PDA

Visualizza versione completa : Petizione NO-IPRED2


Macao
07-04-2007, 14.19.45
Si chiama http://www.no-ipred2.org/ il sito appena nato che si prefigge di dar voce alla mobilitazione contro la proposta di direttiva IPRED2, e lo fa partendo dall'assunto che segue:

"Con la direttiva IPRED2 al Parlamento Europeo si cerca di far passare l'ennesimo tentativo degli intermediari della cultura di preservare il loro status di privilegio e rendita di posizione. Due sostanzialmente sono le cose che fanno rabbrividire in questa iniziativa: la privatizzazione delle indagini, la Polizia verrebbe affiancata dai tecnici della major che piange il danno, e l'assoluta equiparazione del reato di chi viola il "diritto d'autore" senza scopo di lucro e chi lo viola con lo scopo di sfruttarlo commercialmente traendone un illecito guadagno".

Al momento sul sito, dove via via i promotori della mobilitazione aggiungeranno contenuti e link, è presente l'intero testo della lettera del senatore Fiorello Cortiana ai membri del Parlamento Europeo, che sollecita un loro immediato intervento per evitare che il 24 aprile la direttiva sia approvata così com'è.

Il link principale proposto dal sito è quello alla petizione web (http://www.petitiononline.com/IPRED2/petition.html) a cui chiunque può partecipare e che è destinata a rafforzare l'iniziativa.

Un importante passo dell'iniziativa in atto si compirà il prossimo 16 aprile. È infatti previsto per allora un convegno sulla direttiva IPRED2 organizzato dalla commissione Cultura della Camera dei Deputati. Tra le presenze previste, alcune ancora da confermare, oltre allo stesso Cortiana ci sono quelle di Pietro Folena, presidente della commissione parlamentare, Nicola Zingaretti, relatore della direttiva all'Europarlamento, e altri esperti come Arturo Di Corinto, Stefano Rodotà, Giuseppe Corasaniti. Prevista anche la partecipazione di un rappresentante delle associazioni dei provider. Tutti i dati del convegno saranno pubblicati non appena disponibili in forma definitiva sul sito http://www.no-ipred2.org/

Fonte (http://punto-informatico.it)