PDA

Visualizza versione completa : [ALL] Cloni open-source win98/2000/XP-MacOSX


juggler
17-03-2007, 15.13.12
Ciao a tutti, vorrei sapere a titolo di curiosità se esistono dei progetti che hanno come obiettivo la realizzazione di sistemi operativi proprietari in maniera open-source, cioè se ci sono dei veri e propri cloni open-source dei sistemi win98/2000/XP ed anche MacOSX.

Per clone, non intendo soltanto la "scopiazzatura" della grafica dei sistemi sopradetti, bensì una vera e propria realizzazione a livello di codice del sottosistema grafico, sottosistema input/output, API ecc
In tal senso so già che esiste un sistema operativo ke non è Unix-like, chiamato ReactOS il quale è un clone open-source di winXP anche se ho constatato, tramite la macchina virtuale ke c'è a disposizione sul sito ufficiale del progetto, che in termini di grafica la riscrittura del codice di Explorer non è che sia eccelsa: mi sa tanto di salsa mista win3.1 e win 98 con "contorno" la classica grafica dell'XP; ovviamente mi rendo conto come sia difficile scrivere da zero un codice proprietario ke naturalmente non si conosce.

Cmq volevo sapere se oltre a ReactOS, conoscete altri cloni open-source di windows ed anche se ci sta qualcuno di MacOSX; so già che qualcuno di voi mi potrà consigliare la virtualizzazione o le live cd di qlke distro linux ma, il mio scopo è solo curiosità riguardo l'oggetto del topic.

In ambito Linux, se non sbaglio la Turbolinux ed un'altra distro molto nota in Brasile(ke ora nn ricordo il nome) ricalcano molto da vicino la grafica dell'XP ma tuttavia rimangono cmq Linux-like con tutto ciò ke ne consegue in termini di approccio al sistema, filesystem e quant'altro; io invece ero alla ricerca x pura curiosità di sistemi NON Unix-like e che siano dei cloni open-source di sistemi proprietari quali win oppure macosx.

Anche se ne volevo approfittare con l'apertura di qst mio topic per fare una mia piccola osservazione sulle software house o team di programmatori che fanno i cloni open di sistemi closed: da un lato sicuramente è apprezzabile il fatto di rendere open e gratuito ciò che è a pagamento e spesso senza totale affidabilità sulla qualità/efficienza/efficacia del codice closed; inoltre c'è da dire che il rendere open un sistema closed ha le sue indubbie strategie ecc; da un lato però, perchè ammazzarsi a scrivere un codice ex-novo da zero di un codice closed che non si conosce, quando poi invece esiste già un kernel per sistemi operativi, aperto, liberamente accessibile e soprattutto gratuito, quale è quello di Linux?

Ovvio ke linux essendo un figlio di Unix ha un approccio al sistema differente a Win o ai vecchi Mac (NON l'OSX), però secondo me non conviene ammazzarsi nel cercare di rendere open-source un sistema closed, perchè ciò potrà essere fatto con totale affidabilità solo da chi lo produce; verrebbe da pensare in tal senso ad un pò di "Fanta-Informatica": OpenWindows oppure OpenMAC, insomma sulla scia di come ha fatto la Sun per il suo OpenSolaris; dal momento che Microsoft e Apple non faranno (mai) una cosa del genere(almeno fino ad oggi), mi sa ke i cloni open di sistemi closed ci metteranno molto a prendere consensi(almeno fino ad oggi), specie per la presenza del concorrente principe dei sistemi closed, cioè Linux.

Secondo me i cloni dei closed inizialmente forse andrebbero bene a titolo di studio in ambito accademico, oppure per applicazioni particolari non so..., tuttavia c'è molta strada da fare; secondo me la community mondiale dei programmatori a quest'ora avrebbe già sfornato un proprio "OpenWindows" opp "OpenMac" quasi perfettamente fedeli agli originali ma, come già ho detto, c'è già Linux, se non sarebbe nato Linus Torvalds.... vabbè, è meglio ke è nato invece :-)
Beh ke poi anche se nn ci fosse stato Linux ci sarebbe stato cmq il kernel Mach della Mellon University; dunque, siamo sempre lì.... per i cloni la vedo un pò dura...
Ripeto: non è che sia una passeggiata scrivere codice di uno closed che non si conosce(o quasi), tuttavia non rifiuto di dare un grande in bocca al lupo a chi fa qsti progetti.

Il mio topic ha come obiettivo, tra l'altro, la discussione di tali progetti i quali cmq sono interessanti.
Ciao e spero che interverrete numerosi nel saziare le mie curiosità... :-)

P8257 WebMaster
19-03-2007, 09.29.32
Personalmente non conosco "cloni" open di sistemi closed .. ma anche se esistessero non potrebbero chiamarsi tali proprio perché è un controsenso...

Non puoi fare un "clone" di qualcosa che non vedi e non conosci, sarebbe come guardare una porta col vetro più o meno trasparente e vedere soltanto un lato di una stanza e pretendere di "indovinare" cosa c'é dall'altro lato...
Chi studia sistemi operativi e chi conosce il modello architetturale di Windows può più o meno discutere sulla sua architettura ma nessuno ha "in mano" le esatte soluzioni tecniche più o meno proprietarie utilizzate per risolvere i punti cardine del sistema, un clone in questo senso non è per tanto possibile.

Sull'inutilità di questo lavoro software sono senz'altro daccordo.. è inutile concentrare risorse tentando di rifare ciò che è stato fatto, piuttosto sarebbe meglio concretizzare soluzioni nuove ...

Per quanto riguarda i kernel open, c'é anche da dire che il kernel non è l'unica parte di un sistema operativo anche se è uno dei costituenti principali e in quanto a questo il mondo open, soprattutto il mondo Linux assiste in questi anni ad una vera e propria stagnazione sia architetturale che implementativa...