PDA

Visualizza versione completa : [*buntu] Linux e partizioni


Papillon56
16-10-2007, 17.31.05
Ho deciso di provare Ubuntu.. e volevo solo un chiarimento circa l'installazione e la partizione del disco

nel pc ho due HD su C:/ ho windows in NTFS mentre il secondo HD lo uso solo per backup e varie; il disco è formattato in FAT32 e qui intendo creare una partizione per Linux. Logicamente lascerò al nuovo S.O uno spazio adeguato e credo che Ubuntu stesso formatterà nel file sistem che sarà necessario... è corretto?
La restante partizione del disco vorrei poi continuare ad usarla per i miei backup e varie
Quindi come devo procedere'? Se divido il disco in due partizioni la partizione dove non avrò linux rimarrà in fat32? Oppure c'è qualche operazione che dovrò fare terminata l'installazione di linux?.. Non ne capisco molto di partizioni ... mi chiarite le idee? Quali passi devo fare?
Grazie

Gergio
16-10-2007, 17.43.05
se lasci fare tutto a Ubuntu potresti ritrovarti con una situazione che magari non ti aggrada: io ti consiglio il partizionamento manuale, che comunque non e' un'operazione complicata. Se il secondo hd contiene dati che non vuoi perdere prima e' necessario ricavare una partizione con un programma tipo Partition Magic, che consente di ridimensionare le partizioni esistenti (e di aggiungerne altre) senza, in teoria, perdere i dati esistenti. Scrivo "in teoria" perche' queste operazioni non sono mai sicure al 100% quindi consiglio, se hai dati che non vuoi perdere, un bel backup. Alla fine di queste operazioni, puoi cominciare a giocare col partizionamento attraverso Ubuntu. Se invece il secondo hd e' solo un backup di cose che hai gia' altrove, puoi partizionare direttamente tutto il secondo hd.
Per creare una partizione devi innanzitutto selezionare l'hd su cui crearla e poi decidere la dimensione, il tipo di file system e il mount point.
Io ti consiglio di creare 3 partizioni: una di swap, una con file system ext3 e mount point "/" (root) e un'altra ext3 con mount point "/home". In questo modo, se dovessi stancarti di Ubuntu e volessi provare ad installare un'altra disutribuzione, puoi formattare e installare il nuovo sistema nella partizione di root e riproporre il mount point /home per la partizione home esistente cosi' da non perdere le impostazioni e i dati dell'utente che andrai a crearti. Se vuoi visualizzare anche il primo hd puoi assegnare un mount point (es: /media/win-c e /media/win-d, ma puoi scegliere quello che vuoi) e selezionare il file system preesistente (ricordati di non formattare ;))

Gergio
16-10-2007, 17.47.20
dimenticavo!

prova a dare un'occhiata alle altre discussioni di questa sezione: noti niente di diverso rispetto alla tua?

Bravo! Alla tua manca il tag... ;)

Papillon56
16-10-2007, 18.39.33
dimenticavo!

prova a dare un'occhiata alle altre discussioni di questa sezione: noti niente di diverso rispetto alla tua?
Hai ragione.. ...sorry!!! :wall: adesso vedo se posso modificare il titolo



Allora io non ho problemi a spostare i dati da D:/ ad un HD esterno che ho libero..
Quindi conviene che svuoto il disco (160GB)e lo formatto normalmente?
Mi dici solo cosa è il "mount point".. (io l'ho interpretato come il "nome" da dare alle varie partizioni... sbaglio?
Come dicevo non ho conoscenze nel settore... :crying:
Correggimi se sbaglio... (molto facile!!!)
1) sposto i miei dati da D:/ ad altra sede
2) formatto il disco e creo 4 partizioni ..

una da 5GB per SWAP (va nominata???come??)
una di swap

una da 25GB per Ubuntu
(da nominare "root"??)"una con file system ext3 e mount point "/" (root)

una da 30GB per usi futuri
(da nominare /home?)
ext3 con mount point "/home".

Il restante spazio di 100Gb vorrei tenerl0 in fat 32 e rimetterci i dati esportati (possibile??)
3) installo ubuntu sulla 1°a partizione da 20GB.

Formattando il disco (non tramite Ubuntu) mi verrà offerta la scelta del file sistem da assegnare per ogni partizione?
Tenete presente che E:/ ed F:/ sono già assegnate per masterizzatore e lettore...
Non cacciatemi... mi sto cimentando in qualcosa che non conosco.. i tutorial che ho letto mi hanno mandato in confusione più di quello che ero prima... troppi termini tecnici per profani... :wall: :wall:
Grazie

Gergio
16-10-2007, 23.37.38
Hai ragione.. ...sorry!!! :wall: adesso vedo se posso modificare il titolo
:)


Allora io non ho problemi a spostare i dati da D:/ ad un HD esterno che ho libero..
Quindi conviene che svuoto il disco (160GB)e lo formatto normalmente?
lo formatti direttamente da ubuntu, in fase di installazione


Mi dici solo cosa è il "mount point".. (io l'ho interpretato come il "nome" da dare alle varie partizioni... sbaglio?

il mount point e' il punto in cui troverai le varie directory. Piccolo riassunto su come vengono considerate le directory in linux: in cima a tutto c'e' la root e poi tutte le altre sono le diramazioni che possono essere fisicamente su diverse partizioni (o su floppy, cd, dvd, chiavette usb, macchinette del caffe'...), ma montate in modo che vengano viste all'interno delle diramazioni

1) sposto i miei dati da D:/ ad altra sede
ok


2) formatto il disco e creo 4 partizioni ..
formatti direttamente in fase di installazione di ubuntu. Quando crei le partizioni hai la possibilita' di scegliere il file system e il mount point (non preoccuparti: quando lo vedi, capisci)

una da 5GB per SWAP (va nominata???come??)
mi sembra eccessiva, una volta si calcolava lo swap come (circa) 3/2 della ram, ma erano tempi in cui la ram si aggirava intorno ai 256 MB. Credo che se metti una partizione per lo swap di 1GB te ne avanza anche ;)


una da 25GB per Ubuntu
(da nominare "root"??)

una da 30GB per usi futuri
(da nominare /home?)

Il restante spazio di 100Gb vorrei tenerl0 in fat 32 e rimetterci i dati esportati (possibile??)

3) installo ubuntu sulla 1°a partizione da 20GB.
perfetto

Formattando il disco (non tramite Ubuntu) mi verrà offerta la scelta del file sistem da assegnare per ogni partizione?
Tenete presente che E:/ ed F:/ sono già assegnate per masterizzatore e lettore...

se non formatti tramite ubuntu credo tu possa scegliere solo tra fat32 e ntfs. Le lettere non sono un problema di linux: le partizioni sono viste in base a una logica diversa, che permette di identificare il disco su cui sono create e la posizione all'interno del disco stesso. Provo a spiegare: il primo hard disk (master sul primario) e' chiamato hda e le sue partizioni sono hda1, hda2, ...
Il secondo hd e' hdb (slave sul primario) oppure hdc (master sul secondario), dipende come e' collegato fisicamente all'interno del pc e le partizioni sono quindi hdb1, etc o hdc1 etc. Questo a grandi linee, ma dovremmo distinguere tra partizione primaria e logica, tra dischi IDE o SCSI... ma al momento credo non ci interessi. Ti interessa sapere che, se formatti con il file system di linux, da windows non vedrai le partizioni linux per cui le lettere delle tue unita' rimarranno invariate

Dato che hai a disposizione un hard disk distinto, non avere paura di provare (e magari sbagliare): vedrai che ne uscirai vincitore :)

Papillon56
16-10-2007, 23.49.34
Che ci provo è garantito!!..http://img462.imageshack.us/img462/4034/thumbupwoz9.gif
.ma un conto è provare totalmente al "buio" di nozioni.. un conto è provare adesso che ho almeno un minimo barlume su come stanno le cose...seppure per grandi....ma che dico grandi....enormi linee!!
ti terrò informato....anzi ...credo che avrò ancora bisogno di molto supporto!!
Thanks