PDA

Visualizza versione completa : Catania-Palermo ucciso un poliziotto...


NightMan
02-02-2007, 22.27.31
E' morto un ispettore capo di 38 anni della mobile di Catania, colpito al viso da una bomba carta durante gli scontri tra tifosi. Grave un altro agente. Più di 100 i feriti. Pancalli ferma i campionati

CATANIA, 2 febbraio 2007 - Catania-Palermo, il derby siciliano anticipo della 22ª giornata di A finito 1-2, scrive un nuovo capitolo nero del calcio italiano. Un agente del reparto mobile della Questura di Catania è morto durante scontri tra forze dell'ordine e tifosi del Catania durante il derby con il Palermo. L'agente sarebbe stato colpito al viso da una bomba carta. Secondo le ultime notizie un altro poliziotto versa in gravissime condizioni.
La vittima era l'ispettore capo Filippo Raciti di 38 anni. Il decesso dell'agente è stato confermato anche da fonti giudiziarie, la Procura di Catania ha infatti aperto un fascicolo sull'accaduto. Secondo quanto si è appreso, lo scontro sarebbe avvenuto fuori dallo stadio mentre i tifosi del Palermo entravano al Massimino. Le forze dell'ordine si sarebbero frapposte tra gruppi di ultras. L'agente è stato trasferito d'urgenza nell'ospedale Garibaldi, dove le sue condizioni sono sembrate immediatamente gravi. Incredibile il bilancio. Sarebbero più di 100 i feriti ricoverati al Garibaldi, nessuno in pericolo di vita. L'ospedale ha dichiarato lo stato d'emergenza. Intanto il commissario straordinario della Federcalcio, Luca Pancalli, dopo un vertice ha disposto il blocco di tutti i campionati, dalla serie A alle giovanili. Pieno il sostegno da parte del Coni alla Figc. È quanto ha assicurato il numero uno dello sport italiano, Gianni Petrucci.
Dettaglio paradossale e aggiacciante, la partita (accadrà anche per le altre gare) era stata preceduta da un minuto di silenzio per ricordare la figura di Ermanno Licursi, dirigente della Sammartinese, morto sabato scorso dopo una rissa allo stadio di Luzzi, al termine della partita con la Cancellese (Terza categoria).
SOTTO CHOC - "Mi dicono che un poliziotto è morto, parlare di calcio è perfettamente inutile. Con questo ho finito, esco dal mondo del calcio". Lo ha detto ai microfoni di Sky Sport l'a.d. del Catania, Pietro Lo Monaco. "Non mi riconosco in tutto questo - ha aggiunto - Ho amato intensamente il calcio ma così mi sembra assurdo".
"NON PUO' DURARE" - "Sono molto deluso, non si può andare avanti così". Il tecnico del Palermo, Francesco Guidolin, commenta così. "Noi non sapevamo niente - spiega Guidolin -, eravamo in attesa di notizie, siamo rientrati perché non si riusciva più a respirare. Se non ci mettiamo in testa che il calcio è uno sport, non si respira più nel mondo del calcio. Quello che è successo stasera offende lo sport e una città bella e civile come Catania. Non può durare così. Se non recuperiamo certi valori, non può durare".
"Perdere o vincere cosa poteva cambiare - prosegue il tecnico rosanero -, cosa poteva cambiare per una giornata così nefasta per lo sport. Sono soddisfatto fino all'1 a 0 quando si giocava. Abbiamo vinto alla fine, ci soddisfa perché siamo uomini di sport e facciamo questo per lavoro ma se guardiamo indietro arriva dentro di noi una tristezza incredibile. Abbiamo anche pensato di non giocare più, ne ho parlato con i miei dirigenti, ma io sono l'allenatore del Palermo e non posso prendere certe decisioni. Comunque - conclude - il punto è che non bisogna arrivare a queste situazioni".

http://www.gazzetta.it/Calcio/Squadre/Catania/Primo_Piano/2007/02_Febbraio/02/catania-palermo.shtml

(F)

Ma quanto può durare questo schifo?

:mad:

Lionsquid
02-02-2007, 22.31.03
http://www.repubblica.it/2007/b/dirette/sezioni/cronaca/incidenticatania/incidenticatania/index.html

fermare i campionati non basta......


mi vergogno per l'accaduto... ma non per il calcio ....

NightMan
02-02-2007, 22.40.28
A questo punto credo che l'unica soluzione sia quella di bloccare il campionato fino a giugno, revocare l'assegnazione dello scudetto (e vabbè Inter, ne hai vinto uno falso lo scorso anno, ne perdi uno vero quest'anno), non mandare nessuna squadra italiana in champions e uefa e per ultimo, sciogliere ogni gruppo di tifo organizzato. Bisogna dare un segnale molto ma molto più forte di quello che si fa generalmente.

Silence
02-02-2007, 22.41.46
Una striscia di sangue che non ha fine.
Nessuno che vuole fermarla.
Non sono per niente amareggiato per aver smesso di seguire il calcio anni fa.


Che schifo, che orrore...ma come si può! :mad:

(F)

Silence
02-02-2007, 22.52.11
A questo punto credo che l'unica soluzione sia quella di bloccare il campionato fino a giugno, revocare l'assegnazione dello scudetto (e vabbè Inter, ne hai vinto uno falso lo scorso anno, ne perdi uno vero quest'anno), non mandare nessuna squadra italiana in champions e uefa e per ultimo, sciogliere ogni gruppo di tifo organizzato. Bisogna dare un segnale molto ma molto più forte di quello che si fa generalmente.

Non lo faranno mai! :(

AlexMineo
02-02-2007, 23.03.38
ho sentito poco fa...:(

Un (F) alla famiglia....:(

NightMan
02-02-2007, 23.05.05
Non lo faranno mai! :(

lo so :(

Semi.genius
02-02-2007, 23.14.07
(F)

Silence
02-02-2007, 23.25.08
Alcuni scatti presi al volo dal tg3.

http://www.yourimages.org/upload/11704579122.jpg http://www.yourimages.org/upload/11704579303.jpg http://www.yourimages.org/upload/11704579514.jpg http://www.yourimages.org/upload/11704579665.jpg http://www.yourimages.org/upload/11704579836.jpg http://www.yourimages.org/upload/11704580007.jpg http://www.yourimages.org/upload/11704580148.jpg http://www.yourimages.org/upload/11704580289.jpg http://www.yourimages.org/upload/117045804510.jpg http://www.yourimages.org/upload/117045806011.jpg http://www.yourimages.org/upload/117045807617.jpg http://www.yourimages.org/upload/117045809118.jpg

Silence
02-02-2007, 23.26.27
Per non parlare di queste ultime 3 dove uno, nascosto fra le autoambulanze, scaglia sassi contro una volante della polizia :(
http://www.yourimages.org/upload/117045815914.jpg http://www.yourimages.org/upload/117045817513.jpg http://www.yourimages.org/upload/117045819515.jpg

einemass
02-02-2007, 23.46.07
premesso che ho letto solo alcune cose da gazzetta.it e quindi non ne so la dinamica ma suppongo che sia tutto come al solito, scontri tra tifoserie con i soliti "figli di gran troiona" (perchè questo sono e non quelle paroline che dicon alla tv alias beceri, imbecilli etc...) che combinano casini e ci scappa il morto. Premesso questo NON sono assolutamente daccordo che si sopendano i campionati ne sarei daccordo con altre iniziative. Colpire tutti significa darla vinta a chi ha combinato sto casino. è come quando a scuola, io facevo casino (vabbè quui ci è scappato il morto) e si puniva tutta la classe , è na ca vo la ta. Si prendano i colpevoli e si puniscano adeguatamente, questo sarebbe il segnale forte che deve dare lo stato, non un segno di resa come quello di sospendere tutti i campionati. ci sarebbe altro ma mi fermo qui
cià

NightMan
02-02-2007, 23.51.39
eine... si sciolgano i gruppi organizzati... poi vediamo se certa gente ci va più allo stadio. No che ce l'abbia contro gli ultras ma purtroppo in Italia i delinquenti si "nascondono" e si fanno coprire proprio tra questi gruppi. Domani vai a chiedere ai capi ultrà di Palermo e Catania chi ha fatto cosa e vedi cosa ti rispondono... io li abolirei tutti.

Sbavi
02-02-2007, 23.56.38
Merde framanti.

Astro
03-02-2007, 00.10.15
....


Ma dico io... possibile che uno per vedere una partita fa succedere una guerriglia urbana??

Ma non è possibile guardare solo la partita e tifare una squadra? Capisco la rabbia e magari una piccola scaramuccia, o lite... ma una guerra no.

Se si dovesse fermare il campionato di certo io non ne sarei deluso. Ma tanto so che non lo faranno mai.


Mi vergogno di essere un tifoso. O meglio: vado fiero di essere un VERO tifoso, ma mi vergogno di chi si reputa tale ma tale non lo è.
__________________
Dio creò la donna e disse: "Non ci siamo", creò l'uomo e disse: "Non ci siamo ancora", creò l'ULTRAS e disse: " Ma vaf****ulo non è proprio giornata"!!

einemass
03-02-2007, 00.29.14
eine... si sciolgano i gruppi organizzati... poi vediamo se certa gente ci va più allo stadio. No che ce l'abbia contro gli ultras ma purtroppo in Italia i delinquenti si "nascondono" e si fanno coprire proprio tra questi gruppi. Domani vai a chiedere ai capi ultrà di Palermo e Catania chi ha fatto cosa e vedi cosa ti rispondono... io li abolirei tutti.

non sono daccordo , i gruppi organizzati sono il cuore della curva e senza di loro questo sport finirebbe per non avere tifosi veri, e si potrebbe guardare solo alla tv. Stai facendo di tutta erba un fascio, così punisci pure i gruppi organizzati chessò del Siena o del chievo, che non hanno mai fatto nulla. Bisognerebbe al limite "aggiustare" i gruppi organizzati, togliendo la politica e i facinorosi dalle curve. Inoltre basta fare il biglietto nominale e tutto questo non sarebbe successo o quasi. Poi non trattiamo queste cose a caldo, in 100 anni di campionato sono morte "solo" una decina di persone, tra la'ltro tutte da i primi anni 80 dalla morte di Paparelli in poi, quindi qualcosa è cambiato o nel calcio (sicuramente si ) o nei tifosi (altrettanto sicuramente si) negli ultimi anni.
In inghilterra hanno risolto, perchè noi non possiamo??
Perchè mandare tutto all'aria per pochi scimuniti?

Astro
03-02-2007, 00.30.09
Mi sento male... :(

http://www.calciocatania.it/


Forse qualcosa adesso davvero si muove...

Silence
03-02-2007, 00.45.13
non sono daccordo , i gruppi organizzati sono il cuore della curva e senza di loro questo sport finirebbe per non avere tifosi veri, e si potrebbe guardare solo alla tv. Stai facendo di tutta erba un fascio, così punisci pure i gruppi organizzati chessò del Siena o del chievo, che non hanno mai fatto nulla. Bisognerebbe al limite "aggiustare" i gruppi organizzati, togliendo la politica e i facinorosi dalle curve. Inoltre basta fare il biglietto nominale e tutto questo non sarebbe successo o quasi. Poi non trattiamo queste cose a caldo, in 100 anni di campionato sono morte "solo" una decina di persone, tra la'ltro tutte da i primi anni 80 dalla morte di Paparelli in poi, quindi qualcosa è cambiato o nel calcio (sicuramente si ) o nei tifosi (altrettanto sicuramente si) negli ultimi anni.
In inghilterra hanno risolto, perchè noi non possiamo??
Perchè mandare tutto all'aria per pochi scimuniti?

I gruppi organizzati sono anche quelli che portano nello stadio materiale vietato e pericoloso. A mio avviso, è una fesseria il dire che senza di loro questo sport non avrebbe tifosi veri. I veri tifosi ci sono sempre stati, sono le migliaia di famiglie che vanno allo stadio e che non vorrebbero lasciarci la pelle.

Io credo che il campionato si dovrebbe fermare per un anno con conseguente addio alle coppe per due anni. In questo modo si ha tempo per:

1-Sistemare gli stadi
2-Biglietti nominali su TUTTI
3-Percorsi obbligati, lunghi anche svariati metri, per le tifoserie e controlli in più punti di TUTTI
4-Togliere le reti di protezione (come in Inghilterra), il tifoso dietro la rete è come il cane piccolo che abbaia inferocito, si sente protetto.

Bada bene, faccio di proposito di tutta l'erba un fascio, proprio perchè fin d'ora, con il solito discorso buonista del tipo "gli altri che c'entrano", nessuno ha mai pagato per le proprie azioni. Il messaggio che arriva è solo "Hanno ammazzato uno sbirro di m@rd@" e questo non è più tollerabile. In fondo, da piccolo, quando andavo a scuola, la maestra ci riprendeva, uno, due, tre volte...alla quarta molto spesso a rimetterci era tutta la classe. Questo è l'esempio da dare. Vuoi vedere che i grandi club, quando sanno che sono a rischio i loro fatturati, si danno da fare per controllare le rispettive tifoserie.

Ovviamente imho e ovviamente parole buttate al vento :(

cippico
03-02-2007, 01.01.49
A questo punto credo che l'unica soluzione sia quella di bloccare il campionato fino a giugno, revocare l'assegnazione dello scudetto (e vabbè Inter, ne hai vinto uno falso lo scorso anno, ne perdi uno vero quest'anno), non mandare nessuna squadra italiana in champions e uefa e per ultimo, sciogliere ogni gruppo di tifo organizzato. Bisogna dare un segnale molto ma molto più forte di quello che si fa generalmente.

bisogna ammettere che gli altri non c'entrano...parlo di altri tifosi di altre squadre...

e' un po' come cedere al terrorismo...

ciaooo

Silence
03-02-2007, 01.11.16
bisogna ammettere che gli altri non c'entrano...parlo di altri tifosi di altre squadre...

e' un po' come cedere al terrorismo...

ciaooo

Certo gli altri tifosi non c'entrano...stavolta.

Poi...Catanzaro, o magari Roma, o forse Torino e Milano.

No no, Umberto Tozzi anni fa cantava "Gli altri siamo noi"...quanto è vero!

cippico
03-02-2007, 01.15.53
io continuo ad essere dell'idea che certa marmaglia vada eliminata fisicamente...

poi pero'...si dice che siamo un paese civile...

bella civilta'...permettere che degli incolpevoli vengano uccisi...

x me e' piu' incivile la morte di un innocente che di certa marmaglia...

si conoscono...si prendano e si eliminino...e non solo nel mondo del calcio...ma ovunque si trovino...

finiranno un giorno...o no?

e dobbiamo anche pagare soldoni a palate x mantenerli...cercare di prenderli...e una volta presi...se li incarcerano...riescono in un battibaleno...

e poi ricomincia tutto daccapo...

come se sfuggisse un branco di belve feroci...e una volta catturate tutte...si liberano nuovamente...

roba da matti... :fool:

scusate lo sfogo...ma non se ne puo' proprio piu'...

e parlano di democrazia...

e' finita da un pezzo...non c'e' piu' liberta'...

altro che dire quello che si vuole...non si puo' piu' girare tranquilli...e non solo...

ciaooo

NightMan
03-02-2007, 01.45.33
In inghilterra hanno risolto, perchè noi non possiamo??

In Inghilterra hanno risolto il problema dopo che l'UEFA li ha messi fuori dall'Europa per 4 anni, quindi un annetto di autosospensione ci aiuterebbe a riflettere meglio. Loro poi, hanno ripulito le tifoserie annientando gli ultras, noi qui abbiamo paura a mandare un poliziotto in curva perchè siamo sicuri che esce in orizzontale. IMHO non è civile un paese che ogni domenica fa di uno stadio una "zona franca". I cori e le coreografie saranno bellissime ma i morti, di bello non hanno nulla...

Mi spiace dirlo ma le tifoserie organizzate "serie" in Italia, sono una minima parte... il resto è "munnezza" o come dice sbavi "merda fumante". :(

Feintool
03-02-2007, 01.55.56
Ancora una volta ha vinto l'incivilta'.. la gravita' del fatto e che ci stiamo lentamente abituando a questi fenomeni, la guerra e' un pretesto, la religione un pretesto, la politica un pretesto e purtroppo anche lo sport e' un pretesto per canalizzare l'odio vrso la diversita' ideologica. Scioccamente penso a chi puo' guardarci dall'alto del mondo e giudica noi umani come piccole pulci che litigano per la proprieta' sull'elefante su cui albergano, ormai stiamo perdendo il sentimento principe di convivenza , incattiviti dall'introversione e dalle paure celate nel cuore, abbiamo sempre bisogno di "scaricare" la nostra frustrazione verso un obiettivo dandgli corpo in questa o quella persona non ricordando che sono esseri umani proprio come noi. Per tornare sul tema principale penso che lo sport ha senso se si pensa che e' UN GIOCO, non una battaglia, vincere o perdere non fa' nessuna differenza per la vera sportivita'.. togliamo da ogni forma di agonismo: interessi economici estranei al mondo sportivo, politica e ideologie deliranti e restituiamo al mondo civile questo sport meraviglioso e forse un giorno ci potremo fregiare veramente come popolo civile.



Alla famiglia della vittima la mia completa solidarieta' .

Doc_elle
03-02-2007, 08.20.46
:confused: :( :(

Robbi
03-02-2007, 11.58.41
:(
Una morte annunciata, prima o poi doveva succedere.
Un padre di famiglia che lascia moglie e 3 figli per una partita di calcio.
Una cosa di una tale assurdita' che fatico a commentarla tanto e' dolorosa.

Il calcio professionistico non e' piu' uno sport, non da ora, da troppo tempo ormai. E' un fenomeno che sta diventando a certi livelli socialmente pericoloso.
Di fronte alla morte di un uomo che stava facendo il proprio dovere, forse e' ora che vengano prese decisioni SERIE ED IMPORTANTI!!
Cosi' non e' possibile andare avanti.

Un (F) alla moglie e alle 3 creature (F)

top gun
03-02-2007, 12.12.22
questa non è ignoranza ma è pazzia, in giro ci sono persone pazze che non meriterebbero di circolare a piede libero. colui che ha lanciato la bomba carta è pazzo, non c'è altra spiegazione. con rammarico devo ammettere anch'io che il calcio come sport non esiste più, nonostante io sia tifosissimo. Condoglianze alla famiglia, non voglio pensare al dolore di questa gente, alla moglie e sopratutto alle due bimbe. Morire nel fare il proprio lavoro e poi in quel modo è senza senso.

Sbavi
03-02-2007, 12.19.46
Quello che ha lanciato la bomba carta (dentro un auto) non è pazzo. E' lucidissimo.

E' uno che merita la pena capitale, ma soffrendo lentamente.

K[o]dy
03-02-2007, 13.33.39
Che tristezza... un pensiero alla famiglia dell'ispettore... (F)
Certe cose, mi fanno vergognare di essere un essere umano.

Astro
03-02-2007, 13.37.07
Non ci credo... Non ci POSSO credere!!!

http://www.gazzetta.it/Calcio/Primo_Piano/2007/02_Febbraio/03/livorno.shtml


:(:(:(:(


Mi vergogno.

top gun
03-02-2007, 15.23.18
vergognoso

NightMan
03-02-2007, 16.10.51
Non ci credo... Non ci POSSO credere!!!

http://www.gazzetta.it/Calcio/Primo_Piano/2007/02_Febbraio/03/livorno.shtml


:(:(:(:(


Mi vergogno.


Io lo ripeto. Bisogna sciogliere tutti gruppi di tifo organizzato. Ormai sono paragonabili ad associazioni terroristiche e queste scritte lo comprovano.

Tutto questo è inammissibile.

ottobre_rosso
03-02-2007, 17.08.52
Le mie più sentite condoglianze alla famiglia (F)

E' davvero triste che ancora oggi accadano simili episodi, come se l'esperienza e gli errori trascorsi non ci avessero insegnato nulla. Mi chiedo: sono riusciti non dico a eliminare completamente il problema, ma a marginare il fenomeno in Inghilterra, dove erano stracolmi di Hooligans, perchè non dovremmo farlo noi, quando è saputo che le persone coinvolte sono sempre le stesse? inoltre, bisognerebbe rivedere un pò anche l'altra faccia della medaglia: che motivo avevano le auto della Polizia a scorazzare così nel piazzale, schivando parecchie volte delle persone? dico solo: biglietti nominali per i tifosi, giubbotti con il numero sulla schiena per gli agenti, meno partite nel corso dell'anno e pene non più severe ma più intelligenti per coloro che si rendono autori degli scontri (servizi obbligati di volontariato e non pene che vengono patteggiate o altro...)

zen67
03-02-2007, 18.15.59
Quelli per me non erano andati a vedere la partita ed in ogni caso non erano ne tifosi ne ultras bensì persone andate la con il solo scopo di fare del male.... se le scritte a livorno sono collegate tutto questo deve dare da pensare.... il collegamento con i black block o come si chiamano fa quasi paura per le possibili implicazioni....
Sta di fatto che il calcio di oggi è qualcosa di malato perchè ciò che si sente o si vede è un vero schifo... hanno fatto bene a chiudere baracca e burattini in attesa di una legislazione a riguardo più decisa contro questi fatti barbari...

infinitopiuuno
03-02-2007, 18.56.54
Il tifo organizzato li rende più bestie di quelle che sono. Il branco si sente autorizzato a compiere qualsiasi cosa.

Chi li può frenare allo stadio? La Polizia.

Le forze dell'ordine sono il nemico, per loro e per tutti i delinquenti.

Silence
03-02-2007, 18.59.16
Non ci credo... Non ci POSSO credere!!!

http://www.gazzetta.it/Calcio/Primo_Piano/2007/02_Febbraio/03/livorno.shtml


:(:(:(:(


Mi vergogno.


Altra schifezza che avvalora quel che sostenevo.

Altro che...quelli non c'entrano, gli altri non son così e balle varie....stop a tutto.

NightMan
03-02-2007, 19.47.03
Una poesia lasciata sotto la porta del commissariato Politeama di Palermo e messa in rete sul sito della Polizia.

http://img167.imageshack.us/img167/6427/poesiabigqj6.th.jpg (http://img167.imageshack.us/my.php?image=poesiabigqj6.jpg)

"Vi regalo un fiore, perchè dai fiori nasce l'amore;
un fiore, per tutte le volte che venite chiamati sbirri;
un fiore, perchè non esistono solo persone che vi disprezzano;
un fiore, perchè per guadagnarsi il pane, non basta più solo lavorare;
un fiore, perchè le croci di cui è affastellata la vostra memoria recano la dicitura 'morti' e non 'vittime';
un fiore, per tutte (le) volte che vorreste reagire ma siete costretti a subire;
un fiore, per tutte le volte che la vostra dignità viene calpestata;
un fiore per tutto l'odio che vi sputano addosso perchè indossate una divisa;
un fiore per tutte le volte che non vi considerano semplicemente umani;
un fiore perchè purtroppo è il massimo che posso permettermi;
solo un fiore, perchè per rendervi l'onore che meritate non basterebbero tutti i fiori del mondo"

http://www.poliziadistato.it/pds/primapagina/raciti/poesia.html

(F)

Silence
03-02-2007, 23.43.03
Altra schifezza che avvalora quel che sostenevo.

Altro che...quelli non c'entrano, gli altri non son così e balle varie....stop a tutto.

Ed eccone un'altra Click (http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/topnews/news/2007-02-03_10344929.html) :mad:

n@ndo
04-02-2007, 13.11.33
L'AGENTE MORTO A CATANIA PER EMORRAGIA AL FEGATO
CATANIA - A causare la morte dell'ispettore Filippo Raciti durante i disordini del derby Catania-Palermo non sarebbe stata l'esplosione di una bomba carta ma un' emorragia al fegato. E' quanto ha accertato il primo esame medico legale eseguito sulla salma. Lo ha reso noto il procuratore aggiunto Renato Papa spiegando che la diagnosi redatta dal dottore Giuseppe Ragazzi parla di: ''Trauma addominale e fratture multiple del fegato, compatibili con un colpo contundente di importante adeguatezza lesiva''. Secondo questa ipotesi, a causare il decesso e' stato dunque il masso che avrebbe sfondato torace e addome dell'ispettore, che ha colpito l'investigatore prima dell'esplosione della bomba carta.
http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_2083331810.html

Astro
04-02-2007, 14.46.42
Un plauso a Baudo. Una volta tanto sono completamente d'accordo su quello che dice. (Y)

topastra
04-02-2007, 15.20.36
Mi hanno sempre insegnato che lo sport significa solidarietà, civiltà, amicizia, divertimento ma soprattutto non violenza ecc...., ma mi rendo conto che le cose sono cambiate. Il mio cuore è a pezzi per la moglie e i figli che ha lasciato. (F) per l'ispettore Raciti.

WinUser92
04-02-2007, 17.53.01
mi riferisco al governo: invece di tassare a + non posso pensate a cose + importanti come queste, non fate i menefreghisti, indagate a fondo e mettete al muro i responsabili! vergogna, che la morte dell'ispettore non sia stata vana... (F) tirate fuori le palle, prendete a bastonate i responsabili (scusate lo sfogo)

roberto45
04-02-2007, 18.20.01
E' un abominio annunciato! Le logica conseguenza della tolleranza spinta ogni limite, purtroppo per troppo tempo alle cosiddette tifoserie organizzate è stato permesso di tutto e di più. L'esempio delle illegalità viene dall'alto: dai presidenti delle società di calcio che falsificano i conti per comperare a caro prezzo giocatori invece di allevarli nei vivai, dai prefetti che per "motivi di ordine pubblico" ordinano alle ferrovie di far partire treni pieni di tifosi non paganti, dalla collusione tra società e tifoserie organizzate, dai giudici che in nome di un garantismo fuori luogo liberano questi criminali, dai politici che per curare il proprio orticello elettorale aizzano la propria parte, dai giornalisti che per "vendere" sparano ogni cavolata infiammando gli animi. Sono stanco di pagare per una polizia inviata a "controllare" gli stadi: il servizio d'ordine deve essere a carico delle società calcistiche e se non vogliono pagare, la partita deve essere giocata a porte chiuse. La federazione ha troppo tollerato in nome dei soldi; se un arbitro viene assalito dai calciatori o dirigenti il problema va risolto in sede civile e penale e non con la cosiddetta giustizia sportiva che è tutto meno che giustizia. Temo purtroppo che anche stavolta tutto l'intervento sarà di facciata senza intaccare minimamente le radici del problema. Ci sono troppi soldi il ballo!

LoryOne
04-02-2007, 18.34.46
Un ottimo post.
Sono pienamente d'accordo con te Roberto45, soprattutto perchè parli chiaro.
Lo sport è soprattutto onestà ed orgoglio.

Silence
04-02-2007, 19.35.21
(ANSA) - CATANIA, 4 FEB - I detenuti della casa circondariale di Catania hanno ricordato con una messa e un applauso l'ispettore capo di polizia Filippo Raciti. Lo ha rivelato il cappellano dell'istituto penitenziario, padre Raffaele Landolfo. Intanto, anche a Roma stamani e' apparsa una scritta riguardante i fatti di Catania siglata, secondo quanto si e' appreso, Acab (all cops are bastard). La scritta trovata a Roma in viale America, all'Eur, recita: "Catania: Giuliani e' stato vendicato. 3 febbraio 2007".

Silence
05-02-2007, 01.50.18
(ANSA)-CATANIA,4 FEB- Fra gli arrestati a Catania ci sono anche un figlio di un poliziotto e due figli di medici: lo afferma il procuratore aggiunto Renato Papa. "Evidentemente sono stati trascinati da altri, forse dal branco, a compiere gesti di violenza. Questo e' un episodio grave perche' e' il sintomo di un malessere sociale diffuso e che ha permeato certi ambienti della citta'. Intanto il sostituto procuratore Fonzo esclude collegamenti tra la morte di Raciti e la sua testimonianza contro gli ultras.

ottobre_rosso
05-02-2007, 17.19.38
Il Coni critica duramente Antonio Matarrese per il suo intervento sugli incidenti di Catania. "Nell'esprimere sconcerto ed indignazione per i contenuti gravemente offensivi, prende le immediate distanze dai concetti espressi, rinnovando alla famiglia Raciti i sentimenti del più profondo cordoglio", si legge in una nota. Il presidente di Lega rischia anche un deferimento per violazione degli art. 5 e 7 del Codice Coni di comportamento sportivo.

"Il calcio non può chiudere, i morti sono parte del sistema. La Fiat per rilanciarsi non si è certo fermata...", aveva spiegato Matarrese, in una intervista a 'Radio Capital'. Aggiungendo che "siamo addolorati, ma lo spettacolo deve continuare. La Fiat non è che per rilanciarsi ha dovuto fermare le macchine. Ecco, noi vogliamo copiare il rilancio che ha avuto Fiat. I morti del sistema calcistico purtroppo fanno parte di questo grandissimo movimento che le forze dell'ordine ancora non riescono a controllare".

Il modello inglese è il più citato quando si parla di sicurezza negli stadi? "Ma quello è un altro mondo, lì quando ti mettono in galera buttano via la chiave. Da noi si prendono i criminali e il giorno dopo escono. Quindi il poliziotto ha anche timore, dopo aver arrestato un delinquente, che quello il giorno dopo esca e lo vada a prendere a casa".

In Italia invece il decreto Pisanu non viene fatto applicare: "Perché costa. Mantenere una squadra di calcio costa. Non stiamo a guardare quello che fa il presidente Moratti o Berlusconi. In realtà non si è trovato ancora un equilibrio economico che consenta alle società di affrontare ulteriori spese". Matarrese ha così chiesto di riparire i battenti dello spettacolo calcistico: "Non si deve mai chiudere. E' la regola principale: questa è una industria che paga i suoi prezzi. Si può pensare che un'industria chiuda i suoi impianti e poi li riapra chissà quando?".Anche Romano Prodi ha attaccato il presidente di Lega: "Sono commenti inaccettabili sulla inevitabilità di queste cose. E' assolutamente folle, non c'entra niente con la natura dello sport. Prenderemo posizioni forti e decisioni severe", ha spiegato dal Lussemburgo dove si è svolto un vertice economico L'Aams si costituirà parte civile

"L'Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato, in relazione alle drammatiche vicende di Catania, manifesta la sua profonda solidarieta` alla famiglia dell’Ispettore di Polizia Filippo Raciti e condivide le forti preoccupazioni già espresse dai vertici di Coni e Figc", si legge nel comunicato. E spiega: "Darà mandato all’Avvocatura Generale dello Stato affinché si costituisca in giudizio nei confronti dei responsabili delle violenze, per i danni economici conseguenti alla sospensione degli avvenimenti calcistici oggetto dei concorsi pronostici e delle scommesse sportive.

roberto45
05-02-2007, 17.53.01
Come volevasi dimostrare: per la federazione il circo deve continuare a qualsiasi costo!
Ripeto il concetto già espresso: SOLDI SOLDI SOLDI !!!!

top gun
05-02-2007, 17.58.36
CIAO RACITI, oggi mi sono commosso. mi spiace davvero tanto.

Silence
05-02-2007, 19.07.43
(ANSA) - CATANIA, 5 FEB - Il custode dello stadio Angelo Massimino e' stato arrestato dalla polizia per resistenza a pubblico ufficiale. L'uomo durante un'operazione di controllo nella struttura avrebbe lanciato contro gli investigatori i suoi cani, che sono stati neutralizzati. In passato era stato gia' denunciato per reati contro il patrimonio. La perquisizione era in corso nell'ambito delle indagini sulla morte dell'ispettore capo Filippo Raciti.

Ka79
05-02-2007, 22.11.17
E' una vergogna...

WinUser92
06-02-2007, 21.10.55
ragazzi io direi che lo sport, in quanto un "gioco" educativo e molto praticato dai giovani dovrebbe essere in generale immune da ogni intenteresse economico (mi riferisco al moggiopoli) e da ogni cosa diseducativa e davvero folle (l'assassinio di un poliziotto), sapete poi qual'è la cosa davvero folle? è che se un poliziotto ammazza uno di questi delinquenti fa la figura dell'assassino e il folle ucciso fa la figura del martire (vedi carlo giuliani, lo ricordate quel delinquente? lo ricordate immagino! , a momenti lo fanno santo), invece nel caso contrario l'assassinio di un'autorità pubblica da parte di un delinquente viene considerato roba da poco, ragazzi se dobbiamo proprio dircela tutta, la società non funziona! dite che il mio ragionamento è senza senso tanto l'ho scritta di getto questa

Silence
07-02-2007, 00.51.06
se un poliziotto ammazza uno di questi delinquenti fa la figura dell'assassino e il folle ucciso fa la figura del martire, invece nel caso contrario l'assassinio di un'autorità pubblica da parte di un delinquente viene considerato roba da poco


Beh si...questo è senza senso ;)

Io non faccio distingui, per me i morti son morti.

Il poliziotto se ammazza un delinquente non fa la figura dell'assassino, salvo casi particolari, in cui, la parola "delinquente" è opinabile, e l'atto si traduce in "abuso di potere".

L'assassino di un pubblico ufficiale NON viene considerato roba da poco e le immagini di questi giorni, unite al ricordo di accadimenti passati, ti dovrebbero dare un'idea.


Se posso permettermi una provocazione, a mio avviso, c'è solo un caso, in cui la morte della persona qualunque, può acquistare più valore (quindi indignare maggiormente) agli occhi dell'opinione pubblica:

Dal delinquente ti puoi aspettare un omicidio...lo condanni ma non ti è difficile preventivare che possa commetterlo;
Diverso è il discorso per le forze dell'ordine (che per antonomasia, dovrebbero proteggere) quando commettono abusi brutali che poi sfociano in assassinii.

WinUser92
07-02-2007, 07.55.53
no aspe, però per quello che dici tu le autorità possono difendere gli altri ma non loro stessi se non in casi eccezionali (quello di catania lo era assolutamente), se ammazzano non devono, carlo giuliani si schiantò verso una camionetta dei carabinieri, ma io lo sparo a giuliani da parte del carabiniere non lo vedo come abuso di potere, ci sono i delinquenti? devi difendere anche te stesso se non vuoi lasciarci le penne come filippo raciti, il fatto è che le autorità si cagano sotto appena vedono molti delinquenti davanti a loro, se andiamo avanti a proteggere i responsabili non faremo mai passi avanti.

Silence
07-02-2007, 09.27.28
no aspe, però per quello che dici tu le autorità possono difendere gli altri ma non loro stessi se non in casi eccezionali (quello di catania lo era assolutamente), se ammazzano non devono, carlo giuliani si schiantò verso una camionetta dei carabinieri, ma io lo sparo a giuliani da parte del carabiniere non lo vedo come abuso di potere, ci sono i delinquenti? devi difendere anche te stesso se non vuoi lasciarci le penne come filippo raciti, il fatto è che le autorità si cagano sotto appena vedono molti delinquenti davanti a loro, se andiamo avanti a proteggere i responsabili non faremo mai passi avanti.

Scusa...dove l'avrei scritto io che le autorità non possono difendere loro stessi? :mm:

Mi sa che hai capito male...perchè come sopra ho spiegato:

Il poliziotto se ammazza un delinquente non fa la figura dell'assassino, salvo casi particolari, in cui, la parola "delinquente" è opinabile, e l'atto si traduce in "abuso di potere".

Ti posso chiedere una cortesia? Se possibile, evitiamo l'argomento G8, se ne è parlato fino alla sfinimento qua sul forum, sappi comunque, che le colpe non stanno mai da una parte sola (vedi Giuliani e l'attacco alla Diaz).

Il concetto che cercavo di spiegare prima, cioè quello della risonanza mediatica, mi pare di averlo espresso abbastanza chiaramente, dicendo che:

Dal delinquente ti puoi aspettare un omicidio...lo condanni ma non ti è difficile preventivare che possa commetterlo;Diverso è il discorso per le forze dell'ordine (che per antonomasia, dovrebbero proteggere) quando commettono abusi brutali che poi sfociano in assassinii.

Silence
07-02-2007, 09.43.18
Catania: arrestati 4 minorenni
Scontri allo stadio, identificati tramite foto e filmati
(ANSA) -CATANIA, 7 FEB- Altri quattro minorenni sono stati arrestati la notte scorsa dalla polizia di Catania nell'ambito delle indagini sugli scontri allo stadio. I quattro sono indagati per resistenza aggravata continuata. Sono stati tutti identificati attraverso la visione di filmati e foto dei disordini. Durante la notte agenti della squadra mobile e della Digos della Questura hanno continuato a compiere perquisizioni e accertamenti.

infinitopiuuno
07-02-2007, 10.16.58
SE tutti noi, politici compresi, avessimo reale rispetto delle forze dell'ordine, certe cose non succederebbero.

A nessuno verrebbe in mente di scagliare una pietra verso un poliziotto se si considerasse questa persona un elemento importante per la tutela dell'ordine pubblico.

Purtroppo non è così:(

NightMan
07-02-2007, 10.45.28
hai ragione infy... purtroppo in questi giorni ho ascoltato una minoranza pur sempre numerosa que pure diceva la solita ca**ata: "eh si, però pure i celerini picchiano pesante"

Sbavi
07-02-2007, 10.52.43
SE tutti noi, politici compresi, avessimo reale rispetto delle forze dell'ordine, certe cose non succederebbero.

A nessuno verrebbe in mente di scagliare una pietra verso un poliziotto se si considerasse questa persona un elemento importante per la tutela dell'ordine pubblico.

Purtroppo non è così:(

E' la realtà di oggi. E non può cambiare. Specie quando vedi certi giovani (pare che l'assassino sia minorenne) che crescono con la consapevolezza che nulla ha valore.

NightMan
07-02-2007, 12.20.43
"Filippo Raciti era un mio collega.
Ed è un onore per me potermi definire tale.
In Polizia siamo tanti, migliaia.
Lui, però, faceva il mio stesso tipo di lavoro: era un sottufficiale di un Reparto Mobile, proprio come me.
Faceva quasi le stesse cose che io faccio ogni fine settimana.
Filippo Raciti io non lo conoscevo. Tanto quanto non lo conoscete voi né tutti quelli che ora si profondono in servizi strappalacrime.
Però io riesco ad immaginare nitidamente il suo lavoro. Come potesse viverlo, cosa provasse mentre andava in caserma per prepararsi ad un servizio di Ordine Pubblico, che discorsi facesse con i suoi colleghi.
Che cosa dicesse ai genitori, a sua moglie, alle persone che gli volevano bene salutandoli per uscire ed andare in servizio.
Anche che parole scegliesse per raccontare quanto succede nei nostri stadi.
Più o meno penso fossero le stesse parole che io scelgo quando provo a spiegare tutto quanto le televisione non hanno mai fatto vedere se non in un servizio alle otto e mezzo, prima della fine del Telegiornale e, rigorosamente, dopo i gol delle Domenica.
In un piccolo trafiletto del giornale di sport di turno, in una notizia sulle “brevissime” del Televideo.
Adesso tutti sanno.
Tutti hanno visto.
Ed ora tutti invocano giustizialismo, durezza, tolleranza zero, modelli esteri, repressioni.
Tutti lì a sventolare il cappio, a chiedere la forca.
Ora chiudono la stalla… ma i buoi dove sono andati a finire?
Dov’era prima, tutta questa gente che benpensa?
Per quasi dieci anni sono stato Agente di Polizia. A proposito, Filippo Raciti era un ISPETTORE della Polizia di Stato. Quindi un SOTTUFFICIALE della Polizia. Non un Agente ma nemmeno un Commissario come alcuni hanno detto.
Almeno quando uno muore sarebbe giusto rendergli l’onore del ruolo che ricopre.
E che *****.
Lavorava al REPARTO MOBILE DI CATANIA, non alla Questura o alla Squadra Mobile.
Reparto Mobile… Sembra che questo nome non entri in testa ai chi lo dovrebbe ben scandire. Però quello di Bolzaneto lo conoscono tutti, giusto? E nessuno ne ha mai storpiato il nome.
Di questi dieci anni io ne ho trascorsi circa quattro a lavorare negli stadi.
A fare il “celerino” come si dice in senso dispregiativo.
Ho lavorato in un centinaio di partite, dalla serie A ai dilettanti, dalla Champions League a Milan – Juventus, da Livorno – Pisa a Sanremese- Imperia.
Mi sono scontrato con quegli esseri che amano definirsi Ultras molte volte.
Li chiamo esseri perché definirli persone sarebbe troppo.
Sono dovuto ricorrere all’ospedale in tre casi.
Una volta una bomba carta mi è esplosa a qualche metro di distanza (sono stato fortunato, io) e mi ha fatto perdere temporaneamente l’udito. Un’altra siamo stati aggrediti dai “tifosi” del Livorno a colpi di pezzi di sanitari, cinghiate, pietrate. Sono finito a terra, ho strisciato una mano sul cemento ed mi si è sradicata per ¾ un’unghia. Infine in uno scontro con i tifosi della Juventus ho riportato un’intossicazione da gas ed una contusione ad un dito, credo per una cinghiata.

Qualche altra volta sono stati lividi ed un po’ di bastonate ma niente ospedale, per non specularci sopra. E ovviamente, senza ricevere nessun premio, medaglia o gratificazione di alcun tipo.
NON sono un eroe, sia chiaro: sono un dipendente dello Stato che onora il suo contratto di lavoro.
Punto.Questi miei sono tre piccoli episodi, poca cosa.
Però negli stessi quattro anni a qualcuno è andata peggio.Ho visto un collega sfregiato al viso da un mattone, un ragazzo con una gamba suturata per dodici punti vicino all’arteria femorale a causa di un bottigliata, un collega con un polpaccio perforato da parte a parte da una bomba carta, un altro con una scheggia conficcata nella palpebra a pochi centimetri dall’occhio. E poi clavicole rotte, arti fratturati, ginocchia lesionate, placche al titanio nel cranio.
Tutto questo solo in un gruppo di stadi del Nord ed in qualche anno di tempo.
Nel quasi assoluto silenzio delle istituzioni e dei media.
Ma tutto ciò succede da ANNI, gente.
Nell’indifferenza di moltissimi, con la connivenza di molti, a causa della paura di troppi. Paura di affrontare il problema, paura di applicare la legge, paura di essere uno Stato e non un arbusto che preferisce piegarsi che resistere.
Questa mail non ha uno scopo, non deve servire a nulla, ovviamente. E’ un mio sfogo personale, un modo per dare un senso agli eventi, un modo per pensare che la morte di un collega possa trovare un significato.
Per questo vi chiedo semplicemente un piacere: INDIGNATEVI.
Indignatevi quando sentite di gente che uccide, picchia, devasta, danneggia, insulta, odia per una partita di calcio.
Indignatevi quando vedete persone che vanno in giro con le felpe con scritto sopra “Ultras”, “Warriors”, “Fighters”, “Collettivo” o altre ****ate del genere vantandosi di appartenere ad un mondo di forza, furore e valore bellico che esiste solo nelle loro teste malate. Un mondo che dovrebbe prevedere la possibilità di scannarsi reciprocamente e, anche, coinvolgere chi cerca di fermarli. Un mondo in cui l’unico valore è la violenza *****e di chi sfrutta il gruppo per sentirsi qualcuno.
Questa è gente senza palle.Uomini falliti, forti solo con la faccia coperta e le armi addosso.
Gente che da sola non vale nulla. Gente che da sola non protesterebbe per niente e contro nessuno, neppure se gli portassero via la casa o gli pignorassero tutti i loro averi ma che in mezzo alla folla è disposta a scontrarsi in nome del Nulla.
Noi andiamo ad affrontarli con un casco concepito vent’anni fa, uno scudo che si frantuma con una pietrata ben lanciata, un manganello di gomma rigida per non cagionare troppo danno. Ma di fronte a bombe che contengono chiodi e vetri, a spranghe di ferro, a caschi integrali da motociclista, a cannoncini che sparano razzi di segnalazione nautica, a bulloni d’acciaio, coltelli, biglie di ferro, pezzi di ceramica taglienti come rasoi… Potete immaginare quanto può fare la nostra attrezzatura.
Indignatevi perché ci compriamo con i nostri soldi anfibi decenti e protezioni migliori che lo Stato non ci fornisce.
Indignatevi quando la gente dice che “anche gli sbirri si divertono a picchiare la gente” perché, credeteci, di tutte le persone in servizio in qualunque stadio d’Italia e con qualunque divisa nessuno è felice di essere lì. Non ce n’è uno, di quegli sbirri, che non preferirebbe essere con la sua donna, con i figli o con gli amici piuttosto che in mezzo a insulti, sputi, urla, lancio di petardi e fumogeni.
Credeteci, è così.
Indignatevi pensando che a fare la fine del mio povero collega potevo esserci proprio io, una persona che conoscete. Come migliaia di altri carabinieri, finanzieri, vigili urbani che prendono la centesima parte di quanto guadagna un calciatore. Di quell’idolo della curva che arriva allo stadio un’ora prima della partita e torna nel suo albergo a cinque stelle un’ora dopo mentre noi ci siamo
da due ore prima sino a tre o quattro ore dopo, sotto la pioggia e la neve, con il sole che picchia a 40 gradi sul casco e ti fa quasi svenire, con il vento gelido che dopo sei ore in piedi ti entra fin nelle viscere.
Indignatevi per la morte di Filippo.
Perché morire in servizio si può, fa parte di questo lavoro, è una piccola postilla non menzionata sul nostro contratto. Ma per una partita di pallone proprio no, non è giusto.
Se conoscete qualcuno cui questa mail può servire a riflettere… fate in modo che la legga.
Se pensate che qualcun altro la debba ricevere, che sia un giornale, un personaggio politico o il vostro vicino di casa inviategliela.
Io non vorrei che qualcuno potesse pensare che parlo a nome di chicchessia o per conto di altri.
Per questo la mando solo a voi, che mi conoscete e sapete che vi sto semplicemente raccontando quella che mi sembra sacrosanta verità.

R.G."



Italia vergogna.
ABOLIAMO I GRUPPI ULTRA' :mad:

roberto45
07-02-2007, 14.11.43
Tutta la mia solidarietà a tutti voi.
Mi indigna che le madri dei delinquenti diventino senatrici, mi indigna che i politici difendano chi usa la violenza, mi indigna la smodata comprensione dei giudici a chi pratica la violenza.

exion
07-02-2007, 19.26.39
Quel tal Carneade di Rifondazione (di cui non cito il nome per evitar Casini) è un portentoso scemunito....

Voleva dire una cosa giusta ma talmente scontata che non serviva dirla e così a volerla dire lo stesso ha finito col proferire una colossale cretinata.

Silence
07-02-2007, 20.38.28
Quel tal Carneade di Rifondazione (di cui non cito il nome per evitar Casini) è un portentoso scemunito....

Voleva dire una cosa giusta ma talmente scontata che non serviva dirla e così a volerla dire lo stesso ha finito col proferire una colossale cretinata.


Che puttanata ha detto?

Macchè nono citare nomi...dillo dillo.

WinUser92
07-02-2007, 22.59.37
Quel tal Carneade di Rifondazione (di cui non cito il nome per evitar Casini) è un portentoso scemunito....

Voleva dire una cosa giusta ma talmente scontata che non serviva dirla e così a volerla dire lo stesso ha finito col proferire una colossale cretinata.

scusa ma proprio nn riesco a capire nè a chi ti riferisci nè la cretinata scontatissima che non voleva dire, insomma la persona a cui fai riferimento è un wintrickers o un politico o forse un no global? spiegati meglio, mica possiamo leggere nella tua mente eh.

NightMan
07-02-2007, 23.04.12
scusa ma proprio nn riesco a capire nè a chi ti riferisci nè la cretinata scontatissima che non voleva dire, insomma la persona a cui fai riferimento è un wintrickers o un politico o forse un no global? spiegati meglio, mica possiamo leggere nella tua mente eh.

tranquy, eXion spiegherà quando si tratterà di spiegare e comunque non fa riferimento a nessuno di WT. Ad occhio, credo si riferisca a qualche uscita di un Caruso o qualcuno del genere, però oggi e ieri non ho proprio letto notizie, quindi non saprei dirti ;)

exion
08-02-2007, 06.23.21
tranquy, eXion spiegherà quando si tratterà di spiegare e comunque non fa riferimento a nessuno di WT. Ad occhio, credo si riferisca a qualche uscita di un Caruso o qualcuno del genere, però oggi e ieri non ho proprio letto notizie, quindi non saprei dirti ;)


Te voglio bene assai
Ma tanto, tanto bene sai...
E' una catena ormai
Che scioglie il sangue dint'e' vene sai


:D

WinUser92
08-02-2007, 07.32.21
Te voglio bene assai
Ma tanto, tanto bene sai...
E' una catena ormai
Che scioglie il sangue dint'e' vene sai


:D
ma vi riferite al no global di rifondazione? è andato in galera ed è uscito e ora sta in politica o ha detto qualcosa di provocatorio in un'intervista a telepadania? :inn:

Robbi
08-02-2007, 10.16.37
Ha detto che la morte di un poliziotto equivale alla morte di un ultra'.

Ora, il mio modesto quoziente intellettivo, fatica a commentare una simile idiozia, non tanto per la ovvia considerazione che la morte di un uomo e' uguale ed equivalente alla morte di un altro uomo, nero/bianco/rosso che sia, ma perche' il "genio" in questione dicendo una ovvieta' e' riuscito nell'intento di far passare , un concetto che forse sta nel profondo delle sue convinzioni.

Comunque non mi soffermo oltre su questo "rifiuto parlamentare".

Ho visto invece la grande dignita', la grande compostezza, della moglie dell'agente ucciso, sia nelle poche parole pronunciate in Chiesa sia in una breve intervista ad un TG. Che dire?? Nulla! C'e' solo da essere orgogliosi ad avere una moglie e una madre cosi'!

Anzi no una cosa la dico!

Caruso!! VERGOGNATI.... ma soprattutto IMPARA!!

Sbavi
08-02-2007, 10.20.28
Ho visto invece la grande dignita', la grande compostezza, della moglie dell'agente ucciso, sia nelle poche parole pronunciate in Chiesa sia in una breve intervista ad un TG. Che dire?? Nulla! C'e' solo da essere orgogliosi ad avere una moglie e una madre cosi'!

Si però adesso comincia a vedersi un po troppo, la signora Raciti. Non vorrei che rimanesse affascinata dai riflettori TV..

wilhelm
08-02-2007, 16.38.16
@Robbi (Y)

E anche vergognoso Baudo che SI È PERMESSO di criticare l'atteggiamento del Papa il quale avrebbe, a dir suo, commesso grave torto non parlando dell'accaduto nell'Angelus di Domenica.

Premesso che:
- l'Angelus è un discorso già preparato e non sempre è possibile modificare un discorso senza rompere quello che vuole essere il suo significato complessivo;
- il Papa ha scritto una lettera privata alla famiglia, dimostrando così sensibilità e tatto nell'evitare i canali pubblici che, lo sappiamo tutti, sono solo pubblicità;

mi chiedo:
ma Baudo come si permette? Ha così tanta paura di fare un flop di Sanremo che si deve fare pubblicità?

Altrimenti davvero non mi spiego perché creare una polemica attorno al dolore di una famiglia e di un Paese.

Sbavi
08-02-2007, 16.58.35
A quanto ne so Baudo ha criticato la scelta da parte del Vaticano di proseguire i festeggiamenti in onore di S. Agata (patrona di CT). Molti infatti ritenevano giusto interrompere il "rito" lasciando le reliquie "a riposo" a disposizione dei devoti.
Inoltre, quello che molti non dicono è che un sacco di devoti con il costumino bianco, e che portano a spasso S. Agata per le vie della città, sono gli stessi che scassano i maroni allo stadio.

wilhelm
08-02-2007, 17.00.36
Non entro del merito delle singole persone; entro nel merito dell'operato del Papa, che è stato criticato da Baudo proprio in relazione all'Angelus di DOmenica (così è riportato sull'Avvenire).

Dav82
08-02-2007, 17.02.37
Bah.. sinceramente, il Papa e i suoi vescovi si permettono tutti i santi giorni di rompere i maroni a destra, a manca, e pure altre direzioni se esistono... per cui non ci vedo niente di grave, anzi.

Anzi. Appena qualcuno osa solo muovere una critica al papa si scatenano gli strali di mezzo mondo... pure quando il papa si occupa di cose di cui non dovrebbe occuparsi, e non si occupa di cose di cui invece dovrebbe! Bah!

Sbavi
08-02-2007, 17.02.55
Avvenire = Disinformazione.
In quel giornale scrivono tenendo la penna con il bu@o del cu@o!

wilhelm
08-02-2007, 17.06.45
No Dav: un conto è esprimere perplessità, opinioni, avanzare richieste, critiche sui temi della politica italiana e mondiale, il tutto suggerito dalla dottrina e dalla Fede di cui sono i massimi esponenti. E questo altro non è che il loro lavoro. E come lo fanno i Vescovi in mezzo mondo così fanno i Mullah un altra parte del mondo, ecc. ecc.

Un conto è dire "Ha sbagliato".

Ed è ben diversa la questione.

Dav82
08-02-2007, 17.09.14
No, non è diversa, rientra nell'oscurantismo clericale tipico di questo papa... cmq penso che siamo un bel po' OT.

wilhelm
08-02-2007, 17.10.04
Scegli dove continuare se ti va.

WinUser92
08-02-2007, 17.19.17
povero ratzinger, fategli fare quello che gli pare, e comunque non è vero che deve stare fuori da tutto, in fondo lui è il papa e nessuno deve permettersi di criticarlo in quanto non ha fatto niente di male. comunque avvenire è un giornale cattolico e per questo non vuol dire che è disinformazione, la vera disinformazione è novella2000!

wilhelm
08-02-2007, 17.20.43
Grazie Win, hai perfettamente inteso il mio pensiero e il mio giudizio su quanto significa informazione e disinformazione! :)

Sbavi
08-02-2007, 17.35.37
Non sono assolutamente d'accordo. Quando viene travisata o interpretata la realtà al fine di "portare acqua al proprio mulino", si fa DISINFORMAZIONE.

Leggasi ad esempio (ne parlai anche qui sul forum, prima di natale) come sia stata trattata con molta superficialità da Avvenire la notizia di una maxi operazione antipedofilia a Roma nella quale erano coinvolti anche dei preti. Negli stessi giorni invece Avvenire era prodigo di stroncamenti alla ghenga di Fiorello!

Ma siamo OT, che più OT non si può.

real7
08-02-2007, 20.24.23
ma nessuno critica Mattarese???
io lo metto alla pari di Caruso

WinUser92
08-02-2007, 20.27.22
Grazie Win, hai perfettamente inteso il mio pensiero e il mio giudizio su quanto significa informazione e disinformazione! :)

certo wilhelm WinUser92=in indiano altamente antico vuol dire colui che capisce ciò che si dice :inn:

cmq tutto ciò che dice il papa e la chiesa in generale va preso in considerazione,
non si può dire che il papa ha sempre torto e deve farsi i cavoli suoi, cmq con questo vorrei chiudere l'off topic

Krizia
08-02-2007, 20.40.56
Tornando al post per il quale s'è aperto il topic....
Io credo che questo schifo durerà all'infinito....Si potrà giocare a porte chiuse oggi, domani , dopodomani...ma non si risolverà mai nulla perchè non vengono presi provvedimenti giusti nei confronti di quelle persone(minorenni) che fanno di un avvenimento sportivo teatro di una corrida.. e ci sono andata leggera.
Ma forse se gli diamo 30 anni di lavori forzati o di galera, chi verrà dopo magari ci pensa 100 volte prima di uccidere un poliziotto, un tifoso o chicchessia....
E il campionato non si deve giocare a porte chiuse...non si deve proprio cominciare..allora si che forse qualche risultato viene fuori.(Ma figuriamoci se i santarelli del calcio perderebbero i loro soldi.)
Ma tanto si sa questa è un'altra delle tragedie che, passata sta settimana, va a finire nel dimenticatoio come è successo tante altre volte.. e non è una novità...
Credo che un pò di linea dura non farebbe male in questo paese... visto che stiamo andando a rotoli ma su tutti i fronti!
Personalmente sono indigniata e mi vergogno, ma lo dico in tutta serietà di vivere in questo paese così degradato socialmente :grrr:

wilhelm
08-02-2007, 21.16.31
Sono perfettamente d'accordo.

E tutto questo si inserisce nel ben più generale discorso sulla mancanza di rispetto verso se stessi, verso gli altri, della certezza della pena.

E tutto questo mi vede drammaticamente pessimista. :(

UG0_BOSS
08-02-2007, 22.33.46
Tornando al post per il quale s'è aperto il topic....
(cut)


più che giusto. Decisione che già avrebero dovuto prendere forse dall'anno scorso, dopo le vicende dell'ultima estate. Anzichè concludere i processi in fretta avrebbero dovuto andare fino in fondo.

Adesso è successo questo fattaccio. Chiudere gli stadi non serve a nulla. Bisogna sospendere il campionato. Far capire che non si può andare avanti così.

La cosa più brutta è che ho sentito che ad uccidere quel poliziotto per ora sembra essere un sedicenne.

JackHammer
08-02-2007, 22.37.44
più che giusto. Decisione che già avrebero dovuto prendere forse dall'anno scorso, dopo le vicende dell'ultima estate. Anzichè concludere i processi in fretta avrebbero dovuto andare fino in fondo.

Adesso è successo questo fattaccio. Chiudere gli stadi non serve a nulla. Bisogna sospendere il campionato. Far capire che non si può andare avanti così.

La cosa più brutta è che ho sentito che ad uccidere quel poliziotto per ora sembra essere un sedicenne.

A che servirebbe sospendere i campionati? Io invece sospenderei le 2 squadre protagonistre degli incidenti, ovvero Palermo e Catania. Sarebbe più giusto. Perchè anche gli altri devono subire lo stop se non hanno fatto nulla?

UG0_BOSS
08-02-2007, 22.50.08
Perchè l'incidente questa volta è capitato a Catania, la prossima volta potrebbe capitare a Milano.

NightMan
09-02-2007, 01.28.22
A che servirebbe sospendere i campionati? Io invece sospenderei le 2 squadre protagonistre degli incidenti, ovvero Palermo e Catania. Sarebbe più giusto. Perchè anche gli altri devono subire lo stop se non hanno fatto nulla?

Jack, semplicemente perchè non è giusto. Le società Catania e Palermo non hanno nulla a che fare con questi delinquenti.

wilhelm
09-02-2007, 10.52.29
Non lo so NigthMan: si sa che a volte sono proprio le società ad avere forti contatti con le frange estreme delle tifoserie.


Mi incuriosisce invece il pensiero dei siciliani su un punto: qualcuno ha ventilato l'ipotesi che cose come queste non accadano a caso in luoghi dove c'è un forte controllo della mafia, e quindi possa essere un vero e proprio attentato mafioso che prima faceva saltare le autostrade, metteva le autobomba e adesso fomenta la folla. L'ho sentito dire alla televisione e alla radio nei giornali, dicendo proprio che sarebbe un segnale contro l'attivismo della polizia e in particolare dell'Agente Raciti.



E, ammesso che corrisponda al vero, mi inquieta perché è veramente un modo di colpire che riesce a sviare in partenza qualsiasi analisi oltre le più elementari - dove con elementari intendo non poco importanti, anzi, ma quelle che scaturiscono dai fatti insuperficie, e cioè la violenza cui è sempre più legato il calcio.

Sbavi
09-02-2007, 12.22.57
Mi incuriosisce invece il pensiero dei siciliani su un punto: qualcuno ha ventilato l'ipotesi che cose come queste non accadano a caso in luoghi dove c'è un forte controllo della mafia, e quindi possa essere un vero e proprio attentato mafioso che prima faceva saltare le autostrade, metteva le autobomba e adesso fomenta la folla. L'ho sentito dire alla televisione e alla radio nei giornali, dicendo proprio che sarebbe un segnale contro l'attivismo della polizia e in particolare dell'Agente Raciti.

Macchè mafia! Qualcuno ha pure detto che trattavasi di ritorsioni contro il Calcio Catania per questioni di "pizzo". In realtà il presidente da questo punto di vista ha le spalle ben coperte.

La realtà è che a CT non esiste cultura sportiva. Vedi incidenti in un Messina-Catania del 2001 quando morì un giovane messinese.
Tempo fa, nel corso di una partita al Cibali siedeva in tribuna la mamma di un calciatore avversario. Ci fu un gol del figlio e la mamma esultò. Subito fu aggredita in malo modo dai catanesi e costretta a lasciare lo stadio.
Episodio vergognoso che si commenta da solo.

La soluzione è inibire il Catania dal calcio per X anni. Vedrai che la gente ci penserà due volte prima di scatenare simili comportamenti.

Sbavi
09-02-2007, 12.26.41
Invece non mi convince la moglie del Raciti...ma cmq :rolleyes:

AvvAlessandra
09-02-2007, 12.34.37
Io credo che sia una donna distrutta dal dolore

NightMan
09-02-2007, 12.56.57
Mi incuriosisce invece il pensiero dei siciliani su un punto: qualcuno ha ventilato l'ipotesi che cose come queste non accadano a caso in luoghi dove c'è un forte controllo della mafia, e quindi possa essere un vero e proprio attentato mafioso che prima faceva saltare le autostrade, metteva le autobomba e adesso fomenta la folla. L'ho sentito dire alla televisione e alla radio nei giornali, dicendo proprio che sarebbe un segnale contro l'attivismo della polizia e in particolare dell'Agente Raciti.

Io noto che accadono ovunque le aggressioni di ultrà contro le forze dell'ordine, solo che questa volta c'è scappato il morto. Poteva benissimo morire a Napoli o a Roma o a Bergamo, non c'entra nulla la mafia ma c'entrano tantissimo le migliaia di teste di ca**o che ogni domenica si svegliano per andare a fare la guerra...

Sul fatto poi che in alcune città queste aggressioni siano più violente che in altre, non lo metto in dubbio ma IMHO è più legato ai precedenti tra tifoserie e FO che a mafia, politica o altro. In realtà, e la polizia lo conferma, politica e mafia c'entrano poco col fenomeno ultrà... Il mio pensiero è sempre stato questo. Se la polizia vuole debellare questo fenomeno deve sciogliere, anche con la forza sti gruppi organizzati. Magari si fa un pò meno coreografia e baldoria allo stato ma per lo meno ci si diverte a guardare una partita e non si rischiano feriti...

NightMan
09-02-2007, 12.58.58
Io credo che sia una donna distrutta dal dolore

(Y) anche io, un (F) anche per lei e per i bambini

wilhelm
09-02-2007, 13.54.48
Se la polizia vuole debellare questo fenomeno deve sciogliere, anche con la forza sti gruppi organizzati.

Sono perfettamente d'accordo con te, ma se pensi quello che dice gente come caruso o gente che scrive sui muri "10 100 1000 Raciti" capisci che proprio non ci siamo: perché, al di là dell'abuso, il magistrato pronto a indagare sempre e comunque contro le FO lo troverai sempre. E ripeto: al di là dell'abuso!

WinUser92
09-02-2007, 17.57.46
io credo che già dopo calciopoli avrebbero dovuto fermare i campionati per un anno e mettere in regola stadi e cazzi vari e riflettere su ciò che era accaduto, lo sport deve essere pulito, chi lo vuole sporcare può anche andare affanculo e farsi 40 anni di galera come dovrebbero fare con il ragazzetto delinquente che ha fatto fuori raciti, ma sicuramente se la caverà con 10 anni

ottobre_rosso
23-07-2007, 16.16.25
Catania - Il Tribunale per i minorenni di Catania ha disposto la scarcerazione e l’affidamento a una comunità di Antonino Filippo Speziale, il giovane indagato anche per la morte dell’ispettore Filippo Raciti, che era detenuto dal 6 febbraio scorso per resistenza a pubblico ufficiale per gli scontri scoppiati quattro giorni prima, durante il derby di calcio Catania-Palermo. La decisione è stata motivata dai giudici con l’attenuazione delle esigenze cautelari e non per le condizioni psicofische dell’imputato, perchè la perizia disposta dal Tribunale avrebbe accertato che le condizioni di Antonino Filippo Speziale erano compatibili con la detenzione. Secondo quanto si è appreso la Procura della Repubblica per i minorenni non presenterà ricorso contro il provvedimento ritenendolo «una buona soluzione». Speziale è stato scarcerato perchè l’ordine di arresto per omicidio ripristinato dal Tribunale per il riesame nei suoi confronti dopo la revoca disposta dal Gip non è operativo, perchè deve passare ancora al vaglio della Cassazione.