.41.49
Qualcuno che è riuscito a vedere la superpole, io sto in ufficio :S ... mi spiega che cavolo è successo a Bayliss? :crying:

ottobre_rosso
22-02-2008, 20.23.42
Qualcuno che è riuscito a vedere la superpole, io sto in ufficio :S ... mi spiega che cavolo è successo a Bayliss? :crying:

Troy Bayliss (1'59.2): "Abbiamo cambiato moto prima della Superpole e con la seconda non ero totalmente a mio agio. Inoltre, forse sarebbe stato meglio utilizzare una gomma da gara. Nel primo pomeriggio infatti, con gli pneumatici da gara mi sentivo più a posto, ero davvero soddisfatto del loro rendimento. In ogni caso questa è una cosa positiva pensando a domani. In Superpole basta un niente per compromettere il giro e in fondo il settimo tempo non è male visto che i tempi sono tanto ravvicinati".

ottobre_rosso
22-02-2008, 20.25.39
Troy Corser doveva essere e Troy Corser è stato, il re della Superpole ha dimostrato una volta di più di meritarsi questa definizione, conquistando la prima casella di partenza con un fantastico riscontro cronometrico di 1'58.053, ma nonostante l'australiano abbia confermato il pronostico, lo svolgersi di questa superpole fornisce parecchi spunti interessanti.

Primo fra tutti l'autore del secondo tempo, il catalano Ruben Xaus, che con la Ducati del team Sterilgarda si piazza a circa 6 decimi dalla vetta della classifica. Avevamo pronosticato un Ruben voglioso di ben figurare, l'aver di fianco un compagno di team del livello di Biaggi lo ha di certo pungolato, non nasconde che la nuova Ducati si adatta molto bene al suo stile di guida, eccolo quindi nelle posizioni di vertice, pronto a cogliere ogni occasione.

Ma ci sono altri motivi per sorridere nel box di Borciani, infatti a poco meno di un decimo da Xaus troviamo il "Corsaro" Biaggi, come sempre in sordina nelle prove, si è dedicato alla ricerca del miglior assetto della moto per la gara, ma al contrario di altre volte ha piazzato la zampata anche in Superpole, cogliendo un'ottimo terzo tempo e quindi la prima fila.

Lo affiancherà il suo omonimo nonchè sostituto in casa Alstare, quel Neukirchner già autore di un'ottima prestazione in qualifica. Il tedesco ha conquistato l'ultimo posto della prima linea battendo di pochi millesimi Lanzi, Haga e Bayliss. L'italiano si conferma in palla, non fa proclami ma vuole giocarsi il podio, i due grandi favoriti del campionato hanno pagato invece leggere sbavature nel giro secco, anche se ribadiamo che per entrambi c'è qualche incognita a livello fisico per precedenti cadute.

Chiude la seconda fila il giapponese Kagayama, mentre in terza troviamo Fabrizio con la seconda Ducati ufficiale, Carlos Checa che fa miracoli con una Honda ancora indietro rispetto alla concorrenza, Nieto con la terza Suzuki ed un fantastico Smrz con la Ducati di Guandalini.

Quarta fila marchiata Honda con Lavilla, Sofuoglu e Rolfo, mentre chiude il gruppo dei sedici della Superpole il giovane Badovini, che ovviamente pecca ancora di esperienza con questa modalità di qualificazione.


La griglia di partenza (http://www.racingworld.it/public/photo/sbk08_spole_losail.pdf)

TyDany
23-02-2008, 00.00.12
Da fonti dal Qatar pare che Bayliss abbia avuto problemi con una gomma a circa metà giro, infatti pare che al primo intertempo fosse in testa e poi è crollato. Dico pare perchè io la superpole non l'ho vista, mi è solo stato riferito... vabbè, fra poche ore si corre, io sono teso come una corda di violino :p

Billy_B
23-02-2008, 11.07.49
Bayliss è forte, ma Biaggi non scherza... Bravo Max. :)

TyDany
23-02-2008, 11.12.33
GARA 1

Furioso, scatenato, imbizzarrito, spettacolare, in una parola... indiavolato! Di Pillo nel lontano 2001 lo chiamava il diavolo rosso e a Biaggi, autore di una gran gara, deve essere davvero sembrato un diavolo quando gli è arrivato dietro e lo ha infilato. Troy Bayliss apre la stagione con una gara alla Troy, con una doppia rimonta condita da qualche errore ma guidando come solo lui sa fare, una Ducati trattata male, oltre il limite, sfruttando tutta la pista, i cordoli, e a volte anche il prato, improvvisando traiettorie come un pittore improvvisa linee sulla tela... questo è il Troy che amiamo. Bayliss vince, senza se e senza ma, voleva subito mettere in chiaro che a 39 anni rimane uno dei migliori piloti di moto al mondo, e l'ha urlato in mondovisione. Una gara bellissima e spettacolare quella di oggi, piena di colpi di scena. Al secondo posto è Max Biaggi, l'italiano ha fatto una gara perfetta, una delle sue, avrebbe meritato la vittoria per come ha pianificato e condotto la gara ma, acnhe per lui, era impossibile prevedere la variabile impazzita chiamata Baylisstic. A chiudere il podio Troy Corser, il solito Corser, maiuscolo in prova, sempre con i primi in gara ma incapaze di tirare fuori quello spunto in più.
Scalando la classifica troviamo un ottimo Xaus, quarto, autore di una gara che non ti aspetti, Neukirchner, quarto e a lungo in testa, con una Suzuki 2007, Checa, sesto, con una gara regolare e soprendente. Gli altri Ducatisti, Fabrizio nono davanti per un soffio ad uno Smrz sorprendente, io l'anno scorso lo dicevo che non era male, guidava una 999 vecchia di 2 anni e senza controllo di trazione, eppure riusciva a fare belle gare. Naufraga invece Lanzi, solo sedicesimo, è questo è davvero un peccato.
E Haga? Il giapponese chiude 14esimo dopo una caduta, con un rapporto con Biaggi sempre più burrascoso e dimostrando di essere ancora immaturo. A circa metà gara Max si mette in testa di passarlo, lo infila più volte ma continua ad arrivare lungo e a farsi ripassare da Haga. All'ennesimo tentativo i due si toccano, Haga si innervosisce e manda a quel paese l'italiano, per farlo stacca la mano dal semimanubrio, la moto scalcia e lo atterra... mah! Peccato perchè secondo me poteva essere in lotta per la vittoria, ma questo lo potremo vedere fra poco, appuntamento alle 13 per gara 2 ;)

Tommy_hell
23-02-2008, 12.48.04
Azz, mi sono completamente dimenticato :wall:

Be, mi consolo con gara 2 ;)

TyDany
23-02-2008, 13.22.00
Se vuoi rivederla puoi farlo sul sito superbike.it ;)

TyDany
23-02-2008, 14.44.33
GARA 2

Il mondiale 2008 si preannunciava come uno dei più scintillanti degli ultimi anni, questo si sapeva, ma penso che molti, me compreso, si aspettassero i soliti noti a battagliare per la vittoria e gara 1 aveva dato conferma. La seconda manche invece ci regala nuove soprese ed estrae dal mazzo una grandissima Suzuki con un incredibile Fonsi Nieto su cui, onsetamente, non avrei scommesso un penny. Lo spagnolo corre una gara impeccabile, si piazza subito tra i primi, prende respiro per risparmiare le gomme e poi negli ultimi giri sferra l'attacco infilzando ad uno ad uno gli avversari fino alla vittoria finale davanti ad una muta di Ducati. Biaggi non sembrava molto contento a fine gara, nonostante un altro podio, e forse si sta chiedendo se non era il caso di tenersi stretta la Suzuki che aveva nelle mani lo scorso anno. L'italiano in questa manche deve accontentarsi del terzo posto dopo un duello al fulmicotone col compagno di squadra Xaus. Ruben compie una gara maiuscola guidando alla sua maniera e rischiando anche di sdraiarsi in un paio di occasioni, ma alla fine è l'unico a tener testa al connazionale di casa Suzuki. Dupo le due 1098 del team Sterilgarda ne troviamo altre tre! Nell'ordine le due ufficiali di un Bayliss in difficoltà dopo metà gara e di un ottimo Michel Fabrizio, seguiti da quella privata di Lanzi che riscatta la brutta gara 1. L'ultima Ducati è quella di Smrz ottimamente nono. La casa di Borgo Panigale sembra essere riuscita nell'intento che si prefiggeva con la 1200, rinunciando a tutti i vantaggi che aveva con le 1000 è riuscita a rendere le moto gestibili con i team privati, e così in griglia può schierare più moto competitive senza però ammazzare il campionato come qualcuno prospettava, o per lo meno questo è apparso oggi. A far specie è la capacità di presentarsi al via della stagione con ben sei moto di altissimo livello dove invece altre case, Honda e Kawasaki ad esmpio, sono arrivate in ritardo di preparazione. L'impressione comunque è che la Honda abbia una gran moto solo da rendere meno acerba e che presto saranno della partita, del resto Sofuoglu debuttanti e decimo è un buon biglietto da visita. Deludono invece le Yamaha che, come un anno fa, vanno in crisi di gomme relegando Corser settimo ed Haga addirittura tredicesimo, avvio decisamente disastroso per il vice campione del mondo.
La classifica di campionato conferma l'equilibrio, Bayliss comanda a quota 38, a due punti Biaggi, a 4 Nieto e a 5 Xaus. Appuntamento fra 8 giorni su uno dei circuiti più belli del mondo, casa dei due Troy.

ottobre_rosso
23-02-2008, 19.48.58
Se vuoi rivederla puoi farlo sul sito superbike.it ;)

avrebbero trasmesso la replica dopo gara 2 ;)

ottobre_rosso
23-02-2008, 19.50.04
che dire... due belle gare, davvero. Entusiasmante il duello Biaggi-Xaus in gara 2. Complimenti al team Sterilgarda per i risultati ottenuti in entrambe le gare, a Bayless per la rimonta in gara 1, e a Nieto (ma che motore aveva la sua Suzuky nella seconda manche? nel rettilineo principale sverniciava tutti con una facilità incredibile...)

ottobre_rosso
23-02-2008, 21.36.19
Troy Bayliss: “E’ stato un ottimo inizio di stagione, esattamente quello di cui avevamo bisogno. Sono molto soddisfatto del risultato complessivo di questo week-end. In gara 1 non ho fatto una grande partenza e ho dovuto faticare un po’ per risalire nel gruppo. Negli ultimi otto giri io e Max abbiamo fatto una bella battaglia ma alla fine sono riuscito a passarlo. Nonostante qualche piccolo errore mi sentivo a mio agio e sono riuscito a prendermi questa vittoria. Mi sarebbe piaciuto fare il podio anche in gara 2 ma, anche se non è andata così, direi che non posso proprio lamentarmi visto che dopo il primo round sono in testa con due punti di vantaggio. Adesso andiamo a Phillip Island, dove speriamo di poter vivere un altro ottimo fine settimana”.

Michel Fabrizio: “Non sono soddisfatto di Gara 1 perché ho avuto dei problemi con la mia tuta. La moto andava bene quindi so che avrei potuto ottenere un risultato migliore se non avessi avuto quel problema. Gara 2 è andata molto meglio, e nonostante una partenza non brillante, un po’ alla volta sono riuscito a rimontare dal nono al quinto posto. Comunque abbiamo cominciato abbastanza bene: dopo questo primo weekend sono settimo in campionato, quindi direi che è stato un inizio positivo per me e per il team”.

Max Biaggi: "Gara 1 è stata bellissima. Purtroppo l’ultimo giro è andato come non avrei mai sperato. Ho provato a ripassare Bayliss all’ultima curva, ma l’anteriore era finito e non ho potuto chiudere la traiettoria. La seconda manche era alla portata, purtroppo da poco dopo la metà gara ho accusato un calo di motore, che mi ha fatto rallentare. Guidare una Ducati è divertente, voglio fare i complimenti a tutta la squadra, dobbiamo essere contenti della performance di oggi. Guardo con fiducia all’Australia dove spero di migliorarmi ulteriormente".

Ruben Xaus: "In gara 1 mi è mancato il ritmo nelle prime 5 tornate. In gara 2 sono riuscito dopo una partenza non brillantissima a rientrare subito sul treno in lotta per la vittoria. E’ stata una splendida manche, con dei gran bei duelli. Nelle ultime tornate, con le gomme ormai finite, avevo meno possibilità di contenere Nieto con la guida, ho pagato la maggior velocità assoluta della Suzuki che guadagnava su tutto il rettilineo. All’ultima curva avrei anche potuto azzardare un sorpasso, ma ho preferito conservare il secondo posto che mi consente di aprire la stagione alla grande".

Lorenzo Lanzi: “Sono molto contento per il mio team, per la famiglia Gianfardoni e per i miei ragazzi che hanno svolto un lavoro meraviglioso. Dopo l’opaca prestazione di gara1,ono partito con il chiaro intento di dare soddisfazione e ci sono riuscito con una bella gara. Al primo via ho avuto un problemino e non sono scattato bene, ma è stata l’errata scelta della gomma a tarparmi le ali e sono finito fuori dalla zona punti. Ero demoralizzato e conscio che si doveva fare meglio, ci ha fregato il fatto che la gomma anadava bene ai test, ma l’au mento della temperatura di oggi ci ha messo in crisi. Per la seconda frazione abbiamo optato per un’altra copertura e la sinfonia è cambiata. Sono partito bene, ma poi mi sono toccato con Sofuoglu. Nei primi tre giri non ho spinto al massimo perché l’anteriore era un po’ duro, poi tutto è andato a posto e ho recuperato. E’ un buon risultato considerando che abbiamo fatto solo i due giorni di test qui in Qtara, perché a Jerez faceva freddo e poi abbiamo ancora un motore standard, quindi ci è mancato quello per essere più avanti, ma va bene così, ho girato nei tempi dei primi fino alla fine e dunque il ritardo accumulato alla fine è quello che ho preso nelle prime fasi. Al ritorno in Europa con Mozzone, il nostro motorista, vedremo di mettere a punto una super 1098.”

Troy Corser: “Abbiamo cambiato le gomme tra gara 1 e gara 2, per avere quelle che avevano tutti gli altri. Ma le cose non sono migliorate, anzi sono andate peggio. Dopo una manciata di giri non avevo più grip e non si può gareggiare se non si è in grado di spingere. Sono molto dispiaciuto, dopo aver conquistato ieri la pole, avevamo dimostrato di avere le condizioni per essere competitivi. Questo è tutto quello che posso dire”.

Noriyuki Haga: “Non è stata una grande giornata, dopo essere partiti così bene in entrambe le gare. Nella prima Biaggi mi ha stretto, mandandomi largo e quello che posso dire che è stato un errore. Nella seconda stavo seguendo Bayliss e salvaguardando le gomme per il finale, ma dopo nove giri ho iniziato ad accusare problemi di chattering dietro, poi sempre di più. La moto si muoveva e non aveva più grip, quindi non ero in grado di spingere. Il mio polso è dolorante e devo tenerlo a riposo per essere pronto per la prossima gara”.

Roberto Rolfo: "Il piazzamento di gara 2 non mi soddisfa, ma sono contento perché i tempi sul giro sono stati migliori rispetto alla prima manche. La mia partenza non è stata ottima e quando ho provato a rimontare mi sono accorto che in curva la moto tendeva ad allargare la traiettoria. Dobbiamo lavorare ancora molto ma siamo sulla strada giusta. Voglio ringraziare tutto il mio team che ha fatto un grande lavoro che mi rende fiducioso per il futuro a cominciare dalla prossima gara di Phillip Island."

Vittorio Iannuzzo: “Non sono riuscito a trovare una messa a punto ottimale che mi consentisse di non avere problemi di saltellamento all’anteriore. Nonostante ciò penso di aver disputato una buona prima manche. Nella seconda sono caduto a causa di un errato inserimento della marcia, quando mi trovavo appena alle spalle del mio compagno durante l’ultima tornata. Questa stagione si preannuncia come la più combattuta della storia della SBK, ma dopo questa gara sono ancora più convinto che avremo la possibilità di far bene, soprattutto a partire dal terzo round quando rientreremo in Europa”.

Ayrton Badovini: ”Mi spiace molto per il punto sfumato, ma sono veramente contento dell’esito delle mie prime due manche mondiali. Nella prima manche ho pagato un po’ l’emozione. Anche nella seconda non sono riuscito a partire bene, ma ho pian piano recuperato, sino ad arrivare in quindicesima piazza. Purtroppo l’esperienza di piloti blasonati come Rolfo, Lavilla e Laconi ha avuto la meglio nell’ultimo testa a testa, ma confido di rifarmi già la prossima settimana, quando correremo in Australia”.

Fonsi Nieto: "Gara 2 è stata incredibile, la mia prima vittoria in Superbike, ho mostrato a tutti che posso essere un pilota vincente. Oggi è una giornata da ricordare: in gara 2 abbiamo modificato la moto, piccoli accorgimenti decisivi. Ho cercato di non copnsumare le gomme all'inizio, risparmiandole per il finale di gara, strategia che poi si è rivelata vincente. Oggi eravamo i più veloci in rettilineo, ma non è solo per questo che ho vinto. Devo ringraziare Francis Batta, senza di lui e sua moglie non avrei mai potuto togliermi queste soddisfazioni."

Max Neukirchner: ""La prima gara è stato buona, all'inizio ho spinto subito, anche se avevo ancora del margine, non volevo rischiare. Purtroppo nella seconda parte di gara la moto non rispondeva più come prima, ho dovuto rallentare il mio ritmo e ho chiusa la gara al quinto posto, un ottimo piazzamento anche se resta un po' di rammarico perchè il podio era alla mia portata. In gara 2 ho commesso un errore perdendo terreno dal gruppo di testa, anche se la scelta della gomma morbida non è stata azzeccatissima."

Yukio Kagayama: "Nella prima gara ho accusato problemi di chattering, ho portato al termine la gara come meglio potevo. In gara 2 sono finito a terra a causa di un contatto con Carlos Checa: sperio di non aver subito un infortunio che mi impedisca di essere in pista in Australia."


appuntamento al 2 marzo, in Australia (Phillip Island) ;)

Lionsquid
24-02-2008, 00.09.44
:(:(

le ho perse entrambe :(


speriamo di recuperare i video sul web

TyDany
24-02-2008, 13.03.09
:(:(

le ho perse entrambe :(


speriamo di recuperare i video sul web

www.superbike.it, le puoi riguardare entrambe e per interno ;)

ottobre_rosso
24-02-2008, 20.29.03
ma voi sapevate qualcosa riguardo il nuovo regolamento dei correttivi da applicare in base al punteggio dei piloti?

TyDany
24-02-2008, 21.34.16
Uh sì, ce lo avevo da qualche parte, è un pò fumoso e riguarda i bicilindrici... petta...

http://www.tydany.it/Interactive/Forum/forum_posts.asp?TID=881 ;)

ottobre_rosso
27-02-2008, 18.15.01
Il Mondiale Superbike 2008, non solo è cominciato, ma in Qatar ha preso il volo grazie ai telespettatori, 1.150.000 per l'esattezza, che alle 14,09 di sabato scorso sono stati rilevati dinanzi ai televisori, pronti a seguire la fase finale dell'entusiasmante gara 2, trasmessa in diretta da LA 7.

L'emittente italiana ha ieri comunicato i dati di ascolto che qui di seguito riportiamo:

· la diretta di gara 1 ha ottenuto, dalle 9,50 alle 10,50, uno share medio del 9,3 % con un ascolto di 397.000 telespettatori, con punte del 12,7 % registrate alle 10,40;

· la diretta di gara 2, dalle 13,20 alle 14,20, ha invece ottenuto uno share del 4,7 % pari a 890.000 telespettatori medi, con punte di 1.150.000 alle ore 14,09.

Non possiamo non sottolineare, come ha fatto l'emittente televisiva, il grande successo conseguito nel round di apertura, che premia gli sforzi organizzativi di LA 7, ed è un giusto riconoscimento alle splendide prove di tutti i piloti, che hanno offerto in Qatar uno spettacolo di grande livello tecnico ed agonistico.

Lionsquid
27-02-2008, 20.23.29
.....cut.....
Non possiamo non sottolineare, come ha fatto l'emittente televisiva, il grande successo conseguito nel round di apertura, che premia gli sforzi organizzativi di LA 7, ed è un giusto riconoscimento alle splendide prove di tutti i piloti, che hanno offerto in Qatar uno spettacolo di grande livello tecnico ed agonistico.

(Y)

TyDany
27-02-2008, 20.57.44
Sono molti anni che riempiamo gli autodromo come molte categorie più blasonate e discusse si sognano, finalmente sempre più gente si sta accorgendo di quanto sia speciale e genuina la SBK.
Un plauso a La7, come dice lo slogan... su La7 tutto lo spettacolo della superbike!

P.S. se devo trovare un torto a La7 è quello di trascurare le altre categorie, SS, STK e STK600 che, soprattutto la STK, sono ancora più spettacolari della SBK... immaginatevi che roba :)

ottobre_rosso
27-02-2008, 21.10.53
LE GARE IN TV - Domenica 2 marzo sveglia all'alba per le dirette delle gare
del Mondiale Superbike. Alle 14 repliche su La7.

Sabato 1 marzo

La7
Ore 6.00 SBK Superpole (diretta)

Eurosport2
Ore 15.45 SBK Superpole (differita)

Domenica 2 marzo

La7
Ore 1.45 SBK Gara-1 (diretta)
Ore 5.05 SBK Gara - (diretta)
Ore 14.00 SBK Gara-1, di seguito Gara-2 (differita)

Eurosport2
Ore14.00 SBK Gara-2 (differita)

ottobre_rosso
29-02-2008, 13.55.53
Le prove ufficiali di questo inizio di stagione della Superbike sembrano un territorio di caccia riservato a Troy Corser.

Ancora una volta il pilota australiano della Yamaha, che in questo fine settimana diventerà il pilota con più partenze all'attivo della storia del mondiale, è stato il più rapido, anche se Troy Bayliss è ad appena 38 millesimi da lui.

Terzo tempo per Michel Fabrizio che quindi a Phillip Island ha iniziato il weekend con il piede giusto, dopo le difficoltà incontrate la settimana scorsa a Losail.

Alle sue spalle ci sono la Suzuki di Max Neukirchner e il sorprendente Jakub Smrz, quinto in sella alla Ducati del team Guandalini.

Max Biaggi invece è sesto, giusto davanti al compagno di squadra Ruben Xaus, mentre il vincitore di gara 2 in Qatar, Fonsi Nieto, è solo nono.

Le cose invece vanno ancora peggio del previsto per Noriyuki Haga, solamente tredicesimo.

TyDany
29-02-2008, 16.15.11
Bayliss è stato l'unico a fare una simulazione di gara ed è andata molto male, negli ultimi giri il ritmo è crollato con tempi superiori anche di 2 secondi! Per Haga oltre a problemi di chattering pare abbia anche problemi con un polso infortunato nella furbata fatta in gara 1 in Qatar.
Manca Kagayama con una spalla rotta dopo l'incidente con checa in gara 2.

Doomboy
02-03-2008, 19.27.11
Bayliss ha trionfato a Phillip Island vincendo entrambi i run. (B)

Biaggi... s'è rotto :inn:

Potrebbe stare fermo circa un mese per la frattura al radio. Tutto sommato mi spiace, Max in SBK fa sempre bagarre e lotta come un leone. Contribuisce ad un bello spettacolo.

Speriamo rientri presto, dai ;)

ottobre_rosso
02-03-2008, 19.49.37
accidenti, tra l'altro stava anche andando forte con le rimonte fatte in entrambe me manche. D'altronde, chi non risica non rosica.

Spero anch'io che rientri presto: per quanto non mi piaccia caratterialmente, devo riconoscere che ha un gran talento come pilota.

Forza Biaggi

TyDany
03-03-2008, 00.01.21
SUPERBIKE - GARA 1

Ancora grosso spettacolo per la Superbike e anche un pizzico di terrore, al via Michel Fabrizio rimane piantato in griglia, i piloti dietro di lui man mano lo schivano, una Yamaha lo urta e poi Iannuzzo lo centra strappandogli uno stivale e cadendo a sua volta, è bandiera rossa. Per Fabrizio una botta a gamba e caviglia mentre per Vittoriano una frattura al polso che lo spedisce dritto in ospedale. Al secondo via tutto va bene con Bayliss che si piazza subito al comando e pian piano tenta la fuga, dietro è una lotta micidiale, coinvolti un bel gruppone di piloti, le due Yamaha, le due Suzuki, Michel Fabrizio e le due Ducati Sterilgarda con Biaggi in furiosa rimonta. Il romano pian piano supera tutti e una volta in seconda posizione si lancia in caccia di Bayliss che intanto è fuggito. Purtroppo per lui il tentativo di rimonta finisce con una scivolata al tornantino. A quel punto la lotta per la vittoria è chiusa, Troy Bayliss con otto punti nel gomito compie un'altra delle sue imprese e porta a casa 25 punti, questa volta piacevoli e non dolorosi. Al secondo posto è l'altro Troy, Corser, autore di una stupenda gara dove ha tirato fuori una grinta che non si vedeva da tempo, chiude il podio Michel Fabrizio che, nonostante il forte dolore alla gamba, confeziona una gara di cattiveria con duelli senza esclusione di colpi con Biaggi, Xaus e Corser, e alla fine raccoglie i complimenti della squadra e del suo compagno. Dietro di loro Xaus, Nieto, Checa e Neukirchner, tutti vicinissimi, poi un deludente Haga. Lanzi perde il 12esimo posto all'ultimo e si accontenta del 13esimo, mentre Smrz si ritira dopo appena due giri. Appuntamento a fra poco per gara 2.

TyDany
03-03-2008, 00.02.02
SUPERSPORT - GARA

Ancora emozioni in questa Supersport 2008, la Honda torna alla vittoria, e con lei il Team Ten Kate, ma quanta fatica! Andrew Pitt alla fine è profeta in patria ma ha dovuto lottare dal primo all'ultimo giro, con sorpassi e contro sorpassi, contro altee due Honda, quelle di Brookes ed Harms arrivate alla fine in quest'ordine. La Yamaha manca il podio, Broc Parkes si stende al secondo giro mentre era al comando, mentre un rimontante Foret, dopo essere arrivato a lottare per la vittoria, si deve accontentare del quarto posto. Quinto arriva Rea che soffia il posto all'ultimo giro ad un arrembante McCoy. L'australia compie una gara incredibile con una rimonta fantastica arrivando fino al quarto posto e, solo negli ultimi due giri, è costretto a cedere qualcosa. Davvero una gran seconda gara per la Triumph!
Dopo due gare la classifica è cortissima, Brookes balza al comando con 4 punti di vantaggio si Lascorz e 8 sul trio Pitt, Parkes ed Harms.
Ora un mese di stop, appuntamento in aprile a Valencia.

TyDany
03-03-2008, 00.02.36
GARA 2

Se otto punti di sutura in qualifica valgono 50 punti in gara... penso che Troy avrà solo bei ricordi di quella cicatrice! L'australiano, nell'ultimo week end in patria della sua carriera, confeziona uno dei suo capolavori e non deve neanche faticare molto per farlo. In gara 2 infatti, più ancora che nella prima, sono gli avversari a rendergli la vita facile. Pronti via e Corser, Fabrizio, Smrz, Rolfo e compagnia si fanno pizzicare in jup start, colpa anche di un rosso un pò lungo, fatto sta che gli tocca un passaggio in corsia box e addio sogni di gloria. Corser poi, per non saper ne leggere ne scrivere, finisce nella ghiaia, forse per un contatto con l'altro Troy non inquadrato dalle telecamere. Intanto Haga continua a navigare in acque difficili e Biaggi, che vuole farsi perdonare la caduta di gara 1, decide di non far soffrire troppo i suoi uomini e si stende dopo pochi giri. Gran brutta tegola, 0 punti in questo week ed una frattura al radio che gli farà saltare i prossimi test spagnoli e non si sa in quale condizioni lo farà arrivare a Valencia per la prossima gara.
In queste condizioni Bayliss non può far altro che vincere, la gara perde un pò di spettacolarità ma ci regala soprese. Checa continua l'avvicinamento ai quartieri alti e porta a casa uno splendido posto, mentre Nieto si conferma con un terzo. Anche Xaus fa un buon lavoro e porta a casa un altro quarto posto. Segue Neukirchner, Kiyonari (finalmente nei quartieri alti), Haga, Lavilla e il duo del team DFX con in coda Sofuoglu, un festival Honda in pratica! Le altre Ducati sono lontane, 18esimo e 19esimo Fabrizio e Smrz penalizzati seguiti a ruota da Lanzi in un week end da dimenticare.
E dopo due gare si può già fare qualce bilancio, Bayliss prova la fuga con tre vittorie su quattro gare, 88 punti con 27 di vantaggio sul secondo. E qui sbucano subito le due soprese, Nieto e Xaus, due punti più indietro. I due spagnoli sono stati costanti e fin ora hanno fatto uno splendido lavoro. Per due soprese ci sono anche due delusioni, e sono gli avversari designati di Bayliss, Biaggi ed Haga. Il romano con le due cadute di oggi cade a -52 mentre Haga, con un avvio di stagione disastroso, è addirittura a -66 con soli 4 punti più di Lavilla!
Ora l'appuntamento è fra 15 giorni per i test spagnoli mentre un mese ci separa dal prossimo round, sempre in Spagna, su circuito di Valencia.

TyDany
03-03-2008, 00.08.14
Ora permettetemi di dire una cosa, 8 punti nel gomito, i medici che sostenevano potesse correre solo al 60% delle sue capacità, 39 anni fra pochi giorni... per fortuna c'è la libertà di pensiero e parola perchè per me Troy non è secondo a nessuno, come pilota e come uomo. Durante il giro di festeggiamento, in gara 1, ha subito chiesto a Michel come era andata e si è congratulato con lui, arrivato al parco chiuso, appena sceso dalla moto, ha detto "va forte il ragazzo!". Il mondo del motociclismo sportivo non sarà più lo stesso l'anno prossimo, quando il ragazzone dagli occhi di ghiaccio e il polso di titanio appenderà il casco al chiodo. Poco importa come finirà questa stagione, campione del mondo o no sarà comunque campione nel cuore di tanti tifosi e appassionati, e non solo ducatisti.

ottobre_rosso
03-03-2008, 09.54.46
onore a Troy e a Fabrizio, per l'ottima performance in gara1 (non dimentichiamo la botta e lo spavento per l'incidente in griglia). Peccato per il problema del semaforo in gara2 (IMHO vrebbero dovuto far ripetere lo start) che ha pregiudicato la gara dello stesso Michel e di Rolfo, che stava andando veramente forte.

Comunque, ritengo le gare viste ieri due tra le piu' belle gare viste finora...

TyDany
03-03-2008, 11.49.32
Sulla prima sono daccordo, sulla seconda un pò meno, dopo l'avvio scoppiettante la gara si è un pò appiattita... ho preferito decisamente gara 1 in Qatar, ma in quel caso so di essere di parte, la rimonta furiosa di Troy mi ha fatto rischiare un collasso :D

ottobre_rosso
05-03-2008, 16.01.01
Con un comunicato stampa diramato ieri la Federazione Motociclistica Internazionale FIM, ha comunicato che la prova prevista per il 12 ottobre sul tracciato indonesiano di Sentul non verrà disputata.

Pertanto il campionato Superbike sarà articolato su 14 prove, mentre quello della Supersport su 13, poichè non effettuerà la trasferta statunitense.

I campionati delle categorie Superstock 600 e 1000 restano confermati su dieci prove, oltre che nelle trasferte extra europee non saranno di scena sul tracciato romano di Vallelunga.

ottobre_rosso
05-03-2008, 16.06.27
http://www.sportautomoto.it/cgi-bin/images/news/076_BAYLISS_PORTRAIT.jpg

Non si capisce bene perchè, ma ad un certo punto della loro carriera i motociclisti iniziano a sentire il richiamo delle auto: anche Troy Bayliss infatti ha recentemente dichiarato che potrebbe passare alle quattro ruote una volta chiusa la sua carriera in Superbike.

Il pilota australiano smetterà con le Superbike al termine di questa stagione, ma ha chiarito che non ha nessuna intenzione di chiudere definitivamente con il mondo del motorsport.

Dopo aver corso con una Aston Martin al Motor Show e aver dichiarato il suo amore per le gare turismo, un'avventura nella V8 Supercars potrebbe diventare qualcosa di più di un'ipotesi per il due volte campione del mondo della Superbike.

"Non penso che chiuderò con le gare" ha detto Bayliss all'Herald Sun. "Tutto quello che so è che ne ho abbastanza della Superbike e che amo le gare turismo. Queste sono le gare automobilistiche che seguo di più: sono sempre combattute e i piloti sono molto vicini, proprio come nella Superbike".

"Posso essere ancora coinvolto nel motorsport in varie forme" ha aggiunto. "Non so esattamente cosa posso fare, ma l'importante è che non ci sia troppo da viaggiare: ormai sono stanco degli aerei e i viaggi rubano tempo alla famiglia".

Ecco perchè la soluzione più probabile sembra la V8 Supercar: questa gli consentirebbe di correre restandosene comodamente in Australia.

http://img.drive.com.au/drive_images/Editorial/2007/05/14/14Ford_m_m.jpg

TyDany
05-03-2008, 17.04.52
Io ancora non ho perso la speranza che qualcuno lo convinca a restare in SBK, ho ancora qualche mese per inventare il teletrasprto :idea:

ottobre_rosso
06-03-2008, 14.28.06
Passato il grande spavento di domenica ci troviamo a fare i conti con il bollettino medico riguardo ai piloti infortunati negli incidenti avvenuti a Phillip Island.

Il sito della clinica mobile ci informa che il pilota del team Pedercini, Vittorio Iannuzzo, al quale erano state diagnostiche, dopo l'incidente alla partenza di gara 1, le fratture del radio sinistro, del secondo, terzo, quarto e quinto metacarpo, oltre alla lussazione del polso e varie escoriazioni, è stato operato presso l'Alfred Hospital di Melbourne.

Allo sfortunato "Ian" sono state ridotti ematoma e lussazione, nei prossimi giorni sarà operato per ridurre le fratture, il rientro in Italia è previsto intorno al 10 di marzo. Per lui la prognosi parla di un periodo tra i 60 e i 90 giorni, la speranza è di rivederlo in pista a Monza.

Max Biaggi invece, caduto nel corso di gara 2, ha subito la frattura composta del radio sinistro, in seguito alla quale gli è stato applicato il gesso. Il pilota romano ha potuto poi rientrare a Montecarlo già nella giornata di lunedì, dovrebbe recuperare entro 30 giorni, quindi salterà i test ufficiali di Valencia, ma sarà di nuovo in sella alla sua Ducati alla ripresa del campionato.

Solo qualche botta e qualche contusione invece per Fabrizio e Checa, recupereranno con un po' di riposo, così come Bayliss, contuso nella caduta di sabato. Riposo rigenerante anche per Haga, ancora convalescente per gli incidenti del Qatar.

Procede in maniera spedita il recupero di Kagayama, che dopo le terapie alle quali si è sottoposto in Giappone, potrebbe recuperare dall'infortunio alla clavicola prima del previsto ed essere in pista già nei test spagnoli di metà marzo.

ottobre_rosso
06-03-2008, 14.29.24
BAYLISS VICINO ALLA PERFEZIONE - Se si esclude l'incidente in prova che gli ha procurato otto punti di sutura al braccio sinistro, il pilota australiano della Ducati ha fatto registrare delle prestazioni di tutto rispetto: ha messo a segno la pole position ed ha dominato entrambe le gare, facendo registrare anche il giro più veloce in gara 1.

Ha mancato l'en-plein perché in gara 2 il giro più veloce è stato registrato da Biaggi.L'ultimo dei sedici en-plein registrati nella storia della Superbike è stato messo a segno da Troy Corser a Valencia nel 2005.

Con i due trionfi di Phillip Island Bayliss si è portato a 44 vittorie in carriera, mentre per quanto riguarda le pole, Bayliss è a quota 19, a due sole pole dal secondo posto di tutti i tempi, occupato da Fogarty; in testa Corser, con 41 partenze al palo.

DOMINIO - La Ducati si è aggiudicata tre delle quattro gare disputate finora. Per trovare un dominio simile nella prima parte del campionato bisogna andare indietro al 2005, quando la Suzuki conquistò le prime sette gare.

L'anno precedente la Ducati vinse le prime 11 gare, prima che Chris Vermeulen spezzasse l'egemonia conquistando la sua prima vittoria in carriera in gara 2 a Silverstone.

L'anno precedente, il 2003, la Ducati vinse tutte le 24 gare del campionato. Nel corso di questo campionato la Ducati è l'unica marca che è sempre salita sul podio.

TOP 10 PER LA YAMAHA - Grazie a Troy Corser, la Yamaha ha piazzato per la decima gara consecutiva una sua moto sulla prima fila della griglia di partenza. L'attuale sequenza è la decima di tutti i tempi.

Al primo posto la Ducati, che da Brainerd 1991 a Phillip Island 1996 riuscì a piazzare in prima fila una sua moto per 71 weekend di gara consecutivi.

Curiosamente, colui che piazzò la Ducati in prima fila a Phillip Island nel 1996 fu proprio Troy Corser, secondo in griglia alle spalle di Edwards (Yamaha).

250 PER LA DUCATI - Il team di Borgo Panigale è il primo della storia a mettere a segno 250 giri veloci nel mondiale Superbike. La Ducati ha messo a segno entrambi i giri veloci a Phillip Island, non ne registrava da gara 2 di Misano, 2007.

IL BOTTINO DI CORSER - Grazie al secondo posto in gara 1, Troy Corser riesce ad eguagliare un record assoluto nella storia della Superbike.

Troy infatti ha messo a segno nella sua carriera 350 punti a Phillip Island, lo stesso numero che Carl Fogarty ha conquistato ad Assen.

Corser può battere questo primato a Misano, visto che al momento il campione australiano ha messo a segno 325 punti sul tracciato italiano. Corser in Australia ha ulteriormente ritoccato un primato che già gli apparteneva, quello delle prime file sulla griglia di partenza ottenute sul medesimo circuito: il nuovo record assoluto è di undici prime file.

E' un primato destinato a durare a lungo, visto che tra i piloti in attività nella classifica di tutti i tempi ci sono solo Bayliss ed Haga, che hanno conquistato cinque prime file rispettivamente ad Assen e Silverstone.

WEEKEND NERO PER BIAGGI - Sfortunatissimo il pilota italiano: rimedia la sua peggior prestazione in griglia, sedicesimo, vittima di un guasto meccanico nella decisiva sessione della Superpole e nelle gare cade due volte, registrando il suo primo doppio ritiro della carriera.

DA REGISTRARE

· Prima presenza in prima fila per Carlos Checa e Michel Fabrizio. Checa conquista il suo primo podio in gara 2;

· Miglior prestazione in griglia per Jakub Smrz, sesto;

· Peggior prestazione in griglia per Lorenzo Lanzi da Silverstone 2006, diciassettesimo;

· Quinto podio per Michel Fabrizio, che non saliva sul podio da Brno 2007;

TyDany
06-03-2008, 23.18.17
Fighe ste statistiche, dove le hai trovate? :)

Io intanto, si sa che non sono di parte :D, vorrei riportare le prime due pagelline dell'anno per Troy Bayliss, dal settimanale Motosprint, solo per dire che per lo meno non sono l'unico ad amare quest'uomo, anzi, mi sa che siamo in tanti :p

Qatar una vittoria e un quarto posto: 9,5
Sarà vero che a fine stagione si ritira? Noi non ci crediamo, perchè gli eroi non vanno in pensione. Occhi di ghiaccio ha scritto un altra pagina leggendaria.

Phillip Island superpole e due vittorie: 10
Otto punti sul gomito sinistro, cinquanta nel polso destro. Gli avversari soffrono. Tranquilli, a fine stagione smette.

Come non sottoscrivere? Di solito a 39 anni molti piloti hanno già smesso e chi ancora c'è, per passione, è in fase calante. Troy sembra ancora all'apice della sua carriera, incredibile, e quello che più fa scena è il cuore ed il coraggio che ci mette ad ogni occasione, spesso invecchiando con tanti prutti ricordi, e cicatrici addosso, un naturale istinto non permette più di rischiare come quando sì è giovani... il suo istinto pare invece portarlo ad esprimersi sempre ogni limite. In Qatar ha vinto sfruttanto ogni parte del circuito, le ruote le ha messe ovunque tranne forse che sulle tribune. In Australia dopo una brutta e profonda ferita i medici escludevano che potesse correre e più del 60% delle sue possibilità... ha dominato entrambe le gare. Io non so più che parole usare per Troy... anzi, una forse sì... I-DO-LO!

ottobre_rosso
07-03-2008, 09.43.07
Fighe ste statistiche, dove le hai trovate?
dammi un po' di tempo poi sapro' dirtelo ;)


si sa che non sono di parte
ma no, dai, che dici... :fiufiu:

ottobre_rosso
07-03-2008, 14.36.46
Fighe ste statistiche, dove le hai trovate? :)




fonte (http://www.sportautomoto.it/News.asp?ID=13141) ;)

TyDany
07-03-2008, 16.29.29
Thanx :)

ottobre_rosso
15-03-2008, 14.44.15
Prestazioni da record nei test Mondiale SBK a Valencia in preparazione al terzo round iridato in programma il 6 aprile. L'australiano Karl Muggeridge (Honda DF Racing) ha ritoccato il primato assoluto della pista girando in 1'34"252, tredici millesimi più forte di Ruben Xaus (Ducati Sterilgarda Go Eleven) che era stato il più veloce giovedì. Oggi il pilota spagnolo non ha girato.

Nonostante l'assenza di Ducati Xerox e Yamaha Italia, oltre a quella di Max Biaggi ancora convalescente per l'incidente di Phillip Island, i test hanno offerto interessanti indicazioni tecniche. La Ducati è partita a razzo nel Mondiale (Troy Bayliss guida la classifica con tre vittorie in quattro gare) ma la Honda CBR RR, grande novità nel 2008, è pronta a raccogliere la sfida.

"Il potenziale di questa moto è veramente notevole e in gran parte ancora tutto da scoprire" avverte Karl Muggeridge, ex iridato della Supersport. "Non sono stato altrettanto incisivo in configurazione gara ma per il round iridato avremo nuovi componenti elettronici e per la ciclistica. I tecnici della DF Racing sono in gamba e ci toglieremo parecchie soddisfazioni". La Honda Ten Kate ha portato avanti Carlos Checa e Ryuichi Kiyonari quarto e quinto tempo.

In assenza di Xaus è stato Lorenzo Lanzi a tenere alta la bandiera Ducati restando al comando dei tempi per gran parte della giornata. "Abbiamo risolto i notevoli problemi che ci hanno rallentato a Phillip Island", ha detto il pilota del team RG "e adesso che abbiamo un motore più veloce me la posso giocare contro tutti."

Fonsi Nieto, sesto, è stato il migliore dei piloti Suzuki Alstare precedendo il compagno di marca Max Neukirchner incappato in una innocua scivolata proprio alla fine delle prove. Progressi per la Kawasaki ZX 10R: Makoto Tamada e Règis Laconi hanno provato molte evoluzioni concludendo le sessioni in decima e undicesima posizione.


SBK - Test Valencia, riepilogo finale:

01. Muggeridge (Aus-Honda) 1'34"252
02. Xaus (Spa-Ducati) 1'34"265
03. Lanzi (Ita-Ducati) 1'34"388
04. C. Checa (Spa-Honda) 1'34"493
05. Kiyonari (Gia-Honda) 1'34"828
06. Nieto (Spa-Suzuki) 1'34"911
07. Neukirchner (Ger-Suzuki) 1'34"984
08. Kagayama (Gia-Suzuki) 1'35"017
09. Rolfo (Ita-Honda) 1'35"152
10. Tamada (Gia-Kawasaki) 1'35"581
11. Laconi (Fra-Kawasaki) 1'35"740
12. Nakatomi (Gia-Yamaha) 1'36"057
13. Holland (Aus-Honda) 1'36"386
14. Badovini (Ita-Kawasaki) 1'36"441
15. Sofuoglu (Tur-Honda) 1'36"698
16. Napoleone (Fra-Yamaha) 1'37"696

ottobre_rosso
27-03-2008, 10.57.39
Ieri Max Biaggi ha divulgato un nuovo comunicato tramite il suo sito ufficiale, nel quale spiegava la situazione del suo braccio sinistro.

Il pilota romano si è infatti recato a Forlì dal Dottor Costa e dal Dottor Corbascio, che gli hanno rimosso il gesso, ma purtroppo hanno constatato un'infiammazione dei legamenti intorno all'ulna che provoca dolore a Max.

Ora il centauro è tornato a casa per riprendere la riabilitazione perchè la voglia di essere a Valencia tra una settimana è tanta, anche se dipenderà tutto dalle condizioni del braccio.

Ecco il testo del comunicato:

"Stamattina sono andato, come da copione, a Forlì insieme a Marino Laghi e abbiamo incontrato il dott. Costa e il dott Corbascio per poter fare una radiografia al braccio sinistro. La lastra ha dato un esito positivo, la calcificazione dell osso non è ancora ultimata però è a buon punto e per questo abbiamo tolto il gesso e utilizzeremo un tutore per tener riparato più possibile l'osso. La notizia negativa è che abbiamo riscontrato un'infiammazione dei legamenti intorno alla zona dell'ulna, questo provoca dolore e non mi permette alcun movimento laterale. Nel pomeriggio, dopo pranzo, sono tornato verso casa a Montecarlo dove continuerò le terapie. In questa situazione tutto dipenderà dall evolversi delle condizioni del mio braccio che potrebbero cambiare da un giorno all altro, mi auguro di poter fare un netto miglioramento nell'arco di questa settimana che ci separa dal gran premio di Valencia".

TyDany
27-03-2008, 11.11.55
Speriamo riesca a riprendersi :)

ottobre_rosso
04-04-2008, 20.31.57
Primi verdetti dal Cheste di Valencia, che premiano il team Alstare Suzuki. Doppietta degli alfieri di Francesco Batta, con Max Neukirchner che si installa al comando della classifica con un ottimo 1'34.806 seguito dal giapponese Kagayama, il più veloce questa mattina, a poco più di un decimo.

Anche in questa ora di prove cronometrate riflettori puntati su Max Biaggi per verificarne le condizione fisiche: il romano ha completato ben ventiquattro tornate con una simulazione gara di dieci giri consecutivi, ma a livello di prestazione cronometrica è rimasto sullo stesso tempo della mattinata, che gli vale la 24ma posizione.

Molto performante anche uno dei piloti di casa, l'attesissimo Carlos Checa, che ha portato la sua Honda in terza posizione, precedendo il duo del team ufficiale Ducati, Bayliss-Fabrizio. Il giovane pilota italiano ha risolto i problemi che lo attanagliavano nelle prove libere pagando soltanto venti millesimi di svantaggio nei confronti del suo caposquadra. Alle loro spalle la Ducati del team RG di Lorenzo Lanzi, che ha confermato quanto di buono mostrato nella prima sessione ed il feeling che ha con questa pista.

Sorprese di giornata l'altra Ducati privata di Smrz, settimo, e la coppia del team PSG-1 che porta le Kawasaki all'ottavo (Laconi) ed al dodicesimo (Tamada) posto. Qualche muso lungo invece in casa Yamaha con Corser e Haga al nono ed al decimo piazzamento, anche se l'impressione è che i due abbiano badato soprattutto alla messa a punto in ottica gara, per il solito problema del consumo gomme.

Grande delusione invece per gli altri due attesissimi piloti iberici, che si sono contesi l'ultimo posto provvisorio nella Superpole, con la Suzuki di Nieto a sopravanzare di poco più di un decimo Ruben Xaus. Va però detto che quest'ultimo è incappato in una caduta, pur senza conseguenze, che ne ha compromesso la sessione.

Altro dato importante che emerge da queste prime qualifiche è il sostanziale equilibrio in pista, con i sedici eletti che si andrebbero a contendere la partenza al palo, racchiusi in poco meno di un secondo. Per ora, dando una rapida occhiata al passo gara, Checa sembra messo molto bene, ma anche Neukirchner, Bayliss e Fabrizio non sono da meno.

Domani mattina, come di consueto, saranno assegnati definitivamente i sedici posti per la Superpole del pomeriggio.

La classifica delle Qualifiche 1 (http://www.racingworld.it/public/photo/sbk08_timed1_valencia.pdf)

fonte (http://www.racingworld.it/superbike/notizia.php?idtitolo=18812&url=sbk-valencia-qualifiche-1-doppietta-suzuki-neukirchner-primo)

ottobre_rosso
05-04-2008, 21.26.24
Max Neukirchner conquista la Superpole!

Il tedesco Max Neukirchner ha segnato il tempo migliore nella Superpole a bordo della sua Suzuki con 1'33"805, riprendendosi la prima posizione, strappatagli nella seconda sessione di qualifiche a Carlos Checa. A seguire il giapponese Yukio Kagayama, a bordo della moto gemella. Terzo posto per il leader del mondiale Troy Bayliss a pochi centesimi dalla seconda posizione.

Il pilota di casa, lo spagnolo Rubens Xaus si è piazzato al quarto posto, seguito dall'italiano Lorenzo Lanzi e dalle due Honda di Ryuichi Kiyonari e di Carlos Checa, che stamattina aveva segnato il miglior tempo nelle Q2.

La Yamaha di Corser occupa l'ottavo posto, raggiunta poco dopo, in decima posizione, dal compagno di squadra Noriyuki Haga. Gli italiani Max Biaggi e Michel Fabrizio si sono aggiudicati rispettivamente il nono e l'undicesimo posto.



La griglia di partenza di domani vedrà quindi in prima fila Neukirchner, Kagayama, Bayliss e Xauss; a seguire Lanzi, le due Honda di Kiyonari e Checa, e la Yamaha di Corser. Terza fila per Biaggi, Haga, Fabrizio e Tamada.

fonte (http://www.sportautomoto.it/News.asp?ID=13860)

TyDany
06-04-2008, 13.03.05
GARA SUPERSTOCK 1000

La Superstock 1000, come la Superbike, è iniziata con le polemiche contro la nuova Ducati 1098 e, come la Superbike, ha dato idea che il mondiale potrebbe essere un affare tra la casa italiana e la Suzuki. Pronti via e Colucci non finisce nemmeno il primo giro finendo nella sabbia dopo una pessima partenza, condivisa con l'altro Ducatista Polita. Anche Roberts al via perde un paio di posizioni ma gli bastano poche curve per liberarsi degli avversari e tentare la fuga. A ruota gli si incollano però Giugliano, Corti e Simeon. Questi ultimi due, dopo pochi giri, iniziano a suonarsele di santa ragione, e lo faranno per tutta la gara, favorendo la fuga dei primi due. La fase centrale ha così due coppie al comando e vive sulla rimonta di Polita che da decimo posto inizia a farsi largo a spallate. A circa tre giri dalla fine si decide la gara, Giuliano, incollato a Roberts fino a quel momento, prende una bella sbandata, perde qualcosa e probabilmente capisce che è il caso di accontentarsi. Quasi contemporaneamente il compagno di marca Simeon prende un imbarcata paurosa e permette il definitivo rientro di Polita nella lotta per il podio. E così mentre Roberts si invola verso la vittoria, e Giuliano verso il secondo posto, dietro la lotta per il gradino più basso del podio è una vera guerra a tre. Alla fine la spunta Simeon davanti a Polita e Corti. Da notare che a gara finita Simeon entra in contatto con Seaton ed entrambi finiscono a terra. Non è chiara la dinamica dell'incidente e non sappiamo ancora le condizioni di Seaton. Simeon invece dopo un pò di apprensione arriva al podio, bello l'abbraccio coi meccanici Ducati che, polemiche a parte, dimostra lo spirito del mondo SBK.

TyDany
06-04-2008, 13.03.57
GARA 1 SUPERBIKE

Le polemiche contro la Ducati continuano ma forse sarebbe il caso che i team manager delle case giapponesi, al posto che prendersela con la casa italiana, se la prendessero con i propri piloti. Oggi Suzuki ed Honda erano nettamente superiori ma gli errori dei loro piloti hanno regalato la vittoria alla Ducati. Pronti via e i primi giri sono un ecatombe, molti piloti finiscono a terra tra cui Haga, Fabrizio, Xaus e Kagayama, errori gravissimi, Haga alla terza gara può già cominciare a dire addio all'ennesimo mondiale mentre il giapponese di casa Suzuki, partito anche male, butta via un'ottima occasione. Davanti Neuchirkner partito dalla pole si invola seguito da Bayliss e Lanzi che per 22 giri e mezzo sarà l'ombra dell'australiano. Da dietro Checa parito male lancia una rimonta impressionante, lo spagnolo fa paura, ad uno ad uno si libera degli avversari con una semplicità impressionante e raggiunta la seconda piazza da la caccia al tedesco al comando. La rimonta culmina all'ultimo giro e, all'ultima curva, Carlos si ricorda che a Natale non aveva fatto regali alla Ducati e così si inventa una staccata esagerata, travolge l'incolpevole Neuchirkner e rovina la gara di entrambi. E così ci si aspetta il quarto centro di Bayliss ed invece, non inquadrato, Lanzi ha infilato l'australiano e si invola verso una vittoria che li mancava dal 2005. Chiude il podio Corser mentre Bayliss ringrazia sentitamente perchè gli avversari continuano ad essere in vena di regali. Biaggi, uno che di regali a Bayliss, nelle scorse due gare, ne ha fatti parecchi mette su una gara coraggiosa ma che purtroppo lo porta solo ad un passo dalla zona punti, un altro zero in casella. E così il più vicino a Bayliss resta Nieto, nonostante una gara incolore. La gara però ha mostrato che l'avversario da temere di più sembra essere Checa, sempre che la smetta di fare Babbo Natale.

TyDany
06-04-2008, 17.01.23
GARA 2

Haga è così e per fortuna, o purtroppo, non cambierà mai. Dopo 5 gare incolori il giapponese estrae il jolly con una gara magistrale e ottimamente condotta, prima fa l'ombra di Bayliss, poi quella di Checa ed infine porta a casa vittoria e 25 punti importantissimi per lui. Al secondo posto un Bayliss in versione ragioniere, Troy, anche se in modo meno appariscente del solito, compie un altro capolavoro, con Marinelli decide di cambiare gomma ed azzecca la scelta, le altre Ducati vanno in crisi mentre lui porta a casa altri 20 punti che, uniti ai 20 della mattinata, gli fanno guadagnare ancora punti su tutti gli avversari. Tra l'altro, e se fosse voluta sarebbe davvero da diavolo delle corse, arrivando secondo con la Yamaha 4 cilindri vittoriosa, in Ducati evitano la zavorra di 3kg almeno per altri tre gp e non è certo poco. Troy non vince ma alla fine probabilmente è quello che ha più motivo di festeggiare. A chiudere il podio c'è Carlos Checa autore di una strana gara, parte malino, poi rimonta fino alla vetta, rallenta vistosamente, facendo temere un problema, per poi arrivare terzo... mah... su di lui pesa la macchia dell'errore in gara 1 che, tra l'altro, è costato, oltre alla vittoria, una clavicola fratturata al pilota tedesco di casa Suzuki. Subito giù dal podio Kiyonari autore di un ottima gara e che conferma la splendida forma delle CBR, seguono Corser, Kagayama, Xaus e Biaggi. Indietro gli altri Ducatisti, Lanzi, Fabrizio e Smrz chiudono in fila dal dodicesimo al quattordicesimo posto.

ottobre_rosso
07-04-2008, 09.17.37
Stasera o meglio stanotte, mi guardo entrambe le gare, sperando siano belle

ottobre_rosso
08-04-2008, 00.31.06
Orca miseria, ma in quanti sono caduti in gara1? mi spiace per Neuchirkner, rimasto in testa dallo start fino alla caduta.

ottobre_rosso
08-04-2008, 00.32.23
byLv9QW0dH4

TyDany
08-04-2008, 00.36.18
Checa è stato davvero un pollo, sì è steso e ha ha steso anche il tedesco della Suzuki, ma in più non si è nemmeno degnato di chiedere scusa... che tristezza! :rolleyes:

P.S. Gli inglesi mi fanno accappottare, Bayliss win this... Lenzi... Lenzi.... :D

Come l'anno scorso a Brands Hatch... Dominìco Colucci :lol:

ottobre_rosso
11-04-2008, 17.47.32
Poca fortuna per i team del mondiale Superbike che hanno deciso di sfruttare questa settimana per compiere test di sviluppo in vista delle prossime gare del campionato.

Il team PSG-1 targato Kawasaki è sceso in pista per la seconda giornata consecutiva a Jerez de la Frontera, ma il copione è stato il medesimo della giornata precedente: cielo nuvoloso, pioggia, pista bagnata e solo rari e occasionali momenti di sole che però non sono stati sufficienti ad asciugare l'asfalto.

I piloti non si sono persi d'animo, Laconi ha comunque proseguito il suo lavoro sugli assetti, per ottenere dei riscontri sulle ultime intuizioni avute dai tecnici giapponesi nel week end di Valencia, mentre Tamada ha approfittato per prendere confidenza con le gomme da bagnato della Pirelli che non aveva ancora avuto modo di testare, lavoro che potrà servire per le gare in Inghilterra e in Germania dove spesso capita di trovare brutto tempo.

Cambiano rapidamente scenario spostandoci a Monza, ma la situazione non cambia di molto, anzi se possibile peggiora. Sulla Brianza staziona ormai da tre giorni una fastidiosa perturbazione, che oltre ad aumentare i soliti problemi di traffico dell'hinterland milanese, ha completamente scombinato i programmi di Ducati, Yamaha e Honda Althea.

Stamattina abbiamo fatto un salto in Autodromo, musi lunghi per le giornate di lavoro perse e pochi piloti in pista. In pista Michel Fabrizio e Roberto Rolfo, i piloti con maggiori necessità di fare kilometri, il giovane romano per prendere confidenza con la bicilindrica di Borgo Panigale in situazione di meteo sfavorevole, il piemontese per recuperare il tempo perso per il ritardo nella consegna della CBR 2008.

Solo poche tornate invece per Haga, Corser e Bayliss. Nel paddock si ventilava l'ipotesi di chiedere ospitalità agli organizzatori del CIV - domani a Monza ci sarà la presentazione del campionato italiano - in caso di miglioramento delle condizioni meteo, ma nessuna notizia in merito è stata ufficializzata.

ottobre_rosso
18-04-2008, 20.47.59
SUPERSTOCK 600


Baz entra nella storia

La settimana scorsa a Valencia Loris Baz (Yamaha YZF Junior Team) ha vinto la gara Superstock 600 all'età di soltanto 15 anni. Nato il 1 febbraio 1993 a Sallanches, è diventato così il più giovane pilota ad aver vinto una gara nell'ambito di un weekend del Mondiale Superbike.

Com'è lecito dedurre, il suo nome viene da Loris Capirossi, e inoltre corre con il numero 65, come il leggendario campione italiano. Lo scorso anno il giovane francese non aveva impegni particolari, ha fatto solo qualche giro di prove su una Yamaha R6 su varie piste europee. Ha iniziato la sua carriera internazionale nel 2003 nel campionato spagnolo 125, ed è arrivato al quarto posto nel campionato spagnolo Aprilia 125 due anni dopo.

A marzo, nella gara del campionato Supersport spagnolo sulla pista di Catalunya, Baz è arrivato quarto, correndo con una moto gommata Superstock. Potrebbe essere lui il nuovo re della categoria?

TyDany
19-04-2008, 01.49.34
Ho visto la gara in diretta, ha corso una splendida gara anche se è stato aiutato da un pò di pasticci degli avversari... vedremo fra 7 giorni ad Assen ;)

ottobre_rosso
19-04-2008, 13.41.36
http://www.sportautomoto.it/cgi-bin/images/news/Prototipo-Bmw-Sbk.jpg

Durante la conferenza stampa che si è svolta oggi a Monaco di Baviera, il nuovo direttore generale di Bmw Motorrad, Hendrick von Kuenheim ha spiegato gli ambiziosi obiettivi di crescita dell'azienda tedesca nei mercati internazionali oltre a presentare il prototipo del loro nuovo modello stradale, che prenderà parte al Campionato Mondiale Superbike dal prossimo anno.

Bmw intende essere presente nel Mondiale all'inizio della stagione 2009 con la nuova S 1000 RR con quattro cilindri e 1000 di cilindrata. L'arrivo della casa tedesca aggiunge peso e prestigio a un campionato che già vede la partecipazione dei ‘Big 4' costruttori giapponesi (Honda, Kawasaki, Suzuki e Yamaha) oltre all'italiana Ducati.

"Oggi posso confermarvi che lo stato dei nostri preparativi segue appieno i piani" ha dichiarato von Kuenheim. "Come stabilito dal regolamento del Campionato, la moto potrà essere acquistata a partire dal 2009 ed entro la fine del 2009 saranno prodotti 1.000 esemplari di serie".

"Siamo pienamente coscienti della sfida che abbiamo accettato. In questa categoria soprattutto i giapponesi hanno un vantaggio di esperienza di circa 20 anni. Ma già questo lo consideriamo uno stimolo. Sin dall'inizio vogliamo misurarci in questo segmento con i principali concorrenti".

"Siamo certi di poter partecipare l'anno prossimo al Campionato Mondiale Superbike con un pacchetto convincente e di offrire anche una moto di serie altrettanto performante".

Le attività agonistiche avverranno in stretta collaborazione con il partner Alpha-Racing che gode di una lunga esperienza nel campo motoristico, e che ha sede nei dintorni di Monaco. Il team e' composto da alcuni collaboratori di Bmw e da membri della squadra corse della Alpha-Technik, così come da specialisti provenienti dalle gare Superbike.

"Naturalmente, sarà indispensabile rispettare un processo di apprendimento" ha aggiunto von Kuenheim. "Per questo motivo abbiamo definito degli obiettivi realistici. Nel primo anno di partecipazione al Campionato Mondiale Superbike vogliamo raggiungere diverse volte uno dei primi 10 posti in classifica, diminuendo continuamente la distanza rispetto ai team più importanti. A partire dal secondo anno vogliamo raggiungere i top-team e conquistare i primi posti del podio. A medio termine perseguiamo ovviamente l'obiettivo di conquistare il titolo di Campione del Mondo".

RNicoletto
21-04-2008, 12.08.52
L'arrivo di un marchio come BMW in SBK non fa che aumentare il prestigio di questa categoria! :act:

ottobre_rosso
21-04-2008, 12.59.07
L'arrivo di un marchio come BMW in SBK non fa che aumentare il prestigio di questa categoria! :act:


concordo (Y)

RNicoletto
21-04-2008, 15.17.54
SUPERSTOCK 600


Baz entra nella storiaA proposito di giovani promesse, avete visto il pilota reclutato dal Team Ducati per i test sulla nuova moto??

:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::
:::

http://www.italianhost.org/public/imagehost/pics/de13bc0ff152adb6157f8c93fa3ee0e4.jpg (http://www.italianhost.org/public/imagehost/#de13bc0ff152adb6157f8c93fa3ee0e4.jpg)

:D

Dav82
26-04-2008, 16.16.05
Secondo me qualcuno (http://forum.wintricks.it/member.php?u=4498) sta godendo una cifra (http://www.gazzetta.it/Motori/Altri_Motori/Superbike/Primo_Piano/2008/04_Aprile/26/superpolesbk.shtml) :lol:

TyDany
29-04-2008, 00.10.57
Sto godendo come un riccio ad un orgia! Superpole e doppia vittoria... e poi non avete idea di cosa ho vissuto questo week end... di una cosa sola sono certo, ho un solo dio e porta il 21! :cool:

ottobre_rosso
30-04-2008, 13.15.22
http://www.sportautomoto.it/cgi-bin/images/news/Bayliss-Statistiche-Assen.jpg

Ecco, come sempre, l'interessantissimo resoconto statitistico che worldsbk.com offre dopo i weekend di gara del mondiale Superbike.

BAYLISS DOMINA

Troy Bayliss registra ad Assen la 20^ pole della sua carriera, terzo pilota di tutti i tempi a raggiungere questo traguardo dopo Carl Fogarty e Troy Corser. Il pilota australiano ottiene poi una doppietta in gara, portando il suo bottino di vittorie a quota 46 e fa segnare in gara 2 anche il giro più veloce, il 29^ della carriera, che gli consente di raggiungere Pierfrancesco Chili al quarto posto di tutti i tempi. Bayliss è al suo sesto podio di fila, esattamente a metà della sua sequenza record, stabilita nel 2002 con dodici podi di fila (Silverstone-Assen).

SEMPRE IN TESTA

In gara 2 Bayliss è stato al comando dal primo all'ultimo giro. E' la seconda volta che accade in questa stagione dopo Phillip Island gara 1. L'ultimo pilota in grado di comandare una gara per intero prima di Bayliss è stato Haga in Francia (gara 2) l'anno scorso.

CHECA

Al suo terzo podio di fila, è l'unico pilota assieme a Bayliss e Lavilla ad essere andato a punti in tutte le gare del 2008.

NEUKIRCHNER

Il pilota tedesco fa registrare il suo secondo giro veloce dopo quello fatto segnare a Magny Cours nel 2007 in gara 1.

HAGA 40

40^ presenza in prima fila sulla griglia di partenza per Noriyuki Haga, settimo pilota di tutti i tempi a mettere a segno questa pietra miliare dopo Corser, Fogarty, Slight, Edwards, Chili e Bayliss.

VIZZIELLO

Primo giro veloce in gara per Gianluca Vizziello in Supersport.

BERGER

Prima vittoria e prima presenza in prima fila per il pilota francese in Superstock 1000.

LINFOOT

Prima vittoria e primo giro veloce per il pilota britannico in Superstock 600. Con 19 anni 9 mesi e 19 giorni è il secondo pilota più anziano della storia della categoria ad ottenere il suo primo successo dopo Roy Ten Napel, che a Vallelunga nel 2007 vinse a 20 anni 6 mesi e 3 giorni.

YAMAHA

Momento magico per la Yamaha in Superstock 600. La casa giapponese sta registrando delle sequenze importanti:

- quarta vittoria (record assoluto della categoria);
- tredicesima pole (record assoluto della categoria);
- terzo giro più veloce;
- tredicesimo podio (record assoluto della categoria);

fonte (http://www.sportautomoto.it/News.asp?ID=14525)

ottobre_rosso
07-05-2008, 20.38.52
Sfortuna nera per Roberto Rolfo, costretto da un infortunio a saltare il gran premio d'Italia del mondiale Superbike. Il pilota piemontese, che ha da sempre un feeling particolare con il tracciato brianzolo, attendeva con ansia questo fine settimana per dare una decisa inversione di tendenza alla sua stagione. Purtroppo una caduta mentre si allenava in mountain bike sulle Alpi svizzera gli ha procurato la frattura della clavicola sinistra.

Roberto conta però di essere in pista per fine mese, quando il circus del mondiale delle derivate di serie tornerà negli States. Il team Althea dopo un rapido giro d'orizzonte ha deciso di ingaggiare per la prova di Monza il funambolico Giovanni Bussei, che torna così a disputare una gara mondiale dopo le gare dello scorso anno con la seconda Ducati del team Borciani.

Queste le dichiarazioni dei due piloti dopo il comunicato ufficiale del team diretto da Giorlandino.

Roberto Rolfo: ”Sono molto dispiaciuto di non poter correre il gran premio di casa. Monza è la mia pista preferita e dopo il podio mancato lo scorso anno, avevo veramente voglia di rifarmi! La moto stava crescendo notevolmente. Dopo il gran premio di Assen io e la squadra abbiamo lavorato molto per portare la competitività del mezzo ad un buon livello per l'Italia. Questo stop forzato proprio non ci voleva! Già da Monza inizierò la terapia di recupero con l'aiuto della Clinica Mobile per poter arrivare in America il più possibile in forma".

Giovanni Bussei: “Sono davvero molto felice di questa inattesa possibilità di guidare ancora una Superbike. Mi spiace davvero per Roberto, ma sono sicuro che tornerà presto alle corse. Non conosco la nuova Honda CBR 1000 RR, ma in compenso conosco lo staff tecnico del team e sono sicuro che mi troverò subito a mio agio con loro. Monza non è la mia pista preferita, ma cercherò di divertirmi e di dare il massimo per ringraziare il team HANNspree Honda Althea che mi ha offerto questa grande opportunità.”

fonte (http://www.racingworld.it/superbike/notizia.php?idtitolo=18833&url=sbk-rolfo-infortunato-salta-monza-al-suo-posto-bussei)

per carità... non che Rolfo sia il mio idolo, tuttavia, considerate le gare di un anno fà e il suo feeling con la pista monzese, mi sarebbe piaciuto vederlo all'opera quest'anno. Davvero un peccato

ottobre_rosso
09-05-2008, 14.11.13
http://www.sportautomoto.it/cgi-bin/images/news/Smrz-Monza-08-L1.jpg

La prima sessione di prove libere della Superbike a Monza ha regalato una grande sorpresa: a realizzare il miglior tempo infatti è stato il ceco Jakub Smrz, in sella alla Ducati 1098 del Team Guandalini.

Smrz si è messo dietro per appena 60 millesimi la Suzuki ufficiale di Max Neukirchner, che a sua volta ha preceduto un altro outsider, l'australiano Karl Muggeridge, bravo a portare la sua Honda del Team DFX in terza piazza.

Quarto c'è il leader del mondiale Troy Bayliss, che si è inserito davanti alle altre due Suzuki ufficiali di Yukio Kagayama e Fonsi Nieto.

Settimo ed ottavo tempo per le due Honda del Team Ten Kate di Kenan Sofuoglu e Carlos Checa, che hanno preceduto la Kawasaki di Regis Laconi e la prima delle Yamaha, che è quella di Noriyuki Haga.

Grande prestazione per Ayrton Badovini, autore di un ottimo undicesimo tempo in sella alla sua Kawasaki del Team Pedercini, mentre fatica molto il due del Team Sterilgarda: Ruben Xaus e Max Biaggi sono solo rispettivamente 13^ e 14^.

fonte (http://www.sportautomoto.it/News.asp?ID=14769)

TyDany
09-05-2008, 14.46.28
Grande l'"uomo senza vocali", lo dico dall'anno scorso che non è male, con una 999 2005 senza controllo di trazione riusciva quasi sempre ad entrare in superpole ed ha fatto delle buone gare! Sono contento che dopo un avvio di 2008 difficile Jacob si stia mettendo in mostra :)

ottobre_rosso
09-05-2008, 21.51.36
http://www.racingworld.it/public/superbike/SBK_Suzuki/29614a.jpg

Grandissima prestazione di Max Neukirchner con la Suzuki del team Alstare nella prima sessione di qualificazione per sancire l'accesso alla Superpole di domani pomeriggio. Il pilota tedesco, che nonostante la frattura alla clavicola rimediata a Valencia, vive un periodo di forma notevole, è stato l'unico in pista a scendere sotto il 1'46, fermando il cronometro su 1'45.990.

Alle sue spalle troviamo Bayliss con la Ducati ufficiale a quasi 4 decimi, poi l'altra Suzuki di Kagayama e completa l'ipotetica prima fila un altro giapponese, Makoto Tamada con la sorprendente Kawasaki, mai finora così vicina alle posizioni di vertice.

Smrz quinto e Muggeridge sesto confermano quanto di buono mostrato nella sessione mattutina, ma dietro di loro fa capolino Michel Fabrizio, che sembra abbastanza a posto fisicamente nonostante la recente operazione al braccio, settimo tempo per lui. Altra sorpresa all'ottavo posto con il turco Sofuoglu, miglior pilota di casa Ten Kate dopo la prima giornata di prove. Più indietro Checa e Kiyonari.

Ancora difficoltà per la Yamaha, che proprio sul tracciato di Monza lo scorso anno aveva colto una clamorosa doppietta con Haga: il nipponico è dodicesimo, mentre Corser rientra di poco in SuperPole col quindicesimo crono.

Giornata nera per i piloti italiani, tutti esclusi dalla SuperPole ad esclusione di Fabrizio. Se qualche speranza la nutriva Badovini dopo le prove libere - dicottesimo - fa scalpore l'esclusione momentanea di Biaggi: se è vero che resta escluso per soli 9 millesimi, paga oltre un secondo e due decimi al tempo di Neukirchner, che ricordiamolo è ottenuto con una moto praticamente uguale a quella che Biaggi ha guidato lo scorso anno.

I tifosi del pilota romano da domani affolleranno le tribune dell'Autodromo Nazionale, urge correre ai ripari nel box del team capitanato da Marco Borciani.

La classifica delle Qualifiche 1 (http://www.racingworld.it/public/photo/sbk08_timed1_monza.pdf)

fonte (http://www.racingworld.it/superbike/notizia.php?idtitolo=18839&url=sbk-monza-qualifiche-super-max-ma-e-neukirchner)