PDA

Visualizza versione completa : Un mondo virtuale educa un bambino?


Robbi
19-11-2007, 08.15.26
<p align="center"><img class="" style="width: 298px; height: 213px" height="917" width="770" alt="" src="http://www.gameogre.com/reviewdirectory/upload/Second%20Life.jpg" /></p><p align="justify">Anche sui giochi virtuali circolano luoghi comuni che ne sottolineano i pericoli di alienazione o di negazione dell&rsquo;infanzia. Ma gli esperti incontratisi alla University of Southern California non sono d&rsquo;accordo: come qualsiasi forma di intrattenimento anche i cosiddetti mmorpg (Massively Multiplayer Online Role-Playing Game) vanno dosati, capiti e soprattutto il bambino non va lasciato solo di fronte a tanti stimoli, ma il valore dei giochi virtuali &egrave; alto e attraverso queste forme ludiche i pi&ugrave; piccoli possono imparare a socializzare e a dare un valore al denaro, alla vita, al tempo. Insomma, a crescere.</p><p align="justify">I genitori dovrebbero temere meno i pericoli e capire che i bimbi grazie ai metaversi (ovviamente quelli pi&ugrave; adatti alla loro et&agrave;) imparano importanti valori.</p><p align="justify">A organizzare il convegno &egrave; stata la MacArthur Foundation, che da tempo dedica energie e capitali per cercare di capire e quantificare l&rsquo;impatto dei mondi virtuali sull&rsquo;infanzia. Doug Thomas, professore associato alla USC's Annenberg School of Communication, elogia i metaversi e porta come esempio la loro natura propriamente commerciale, che insegna, giocando, concetti difficili da incontrare per i giovanissimi, con il pregio di una simulazione, ovvero senza un&rsquo;esposizione reale.</p><p align="justify">Sono tanti i giochi che incarnano i valori citati. Uno degli esempi pi&ugrave; calzanti &egrave; Club Penguin , ribattezzato il MySpace dei bimbi: questi ultimi controllano i loro pinguini-avatar, lanciano palle di neve e stringono amicizie. Gli animali hanno differenti caratteristiche e differenti occupazioni.</p><p align="justify">C&rsquo;&egrave; il pinguino bagnante, il pinguino cameriere e il pinguino che fa sci nautico. Inoltre, con l&rsquo;argent de poche in dotazione, i ragazzini possono dare loro un igloo e vestirli, oltre che provvedere ai loro bisogni.&nbsp;</p><p align="justify">Il Bullismo&nbsp;&egrave; &nbsp;l&rsquo;altra accusa ricorrente rivolta ai mondi virtuali, ovvero quella di insegnare atteggiamenti di prevaricazione e violenza attraverso il gioco. La risposta degli esperti &egrave; corale e dettata dal buon senso: &laquo;S&igrave;, esiste il bullismo nei mondi virtuali, ma non &egrave; poi cos&igrave; diverso dal mondo reale&raquo;. Il consiglio ai genitori per difendersi dai rischi dei giochi virtuali &egrave; sempre il solito: &laquo;Accompagnate i vostri figli in quei mondi, andateci con loro, non lasciateli soli&raquo;.</p><br /><a href="http://www.wintricks.it/framer.php?url=http://www.news.com/What-kids-learn-in-virtual-worlds/2009-1043_3-6218763.html?tag=nefd.lede" target="_blank">Altre Info </a><br /><br /><br /><br /><br />