PDA

Visualizza versione completa : iTunes sferra l'attacco al DRM


Sbavi
03-04-2007, 10.25.41
<p align="center" /><p align="center"><img hspace="0" border="0" align="baseline" src="http://img221.imageshack.us/img221/3135/cdlocked656f74nb8.jpg" /></p><br /><br /><br /><p align="justify">Si è tenuta a Londra una <a target="_blank" href="http://www.emigroup.com/Press/2007/press18.htm">conferenza stampa</a> che ha visto_nascere un accordo_tra Apple Inc._e la nota casa discografica EMI, che farà tremare dalle fondamenta tutte quelle aziende (Microsoft in primis) che sostengono con tenacia i DRM (<em>Digital Rights Management</em>).</p><p align="justify">Per i pochi che ancora non lo sapessero ricordiamo che con il DRM (<em>Digital Rights Management - Gestione dei Diritti Digitali</em>) vengono applicate ai file audio (<em>mp3, wma, aac, ecc.</em>) delle protezioni contro la copia che spesso_permettono l'ascolto del brano regolarmente acquistato su un numero limitato di dispositivi. Se ad esempio acquistiamo regolarmente un brano musicale protetto da DRM, lo si potrebbe ascoltare solo_PC sul quale viene scaricato e su un player MP3,_e la stessa canzone diverrebbe inutilizzabile in un cellulare o sul proprio notebook.</p><p align="justify">L'affare, di una semplicità disarmante, è andato in porto e prevede la vendita dell'intero catalogo EMI, digitalizzato con <strong>codifica ad alta qualità AAC 256 kbps e privo delle protezioni DRM</strong>, su <a target="_blank" href="http://www.itunes.com/"><strong>iTunes</strong></a>_alla cifra di $ 1.29 / traccia. Un prezzo di tutto rispetto se pensiamo che al momento l'intero catalogo_iTunes viene offerto a $ 0,99 al pezzo, ma codificato in AAC 128 kbps e comprensivo di DRM!</p><p align="justify">Mentre Steve Jobs, leader di Apple, gongola per la mazzata sferrata ai rivali di Redmond che rimangono fervidi sostenitori del DRM, la speranza è quella che anche le altre major discografiche intraprendano la stessa_filosofia di mercato_della EMI Music.</p><p align="center" /><p align="center">Queste alcune delle slides proiettate nel corso della conferenza stampa:</p><p align="center"><img hspace="0" border="0" align="baseline" src="http://img221.imageshack.us/img221/1182/emi554e349kx1.jpg" /></p><p align="center"><img hspace="0" border="0" align="baseline" src="http://img221.imageshack.us/img221/5360/emi25263c6dx7.jpg" /></p><p align="center"><img hspace="0" border="0" align="baseline" src="http://img221.imageshack.us/img221/3060/emi453ea91tu4.jpg" /></p><p align="center" /><br /><a href="http://www.wintricks.it/framer.php?url=http://www.apple.com/pr/library/2007/04/02itunes.html" target="_blank"> <li>FONTE</li> </a><br />

skizzo
03-04-2007, 10.38.39
Da aggiungere che - se non sbaglio - il prezzo dell'album completo resta invariato, in modo da incentivare l'acquisto del disco completo...e secondo me è una buona cosa, visto che compro solo la musica che vale la pena ascoltare e quando lo faccio VOGLIO il disco completo.
E 9.99 per un CD completo, senza DRM, e di buona qualità - pur compresso - secondo me è un prezzo accettabile.
Speriamo EMI non sia la sola...

Gergio
03-04-2007, 10.56.44
direi _che e' una _buona_notizia: speriamo che_ anche gli altri _seguano l'esempio_

:)_

Robbi
03-04-2007, 11.01.36
Concordo_

_;)