PDA

Visualizza versione completa : 3 temi scottanti


mikele
24-05-2001, 02.35.55
se ne è parlato tanto se ne parla e mi sa che se ne parlerà tantissimo nei prossimi 5 anni.......
tre temi sul piano sociale si stagliano :

-legalizzazione droghe leggere....

-matrimoni omosessuali

-l'immigrazione islamica è per un pericolo per la cultura cattolica Italiana.....

senza finire nella politica più blanda.....sarebbe bello vedere un thread bello fertile ...magari con un pò di peperoncino....ma giusto per vedere un po di opinioni....
Trinity mo se li faccio litigare tutti non prendertela poi con me ;)

Antares
24-05-2001, 03.02.20
Ehm, non è che hai mescolato troppe cose insieme? :rolleyes:

Ps: dire che - l'immigrazione islamica è per un pericolo per la cultura cattolica Italiana - mi pare una tavanata galattica.... pensa solo alla Francia che ha milioni di extracomunitari. :rolleyes:

SHEWOLF
24-05-2001, 05.07.52
Beh, credo anch'io che tre thread in uno siano effettivamente un po' troppi,specialmente considerando che i temi proposti sono molto importanti e meriterebbero di essere approfonditi singolarmente.
Comunque sia ecco in maniera molto succinta qual'è il mio pensiero:

-sono a favore della legalizzazione delle droghe leggere, anche se non ho ben chiare quelle che potrebbero essere nella pratica le modalità di attuazione di questa legalizzazione. Mi spiego: vorrei che chi fa uso di droghe leggere non fosse perseguito penalmente, ma nello stesso tempo non vorrei vedere la marijuana al supermercato....

-ben vengano, per quel che mi riguarda, i matrimoni tra omosessuali. Io mi auguro che un bel giorno sparisca del tutto l'istituzione del matrimonio. Ma intanto, contenti loro.......

-della cultura cattolica, francamente, non me ne può importar di meno, le paure sono altre.....
Se devo essere sincera, quando sento parlare di musulmani mi vengono in mente i fondamentalisti islamici con tutto quel che ne consegue......
So di sbagliare dicendo questo, e che quelli di cui sto parlando sono solo una frangia estremista della religione e della cultura islamica, tuttavia non posso impedirmi di pensare che anche tra i più moderati, la tendenza è quella.......
D'altra parte, come ricorda giustamente Antares, in altri paesi che pure hanno accolto molti più immigrati di noi, la cultura sembra non averne sofferto.......
Speriamo bene.........:)

Billow
24-05-2001, 09.39.39
Originally posted by Antares

Ps: dire che - l'immigrazione islamica è per un pericolo per la cultura cattolica Italiana - mi pare una tavanata galattica.... pensa solo alla Francia che ha milioni di extracomunitari. :rolleyes:

Antares se mi concedi.....;)
non sono pienamente d'accordo...
la Francia ha ben altre abitudini rispetto alle ns. che come sempre ci dimostriamo "ITALIOTI" in ogni cosa.. ;)

Loro avevano colonie sparse in mezzo mondo.....
noi al max la povera abissinia.... (che non dimentichiamo sta vicino al famoso BIAFRA), dove oltretutto la maggioranza è COPTA.... quindi cristiana.....

dei primi due punti non mi tange un granchè... anche se avrei parecchie difficolta' davanti a 2 uomini che si presentano come marito e moglie

mi sono sempre trovato in forta imbarazzo invece con i mussulmani... per la loro FORMA MENTIS, tesa a convincerti che "ESSI" hanno ragione, e noi siamo dei cretini...
la loro fede è l'ultima in ordine di tempo, e quindi la migliore............

che le loro abitudini sono giuste.. e noi siamo dei TROGLODITI in quanto mangiamo carne di maiale,
che le loro abitudini sessuali sono + consone... (bigamia compresa)....

non so io mi ci sono trovato SEMPRE male.... sia in Europa, (Bosnia Kosovo) che in nord africa....

E poi qualcuno mi deve spiegare perchè per mia moglie (notoriamente di origine Slovena, cattolica, EUROPEA e distante dal confine italiano 98 Km) ho dovuto presentare una tonnellata di carte per il permesso di soggiorno.... compreso il mio "740" - malgrado la dicitura - MATRIMONIO - ricongiungimento familiare...
mentre il marocchino o l'albanese.... presentano la richiesta..... con le voci compilate in questo modo:

motivazione = TURISMO
durata = indeterminata
mezzi di sostentamento = altro...


qualcuno mi spiega queste risposte...
in quanto a me , fanno parecchio incacchiare... :eek:

tutto quà....
senza rancori.... ;)

[Edited by Billow on 24-05-2001 at 09:44]

Daniela
24-05-2001, 14.38.40
Mmmh vediamo:

- Per il primo tema, quello delle droghe leggere, non saprei che dire. Io non ne faccio uso, ma capisco che al contrario le persone che lo fanno non vogliono sentirsi dei criminali ed è giusto. Però non mi piace la campagna mediatica a favore della loro legalizzazione che c'è nell'aria da un po' di tempo, quella del "tanto lo fanno tutti". Non è vero. Secondo me ci vogliono altre argomentazioni per giustificare una loro legalizzazione, e mi trovo con Shewolf quando dice che non vorrebbe trovarle al supermercato.

- Matrimoni tra omossessuali. Non ho nulla in contrario, se uno ci tiene a sposarsi non vedo perchè impedirglielo. Dato che il matrimonio è un'invenzione umana, una contratto giuridico e/o un sacramento, ma pur sempre inventato dall'uomo, si potrebbe trovare qualcosa che si adatti anche tra i matrimoni tra persone dello stesso sesso.

l'immigrazione islamica è per un pericolo per la cultura cattolica Italiana.....

Ecco forse la domanda è impostata male, perlomeno a me ha dato qualche perplessità, perchè vorrei tanto che l'Italia diventasse un pochino più LAICA nelle sue scelte. Ancora devo riprendermi dalla buffonata delle antenne di Radio Vaticana: tanti proclami e minacce di stracciarsi le vesti e poi tutti zitti e a cuccia per non incattivirsi l'elettorato cattolico :rolleyes:
Francamente, vorrei che prima o poi si evitasse di mettere l'aggettivo cattolica vicino alle parole cultura italiana perchè secondo me l'identità italiana è molto più di questo. Poi, sarà che sono un'idealista, ma credo ancora che si possa far convivere insieme più culture diverse, e quando vado a prendere mio nipote all'asilo e vedo bambini di varie nazionalità giocare insieme senza i problemi che si fanno gli adulti, beh allora mi dico che ancora qualche speranza ci deve ancora essere.

:) :)

EcHo2K
24-05-2001, 15.03.46
beh, qui potrei fare un trattato di diverse pagine...ma vediamo di rimanere sintetici.
Punto primo.

le droghe leggere vanno legalizzate, ma in maniera controllata, non certamente disponibili nei supermercati. La storia ci insegna cheil proibizionismo ha sempre portato ad un commercio sottobanco malavitoso in cui lo stato perde e basta per 2 semplici motivi: deve impiegare risorse per combattere lo spaccio di sostanze illegali e non puo' risuotere tasse indirette sulla vendita di queste ultime. Non puo' neanche riscuotere tasse dirette dai venditori perche' non viene rilasciata la fattura. Io propongo una sorta di regolamentazione come quella del tabacco o dei superalcolici, ma disponibile soltanto attraverso il canale delle farmacie.

matrimoni omosessuali...mah, l'amore e' amore ed il matrimonio e' soltanto una rappresentazione formale del sentimento. Lo stato deve garantire liberta' laiche quindi anche consentire il matrimonio omosessuale, ovviamente non si puo' pretendere che la chiesa lo accetti, ma per il matrimonio civile non vedo complicazioni di nessun tipo.

integrazione...tema grandissimo...
l'errore piu' grande che una comunita' soggetta all'ingresso di immigrati puo' fare e' "ghettizzare" l'immigrato ed emarginarlo, costringendolo di fatto a formare una comunita' diversa ed isolata dalla precedente. Prima o poi inevitabilmente le due comunita' si troveranno a lottare per lo sfruttamento di risorse trovandosi in contrapposizione.
Secondo il mio punto di vista la strada da seguire e' quella dell'integrazione che porta a concepire tutti quanti come parte della stessa comunita', quindi tende ad evitare ogni tipo di scontro. Ovviamente non ci si puo' aspettare un integrazione razzo, solo adesso si iniziano a vedere i frutti concreti dell'integrazione determinata dall'immigrazione europea in america, quindi non mi aspetto risultati prima dei 100-150 anni in europa, ma secondo me e' l'unica strada da percorrere.
Tutto questo discorso ovviamente e' stato condotto tenendo come obbiettivo la crescita della societa' e dla globalizzazione, ci sono altri obbiettivi che io non condivido ma che devono essere rispettati, come quello del rifiuto di ogni integrazione e globalizzazione e del rispetto e mantenimento della cultura e tradizione locale, in questa ottica l'ingresso di una comunita' dall'esterno che porta idee diverse e' da ritenersi pericoloso e da combattere, cio' che discuto sono molto spesso i metodi con cui si combatte.
A parte quest'ultima nota concludo con le mie senzazioni, credo che la storia abbia sempre dato ragione a coloro che si sono integrati ed hanno acquisito e condiviso conoscenze con altre culture, a partire dall'impero romano, quindi non credo che la via corretta sia quella di chiudersi a tartaruga...

scusate, mi sono reso conto che forse volevate un discorso + pratico, ma non sono mai stato capace :D so solo filosofeggiare :)

Casper
24-05-2001, 15.20.24
bentornata shewolf... mi hai tolto le parole di bocca :)

Antares
24-05-2001, 16.38.24
Originally posted by Billow
Antares se mi concedi.....;)
non sono pienamente d'accordo...
la Francia ha ben altre abitudini rispetto alle ns. che come sempre ci dimostriamo "ITALIOTI" in ogni cosa.. ;)

Loro avevano colonie sparse in mezzo mondo.....
noi al max la povera abissinia.... (che non dimentichiamo sta vicino al famoso BIAFRA), dove oltretutto la maggioranza è COPTA.... quindi cristiana.....

Verissimo, però la Francia ha saputo affrontare il tema extracomunitari in modo molto più evoluto di noi italiani e di altri paesi europei (e non credo solo perché è stata una nazione colonizzatrice).

Quello che è strano è che, la Francia, malgrado la sua grandeur, o forse proprio per quello, sa dimostrarsi anche molto più tollerante in determinati settori che hanno a che fare con l'essere umano, pur essendo anche la patria di Le Pen, lo xenofobo per eccellenza.

Per esempio proprio in questi giorni, oggi e domani, ha Le Saintes Maries de la Mer in Camargue come ogni anno si tiene il raduno internazionale dei nomadi, altrimenti detti zingari, che da tutta Europa convergono per la loro celebrazione annuale più importante.

In Francia i nomadi hanno assistenza (e naturalmente anche doveri) ben diversi da certe ridicole forme italiane che assomigliano più al volontariato che alla politica.

Sia chiaro che dico questo non essendo in nessun modo francofilo (anzi da Mururoa in poi sono uno dei più fieri oppositori alla politica francese); ciò non toglie che so anche vedere e giudicare certi lati positivi.


mi sono sempre trovato in forta imbarazzo invece con i mussulmani... per la loro FORMA MENTIS, tesa a convincerti che "ESSI" hanno ragione, e noi siamo dei cretini...
la loro fede è l'ultima in ordine di tempo, e quindi la migliore............

che le loro abitudini sono giuste.. e noi siamo dei TROGLODITI in quanto mangiamo carne di maiale,
che le loro abitudini sessuali sono + consone... (bigamia compresa)....

Io sono stato in Ciad per un mese (paese diventato prettamente mussulmano - purtroppo - da bellissime origini Margai, la religione tradizionale) ed ho esperienze nettamente differenti dalle tue.

Non commento ciò che dici perché ho abitudini nettamente diverse dallo standard (vedi l'essere vegetariano).
Nonostante abbia conosciuto molti mussulmani non ho mai avuto esperienze come quelle che descrivi tu (non le metto in dubbio, anche perché ho l'impressione che il mondo mussulmano africano sia piuttosto diverso dal mondo mussulmano asiatico).

Ma questo discorso delle religioni è estremamente spinoso, e troppe sono le cose che dovremmo affrontare da tutte le parti.
Anche la chiesa cattolica ha i suoi integralisti e non dimentichiamo che i contrasti in Irlanda nascono da scontri religiosi di due forme di culto slittate in politica, ma con origini ancora più vicine che non l'islam e il cristianesimo.

non so io mi ci sono trovato SEMPRE male.... sia in Europa, (Bosnia Kosovo) che in nord africa....

E poi qualcuno mi deve spiegare perchè per mia moglie (notoriamente di origine Slovena, cattolica, EUROPEA e distante dal confine italiano 98 Km) ho dovuto presentare una tonnellata di carte per il permesso di soggiorno.... compreso il mio "740" - malgrado la dicitura - MATRIMONIO - ricongiungimento familiare...
mentre il marocchino o l'albanese.... presentano la richiesta..... con le voci compilate in questo modo:

motivazione = TURISMO
durata = indeterminata
mezzi di sostentamento = altro...


qualcuno mi spiega queste risposte...
in quanto a me , fanno parecchio incacchiare... :eek:


Beh, penso che dovremmo fare una distinzione tra extracomunitari e profughi e comunque non ci dimentichiamo che fino a 50 anni fà siamo stati noi gli extracomunitari in America o in altre terre, quindi, visto il passato dovremmo essere forse più clementi. ;)

Lo sai che nel 1900, su una popolazione italiana di 25 milioni scarsi di popolazione, più di un milione e mezzo emigrò?


tutto quà....
senza rancori.... ;)

Figurati. :)

mikele
24-05-2001, 18.33.01
inanzitutto metto in chiaro che il thread che ho creato non conteneva mie opinioni personali estrapolabili dalla formulazione delle domande.....
vedo che più persone sono rimaste un po perplesse dalla terza domandina....
Dovete sapere che questa "paura" è stata formulata dal cardinale Biffi di bologna .....uomo molto importante nella curia Italiana e ......molto molto invischiato attivamente nel mondo politico a livello nazionale....se vi interessa il suo artcolo...(che personalmente mi ha fatto rabbrividire....) lo trovate per intero qui :
http://www.forza-italia.it/rubricario/articolo.jsp?id=165

Avete ragione ...saranno troppi tre topic in uno...ma personalmente mi sono divertito a leggere queste letterone.... :)

niki
24-05-2001, 19.46.39
Per il primo punto sono d'accordo
Per il secondo punto pure
Terzo punto:
La Francia ha una tradizione laica molto più radicata rispetto all'Italia (ricordiamo come il Papa conti ancora pesantemente in Italia) ed inoltre chi commette un reato va in carcere per davvero(stessa cosa anche in Germania che ha oltre 3 milioni di turchi)
In Italia invece chi commette un reato gira tranquillamente in strada danneggiando oltretutto quelli che lavorano(che sono la maggior parte!!): in parole povere quando vedo un tunisino in strada penso che sia uno spacciatore(anche perchè quelli che lavorano non si possono vedere di giorno)
Ribadisco un punto importante: una legge lassista danneggia gli extracomunitari onesti e fa aumentare la paura degli italiani verso essi!!!
Altro punto importante: la religione islamica non ammette lo stato laico ma segue soltanto i dettami del corano e ciò porta inevitabilmente a un conflitto in uno stato laico(ma non ancora troppo radicato) come in Italia
Ricordiamo come in Kosowo in 50 anni gli albanesi dal 50% della popolazione sono passati al 90% del totale: ciò è semplice in quanto le donne albanesi non hanno diritti e possono soltanto fare 9 o 10 bimbi e crescerli dentro casa, viceversa le donne serbe(cristiane) possono uscire e lavorare per cui è difficile fare + di 2 bambini e farli crescere!!!
In italia la cominità + grande in regola è quella filippina,
seguono i cinesi, ma leggendo le cronache nere dei giornali si ha a che fare quasi soltanto con extracomunitari musulmani(albanesi, algerini, tunisini ecc..)
In parole povere chi viene a casa mia (l'Italia) deve rispettare le regole che ci sono come io le rispetto quando vado in una nazione straniera!!!

Billow
25-05-2001, 09.47.58
Niki che dire...
sono al 120 % con te...
lo so mi hanno già dato del razzista...

io preferisco vederla come... CICERO pro domo sua

del resto se la mescolanza di razze fosse così insita nell'animo umano.... già 2000 anni fa' non averebbero detto...
cartago delenda est

e poi....
Kosovo...
- censimento 1947 (TITO va la potere)
rapporto serbi / kossovari 1:1,3 - poco + del 50 % come giustamente specificato da NIKI....
- censimento 1987 (ultimo ufficiale della YUgoslavia intera)
il rapporto varia a 1:6,7 in favore dei kosovari...

embeh lasciatemi qualche perplessità... o sono dei conigli o hanno "importato" un bel po' di gente dall'ALBANIA....

infine concordo in pieno su quanto scritto da NIKI... anche sul fatto che gli immigrati...che "pascolano per le strade, e si crogiolano nell' essere sfaccendati...:

1) sono facile preda della illegalità organizzata... (niente passaporto - doumenti falsi o inesistenti, dubbia provenienza :eek:.....)
2) nuocciono a chi è venuto in Italia regolarmente, magari facendosi il mazzo, magari facendosi prestare soldi dai parenti, ed ha instaurato una sua attività lavorativa, libera o dipendente....

e non pensate che tutti gli stranieri siano MALFATTORI, ce ne soo TANTI che vengono con l'idea di lavorare, ma veramente TANTI.... ;) :)

ho amici Israeliani, Siriani, Giordani, Libanesi, per non parlare di Serbi o Croati, che hanno trovato una ottimale sistemazione nel ns. paese..... ;)


va semplicemente controllato lo STATUS...
abolendo le frasi tipo:
motivazione = TURISMO
durata = indeterminata
mezzi di sostentamento = altro...

ALTRO ?????? quale altro.... :eek: :mad:

Bet
25-05-2001, 10.12.12
Premesso che concordo con Antares quando fa notare che c'è troppa roba nel calderone, vorrei dire questo:

- legalizzazione droghe leggere: che con il proibizionismo non si sia risolta nulla è un dato di fatto, ma ho dei dubbi che con una vendita controllata da parte dello Stato si possa risolvere il problema: poi, e questo è un mio personalissimo punto di vista, credo a certi valori, e che lo Stato possa guadagnare sulla vendita di droghe (leggere o pesanti, poco importa) non mi pare una grande idea. In alcuni casi le droghe leggere sono un trampolino di lancio per droghe pesanti e che lo Stato metta a disposizione un trampolino così, mi lascia perplesso.
E' giusto risolvere il problema concreto ed immediato ma spero che si metta altrettanta passione a cercare di capire e risolvere il problema del perchè si ricorra all'uso di droghe e quindi a prevenire.

- matrimoni omosessuali: l'importante è che che una volta data questa la possibilità, non accada a 30 secondi dopo, che con grande superficialità venga richiesta, e peggio ancora accordata, la possibilità di adottare figli.

- l'immigrazione islamica: qui se non vi dispiace, preferirei accorpare l'argomento con il già menzionato problema di delle antenne di Radio Vaticana. E il motivo è questo: si tratta di due splendidi casi di informazione monca che di fatto travisa il reale andamento dei fatti. E qui dico: o i giornalisti non sanno fare il loro lavoro e non capiscono il senso delle cose, o i giornalisti lo sanno fare "troppo" bene, ma si sa che "il troppo stroppia", ed in quest'ultimo caso si voleva fornire notizie per dare qualcuno in pasto a qualcun altro o semplicemente vendere il proprio prodotto.
Per Radio Vaticana rimando a queste discussioni su Hwupgrade:
http://forum.hwupgrade.it/showthread.php?s=cc92215c5adec2187e6046430103b954&threadid=84431&highlight=Radio

http://forum.hwupgrade.it/showthread.php?s=cc92215c5adec2187e6046430103b954&threadid=90804&highlight=Radio

Dopo cio' si puo ritenere che Radio Vaticana abbia sbagliato o meno, ma questo non è importante: almeno l'argomento lo si vede da un altra prospettiva che permetti dia avere più dati per poterlo valutare correttamente.

Card. Biffi: il link sopra indicato da mikele non è il testo integrale. Se volete integralmente la parte che tratta del "problema mussulmani" è questo: http://digilander.iol.it/elam/csp/biffi.htm#nota
Invito a leggerlo con attenzione.

Riporto inolte a memoria una spiegazione del Card. Biffi, sollecitata da alcuni giornalisti, spiegazione che poi praticamente non ha avuto nessuna diffusione (chissà perchè!): la considerazione di privilegiare l'afflusso di immigrati era unicamente una considerazione vista dalla prospettiva dello Stato: si tratta di quindi di una scelta di "realpolitik" che lo Stato, secondo i suoi ruoli istituzionali, dovrebbe fare in merito a questo problema, in quanto si rischia di generare problemi di difficile soluzione. Esempio: come dovrebbe comportarsi lo Stato di fronte ad una situazione di poligamia nel quale le donne sono messe in condizioni di effettiva inferiorità, alla luce della ns legislazione e nel rispetto delle libertà di coscienza e di religione garantite dalla ns. legislazione?
Opinione condivisibile o meno, ma questo era il problema posto da Biffi.
Biffi ha altresì sottolineato che nel momento in cui lo Stato facesse scelte discriminatorie riguardo all'immigrazione, la Chiesa dovrebbe porsi come voce critica nei confronti di questa scelta dello Stato.
E questo, quasi nessun giornalista l'ha riportato.

Vorrei chiarire una cosa in merito a quest'ultimo problema: ho riportato i fatti come mi pare che oggettivamente siano andati, ma non ho espresso alcun giudizio di merito.
Personalmente penso che per ragioni di opportunità, Biffi avrebbe fatto meglio ad evitare di porre in problema in questi termini o in questa forma, perchè, come poi è accaduto il discorso sarebbe stato strumentalizzato: tanto per parlare chiaramente, dal centro-dx in un modo e dal centro-sx in un altro, ed in tutte due le parti politiche il discorso è stato travisato.
Riguardo al merito, mi trovo d'accordo e mi sento vicinissimo a quanto esposto da EcHo2K.

Antares poi mi ha rubato le parole di bocca quando ha evidenziato che :"Beh, penso che dovremmo fare una distinzione tra extracomunitari e profughi e comunque non ci dimentichiamo che fino a 50 anni fà siamo stati noi gli extracomunitari in America o in altre terre, quindi, visto il passato dovremmo essere forse più clementi.
Lo sai che nel 1900, su una popolazione italiana di 25 milioni scarsi di popolazione, più di un milione e mezzo emigrò?"

Da notare che alcune incongrenze esistono: lo ha già evidenziato Billow con sua moglie slovena, ma pure io sono testimone della marea di carta e delle assurdità che ha dovuto presentare un amico che ha sposato una brasiliana.

Chiedo scusa a tutti per non avere seguito le indicazione della netiquette, ma non ce la faccio proprio a stringere + di così... ;)

[Edited by Bet on 25-05-2001 at 10:17]

mikele
26-05-2001, 03.22.31
Innanzitutto ringrazio Bet per avermi dato maggiore informazione riguardo alla storia sul Cardinale Biffi.
Sono invece molto perplesso su molte risposte al tema sulla legalizzazione delle droghe LEGGERE .......
innanzitutto ill discorso che lo spinello sia l'anticamera dell'eroina mi sa tanto di un pregiudizio sociale dato come dato di fatto sulla base di statistiche molto ingenue....ossia : chi si fa di eroina ...ha iniziato con droghe leggere .......ma possiamo davvero partendo da questa constatazione dare di fatto il suo inverso???????
Perchè non pensare al motivo per cui c'è questa relazione?
Non ci credo che uno si fa di eroina per ingenuità...ma è perfettamente consapevole di cosa va incontro.....ed è quello che cerca....scappare da una vita che non riesce a vivere per rifugiarsi in un mondo inesistente ,artificiale....ed è normale che uno che non si fa problemi a iniettarsi veleno....sicuramente non rifiuta qualsiasi altro tipo di droga.....(e chissà quanti litri di alcool sono passati per la sua gola).....
Ora c'è un muro che secondo me bisogna abbattere.....un qualcosa che io definisco un tabù sociale....
che cos'è la canna?
Droga!!!!! che parola forte e piena di potere....basta questa per intimorire e non farci avvicinare per osservare più da vicino.
E la parola droga non ha unità di misura,è droga e basta.
Non c'è differenza tra dosi ;se pensiamo a questa parola associamo quasi spontaneamente il concetto di dipendenza .
Perchè l'alcool non è sol alcool......ma c'è un bicchiere di vino a cena,ci sono un paio di birre in birreria ,c'è il superalcoolico in discoteca , c'è quello che torna a casa una sera distrutto da una festa ,quello che torna spesso così e poi non so quanti alcoolizzati in clinica di recupero.
Io mi chiedo perchè non c'è la capacità di fare differenze anche all'interno del mondo delle droghe leggere?(VOGLIO PRECISARE CHE PARLO SOLO DI FUMO E MARJUANA).
Perchè non si può vedere il problema piuttosto connesso alla "testa" alla "coscienza e capacità di moderazione" delle persone?
Molte madri muorirebbero di dolore sapendo che un loro figlio si è fumato uno spinello.......e poi le stesse non hanno problemi a comprargli una moto....(sembra azzardato come paragone??? secondo me neanche tanto ).
IO vedo il problema nell'incoscienza ,nell'incapacità di molte persone a darsi moderazione (in tutto) e non nella sostanza della droga leggera .
Spero di non offendere nessuno con questo mio ragionamento
e di aprire invece un dibattito interessante su questo argomento.

Etabeta
26-05-2001, 14.37.41
l'erba del vicino.....

.......eeehh, non c'è male ! :D


tanto fumo....
....ed anche buono!!! :D :D :D

james tont

ps
per la discussione....per il fatto delle droghe leggere...ognuno può rovinarsi come gli pare..importante che non rovini gli altri.

gli altri punti...bah...ci devo pensare ;)

james
26-05-2001, 15.56.27
Originally posted by niki

In Italia invece chi commette un reato gira tranquillamente in strada danneggiando oltretutto quelli che lavorano(che sono la maggior parte!!): in parole povere quando vedo un tunisino in strada penso che sia uno spacciatore(anche perchè quelli che lavorano non si possono vedere di giorno)
Ribadisco un punto importante: una legge lassista danneggia gli extracomunitari onesti e fa aumentare la paura degli italiani verso essi!!!
Altro punto importante: la religione islamica non ammette lo stato laico ma segue soltanto i dettami del corano e ciò porta inevitabilmente a un conflitto in uno stato laico(ma non ancora troppo radicato) come in Italia
In parole povere chi viene a casa mia (l'Italia) deve rispettare le regole che ci sono come io le rispetto quando vado in una nazione straniera!!!

Ho quotato tagliando cmq sono d'accordo e penso che il problema non sta nell'accetare o meno i musulmani, ma nell'accetare o meno la loro cultura, religione e tutto ciò che ci va dietro.........

Qui in Italia si fa sempre tanto rumore per nulla, vedi la storia della Moschea ecc.. sta di fatto però che la bigamia, l'idea che hanno sulla donna e il ruolo che le danno e altre piccole cose che non sto ad elencare, ma nell'evegnenza farò, vanno contro da un lato alla nostra costituzione, giusta o sbagliata che sia, dall'altro va contro ai diritti della persona, e dall'altro c'è un legame troppo forte tra politica e religione nella cultura islamica.....
Per questi motivi sono scettico e "contrario all'integrazione culturale e religiosa"

State bene attenti, con questo non voglio dire << se ne devono andare a casa >>, anzi sono bene accetti, ma essendo a casa nostra devono rispettare le nostre regole.... Qualcuno potrà dire "ma c'è la libertà di credo ecc" io rispondo che ha ragione, ma tale libertà non deve in alcun modo ledere le leggi italiane...

Il vero problema non è la convivenza di razze diverse, ma la convivenza di culture diverse perchè alla fin fine almeno una vorrà prevaricare sull'altra e questo comporterà instabilità e inevitabili "guerre"


Per quanto riguarda le droghe sono d'accordo, ma metterei un'eta minima...

Per i Matrimoni sono d'accordo ma devo precisare una cosa...
Con matrimonio intendete anche l'adozione di un bambino? Se la rispota fosse SI allora dovrei precisare che l'educazione di tale bambino dal punto di vista sessuale non sarebbe un compito facile anche se si avessero le migliori intenzioni

[Edited by james on 26-05-2001 at 16:02]

james
26-05-2001, 22.13.13
Originally posted by Bet

- matrimoni omosessuali: l'importante è che che una volta data questa la possibilità, non accada a 30 secondi dopo, che con grande superficialità venga richiesta, e peggio ancora accordata, la possibilità di adottare figli.


Ma qua come dicevo nel mio precedente post bisognerebbe specificare. detta così non mi piace molto, secondo me due omosessuali se spinti "da amore" possono tirarlo su molto bene il figlio, forse sarà la società in cui viviamo a crearli mille dubbi e a renderlo un ragazzo complessato...

Ecco dal punto di vista sessuale potrebbe essere influenzato dall'esempio dei due padri, e la mancanza della figura femminile (nel vero senso della parola) potrebbe dare un ulteriore contributo negativo..... questo sono le riflessioni che faccio in merito, ma non faccio commenti, perchè bisognerebbe, "studiare" (non mi piace come termine ma non me ne venivano altri) i figli di coppie omosessuali, ovviamente all'estero;)

Bet
27-05-2001, 00.17.06
Originally posted by james

Ma qua come dicevo nel mio precedente post bisognerebbe specificare. ...

In un'altra discussione avevo specificato meglio: http://forum.hwupgrade.it/showthread.php?s=60529f75d770e72f4e2e87fe37fa4984&threadid=85518&perpage=20&pagenumber=9

circa a metà pagina

[Edited by Bet on 27-05-2001 at 00:21]

mikele
27-05-2001, 02.55.59
devo dire che sono perfettamente daccordo con james riguardo al discorsoo sull'adozione da parte di coppie omosessuali.
.........mi fa piacere leggere opinioni come questa

mErLoZZo
27-05-2001, 03.05.12
Originally posted by mikele
-l'immigrazione islamica è per un pericolo per la cultura cattolica Italiana.....


nulla contro gli arabi, ma mi sta altamente sul cippolo che PRETENDANO i permesi (e magari i $ anche? nn so) di costruire le moschee qua, e se noi andiamo da loro ci sputano in un okkio...

mErLoZZo
27-05-2001, 03.27.37
x i matrimoni omosessuali: e mi sembrerebbe anche ora che li permettessero...

x le droghe leggere: approvo in pieno quanto scritto da mikele... c'è da dire anche una cosa, se uno si fa una pera, si rovina e basta, a ogni pera diventa sempre di assuefatto e dipendente e sempre "si sballa"; per le canne è diverso!!

quando io cominciai, conoscevo gente che se ne fumava kili ed eerano sempre fuori di testa (poveretti.. compatirli!) ma anche persone normalissime che se ne facevano anche loro un bel po' ma mica uscivano.... cosa che accade anche a me adesso! Si, c'è gente che si fa le canne (quasi) come fossero sigarette... il gusto è diverso, la modalità di assunzione è diversa (volete mettere il carisma di quel rito di socializzazione che è il cannone con gli amici? anzi i cannoni:)) e, come dissi una volta a un amia prof, il gusto di fumare un prodotto della nostra madre terra confezionato col sudore delle proprie mani è incomparabile... naturalmente glielo dissi FUORI da scuiola e quando non ci andavo + :D

Canne trampolino di lancio per le droghe pesanti? CAZZATE! avrò provato quasi ogni tipo di maria credo (dalla skunk alla ganja normale al ciocco etcetcetc) ma mai altro, NON voglio provare l'estasy, nè il crack, nè a sniffare, nè le micropunte nè un cazzo! mi faccio un cannone ogni tanto se capirta e basta...

cmq anche il discorso "la droga è sempre droga" è controverso: cosa si intende per "droga"? sostanza che dopo l'assunzione procura alterazione del pensiero e delle percezioni, eliminazione dei freni inibitori, etcetc? SBALLO insomma? allora quando i quartini alla mia ex scuola si fan le canne all'intervallo e tornano in classe sparati si sono drogati ma se una canna me la faccio io, NON mi drogo perchè potrei mettermi a lavorare o studiare senza problemi senza nessun fott*to effetto....

bah, quanta roba che ho scritto.. nono oso rileggerla inoltre l'mp3 è finito e vado ad ascoltarmelo:D vediamo se e come mi commentate... a volte so essere serio anche io ;)

(non l'avreste mai immaginato EH! :D:D)

Antares
27-05-2001, 23.57.09
Originally posted by mErLoZZo

nulla contro gli arabi, ma mi sta altamente sul cippolo che PRETENDANO i permesi (e magari i $ anche? nn so) di costruire le moschee qua, e se noi andiamo da loro ci sputano in un okkio...

:eek::eek::eek:
Ma non diciamo sciocchezze per piacere, in Africa ci sono certe cattedrali in mezzo alla miseria che nemmeno ti immagini.

Lo sai che nella Repubblica Centroafricana c'è una copia della Basilica di San Pietro costata non so quanti miliardi?
Sai con quei miliardi quante cose ci si poteva fare in quella nazione? :rolleyes:

Trinity
28-05-2001, 00.26.29
:mad:

Appunto!!!...;)

Casper
28-05-2001, 00.37.59
penso che mErLoZZo si riferisca all'impossibilità per i cattolici di costruire chiese nei paesi di stretta osservanza islamica... c'è africa e africa, naturalmente :)

però scusa mErLoZZo, perchè dovremmo scendere al livello di paesi totalitari? qui esiste completa libertà di culto, non si può mica impedire alla gente di costruirsi l'edificio per esercitare questo diritto. non ha nessuna importanza se poi a casa loro esiste la stessa libertà...

Daniela
28-05-2001, 00.59.32
Originally posted by Casper
però scusa mErLoZZo, perchè dovremmo scendere al livello di paesi totalitari? qui esiste completa libertà di culto, non si può mica impedire alla gente di costruirsi l'edificio per esercitare questo diritto. non ha nessuna importanza se poi a casa loro esiste la stessa libertà...



Giusto.

mErLoZZo
28-05-2001, 02.03.59
Originally posted by Antares
Lo sai che nella Repubblica Centroafricana c'è una copia della Basilica di San Pietro costata non so quanti miliardi?
Sai con quei miliardi quante cose ci si poteva fare in quella nazione? :rolleyes:

a dire il vero non lo sapevo grazie dell'info.
come diceva qlcn però (Tu? Billow?) c'è differenza tra i musulmani asiatici e i musulmani africani... è la stessa cosa tra i musulmani asiatici?

effettivamente ho scritto "arabi" ma avrei dovuto scrivere "musulmani" (ero cotto sorry:p)

mErLoZZo
28-05-2001, 02.05.18
Originally posted by Casper
penso che mErLoZZo si riferisca all'impossibilità per i cattolici di costruire chiese nei paesi di stretta osservanza islamica... c'è africa e africa, naturalmente :)

però scusa mErLoZZo, perchè dovremmo scendere al livello di paesi totalitari? qui esiste completa libertà di culto, non si può mica impedire alla gente di costruirsi l'edificio per esercitare questo diritto. non ha nessuna importanza se poi a casa loro esiste la stessa libertà...


io intendevo, che sto fatto per me NON è bello.
leggendo dal mio liguaggio giovanile (:p:p:p) intendevo "non penso sia giusto" :)

Billow
28-05-2001, 09.47.29
Merlozzo

a mio avviso.... i mussulmani.... MEDITERRANEI.... così li definirei...

hanno un senso di fastido, fortissimo ed atavico, nei confronti dei noi... cristiani.... sottolineo cristiani.. in quanto per loro ortodossi o protestanti non fa differenza.....

in +, anche qui vanno fatte le distinzioni...
perchè certamente trovando i mussulmani di una certa cultura o conoscenza del mondo...
le cose cambiano parecchio...

purtoppo il popolino... nei paesi di fede islamica....
è peggio dei ns. servi della gleba durante il medio-evo....

ergo si fa infinocchiare con promesse dell'aldilà, e con integralismi.... che per me.... da bravo LIBERAL... non sono concepibili....

ne sono un esempio nazioni o regioni, quali il Kosovo, L'iran, Iraq, l'Algeria stessa e chi + ne ha + ne metta....

al contrario... in posti come la Tunisia con un presidente... moderatamente filo europeo, (di massima) questi estremismi non avvengono....

cmnq il mio pensiero di fondo è....
prega il Dio che vuoi
ma non pretendere che debba essere d'accordo con le tue idee, e con il tuo credo....


oh alla fin fine.. quello che ha preso + piede... è la parte religiosa.....

;) :)

EcHo2K
28-05-2001, 12.46.53
verissimo Billow :D pare strano, ma sempre di religione si rifinisce a parlare :)

comunque e' chiaro che se un immigrato vine nel nostro paese al momento che ottiene il permesso di soggiorno deve sottostare alla costituzione ed alle leggi italiane, non so esattamente cosa abbia la precedenza nella costituzione se il diritto di culto o l'uguaglianza tra unomini e donne (ma credo la seconda), ma in caso di incongruita', cioe' un mussulmano che ritiene di poter avere piu' donne in base al diritto di culto, credo che la cosa sarebbe di facile risoluzione, se non mi sbaglio il principio di uguagliana e espresso nell'articolo 1 della nostracostituzione, e gli articoli sono numerati in ordine di importanza decrescente. un interpretazione dell'articolo X che andasse in contrasto con l'articolo 1 sarebbe automaticamente invalidata.

per le droghe, beh , la penso esattamente come chi faceva la distinzione tra i vari livelli di alcool (non mi ricordo il nick sorry...) fumare uno spinello per me equivale al bere vino durante la cena... (e aprla uno che in vita sua ha fumato 2 sigarette e neanche una canna...)

Daniela
28-05-2001, 16.13.50
Originally posted by Billow

cmnq il mio pensiero di fondo è....
prega il Dio che vuoi
ma non pretendere che debba essere d'accordo con le tue idee, e con il tuo credo....


E con questo mi vengono in mente tutte quelle persone, di religione diversa dalla mia, che quotidianamente bussano alla mia porta per fare proselitismo... :rolleyes:

Meglio che lascio perdere va'! ;) :)

Thor
28-05-2001, 17.29.56
droghe leggere: liberalizzare.

matrimoni omosessuali: l'omosessualità umana per me è una malattia, va curata. quindi NO.

immigrazione islamica: sono ateo, è una guerra che non mi interessa. piuttosto direi che BASTA con i clandestini! (tutti musulmani? e che è, un caso?)

nikzeno
28-05-2001, 17.42.17
Originally posted by thor

matrimoni omosessuali: l'omosessualità umana per me è una malattia, va curata. quindi NO.

immigrazione islamica: sono ateo, è una guerra che non mi interessa. piuttosto direi che BASTA con i clandestini! (tutti musulmani? e che è, un caso?)




Questo sì che è avere delle idee chiare!

Cmq, benvenuto nel terzo millennio... :rolleyes:

james
28-05-2001, 22.45.53
Originally posted by thor
droghe leggere: liberalizzare.

matrimoni omosessuali: l'omosessualità umana per me è una malattia, va curata. quindi NO.

immigrazione islamica: sono ateo, è una guerra che non mi interessa. piuttosto direi che BASTA con i clandestini! (tutti musulmani? e che è, un caso?)





UNA MALATTIA?????

VA BEN DAI LASCIAMO PERDERE

mikele
29-05-2001, 02.10.57
una malattia? mmmmmm
se proponi una cura .....forse posso capire anche meglio cosa intendi per malattia....

SHEWOLF
29-05-2001, 03.49.16
x Thor
Guarda che oramai anche la medicima ufficiale ha stabilito che l'omosessualità NON E' una malattia e che quindi non necessita di cure. Se poi tu insisti su questa tua personalissima convinzione.....mah! :S

Vorrei spendere invece una parola sulle adozioni.
Sono molto perplessa sulla questione: a mio parere quando si parla di bambini bisogna andare con i piedi di piombo.
Allevare ed educare un figlio adottivo è cosa difficilissima, lasciatemelo dire, io lo so bene in quanto anch'io sono stata adottata. Si possono fare disastri anche quando si è animati dalle migliori intenzioni.
Sono d'accordo con James quando dice che due omosessuali spinti da amore potrebbero tirar su bene un bambino. (Per inciso, James, ti ricordo che due omosessuali potrebbero essere anche due donne).
Tuttavia ho i miei dubbi sull'accettazione da parte della societa "civile" di una simile famiglia e credo che alla fine il bambino si troverebbe a vivere la condizione di "diverso" e quindi a soffrirne.
Quindi, se vale il principio che l'adozione si fa per dare una famiglia ad un bambino e non viceversa, credo che i tempi non siano ancora maturi per le adozioni da parte di coppie omosessuali.

Bet
29-05-2001, 09.27.47
Originally posted by SHEWOLF
...

Vorrei spendere invece una parola sulle adozioni.
Sono molto perplessa sulla questione: a mio parere quando si parla di bambini bisogna andare con i piedi di piombo.
Allevare ed educare un figlio adottivo è cosa difficilissima, lasciatemelo dire, io lo so bene in quanto anch'io sono stata adottata. Si possono fare disastri anche quando si è animati dalle migliori intenzioni.
Sono d'accordo con James quando dice che due omosessuali spinti da amore potrebbero tirar su bene un bambino. (Per inciso, James, ti ricordo che due omosessuali potrebbero essere anche due donne).
Tuttavia ho i miei dubbi sull'accettazione da parte della societa "civile" di una simile famiglia e credo che alla fine il bambino si troverebbe a vivere la condizione di "diverso" e quindi a soffrirne.
Quindi, se vale il principio che l'adozione si fa per dare una famiglia ad un bambino e non viceversa, credo che i tempi non siano ancora maturi per le adozioni da parte di coppie omosessuali.



Osservazione giustissime: vale il principio che l'adozione si fa per dare una famiglia ad un bambino e non viceversa!

Personalmente aggiungerei che anche dopo avere superato il problema sociale o civile, restano aperte alcune questioni di tipo psicologico. Non bisogna dimenticare che su quest'ultimo aspetto non c'è concordanza di vedute da parte di chi si occupa di questi fatti. Vale quindi doppiamente il principio dell'andarci con i piedi di piombo.

Billow
29-05-2001, 09.34.38
Concordo in pieno anch'io....

è il bambino a necessitare del calore umano....
se porprio una coppia di, qualsiasi genere, vuole sentire il calore di un "cucciolo"

beh si compri un cane....

e ve lo dice chi ha una figlia di 7 mesi....;)

http://www.wintricks.it/foto/alessia/a_6m_1.jpg

Bet
29-05-2001, 09.58.29
SPLENDIDA!!!

Thor
29-05-2001, 10.14.16
Sarei proprio curioso di leggere dove la "medicina ufficiale" abbia affermato che l'omosessualità non sia una malattia.
Se me lo fate leggere e ci sono le prove scientifiche, ci crederò.
Billow, tua figlia è stupenda, come si chiama?

:)

Daniela
29-05-2001, 10.24.11
Originally posted by thor
Sarei proprio curioso di leggere dove la "medicina ufficiale" abbia affermato che l'omosessualità non sia una malattia.
Se me lo fate leggere e ci sono le prove scientifiche, ci crederò.


Allora facci leggere anche tu i tuoi libri dove si dice che è una malattia, saremmo in tanti curiosi di vederli... :rolleyes:

Billow
29-05-2001, 10.30.10
Thor mi spiace ... ma anch'io NON concordo con l'opinione che sia una malattia... ;)

ho avuto amici GAY... e ti giuro me ne sono accorto dopo anni.. mai una "avance", mai un esagerazione....

è uno status...
come l'iracondo..... io sono parecchio incazzevole... di carattere.... ma non mi sento un malato.... ;) ;)


cmnq mia figlia si chiama Alessia..... "this is the music I like " ...... non so se ricordi....

http://www.msni.it/foto/alessia

Bet
29-05-2001, 10.40.17
Guarda thor,
un po' ovunque su web, cercando, trovi che l'omosessualità, a livello medico, non è una malattia ed è stata tolta dal DSM (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali).

Questo non significa pero' che l'adozione da parte di una coppia omosessuale di un bambino, non abbia forti implicazione sullo sviluppo del bambino stesso a livello psicologico (in grassetto, perchè con il termine psicologico si esce dal campo propriamente medico). Fino a prova contraria quindi, non si puo' porre solo la questione su un piano sociale o culturare, ma anche su un piano psicologico.

Daniela
29-05-2001, 10.45.58
Concordo pienamente. :)

Thor
29-05-2001, 12.45.25
Oh, purtroppo io sono un cocciutone, che si tiene le sue idee, e soprattutto se le fa, anche senza essere troppo ferrato in materia...forse la ragione è che l'omosessualità mi dà parecchio fastidio, specie quella maschile (il nostro buco dietro non è stato fatto per...ehm...e non è che si possa infilare altrove...scusate la volgarità...ma mi viene da vomitare al pensarci..)
Sarà che io la considero soltanto una questione psicologica, e quindi medica, escludendo il "sociale"; per così dire poi, perché esso è legato al nostro star bene o male, no? ma quando si sta male, è alla scienza e alla medicina che ci si rivolge..
E non pretendo di avere ragione, figuriamoci! Rispetto le vostre idee, ragazzi, e sono pronto a cambiare le mie!
Per quanto riguarda i testi di medicina, non sono stato io a "proporli", quindi è da chi lo ha fatto che mi aspetto una risposta, non la devo dare io!

;)

EcHo2K
29-05-2001, 15.34.21
beh, dai thor...l'ultimo tuo post mi ha risollevato...mi eri parso un ateo per il verso sbagliato :) l'ateo non puo' avere condizioni di fondo inamovibili perche' questi si chiamano dogmi ed appartengono strettamente alle religioni...sarebbe irrazionale ed illogico!

...ops, mi stanno venendo le orecchie a punta..si Cpt Kirk, rotta verso quella stella! :D

per quanto riguarda le adozioni...beh, razionalmente e logicamente non ci dovrebbero essere vincoli o limiti, ma se prendiamo in considerazione estrema imprevedibilita' e mutevolezza della natura umana, nonche' l'eterogeneita' della societa' moderna...beh ...mitrovo daccordo con coloro che ci vanno con i piedi di ferro, il rischio che il bambino vena emarginato dalla societa' per dei pregiudizi e' troppo alto.

Bet
29-05-2001, 17.22.42
x thor

Non ti ho citato testi di medicina, ma ti ho citato quello che mi sembra che sia il risultato degli studi finori fatti: e tali studi hanno fatto sì che l'omosessualità sia stata tolta Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali.
Ti ripeto che con una facile ricerca dei termini di cui stiamo trattando, trovi su web molte info.

Poi una precisazione: il campo psicologico è altro rispetto al campo medico (non è il campo psichiatrico!).
Non si puo' parlare di malattia, ma nessuno si deve scandalizzare se in certi casi ci possono essere all'origine problemi di tipo psicologico: e questa non è una offesa, ognuno di noi ha i suoi conti da fare con piccole o grandi questioni psicologiche che magari si trascinano dall'infanzia.
Non sono pochi (e neppure stupidi) quelli che nell'omosessualità hanno visto anche cause di

tipo psicologico.
Personalmente (e parlando in linea generale, casi differenti sono sempre possibili),

non credo che un bambino adottato da una coppia omosessuale non ne risenta negativamente, e ripeto non solo per questioni sociali, ma anche per questione intrinseche all'omosessualità.

Ps: l'idea dei dogmi, secondo la visione di EcHo2k (visione diffusa), è molto distorta. I dogmi sono pochissimi, tutto il resto è nel campo del oppinabile (per semplificare il discorso), compresa l'omosessualità.

niki
29-05-2001, 21.48.16
Qualcuno ha mai visto in che condizioni disperate stanno i bambini negli orfanotrofi di Romania, in certi ex-paesi dell'URSS, in Brasile(per strada!!)ecc....!!!!!!!
Allora io mi incazzo se per delle tare ideologiche, psicologiche ed altro si lasciano marcire nella fame e nella totale mancanza di affetto questi disperati, quando ci sono coppie gay, singles(nuovo tema) che di sicuro potrebbero garantirgli una vita migliore!!!
Mah, spero che qualcuno capisca il senso del mio discorso.

giofi83
29-05-2001, 21.59.33
a parte che ci vorrebbe un tr. per ogni argomento, penso che tutti e tre si possano ricondurre ad un'unica considerazione. le idee che abbiamo derivano dall'ambiente, da ceto, dalla scuola, dagli amici che frequentiamo e via così.
se ogni uomo ponesse alla base del suo pensiero il concetto che il suo agire o pensare non deve causare danno, piccolo o grosso, al suo prossimo, saremmo in una società perfetta.
visto che questa è utopia, non dobbiamo esimerci dal mettere in dubbio le ns convinzioni ed accettare le diversità fino a qundo questa non nuoce oggettivamente a qualcuno.
scusatemi, devo andare a prendere la mia terapia psichiatrica. :)

Bet
29-05-2001, 23.08.19
Originally posted by niki
Qualcuno ha mai visto in che condizioni disperate stanno i bambini negli orfanotrofi di Romania, in certi ex-paesi dell'URSS, in Brasile(per strada!!)ecc....!!!!!!!
Allora io mi incazzo se per delle tare ideologiche, psicologiche ed altro si lasciano marcire nella fame e nella totale mancanza di affetto questi disperati, quando ci sono coppie gay, singles(nuovo tema) che di sicuro potrebbero garantirgli una vita migliore!!!
Mah, spero che qualcuno capisca il senso del mio discorso.


Mah, io non sono sicuro di aver capito: forse se sei + diretto... o diretta

mikele
30-05-2001, 01.14.04
Shewolf hai scritto una cosa molto interessante......
2 omosessuali non sono solo due uomini.....ma anche due Donne......
c'è una cosa che secondo me accomuna molte opinioni sull'omosessualità tipo quelle espresse da Thor....
ossia una tremenda paura......un qualcosa che possa ledere un tristissimo orgoglio maschile ,quello stesso stereotipo che ci fa crescere nella convinzione che un ragazzo se si fa tante donne (virile,super virile....)è un FIGO ,è un grande.....una ragazza invece che si fa tanti ometti...è una... ?!?
ed eccoci qui ......tantissimi uomini ripudiano ,ne provano quasi schifo all'idea dell'omosessualità maschile......poi invece sono li ad eccitarsi con cosa? due lesbiche????? wow!!!!!!!!!--------secondo me non è un caso che questa parola omosessuale ormai pregna di significato negativo per la nostra società associ subito l'idea di due uomini.....e non di due donne.....
Shewolf hai colto nel segno il vero problema!!!!!!
....e vi giuro che mi è anche capitato di sentir definire gli omosessuali come dei pederastri.....come dei pedofili.......
fatevi un giro sul sito di forza nuova.......c'è un bel volantino contro agli omosessuali.....a me mi ha fatto rabbrividire....

SHEWOLF
30-05-2001, 05.58.46
Originally posted by mikele
ed eccoci qui ......tantissimi uomini ripudiano ,ne provano quasi schifo all'idea dell'omosessualità maschile......poi invece sono li ad eccitarsi con cosa? due lesbiche????? wow!!!!!!!!!--------secondo me non è un caso che questa parola omosessuale ormai pregna di significato negativo per la nostra società associ subito l'idea di due uomini.....e non di due donne.....


Beh, penso dipenda dal fatto che questi soggetti hanno visto troppi filmini porno, dove le lesbiche non sono ovviamente vere lesbiche, che si fanno i fatti loro, ma sono state messe lì ad uso e consumo dei poveri gonzi che guardano sognando di tuffarsi nel mucchio.......

La smetto perche vedo che stiamo andando fuori tema....:D

Daniela
30-05-2001, 10.28.05
Originally posted by SHEWOLF
[QUOTE]
Beh, penso dipenda dal fatto che questi soggetti hanno visto troppi filmini porno, dove le lesbiche non sono ovviamente vere lesbiche, che si fanno i fatti loro, ma sono state messe lì ad uso e consumo dei poveri gonzi che guardano sognando di tuffarsi nel mucchio.......

La smetto perche vedo che stiamo andando fuori tema....:D

:D :D :D :cool:

EcHo2K
30-05-2001, 14.39.51
volevo rispondere sul tema dei dogmi, il problema non e' il numero o la forza dei dogmi, il problema e' la loro esistenza!

se si prende per buono e si accetta un fatto o una teoria che non e' altrimenti dimostrabile cadono le basi per ogni ragionamento razionale. Piuttosto possiamo fare un ragionamento per "ipotesi",

ipotesi = esiste l'inferno
teorema = se non rispetti i 10 comandamenti finisci all'inferno

semplice logico e razionale, pero' e' un'ipotesi, se venisse acadere l'ipotesi crollerebbe il teorema. Il dogma non prevede la possibilita' che l'ipotesi cada, e' questo che non condivido, non il fatto che siano molti, pochi o belli o brutti, ne basta uno affinche non condivida un ragionamento basato su di esso.

Bet
30-05-2001, 14.58.15
Risposta + veloce possibile xchè andiamo fuori tema: semmai se ne parla altrove.
Ti chiedo: ma sai quali sono i dogmi? Te ne dico uno: Gesu' era uomo e Dio. E gli altri sono sullo stesso sullo stesso stile e trama.
Secondo punto: i dogmi che vanno creduti per fede, non sono come tu dici irrazionali, (cioè contro la ragione), ma ragionevoli (tecnicamente significa non dimostrabili ma non contro la ragione). E quotidianamente atti ragionevoli (non di tipo religioso) ne poniamo in atto a bizzeffe (pensa il dare fiuducia ad una persona, dove non potrai mai dimostrare in anticipo che la cosa sia giusta, e infatti ci puo' anche scappare di prendersolo in quel posto). E mi fermo qui senno' sforo davvero.

Di tutto il resto, e sottolineo tutto, ne possiamo parlare tranquillamente: omosessualità, sesso, contraccezione, matrimonio di preti, politica, teorie economiche, calcio briscola e quant'altro ti venga in mente.
Scusate l'OT.

Billow
31-05-2001, 09.06.14
Echo mi hai fatto sorridere... ;)
quando ho letto la tua equazione....

mi ricordava molto:
IFERROLEVEL GOTO "inferno"

se non esiste un goto... riprende da capo.. e va in loop... ;) :)

IFNOTEXIST "inferno" GOTO "end"


non fa una piega.... ;)
ah.... abbiamo un chiodo fisso....
e non è la F##a :) :D :D

:end ;)

EcHo2K
01-06-2001, 14.12.23
Billow:

:D

Bet:

hai ragione mi sono espresso male, non si tratta di cose irrazionali, ma irragionevoli.
Il discorso che mi facevi sul dare fiducia ad una persona, non dai fiducia a scatola chiusa, ma ogni tua decisione e' determinata da molti fattori che come in un sistema influenzano ognuno una piccola parte del processo decisionale, quindi la tua decisione di dare fiducia ad una persona non e' irragionevole, in quanto raggiunta attraverso un ragionamento inconscio, ma sempre un ragionamento. Ora il fatto che Gesu fosse uomo e Dio, puo' essere condivisibile, ma non credo che sia spiegabile.

Se ti chiedo perche' ti fidi di una certa persona, tu puoi dirmi:

perche' mi ha impressionato il suo modo di parlare
perche' mi piaceva il suo taglio di capelli
perche' ha detto delle cose intelligenti
etc.

se ti chiedo perche' Gesu' e' uomo e Dio cosa mi rispondi?

Billow
01-06-2001, 14.29.52
Durissima la risposta.....
io ti risponderei con un'antifona...

E' uno che per aver fatto del BENE...
E' stato crocifisso.....


diplomatica eh ???

Bet
02-06-2001, 00.38.38
Ciao EcHo2K.
Io le mie risposte le ho, sia per la domanda che hai posto sia per gli esempi che hai fatto: ma non vorrei trasformare questa discussione in un dialogo tra te e me e per giunta deviando da quello che è il tema della discussione.
Se interessa, sono disposto a parlarne in una nuova discussione, o anche per mail altrimenti va bene così.
Oltretutto penso che se si tratta di un argomento specifico che possa toccare il campo religioso e il campo etico o politico, o in ogni modo un campo dove possiamo sperare di mettere qualcosa in comune, forse qualcosa riusciamo a dirci ma parlarando sul senso del credere rischiamo di trovarci muro contro muro, pur nel rispetto reciproco.

EcHo2K
05-06-2001, 00.18.13
hai ragione Bet, solo che troppo spesso mi scordo che non si possono affrontare argomenti teologici e religiosi ragionando in maniera laica.
Stavo facendo come quel mio amico che dice che se fosse donna la darebbe a tutti :) ovviamente se fosse donna ragionerebbe da donna...:)

comunque se vuoi sono disponibilissimo a parlare di qualsiasi argomento sulla religione, e' una rgomento che ho sempre ritenuto solto interessante ed un punto di confronto in cui si distingue una persona con un minimo di cultura ed intelligenza da una che non ha niente da dire. Mi piace questa aria di rispetto, sono abituato a parlare con persona che si infervorano pure parecchio e non sanno sostenere una discussione calma su questi temi, quindi mi lascio un po' prendere la mano quando mi capitano queste occasion, ma in effetti siamo fuori topic. Finiamola qui. :)

Billow
05-06-2001, 09.43.06
eh eh ..... ;)

1) il tono pacato cordiale e "da caffè" dipende dai WINTRICKERS...... che sono un banda di pazzi... ma tutti entro limiti di decenza ;) :)

UN GRAZIE personale a tutti...

2) dal Billow e i mods... che non hanno ,la proverbiale pazienza del Corsaro su HWupgrade....

qui gli agitatori durano poco... ;)

3) NOn condivido le tue idee, ma darei la vita perchè tu possa esprimerle..... ;)


cmnq in merito ad integrazioni razziali....
io credo che gli emigrati DOVRANNO accettare qualche compromesso per venire in europa....
come del resto è accaduto con i ns. emigranti di inizio secolo, in AMERICA... o con querlli del dopoguerra in Germania / Francia...

altrimenti... diventiamo anche noi un piccolo IRAQ / AFGANISTAn / Kosovo....

cosa che mi fa accaponar la pelle... ;)

Bet
05-06-2001, 10.14.10
Originally posted by Billow

... dal Billow e i mods... che non hanno ,la proverbiale pazienza del Corsaro su HWupgrade....



Non so se vorrai rispondere, ma tentiamo: dimmi un po', che ne pensi tu? Non del "Corsaro", per il quale sono sicuro che la tua stima sia grande (come del resto io lo stimo moltissimo), quanto delle ultime vicende.

Billow
05-06-2001, 10.30.47
Originally posted by Bet
[QUOTE]

Non so se vorrai rispondere, ma tentiamo: dimmi un po', che ne pensi tu?
.................quanto delle ultime vicende.

stendiamo un velo pietoso... ;)