PDA

Visualizza versione completa : Vi mai capitato un dejavou?


topastra
05-01-2007, 10.06.45
Vi mai capitato un dejavou? A me sta cosa dei dejavou mi incuriosisce ma nelle stesso tempo mi inquieta, c' chi parla di una vita precedente. Bo! :mm: :mm:

Sbavi
05-01-2007, 10.17.45
Quando mi avvinazzo ce li ho sempre :D

infinitopiuuno
05-01-2007, 10.59.04
Il termine dj-vu (letteralmente "gi visto") venne introdotto dallo psicologo F. L. Arnauld nel 1896. Con tale espressione si indica il fenomeno per cui un soggetto ha la sensazione di aver gi vissuto un certo evento, di essere gi stato in un certo luogo, di aver gi conosciuto una certa persona, ecc., pur essendo certo, a livello razionale, di non essersi mai trovato in una tale situazione. Contrariamente a quello che si pu pensare, tali esperienze sono molto diffuse. Un sondaggio Gallup del 1991 ha mostrato che il 56% degli americani adulti ha provato tale esperienza.
Il coinvolgimento emotivo che accompagna queste esperienze ha condotto molti autori ad attribuire loro un significato trascendente o paranormale. Secondo alcuni il dj-vu sarebbe una evidenza diretta della reincarnazione. In altre parole noi avremmo gi vissuto in una vita precedente la stessa esperienza che stiamo vivendo in un dato momento. Secondo altri, verrebbe coinvolta addirittura la telepatia: il soggetto riceverebbe cio informazioni telepatiche da parte di altri che avrebbero realmente vissuto quell'esperienza. Queste ipotesi sono assolutamente prive di ogni fondamento e rappresentano soltanto speculazioni fantasiose.La psicoanalisi ha cercato di interpretare il fenomeno del dja-vu in termini di inconscio. In pratica durante tale esperienza riaffiorerebbero alla coscienza dei ricordi o pensieri repressi. Il soggetto avrebbe realmente vissuto l'esperienza in questione ma, anzich un ricordo cosciente, riaffiorerebbe soltanto una vaga sensazione di familiarit. Anche tale interpretazione non va al di l della semplice speculazione e sicuramente non in grado di spiegare episodi di dj-vu in cui si sa con assoluta certezza che il soggetto non ha mai vissuto l'esperienza in questione.Pi plausibili appaiono invece altri tentativi di interpretazione. Alcuni psicologi spiegano il dj-vu come un errore della memoria, tecnicamente chiamato paramnesia. In pratica la nostra memoria fallirebbe nel credere di ricordare un certo episodio, in realt mai avvenuto. Ad esempio, si pu credere di essere gi stati in un certo luogo, quando invece lo abbiamo visto semplicemente in fotografia. Altri autori (ad esempio lo psicologo francese Pierre Janet) sostengono che il dj-vu pi che un errore di memoria sia un errore percettivo. In altre parole noi percepiremmo erroneamente la realt riscontrando illusoriamente una somiglianza con qualcosa che abbiamo gi vissuto. Secondo un'altra interpretazione, il dj-vu deriverebbe da una sorta di conflitto a livello di informazioni cerebrali. stato ipotizzato che, in certi casi, il cervello pu essere consapevole di una sensazione ricevuta prima che si sviluppi la consapevolezza della percezione stessa. In tal modo si creerebbe la strana sensazione della preconoscenza di una certa esperienza. Per alcuni questa asincronia nell'elaborazione dei segnali sensoriali deriverebbe da un'azione indipendente dei due emisferi cerebrali. In sostanza un emisfero avrebbe la sensazione di dj-vu semplicemente perch l'evento stato memorizzato alcuni istanti prima dall'altro emisfero. Un'ulteriore teoria interpreta il dj-vu in termini di emozione dissociativa. Secondo questa ipotesi gli stimoli provenienti da una certa situazione potrebbero attivare delle emozioni che si erano verificate in passato e da questo deriverebbe la sensazione di familiarit (ad esempio, i ricordi prodotti in Marcel Proust dall'odore della celebre "maddeleine" possono rientrare nell'ambito delle emozioni dissociative). Contributi all'interpretazione del dj-vu sono stati dati anche dalla neuofisiologia. stata infatti notata una certa frequenza del verificarsi del dj-vu negli istanti che precedono gli attacchi in soggetti epilettici. Il neurologo Wilder Penfield, negli anni Cinquanta, dimostr che era possibile indurre episodi di dj-vu stimolando elettricamente il cervello di pazienti epilettici. Anche i pazienti schizofrenici vivono frequentemente episodi di dj-vu. Secondo tali studi quindi il dja-vu viene interpretato in termini di disordine neurologico. Va tuttavia osservato che il fenomeno piuttosto frequente anche in soggetti perfettamente sani. Dal fatto che esistano cos tante teorie che cercano di interpretare i dja-vu si capisce facilmente che il fenomeno non ancora stato compreso in tutti i suoi aspetti. Questo accade per la maggior parte dei fenomeni che interessano il nostro cervello a causa della sua estrema complessit. Di fronte a un problema complesso occorre estrema prudenza nell'elaborazione di teorie ed doveroso attenersi rigorosamente ai fatti osservati. Per questo motivo sono da rifiutare, a maggior ragione, tutte quelle teorie "paranormali" che tirano in ballo ipotesi completamente gratuite e prive di ogni fondamento. :o

Flying Luka
05-01-2007, 11.00.58
La spiegazione scientifica che il cerevllo si mette a scandagliare nei propri "file" di memoria se l'oggetto o la scena in questione siano stati gi archiviati in precedenza. Se la risposta positiva, un'altra area del cervello li riconosce.
Nel dj vu questo secondo meccanismo d'azione del cervello si innesta anche quando ci si trova di fronte a un oggetto o una situazione del tutto nuova.

In altre parole altro non che un difetto d'azione della mente umana o, se preferisci, un "bug".

exion
05-01-2007, 11.13.10
Invoco un urgente intrvento dall'alto (moderatorio, amministrativo o al limite divino :o) per correggere a forza lo strafalcione franco-maccheronico :devil:



Dj vu :p



Nulla a che vedere con reincarnazioni, parapsicologia, fenomeni paranormali vari secondo me.
Fenomeno psicologico ben studiato e relativamente ben compreso oggi. Molte persone affermano averlo provato almeno una volta nella vita. Diventa problematico solo quando il fenomeno ricorrente, al limite ossessivo, con conseguenti derive psicotiche e/o paranoiche.

A me capitato un paio di volte e devo dire che l'ho trovata, tutto sommato, una sensazione assai gradevole.

topastra
05-01-2007, 12.15.11
a parte il mio errore-orrore di scrittura del termine, credo che non mi sia mai capitato o forse non riesco a razionalizzare l'esperienza, ecco perch la cosa mi inquieta.

exion
05-01-2007, 12.32.41
a parte il mio errore-orrore di scrittura del termine, credo che non mi sia mai capitato o forse non riesco a razionalizzare l'esperienza, ecco perch la cosa mi inquieta.


Penso che dipenda molto dal tuo rapporto con la dimensione del sogno (sogno a cui per altro i dj vu sono, si pensa, strettamente legati).

C' chi ha paura di sognare, paura di staccarsi dalla realt, paura di confrontarsi con un altro s stesso in un'altra dimensione.

Personalmente questa paura non ce l'ho. Anzi. Amo giocare con le sensazioni di veglia e di sonno, confondere le carte, esplorare i miei sogni.

In questo anche l'esperienza dei sogni lucidi (fenomeno, anche questo, che non ha nulla di paranormale) e l'autoipnosi mi hanno aiutato molto.

Se il dj vu , come si pensa, l'incontro tra l'immagine di una situazione reale e l'immagine di un sogno dimenticato che si sovrappongo l'un l'altra, allora per me bellissimo lasciarsi avvolgere da questa soffice nebbia ovattata di confusione tra realt e sogno.

Sbavi
05-01-2007, 12.34.21
Avvinazzatevi.

biologist1972
05-01-2007, 13.06.09
Quando mi avvinazzo ce li ho sempre :D
:D :D :D

NightMan
05-01-2007, 13.26.17
Che strano, mi sembra di aver gi letto questo thread e di aver risposto la stessa cosa che sto scrivendo ora :eek:

topastra
05-01-2007, 13.30.55
Che strano, mi sembra di aver gi letto questo thread e di aver risposto la stessa cosa che sto scrivendo ora :eek:
:jump: :jump: :jump:

exion
05-01-2007, 13.56.17
Che strano, mi sembra di aver gi letto questo thread e di aver risposto la stessa cosa che sto scrivendo ora :eek:


Ma questa cosa non l'avevi gi scritta ieri? http://niappanige.supereva.it/mmm.gif

Flying Luka
05-01-2007, 14.29.15
A me, esempio, capita spesso di sognare di corcare di legnate exion.

E' un sogno talmente ricorrente che quando accadr sar come se l'avessi gi vissuto. :devil:

biologist1972
05-01-2007, 14.29.36
bah escluderei che il fenomeno rappresenti un lontano ricordo di vite precedenti, ma che semplicemente sia da ricondurre alla normale "auto manutenzione" della nostra massa cerebrale che ricorre, per i suoi aggiustamenti, a tutta una serie di strumenti non ancora del tutto spiegabili scientificamente. ;)
Conosciamo anatomia e fisiologia di tutti gli organi umani, ma del cervello e della sua organizzazione neuronale-sinaptica, ne sappiamo ancora ben poco.
Se poi indaghiamo sui processi altamente raffinati della psiche umana come la memoria, le funzioni cognitive, la formazione del pensiero, allora ci accorgiamo che la scienza arretra a semplice postulatrice di supposizioni.
E questi spazi vuoti della conoscenza sono occupati dal soprannaturale, dal misticismo e dalle credenze popolari. :o

:jump: :jump:

Deep73
05-01-2007, 14.52.43
Se capitano perch ho dimenticato di cclean-are il mio cervello.... miii.... ci son certi GB di spazzatura l dentro :devil:

NightMan
05-01-2007, 14.55.35
Il fenomeno lo spiegarono una volta a SuperQuark. Se non ricordo male un problema di immagazzinamento delle informazioni in memoria. In pratica l'uomo, come il pc dotato di due tipi di memoria, una pi a breve termine (una specie di memoria Ram) ed una memoria di archivio (Una specie di hard disk) per i ricordi datati. Solitamente le cose che abbiamo fatto da poco o nel momento in cui le facciamo vengono memorizzate nella nostra memoria ram e utilizziamo quei ricordi per compiere le azioni quotidiane. Solo i ricordi pi importanti vengono memorizzati nella memoria a lungo termine e non istantaneamente. Il deja vu capita quando una ricordo attuale (una cosa che stiamo facendo adesso) viene memorizzata subito in entrambe le memorie, e la nostra mente non fa altro che dirci "questo file gi presente in memoria... vuoi sovrascriverlo?" :D

topastra
05-01-2007, 15.01.55
Il deja vu capita quando una ricordo attuale (una cosa che stiamo facendo adesso) viene memorizzata subito in entrambe le memorie, e la nostra mente non fa altro che dirci "questo file gi presente in memoria... vuoi sovrascriverlo?" :D

Caspita e guai a riformattare :mm:

Sbavi
05-01-2007, 15.18.31
Impara a quotare.

Avvinazzatevi. :o

topastra
05-01-2007, 15.20.51
Impara a quotare.

Avvinazzatevi. :o
ora ho capito, come farei senza di te!!!!!(L)

top gun
05-01-2007, 16.17.59
si spesso

exion
05-01-2007, 16.35.06
Il fenomeno lo spiegarono una volta a SuperQuark. Se non ricordo male un problema di immagazzinamento delle informazioni in memoria. In pratica l'uomo, come il pc dotato di due tipi di memoria, una pi a breve termine (una specie di memoria Ram) ed una memoria di archivio (Una specie di hard disk) per i ricordi datati. Solitamente le cose che abbiamo fatto da poco o nel momento in cui le facciamo vengono memorizzate nella nostra memoria ram e utilizziamo quei ricordi per compiere le azioni quotidiane. Solo i ricordi pi importanti vengono memorizzati nella memoria a lungo termine e non istantaneamente. Il deja vu capita quando una ricordo attuale (una cosa che stiamo facendo adesso) viene memorizzata subito in entrambe le memorie, e la nostra mente non fa altro che dirci "questo file gi presente in memoria... vuoi sovrascriverlo?" :D


Che nerd!!! :o

E la poesia del mistero insondabile della mente umana dove la mettiamo? :o

Sbavi
05-01-2007, 16.37.02
E la poesia del mistero insondabile della mente umana dove la mettiamo? :o

http://niappanige.supereva.it/mmm.gif

Nel deretano?

UG0_BOSS
05-01-2007, 23.35.43
http://img441.imageshack.us/img441/3364/errormessageye4.png (http://imageshack.us)

:o

Feintool
06-01-2007, 00.43.21
:mm: ..per un momento mi e' sembrato di aver gia' scritto qualcosa del genere..

:D

Un qualcosa come: i sogni e il misticismo delle precognizioni sono domande a cui non sappiamo dare risposte plausibili o appaganti e allora tendiamo dare il giudizio che collima di piu' al fatto utilizzando il nostro bagaglio di esperienza, come suggerisce il "Rasoio di Occam".

wilhelm
06-01-2007, 10.30.42
A me affascinano: una sensazione gradevole! :)

topastra
06-01-2007, 10.33.14
l'avessi provato!non riesco a razionalizzare questa sensazione.

UG0_BOSS
06-01-2007, 11.30.50
A me gi capitato diverse volte... e poi a volte mi vengono pure i Deja vu indentati :D

biologist1972
06-01-2007, 15.44.07
http://niappanige.supereva.it/mmm.gif

Nel deretano?
:D :D :D

TyDany
06-01-2007, 19.04.16
Mi capitato alomeno una decina di volte e, comunque, nessuno di voi ha scritto la teoria pi sensata.... semplicemente si ha una desciav (va bene cos Exion :inn: ) quando in MAtrix stanno cambiando qualcosa :o

UG0_BOSS
06-01-2007, 19.38.51
quando in MAtrix stanno cambiando qualcosa :o

Esatto... quando premono F5 per la precisione :o