PDA

Visualizza versione completa : Notebook come server...


Fast-M
13-10-2006, 17.35.21
Salve a tutti, è da parecchio che ho un dubbio che mi assilla e cioè vorrei sapere se ci sono controindicazioni a far funzionare un notebook come server e cioè costantemente acceso 24/7.
Ovviamente con tecnologia centrino che quindi consuma di meno e genera meno calore.
Tipo impostando al minimo il consumo nel gestore dell'autonomia, usando profili tipo Batteria Max o simili, pensate che potrebbero esserci problemi?
Grazie!
:mm:

Tecno214
13-10-2006, 17.52.34
Un server è, prima di tutto per definizione, una macchina adibita a fornire dei servizi all'interno di una LAN e, il più delle volte è attivo 24 ore su 24 o almeno per l'intero arco lavorativo (dieci ore minimo).
BEh, predisporre a server un notebook non mi senbra una soluzione ottimale, almeno per i seguenti motivi..

*) Surriscaldamento visto che un notebook emette sicuramente più calore di un desktop e dopo un certo periodo di tempo diventa quasi obbligatorio spegnerlo e farlo raffreddare anche se non è proprio alla massima condizione di stress!

*) Architettura hardware non prorpio azzeccata per la funzione visto che generalmente ad un server vengono riservati dischi SCSI o SATA molto capienti, e magari schede di rete aggiuntive mentre un hd di un portatile fatica ad arrivare a prestazioni tipiche di comuni dischi IDE da 7200 rpm!
Questo naturalmente a svantaggio della velocità di trasferimento da e verso i client!

Poi nella vita si può tutto e quindi anche installare un s.o server edition su un portatile è una cosa fattibile!

borgata
13-10-2006, 18.44.36
verissimo che l'architettura dei notebook non è proprio il massimo per un uso di questo tipo, ma se non è particolarmente esigente, ci sono notevoli vantaggi:

- Consumi ridotti: la piattaforma ottimizzata per il mobile ha consumi quasi irragiungibili per un desktop.

- Costi ridotti: una piattaforma ottimizzata per i bassi consumi, su desktop, ha costi elevati. Qui con una spesa non eccessiva hai un pc a bassissimo consumo, monitor lcd, ingombro ridottissimo, gruppo di continuità integrato.
Se devi lasciarlo a scaricare, meglio usare un disco esterno (ocio che i centrino duo con disco attaccato su usb2 hanno un bug su windows e i consumi aumentano di un buon 30%)

Tecno214
13-10-2006, 18.56.42
In effetti sono vantaggi a cui non avevo pensato....
Mi riesce comunque difficile entrare nell'ottica di un portatile, da definizione concepito per un uso dinamico rispetto ad un server che invece, il più delle volte se ne sta lì acceso 24 ore su 24 senza mai essere toccato.

Adibire il portatile a server vorrebbe anche dire limitarne (o annullarne) l'uso mobilie che di un portatile in genere ne viene fatto collocandolo in pianta stabile come server di una rete!
Per il resto come ho detto anche al primo post tutto è possibile e oltretutto come Borgata ha detto (e io non avevo prorio considerato) ci sono anche aspetti di vantaggio rispetto ad un desktop!

Fast-M
12-11-2006, 03.37.21
Personalmente trovo che l'aspetto più grandioso dei portatili di nuova generazione, i cosiddetti "desktop replacement", sia quello dell'ingombro minimo e dell'assenza di svariati cavi di collegamento.
Magari chi fa un lavoro che lo obbliga ad usare il portatile in viaggio o comunque in più posti troverà grandioso anche l'aspetto della mobilità che comunque anche io trovo tale.
Infatti facendo per lavoro il programmatore è veramente una nuova vita potersi mettere a programmare per ore seduti comodamente sul divano o sdraiati sul letto.
Credo che i desktop andranno via via scomparendo perchè stà per arrivare il momento in cui anche chi non è particolarmente esperto o pratico dell'uso del pc capirà che è quasi folle acquistare qualcosa che occupa quasi una scrivania e va tenuta sempre in un posto con fili che penzolano quando può prendere allo stesso prezzo e con prestazioni identiche se non superiori, quel bellissimo oggetto compatto che si chiama notebook.