PDA

Visualizza versione completa : Amore o carriera?


Flying Luka
05-10-2006, 12.52.16
Un giorno conoscete una persona, vi piace.
Questa conoscenza si trasforma e diventa affetto, vi vedete e sentite più volte al giorno... sta nascendo qualcosa e siete felici. Vi dite: "vuoi dire che finalmente forse ho trovato la persona giusta?"

E va tutto bene.... ma solo per un po'.

E' passato poco più di un mese dal vostro primo incontro, tutto procede bene fino ad una sera in cui vi guarda e vi dice: "Tra un po' parto: mi hanno proposto un trasferimento nelle sede di Madrid... avanzamento di carriera, stipendio da sogno...."

La guardate... siete contenti per lei, devastati dentro, vi chiedete perchè e sentite che nemmeno lei è del tutto convinta... ma abbozzate un sorriso lo stesso con la voce che scende di tono di 2 ottave.

Un mese è poco per decidere.

Decidere fra la carriera ed un rapporto sentimentale. Un rapporto che è all'inzio, quindi pieno di incognite, e la promozione professionale tanto inseguita... anche questa, però, non priva di rischi.

Cosa fareste?

Sbavi
05-10-2006, 12.59.40
Un milione di volte...MADRID :inn:


;)

Robbi
05-10-2006, 13.07.26
No basta! vado a Casablanca mi faccio operare e comincio una nuova carriera!

:D

pdm scusa lukino oggi non riesco a essere serio
LOL

Deep73
05-10-2006, 13.16.05
Ma vaff... mollo tutto e parto! Ho avuto due storie a distanza, non mi faccio scrupoli.

Thor
05-10-2006, 13.16.18
Madrid, Luka..un amore finisce in fretta, ed è brutto dire, ma morto un papa, se ne fa un altro.

Una promozione come quella, càpita una volta nella vita, e non bisogna lasciarsela sfuggire!!

Gergio
05-10-2006, 13.26.28
mi sembra di aver capito che nn sia lui a dover partire...

exion
05-10-2006, 13.28.59
Booooh.... :o

Io dopo un mese in chat e 15 giorni dal vivo ho deciso di trasferirmi a Strasburgo... Però ero disoccuppato e sfaccendato :inn:

Non ci sono regole generali secondo me... Dipende da caso a caso....

Personalmente mi proponessero oggi di trasferirmi in un posto che mi piace per un avanzamento notevole di carriera, direi subito sì. Poi convincerei la mia ragazza a mollare tutto pure lei e a seguirmi.

A parti invertite, la mia ragazza mi dicesse che la trasferiscono per una mega promozione, mollerei tutto e partirei con lei per ricominciare ancora altrove. Tanto ormai ho l'abitudine :inn:

Se l'amore c'è davvero, bisogna ragionare in termini di coppia, non di singolo. Se alla coppia capita, tramite uno dei due componenti la coppia, una opportunità di miglioramento professionale importante, allora è la coppia, insieme, che deve cogliere l'opportunità. Se uno dei due decide di non seguire.... Beh allora forse non è vero vero vero amore :)

n@ndo
05-10-2006, 13.33.02
mi sembra di aver capito che nn sia lui a dover partire...
infatti,sembra anche a me.
ma forse la lontananza aiuta a capire cosa c'è veramente.;)

einemass
05-10-2006, 13.35.39
se la cosa per te è veramente seria, allora madrid tutta la vita. Ma mi sembra sia passato troppo poco tempo per rischiare. Anche se io avrei scelto madrid anche in questo caso senza pensarci due volte
ciao
einemass

Deep73
05-10-2006, 13.37.02
E' una ca..ta bella e buona. Realisticamente se una delle due parti ha un buon lavoro, si è presa una casa ed altro, perchè obbligare entrambi a ricominciare da un'altra parte? Esistono gli aerei porca paletta! Ci si può sempre vedere/sentire, o no? Anche questo dimostra vero amore.
Se invece si sa già che appena uno parte, l'altro lo/la cornifica, allora vaff... vuol dire che era meglio così. Inutile forzare. Altrimenti quelli che vanno per mare che fanno? Non mettono su famiglia?

Cmq. si parla di una storia appena iniziata ed ovviamente qui le cose cambiano. Un mio amico si trova nella stessa situazione. Messo da poco e la tipa dovrebbe partire per 3 anni (!) in Trentino. Cioè, io lo vedo giù e lei pure, ma ca..o son 3/4h di macchina, riuscirete a vedervi una volta alla sett. no?

Deep73
05-10-2006, 13.41.01
Ribatto con un'altra: stai insieme non da tanto, ma sufficiente a capire che q.sa di unico. State distanti però. Entrambi un lavoro, casa, famiglia, cose consolidate insomma. Partiresti mollando tutto per raggiungere l'altra metà? E se sì chi dovrebbe farlo o proporsi per farlo, l'uomo o la donna? :rolleyes:

Robbi
05-10-2006, 13.46.26
Dipende Luka. Non esistono soluzioni preconfezionate.
Non sempre scindere tra passione e razionalita' e facile.
Piu' semplice tra amore e razionalita'.

Per come sono io, se penso di avere tra le mani la persona della vita, della carriera, stipendio, casa ecc. me ne puo' fregar di meno, scelgo di "vivere" e se cado in qualche modo cerchero' di rialzarmi!

Il modello 2 cuori e una capanna cmq non funziona piu' almeno tra le nuove generazioni. Noi veci siamo piu' sentimentali ;)

Troppe esigenze e aspettative, legate a stilemi e modelli sociali del ca@@o, sulla falsariga vaticinata da certi maestri dell'ovvio di Alberoniana memoria!! :rolleyes: tendenzialmente si antepone alla "spiritualita' dell'essere, la materialita' anche come possesso di beni durevoli.. "cose" insomma.

Il "cuore" e' relegato a volte in secondo piano e questo non e' bene.

Ecco ora rileggete quello che ho scritto e guardate se non sembra la fiera delle ovvieta'.

Questo per dire, che alla fine puo' andare tutto bene, una cosa si deve assolutamente fare: DECIDERE! Se no per cosa vivi??

:)

Astro
05-10-2006, 13.52.04
Dipenda da casi e casi...

Forse dopo solo un mese io non la seguo, vedo come va a finire con l'essere fidanzati a distanza...

Se invece e da più tempo la cosa è dura... Non credo assolutamente all'amore a distanza, e non per paura di corna... assolutamente... Ma perché, secondo me, la cosa più bella dell'essere fidanzati è di vivere condividere quotidianamente qualunque cosa si fa... Alimentare il fuoco dell'amore e della passione... Avere qualcuno accanto che ti aiuti a seguire la retta via e col sorriso stampato in faccia...

cose che sì si possono fare anche a distanza, col telefono o con i computers, ma niente sostituisce il calore umano della persona amata con la voce fredda del telefono o le scure parole che si susseguono su un monitor...
__________________
L'anima di una persona è nascosta nel suo sguardo, per questo abbiamo paura di farci guardare negli occhi

Astro
05-10-2006, 13.54.06
Il modello 2 cuori e una capanna cmq non funziona piu' almeno tra le nuove generazioni. Noi veci siamo piu' sentimentali


Fortunatamente sono un vecio anch'io... ;)
__________________
Dio creò la donna e disse: "Non ci siamo", creò l'uomo e disse: "Non ci siamo ancora", creò TE e disse: " Ma vaf****ulo non è proprio giornata"!!

Robbi
05-10-2006, 13.59.20
Ahhh! vecio "dentro" intendi, :D perche' dall'anagrafe potresti essere mio figlio :crying:

Astro
05-10-2006, 14.00.25
Ahhh! vecio "dentro" intendi, :D perche' dall'anagrafe potresti essere mio figlio :crying:


Anche nipote... :devil:
__________________
Se la tempesta ti spingerà verso una spiaggia deserta, tu assecondala e forse sarà un'imprevista scoperta...

sono arrivato
05-10-2006, 20.46.03
ha fatto bene a scegliere Madrid a un amore appena sbocciato

dave4mame
05-10-2006, 21.27.44
umbh... lukino lo sai che io di queste cose sono espertissimo... però solo su un raggio di 150km :-\

Doomboy
05-10-2006, 21.29.19
Di base, della carriera non mi frega proprio una ceppa. A prescindere dall'amore.

Ma nel caso specifico, non sceglierei la carriera.

:)

biologist1972
05-10-2006, 21.30.37
Di base, della carriera non mi frega proprio una ceppa. A prescindere dall'amore.
Ma nel caso specifico, non sceglierei la carriera.
:)
(Y) (Y)

Deep73
06-10-2006, 11.59.47
Ma nel caso specifico, non sceglierei la carriera.


Poi ti molla dopo poco tempo e tu ti mangi i co...ni..... :wall:

PS: nessuno poi ha risposto alla mia contro-domanda.... :mm:

Sbavi
06-10-2006, 12.10.23
PS: nessuno poi ha risposto alla mia contro-domanda.... :mm:

Si partirei..ma poi ti molla dopo poco tempo e tu ti mangi i co...ni..... :wall:

:D

Astro
06-10-2006, 12.18.19
PS: nessuno poi ha risposto alla mia contro-domanda.... :mm:


La risposta a questa domanda io l'ho data...

All'inzio ognuno a casa propria...

Molto difficile un rapporto a distanza... Quindi se la cosa è seria è meglio che l'uno raggiunga l'altro... chi dve farlo? Beh... dipende dalla situazione...

Io cmq sono uno all'antica: uomo a spaccarsi la schiena al lavoro e donna che accudisce i bimbi e riscalda la casa in attesa del marito... ;)


PS: E pensare che proprio un mese fa ho dovuto affrontare una situazione del genere, e devo ammettere che non è per nulla facile...
__________________
Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima. (Albert Einstein)

zen67
06-10-2006, 16.36.41
La risposta a questa domanda io l'ho data...
All'inzio ognuno a casa propria...
Molto difficile un rapporto a distanza... Quindi se la cosa è seria è meglio che l'uno raggiunga l'altro... chi dve farlo? Beh... dipende dalla situazione...
Io cmq sono uno all'antica: uomo a spaccarsi la schiena al lavoro e donna che accudisce i bimbi e riscalda la casa in attesa del marito... ;)
PS: E pensare che proprio un mese fa ho dovuto affrontare una situazione del genere, e devo ammettere che non è per nulla facile...
__________________
Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima. (Albert Einstein)


Beh io questa decisione pari pari l'ho presa nel 1999 ho fatto il capodanno 2000 (lavorando :grrr: ) a firenze mollando praticamente tutto a Venezia... genitori, parenti amici lavoro (anche se non era un gran che).. ora mi sono ambientato ho una casa carina sulle colline surrounding florence... un lavoro una compagna ed un bimbo che adoro....

Che dire di questa esperienza: è stata dura e lo è ancora, quando penso ai miei, a mia sorella, al nipotino, agli amici e a venezia stessa (mi manca l'acqua di laguna.....) Sicuramente bisogna tirar fuori le p@lle e darsi da fare comunque è una grande occasione di crescita umana, si impara a rispettare di più certe piccole cose fatte dai propri genitori....

Comunque per il trasferimento dell'uno o dell'altra è dipeso dalla situazione lavorativa il mio era un lavoro con meno aspettative per il futuro...e dopo 3 anni di rodaggio a distanza ho fatto questo salto nel buio. Devo dire che senza la mia Lei a sostenermi forse non ci sarei riuscito .. i primi anni qua sono stati molto duri...

Cmnq quando ho preso questa decisione hoi deciso di portarla fino in fondo...
Questo magari è la via ... se si sceglie una strada del genere si deve proseguire al limite delle proprie possibilità per arrivare dove si può, questo per non avere rimpianti poi...

biologist1972
06-10-2006, 16.59.48
Beh io questa decisione pari pari l'ho presa nel 1999 ho fatto il capodanno 2000 (lavorando :grrr: ) a firenze mollando praticamente tutto a Venezia... genitori, parenti amici lavoro (anche se non era un gran che).. ora mi sono ambientato ho una casa carina sulle colline surrounding florence... un lavoro una compagna ed un bimbo che adoro....
Che dire di questa esperienza: è stata dura e lo è ancora, quando penso ai miei, a mia sorella, al nipotino, agli amici e a venezia stessa (mi manca l'acqua di laguna.....) Sicuramente bisogna tirar fuori le p@lle e darsi da fare comunque è una grande occasione di crescita umana, si impara a rispettare di più certe piccole cose fatte dai propri genitori....
Comunque per il trasferimento dell'uno o dell'altra è dipeso dalla situazione lavorativa il mio era un lavoro con meno aspettative per il futuro...e dopo 3 anni di rodaggio a distanza ho fatto questo salto nel buio. Devo dire che senza la mia Lei a sostenermi forse non ci sarei riuscito .. i primi anni qua sono stati molto duri...
Cmnq quando ho preso questa decisione hoi deciso di portarla fino in fondo...
Questo magari è la via ... se si sceglie una strada del genere si deve proseguire al limite delle proprie possibilità per arrivare dove si può, questo per non avere rimpianti poi...
complimenti e in bocca al lupo per il futuro ;)

Silence
06-10-2006, 18.53.08
Non saprei che dire, in una situazione del genere mi ci dovrei trovare per poter esprimere un giudizio.

Boh...relazioni a distanza ne ho avute, ma non ho mai rinunciato a nulla della mia vita, così come ho preteso, a suo tempo, che anche lei facesse altrettanto...sempre nel rispetto reciproco.

Bisogna decidere per sensazioni, sul momento, senza pensare che la scelta di una cosa sminuisca l'altra.

Doomboy
06-10-2006, 18.56.00
Poi ti molla dopo poco tempo e tu ti mangi i co...ni..... :wall:


Magari è vero, ma non per questo rimpiangerei di non aver scelto la carriera.

Vedo ogni giorno persone che antepongono la carriera a tutto: Sono persone SOLE, TRISTI, FRUSTRATE e che NON HANNO AMICI VERI.

Ergo...

Flying Luka
06-10-2006, 20.28.19
Magari è vero, ma non per questo rimpiangerei di non aver scelto la carriera.
Vedo ogni giorno persone che antepongono la carriera a tutto: Sono persone SOLE, TRISTI, FRUSTRATE e che NON HANNO AMICI VERI.
Ergo...

Quanto è vero quello che dici! :)

biologist1972
06-10-2006, 20.53.25
Magari è vero, ma non per questo rimpiangerei di non aver scelto la carriera.
Vedo ogni giorno persone che antepongono la carriera a tutto: Sono persone SOLE, TRISTI, FRUSTRATE e che NON HANNO AMICI VERI.
Ergo...
quoto al 100%

A riguardo mi sorge un dubbio:i soggetti che si dedicano esclusivamente al raggiungimento di obiettivi professionali, lo fanno perchè magari hanno lacune relazionali che nascondono, perseguendo solo la carriera.
Insoddisfazione, delusione, incapacità di costruire un rapporto solido, potrebbero causare e sviluppare questo tipo di comportamento meramente arrivistico.
Che ne pensate?
Io geneticamente sono un romanticone e se mi trovassi dinanzi alla scelta in oggetto, non avrei il minimo dubbio a seguire la persona amata.
La nostra esistenza in realtà, sussistenza permettendo, è un complesso di sentimenti, relazioni, affetti che venendo a mancare ti precludono l'essenza stessa del vivere.

Flying Luka
06-10-2006, 22.58.04
quoto al 100%
A riguardo mi sorge un dubbio:i soggetti che si dedicano esclusivamente al raggiungimento di obiettivi professionali, lo fanno perchè magari hanno lacune relazionali che nascondono, perseguendo solo la carriera.
Insoddisfazione, delusione, incapacità di costruire un rapporto solido, potrebbero causare e sviluppare questo tipo di comportamento meramente arrivistico.
Che ne pensate?
Io geneticamente sono un romanticone e se mi trovassi dinanzi alla scelta in oggetto, non avrei il minimo dubbio a seguire la persona amata.
La nostra esistenza in realtà, sussistenza permettendo, è un complesso di sentimenti, relazioni, affetti che venendo a mancare ti precludono l'essenza stessa del vivere.


Un grande! (Y)