PDA

Visualizza versione completa : Milano: denunce P2P


Flying Luka
05-04-2006, 10.18.19
<p align="center"><img src="http://secure.logmein.com/dmcq/054/images/share_animation.gif"></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2">Riporto un articolo apparso oggi sul portale Reuters riguardo all'ennesimo giro di vite alla lotta contro il P2P,__questa volta tocca a Milano:</font></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2"><em>MILANO (Reuters) - Mentre l'industria discografica mondiale ha annunciato oggi una nuova ondata di azioni penali e civili contro il file sharing illegale, in Italia i controlli contro la condivisione illegale di file hanno portato al sequestro di diversi server e alla denuncia di decine persone.</em></font></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2"><em>Una nota della Fimi, la Federazione dell'industria musicale italiana, spiega che il Nucleo Regionale della Guardia di Finanza di Milano, nel corso di 39 perquisizioni effettuale su tutto il territorio, ha sequestrato 15 server appartenenti alla comunità &quot;Freeazzurra&quot; (www.freeazzurra.com), che consentivano la condivisione di milioni di file musicali illegali da parte di migliaia di utenti.</em></font></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2"><em>La nota precisa che nell'ambito della stessa operazione sono state denunciate 44 persone, che diffondevano illecitamente materiale musicale protetto da copyright.</em></font></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2"><em>Anche il Nucleo Provinciale della Guardia di Finanza di Brescia ha sequestrato altri 3 grandi server utilizzati dalla comunità &quot;Darkbios&quot; e denunciato 5 &quot;uploader&quot;, cioè persone che caricano file su Internet.</em></font></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2"><em>Nel complesso, le forze dell'ordine hanno sequestrato tre web radio, due siti Internet e oltre 200 milioni di file, chiuso due siti Web, confiscati oltre 70 personal computer e più di 60 hard disk.</em></font></p><p align="justify"><font face="verdana,arial,helvetica,sans-serif" size="2"><em>&quot;L'Italia è oggi il sesto mercato mondiale in termini di musica digitale e le azioni antipirateria sono in questo momento fondamentali per tutelare lo sviluppo dell'offerta legale e difendere coloro che stanno investendo milioni di euro nella musica online&quot;, dice nella nota Enzo Mazza, presidente della Fimi.</em></font></p><br><br><a href="../framer.php?url=http://today.reuters.it/news/newsArticle.aspx?type=internetNews&storyID=2006-04-04T103027Z_01_POL433248_RTRIDST_0_OITIN-FILESHARING-FINANZA.XML" target="_blank"> Fonte </a><br><br><br><br>

blackfate
05-04-2006, 11.33.04
...tutelare lo sviluppo dell'offerta legale e difendere coloro che stanno investendo milioni di euro nella musica online, dice nella nota Enzo Mazza, presidente della Fimi...

... è evidente che si sta parlando di poveri barboni che cercano di guadagnarsi un tozzo di pane... :rolleyes:

RunDLL
05-04-2006, 13.42.32
Poveacci quelli delle case discografiche, non hanno manco da mangiare!

Xtefano
05-04-2006, 14.19.46
Notizie dal mondo......

dal blog di Paolo Attivissimo (http://attivissimo.blogspot.com/) :
GB, per la prima volta una canzone prima in classifica grazie soltanto ai download
La BBC riferisce che il duo hip-hop Gnarls Barkley è primo nella classifica di vendite dei singoli nel Regno Unito unicamente grazie alle 31.000 copie scaricate dai servizi a pagamento di Internet. Il disco, infatti, è in vendita soltanto da oggi. Il record è stato stabilito a un solo anno di distanza dall'inclusione dei download a pagamento nel computo della classifica Top 40, e a meno di due anni dal lancio di iTunes in GB.
(continua) (http://attivissimo.blogspot.com/2006/04/download-al-n1-nel-regno-unito.html)


Citando lo stesso post "Alla faccia di chi diceva che la musica via Internet non poteva funzionare e che i consumatori sono tutti ladri."

Flying Luka
05-04-2006, 14.50.23
Scusa ma che c'entra???? :confused:

La news da te postata parla di "31.000 copie scaricate dai servizi a pagamento di Internet.

Qui si sta discutendo di denuncie per scambio files protetti da copyright.

Xtefano
05-04-2006, 15.20.31
era legato alle "solite" lamentele delle case discografiche .....

il "fenomeno" delle copie abusive c'è sempre stato e sempre ci sarà (anche 25-30 anni fa si copiavano, anche se con una qualità non comparabile alla copia CD/CD, i LP sulle cassette .....

Nell'articolo c'è anche Non ci voleva una mente sublime a capire che dovendo scegliere fra un eMule di dubbia affidabilità (tempi lunghi di scaricamento, poche garanzie di autenticità o completezza), un disco di plastica a due-quattro sterline (2,5 - 5 euro), e un file garantito scaricabile comodamente standosene a casa per 79 pence (1,13 euro), i consumatori avrebbero scelto la terza opzione. Ma le case discografiche, fossilizzate nelle loro abitudini come se fossero parte integrante dell'ordine cosmico, ci hanno messo anni a capire il concetto, rimettendoci milioni di euro in scaricamenti a scrocco.

Il digitale va cavalcato, non combattuto (IMHO, sempre...)

sp3ctrum
05-04-2006, 17.08.35
Purtroppo i politici sono di vecchia generazione e non capiscono l'era del digitale, la concepiscono come una cosa diabolica e incontrollabile.

weboy
07-04-2006, 17.49.59
mamma mia quanto casino per quattro files mp3 sti ladroni bastardi ..ci sono poche parole.