PDA

Visualizza versione completa : ADSL: altri balzelli


Robbi
11-04-2007, 08.51.11
<p align="center"><img hspace="0" src="http://www.bloggiando.com/wp-content/uploads/2006/12/adsl.gif" align="baseline" border="0"></p><p align="justify">Anche dopo la conversione in legge del Decreto Bersani i principali operatori ADSL fanno pagare dei costi fissi di recesso dal contratto al consumatore.Altroconsumo_ha inviato una lettera di segnalazione e di protesta al presidente dell’AGCOM, Corrado Calabrò, e ad Antonio Catricalà, presidente dell’Antitrust.</p><p align="justify">Prima del decreto Bersani, per poter cambiare operatore il consumatore doveva attendere la scadenza annuale del contratto, ma allora non pagava nulla per il recesso. Attualmente gli operatori accettano il recesso prima della scadenza annuale, ma pretendono di essere pagati per questo.</p><p align="justify">Questi costi rappresentano a tutti gli effetti degli ostacoli che non invogliano a cambiare operatore ADSL.La denuncia si riferisce ad Alice Telecom, Libero Wind e Tele2, i quali non faranno più pagare i restanti canoni alla chiusura anticipata del contratto, ma hanno inventato una penale per chi disdice in anticipo, pari a 40 euro (60 euro per Tele2).</p><p align="justify">L'associazione dei consumatori ha messo anche sotto la lente Tiscali, Ngi.</p><br /><br /><a href="http://www.wintricks.it/framer.php?url=http://www.altroconsumo.it/map/show/12340/src/151003.htm" target="_blank"> <li>Altre Info</li> </a><br /><br />

Thor
11-04-2007, 09.04.32
(N) no comment :mad:

DooZer
11-04-2007, 09.08.00
Ma perchè è sempre così in Italia: Viene fatta una legge...Dopo tutti fanno quello che STRAC***O gli pare e nessuno gli dice nulla.

RNicoletto
11-04-2007, 09.09.37
Speriamo l'Anti-trust se li inc#li tutti!! :grrr:

zen67
11-04-2007, 09.20.55
Speriamo l'Anti-trust se li inc#li tutti!! :grrr:

con la sabbia in più per un feeling abrasivo.... :grrr: :grrr:

bricci_mn
11-04-2007, 09.25.14
Speriamo l'Anti-trust se li inc#li tutti!! :grrr:

Mah... sento qualcosa che mi si incu...nea tra le natiche... ZAC! :mm:

Noooooo è l'Antitrust che non fa nulla ai provider, ma visto che gli piace la penetrazione, allora se ne frega e mette a PiGreco/2 l'utenza... :x:

Fatta la legge... :grrr: :inkaz:

MIK0
11-04-2007, 10.48.37
Si ma davvero, qui si fa quello che si vuole, sempre, e non ci sono conseguenze pesanti. Ci vuole una bella dittatura che prende la prima azienda che fa qualcosa che non va (e con ovvi loschi fini) e legge o non legge la fa chiudere. Sono sicuro che quelle rimaste poi si mettono in riga.

miguel
11-04-2007, 11.00.38
Si ma davvero, qui si fa quello che si vuole, sempre, e non ci sono conseguenze pesanti. Ci vuole una bella dittatura che prende la prima azienda che fa qualcosa che non va (e con ovvi loschi fini) e legge o non legge la fa chiudere. Sono sicuro che quelle rimaste poi si mettono in riga.
Se da un lato sono parole di un pazzo, dal punto di vista realistico sarebbe l'unica cosa da fare....

Comunque nel decreto Bersani si parla chiaramente di un rimborso di spese di chiusura del contratto, che deve essere chiaramente proporzionato alle spese effettive per chiudere il rapporto con il provider.
Quaranta euro non mi sembrano molti, cosi a prima vista; giusto un paio d'ore di lavoro.

MIK0
11-04-2007, 11.15.16
Se da un lato sono parole di un pazzo, dal punto di vista realistico sarebbe l'unica cosa da fare....
Non l'avrei detto se no, in teoria non si dovrebbe arrivare a questo, chi sbaglia dovrebbe già pagare di suo già ora, ma non avviene e la si scampa sempre. E' troppo facile se si può fare sempre e cmq quello che si vuole. Basterebbe una sanzione grosso quando si fanno certe cose. Solo che un'azienda grossa la si tiene in piedi con ogni mezzo e questo non è molto equo.

Comunque nel decreto Bersani si parla chiaramente di un rimborso di spese di chiusura del contratto, che deve essere chiaramente proporzionato alle spese effettive per chiudere il rapporto con il provider.
Quaranta euro non mi sembrano molti, cosi a prima vista; giusto un paio d'ore di lavoro.
Certo, parla di rimborsi spese di chiusura del contratto, spese che ovviamente non hanno quel prezzo ma sono infinitesimali a confronto. Considera che a normale scadenza del contratto non si paga e che per assurdo chiudi il contratto l'undicesimo mese vai a pagare di più che a farne dodici. Questa è semplicemente una scappatoia legale trovata da telecom. L'eliminazione dell'obbligo di onorare il contratto per un anno o di pagarlo cmq anche in caso di rescissione del contratto è stato introdotto per permettere all'utente finale di poter cambiare gestore come e quando vuole e non essere obbligatoriamente legato ad un gestore. Questo permette di poter far funzionare la concorrenza in modo migliore. Prima si era obbligati a rimanere con un gestore, qualunque cosa facesse, perchè cambiare era un odissea e quindi il gestore non aveva grossi obblighi. Invece dovrebbe avere il terrore che il cliente cambi e quindi offrire una proposta competitiva che lo invogli a restare. Prima si prendevano solo il lato positivo di avere il cliente e niente oneri, il decreto mirava a questo.
Il problema è che sono riusciti cmq a mettere questo costo di 40 euro per la disdetta del contratto (che ricordo richiede cmq una raccomandata a carico del cliente mentre loro possono farti il contratto molto più facilmente, altra cosa da cambiare secondo me). Non sono nemmeno troppo sicuro che la procedura ora sia più veloce. Secondo me dovrebbero mettere un limite (multabile) di tempo minimo per disattivazione e ripristino con altro gestore, non c'è motivo per il quale non si possa fare in modo di disattivare e riattivare lo stesso giorno, basta mettersi daccordo.

bricci_mn
11-04-2007, 14.27.31
Si ma davvero, qui si fa quello che si vuole, sempre, e non ci sono conseguenze pesanti. Ci vuole una bella dittatura che prende la prima azienda che fa qualcosa che non va (e con ovvi loschi fini) e legge o non legge la fa chiudere. Sono sicuro che quelle rimaste poi si mettono in riga.

Ogni nazione ha il governo che si merita.
La vera democrazia annienterebbe 'sti cialtroni che litigano della politica sulla politica.
La politica, invece, deve essere lì per governare.

Fate un salto nei paesi baltici, ex nazioni sovietiche: vitali, cortesi, pronti e attenti a tutto ciò che è produttivo, a internet, a sostenere le aziende che vogliono investire...

Con le dittature non si va molto in là e a guadagnarci sono sempre i soliti, i furbi. Con i cittadini che possono far valere i propri voti, allora sì.

MIK0
11-04-2007, 14.36.51
Ogni nazione ha il governo che si merita.
La vera democrazia annienterebbe 'sti cialtroni che litigano della politica sulla politica.
La politica, invece, deve essere lì per governare.

Fate un salto nei paesi baltici, ex nazioni sovietiche: vitali, cortesi, pronti e attenti a tutto ciò che è produttivo, a internet, a sostenere le aziende che vogliono investire...

Con le dittature non si va molto in là e a guadagnarci sono sempre i soliti, i furbi. Con i cittadini che possono far valere i propri voti, allora sì.

Si beh, il mio intervento è da prendere mezzo seriamente, so anche io che una dittatura non sarebbe il massimo (salvo avere una sola persona da destituire). Il problema è che ora come ora non si va da nessuna parte perchè cmq non c'è tutta questa possibilità di farsi valere.

Il problema è che legge o non legge, bisogna riuscire a farla valere anche sulle grandi aziende.

bricci_mn
11-04-2007, 15.48.37
Si beh, il mio intervento è da prendere mezzo seriamente, so anche io che una dittatura non sarebbe il massimo (salvo avere una sola persona da destituire). Il problema è che ora come ora non si va da nessuna parte perchè cmq non c'è tutta questa possibilità di farsi valere.

Il problema è che legge o non legge, bisogna riuscire a farla valere anche sulle grandi aziende.

Giusto, e avevo capito il tuo tono... :)
Il merito della legislazione italiana è che le regole sono sempre bellissime, ma o troppe, o troppo interpretabili.
Ancora di più se oltre ai massimi sistemi prendiamo in considerazione un caso eclatante, come quello della mania tutta italiana di non mettere come comunicazione legale cosa bisogna farsene di uno strumento o di un qualcosa che sia regolamentato: c'è sempre e solo scritto che le punizioni per i trasgressori all'uso della cosa sono così e colà...
Ad es. poniamo il codice della strada italiano e l'omologo inglese (Highway Code): 864 pagine dell'edizione minor 2007, contro la versione 2007 completa britannica che ne conta 100 (cento!).
L'inglese dice:"questo si fa, questo non si fa". Chi sgarra, lo sa.
Quello italiano manco hai voglia di guardarlo: è già brutto di suo vederne le dimensioni!!! :)

retalv
11-04-2007, 18.57.14
Personalmente mi interessa una cippa in quanto ho il contratto da ben piu' di un anno e sono intenzionato a mantenerlo (sola telefonia, ADSL troppo cara) ma...

Questo e' il prologo...


Gentile Xxxxxxx Xxxxxxx,

a seguito dell'entrata in vigore del Decreto Legge n. 7, "Decreto Bersani" del 31 Gennaio 2007, FASTWEB ha adeguato le proprie Condizioni Generali di Contratto.

Pertanto, l'articolo "Durata del Contratto Fastweb/e.BisMedia/Raiclick - Recesso" delle Condizioni Generali di Contratto è stato integralmente modificato.

Per prendere visione del nuovo articolo clicca qui.

Il nuovo articolo delle Condizioni Generali di Contratto prevede applicazione immediata.
Le variazioni dell'articolo risulteranno applicabili, comunque, solo se relative al suo abbonamento e/o alla data di sottoscrizione dello stesso.

E' sua facoltà recedere dal Contratto entro i termini previsti dalle Condizioni Generali di Contratto. In mancanza del suddetto recesso la modifica di tale articolo si considererà da lei accettata.

La informiamo inoltre che FASTWEB ha abolito i costi di ricarica e la scadenza del credito prepagato.

Per qualsiasi approfondimento troverà tutte le informazioni disponibili consultando la sua MyFastPage oppure semplicemente scrivendo all’indirizzo
e-mail: fastweb@fastweb.it
Cordiali saluti,
FASTWEB S.p.A

Quello che segue e' il PDF di epilogo...

MIK0
11-04-2007, 19.03.49
Ho letto male o in pratica se recedi prima devi pagargli come se avessi fatto l'anno completo? che cambia da prima a parte le parole?
Simpatici cmq.

retalv
11-04-2007, 19.49.30
Praticamente nulla... dovrebbero pero' spiegarci a cosa servono gli €uri che abbiamo sborsato per attivare il contratto... costa cosi' tanto scollegare un doppino da una parte e ricollegarlo da un'altra, poi fare una telefonata in centrale per la configurazione del router con i parametri dell'HAG ?

Voglio raccontarvi anche questa e se tra i lettori ci sono abbonati FW traggano le proprie personalissime conclusioni ...

E' da un po' che non si presentano i problemi che vi narrero', ma all'inizio del contratto e' stata una peregrinazione...

Dopo qualche mese l'HAG ebbe dei problemi e venne sostituito, dopo il primo anno nuovi problemi con nuova sostituzione dell'HAG, dopo un'altro anno aridanghe... nuova sostituzione dell'HAG... e fin qui chisenefrega sono problemi loro se le apparecchiature fanno cilecca... poi mi sono messo a fare quattro chiacchiere con l'ultimo tecnico.

(nota: all'inizio dovevano passare 24h dal guasto perche' venisse inoltrata la richiesta di assistenza, l'ultima volta richiedevano 48h... si vede che ci vogliono 48h per capire che il telefono non funziona anche dopo aver scollegato l'hag per 120" e poi averlo riattaccato una decina di volte per constatare che non veniva eseguito il link! o forse basta semplicemente rispondere "...si, sono 48h che ho il problema..." ;) )

Comunque... il tecnico mi ha spiegato (ma e' una cosa piu' che normale) che lavorava per una ditta che lavorava in sub-appalto di un sub-appalto e che il loro compenso di chiamata era di 50€ qualunque fosse il tempo di intervento.

A suo dire pero', succedeva non troppo raramente che per picca (ovviamente non nei confronti di chi effettua la riparazione, ma di FW) i clienti ripetevano la richiesta di intervento di li a poco, comunque prima di 30gg dal primo intervento.

Questo per la sua ditta (e probabilmente parte della ditta era lui stesso) era un danno in quanto FW non paga gli interventi successivi al primo nei 30gg seguenti, anche se il difetto riguarda aspetti totalmente diversi dall'intervento originario (!).

E' ovvio che FW usa questo tipo di contratti per tutelersi sia dai cattivi interventi sia da questo possibile (infantile) senso di rivalsa del cliente che in parte scaturisce dal "...e' tutto gratis.." ma anche dal "...adesso ve la faccio purgare chiamando l'assistenza un giorno si e uno no!".

Ciao!

bricci_mn
11-04-2007, 22.50.47
Ovvio che coi se e coi ma non si va da nessuna parte, però è ovvio che c'è gente che lavora e che deve portare a casa la pagnotta.
Quando trovi il tecnico bravo e in gamba, certo è che ci guadagnano tutti, sia in immagine sia in soddisfazione... :) :inn:

Peccato solo che siano mosche bianche e che spesso ci si trovi sbattuti contro il muro di gomma dei call center in mano a (poveri) centralinisti che sono istruiti a far passare meno telefonate possibili... :wall:

Robbi
03-05-2007, 08.59.28
Aggiornamento (http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni/scienza_e_tecnologia/telef/tlc-contratto-annuale/tlc-contratto-annuale.html)
Le solite italiche furbizie! :mpp:

RNicoletto
03-05-2007, 10.23.44
Aggiornamento (http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni/scienza_e_tecnologia/telef/tlc-contratto-annuale/tlc-contratto-annuale.html)
Le solite italiche furbizie! :mpp:
Davvero vergognosi! :inkaz:

Da consumatore spero che l'Autorità Garante utilizzi il pugno di ferro contro queste pratiche da italietta.