PDA

Visualizza versione completa : Politica & co.: full throttle! [Parte III Lo sprint pre-elettorale]


Pagine : 1 2 3 4 [5] 6 7

Cecco
05-04-2006, 18.23.48
A me pare in verità che gente come, ad esempio Casini e Bertinotti, vadano ovunque sempre mantenendo una certa correttezza.

Gigi75
05-04-2006, 18.26.40
Leggi a tutela delle carenze intellettive...

Kennedy, Andreotti, Kissinger, Eisenhower, Churchill, De Gasperi, Berlinguer..

Se li mangiavano in un boccone i giornalisti.. altro che l'esame dei giornalisti presenti..

Che tristezza davvero

NightMan
05-04-2006, 18.30.47
Originariamente inviato da Cecco

Il berlusca potrà stare sulle oo a tanti ma io onestamente non vedo tale parzialità sulle reti mediaset sempre da non ritenere che siano trasmissioni quali ballarò esempi di conduzione cristallina.



A me piace lo stile di conduzione di Floris. E' ovviamente un giornalista di area centro-sinistra ma, diversamente da come poteva dirsi per Santoro, non vedo poi così marcata la sua appartenenza politica. Non posso dire lo stesso di giornalisti mediaset di area centro-destra. Molti di loro, sono semplicemente dei lacchè del re messi lì a fare i giornalisti o a condurre programmi che hanno il solo scopo di attaccare la controparte politica. Cmq è solo una mia opinione e sicuramente la penso così perchè la vedo da sinistra, così come tu puoi pensarla diversamente perchè la vedi da destra.

NightMan
05-04-2006, 18.33.22
Originariamente inviato da Cecco
A me pare in verità che gente come, ad esempio Casini e Bertinotti, vadano ovunque sempre mantenendo una certa correttezza.

Infatti ho parlato dei candidati premier e non dei vari leader di cd o cs. Per me con Bertinotti (ma anche con Casini) sfondi una porta aperta. Fausto è uno dei pochi che ti fa godere a pieno un dibattito politico ;)

NightMan
05-04-2006, 18.35.11
18:29 Berlusconi: "Confermo quel che ho detto ieri"

"Confermo quel che ho detto ai commercianti". Silvio Berlusconi torna a definire "coglioni" gli elettori del centrosinistra.


Che tristezza di uomo :(

Gigi75
05-04-2006, 18.38.12
A sto punto mi chiedo cosa c'ha il CS da temere..ormai quest'uomo è partito. Masochismo allo stato puro.

Sarei curioso di vedere i sondaggi di oggi e domani se spostano voti dal CD al CS o all'interno del CD :)

Cecco
05-04-2006, 18.42.00
Originariamente inviato da ssj


A me piace lo stile di conduzione di Floris. E' ovviamente un giornalista di area centro-sinistra ma, diversamente da come poteva dirsi per Santoro, non vedo poi così marcata la sua appartenenza politica. Non posso dire lo stesso di giornalisti mediaset di area centro-destra. Molti di loro, sono semplicemente dei lacchè del re messi lì a fare i giornalisti o a condurre programmi che hanno il solo scopo di attaccare la controparte politica. Cmq è solo una mia opinione e sicuramente la penso così perchè la vedo da sinistra, così come tu puoi pensarla diversamente perchè la vedi da destra.

Ed io difatti non ho messo in discussione la bravura di floris che tra l'altro ha pure un faccione simpatico a dispetto del livido santoro.
Ma come santoro lui preordina attentamente lo svolgimento della trasmissione. In particolare colpisce la presenza matematica di qualche esperto economico/finanziario, meglio se anglosassone, che demolisce qualsiasi provvedimento o azione del cd sempre dipingendo l'italia come l'ultimo paese possibile.
Ieri sera c'era da ridere sentendo questo ulteriore santone di una non proprio primaria agenzia di rating che, stante il disastro italia, prevedeva a breve un abbassamento della fiducia dimenticando però di dire che oggi come cinque anni fa all'azienda italia viene concessa ancora una AA che se non è il top rimane cmq onorevole.

NightMan
05-04-2006, 18.58.03
18:51 Berlusconi: "Per i sondaggi siamo in testa"

"Per i sondaggi siamo in testa" dice il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, parlando al comizio conclusivo della campagna elettorale a Roma.

A parte la bugia e la demagogia, ma qualcuno glielo ha spiegato che non si possono divulgare gli esiti dei sondaggi elettorali a meno di 10 giorni dalle elezioni???
E continuiamo a non rispettare le regole...

Robbi
05-04-2006, 19.07.07
I sondaggi "veri" li hanno entrambi gli schieramenti, solo che questi non li divulgano. Io continuo a credere che il Cavaliere, sappia e lo sappia da tempo, contrariamente certe mosse politiche non si spiegano, come cambiare in corsa la legge elettorale per depotenziare una eventuale vittoria dell'opposizione.

Qui non si parla di un distacco un qualche decimale di punto, si parla di una sorta di debacle.
Noto pero' un certo nervosismo anche a sinistra ultimamente.
Il mistero si infittisce!

Cecco
05-04-2006, 19.08.19
Originariamente inviato da ssj
18:51 Berlusconi: "Per i sondaggi siamo in testa"

"Per i sondaggi siamo in testa" dice il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, parlando al comizio conclusivo della campagna elettorale a Roma.

A parte la bugia e la demagogia, ma qualcuno glielo ha spiegato che non si possono divulgare gli esiti dei sondaggi elettorali a meno di 10 giorni dalle elezioni???
E continuiamo a non rispettare le regole...

Guarda che, credimi sulla parola, ho sentito in questi giorni + esponenti del cs dire che ormai era fatta.
Mi potresti rispondere che non parlavano di sondaggi ed io dirti su quali basi allora manifestavano questa certezza!
Io dico che probabilmente il cs è ancora avanti ma che tutti dico tutti vogliono far arrivare un messaggio positivo ai propri elettori.

Gigi75
05-04-2006, 19.10.37
Originariamente inviato da robbi
I sondaggi "veri" li hanno entrambi gli schieramenti, solo che questi non li divulgano. Io continuo a credere che il Cavaliere, sappia e lo sappia da tempo, contrariamente certe mosse politiche non si spiegano, come cambiare in corsa la legge elettorale per depotenziare una eventuale vittoria dell'opposizione.

Qui non si parla di un distacco un qualche decimale di punto, si parla di una sorta di debacle.
Noto pero' un certo nervosismo anche a sinistra ultimamente.
Il mistero si infittisce!

Appro di Legge elettorale. .non ho ancora ben compreso se e chi favorisce e in quali condizioni.

ok lo sbarramento, il premio di maggioranza, la forza ai partiti.. ma alla fin fine sui risultati come e cosa cambierà :)

Cecco
05-04-2006, 19.13.36
Originariamente inviato da robbi
I sondaggi "veri" li hanno entrambi gli schieramenti, solo che questi non li divulgano. Io continuo a credere che il Cavaliere, sappia e lo sappia da tempo, contrariamente certe mosse politiche non si spiegano, come cambiare in corsa la legge elettorale per depotenziare una eventuale vittoria dell'opposizione.

Qui non si parla di un distacco un qualche decimale di punto, si parla di una sorta di debacle.
Noto pero' un certo nervosismo anche a sinistra ultimamente.
Il mistero si infittisce!

Sì concordo con te, c'è un vantaggio del cs ma non sono tranquilli anche perchè spesso le domande vertono su cosa succederebbe in un caso di pareggio o quasi, e questo è strano come strano quello da te ma anche da me avvertito, cioè un nervosismo da parte del cs che non dovrebbe invece averne anzi dare l'impressione di grande serenità. Al contrario vedo che hanno abbandonato da un pò quel proposito di non rispondere alle provocazioni!

NightMan
05-04-2006, 19.17.26
Originariamente inviato da Cecco


Guarda che, credimi sulla parola, ho sentito in questi giorni + esponenti del cs dire che ormai era fatta.
Mi potresti rispondere che non parlavano di sondaggi ed io dirti su quali basi allora manifestavano questa certezza!
Io dico che probabilmente il cs è ancora avanti ma che tutti dico tutti vogliono far arrivare un messaggio positivo ai propri elettori.

Ok, hai ragione, so benissimo che il significato è lo stesso, ma siccome da ieri si pontifica sull'uso corretto delle parole e di cosa si volesse intendere con esse, un conto è dire "ormai è fatta", un altro è dire "tutti i sondaggi ci danno in vantaggio" ;)

Gigi75
05-04-2006, 19.17.39
Non capisco il fatto del pareggio. Esiste un caso in cui non si ha premio di maggioranza? :mm:

Robbi
05-04-2006, 19.21.41
Originariamente inviato da Gigi75


Appro di Legge elettorale. .non ho ancora ben compreso se e chi favorisce e in quali condizioni.

ok lo sbarramento, il premio di maggioranza, la forza ai partiti.. ma alla fin fine sui risultati come e cosa cambierà :)

Gigi, sempre in questo thread mesi fa detti una mia opinione politica in proposito, e anche una spiegazione "tecnica" circa i cambiamenti sostanziali rispetto al sistema precedente. se lo trovo te lo incollo, riassume abbastanza compiutamente la questione
;)
edit..
non ricordo se contemplava anche l'ipotesi del "pareggio"

Dav82
05-04-2006, 19.22.13
Originariamente inviato da Gigi75

ok lo sbarramento, il premio di maggioranza, la forza ai partiti.. ma alla fin fine sui risultati come e cosa cambierà :)


Si potrebbe, avendo una distribuzione dei voti capillare, comune per comune e anche di più per le grandi città, calcolare il numero di parlamentari che sarebbero stati assegnati all'uno o all'altro secondo la vecchia legge elettorale.
D'altra parte mi sembra un calcolo quanto meno "facilone", perchè ovviamente la dinamica delle alleanze, dei ricattini, dei candidati "tanto per"-succhiavoti ecc avrebbe modificato sostanzialmente un risultato così calcolato...

...data una legge elettorale, vengono prodotte alleanze ad hoc per quella legge (e qui ci sta un rolleyes da paura)



In sostanza non è possibile dire con precisione come e cosa cambierà, perchè con un metodo maggioritario piccoli partiti (Lega e PRC), in una situazione di sostanziale parità, hanno un peso importantissimo (per altro anche per il premio di maggioranza in questo caso), e sai tu se si sarebbero alleati con i rispettivi "partitoni" o avrebbero fatto corsa da sé?
Tra l'altro, c'è da considerare anche che, in base ad alleanze o meno, una parte dell'elettorato di questi partiti avrebbe potuto abbandonare i partiti stessi a favore dei "partitoni", per non favorire lo schieramento opposto...



Non so, magari con modelli matematici e statistici adeguati si può dire qualcosa di fondato, ma senza... ogni conclusione, vista la relativa vicinanza delle coalizioni (anche se si parla di 5/6 punti, con metodi ad hoc possono scomparire), mi sembra azzardato trarre conclusioni :)




Poi ovviamente chi ha fatto questa legge elettorale li avrà pure avuti questi modelli, e avrà operato di conseguenza... (come sicuramente è stato fatto in passato)

Cecco
05-04-2006, 19.25.53
Originariamente inviato da Gigi75
Non capisco il fatto del pareggio. Esiste un caso in cui non si ha premio di maggioranza? :mm:

In realtà in questa legge, almeno nell'ultima stesura resa obbligatoria dall'intervento di ciampi, un problema c'è e riguarda il senato che, secondo la nuova costituzione, deve tener presente il nuovo spirito federalista.
Mentre alla camera vince chi prende un voto in + e così conquista il premio di maggioranza, al senato il premio di maggioranza viene assegnato per singole regioni.
Ci sono in particolare tre regioni importanti in bilico, Lazio, Piemonte e Puglia e queste potrebbero determinare un premio di maggioranza a favore della coalizione che ha perso alla camera.

Gigi75
05-04-2006, 19.27.44
Ora capisco perchè stanno venendo tutti qui un giorno sì e l'altro pure a rompere le balle:p

Quindi pareggio significa cmq CAMERA assegnata nettamente e Senato in bilico.

Ammazza...bella situazione le leggi viaggeranno all'infinito tra le camere :)

Cecco
05-04-2006, 19.34.39
Originariamente inviato da Gigi75
Ora capisco perchè stanno venendo tutti qui un giorno sì e l'altro pure a rompere le balle:p

Quindi pareggio significa cmq CAMERA assegnata nettamente e Senato in bilico.

Ammazza...bella situazione le leggi viaggeranno all'infinito tra le camere :)

Il governo del paese sarebbe pressocchè impossibile.

Robbi
05-04-2006, 19.47.31
Originariamente inviato da Gigi75

Quindi pareggio significa cmq CAMERA assegnata nettamente e Senato in bilico.
questo e' un possibile rischio

Ammazza...bella situazione le leggi viaggeranno all'infinito tra le camere :)

Spetta Gigi, non e' proprio cosi, nella proposta di riforma costituzionale oggetto del prossimo referendum, il cameralismo perfetto di fatto muore. Non sara' piu' necessario far approvare anche dal Senato le proposte di legge licenziate dalla Camera, tranne che per alcune materie specifiche!

pdm.. ho scritto una marea di roba su sti temi.. debbo trovarle! :rolleyes:

Gigi75
05-04-2006, 19.50.25
Si questo è chiaro.. ma fino al referendum..eppoi SE passa..:)

Dav82
05-04-2006, 19.51.01
Originariamente inviato da Gigi75
Non capisco il fatto del pareggio. Esiste un caso in cui non si ha premio di maggioranza? :mm:


No, il premio di maggioranza c'è sempre, perchè c'è sempre una coalizione che ha più voti di qualunque altra (a meno casi patologici con 18.342.567 voti a testa :p).

Tanto che ci siamo, nel caso serva a qualcuno, faccio un piccolo riassunto della legge elettorale (non comprende tutti i casi e sottocasi, ma penso basti)



Premesso che i partiti possono formare coalizioni, come presentarsi singolarmente, il sistema elettorale funziona a grandi linee così:



Camera:

La ripartizione dei seggi avviene su base nazionale.

La coalizione o il singolo partito che ha ottenuto più voti ottiene un numero di seggi che riflette la percentuale nazionale dei voti conseguiti (si fa una proporzione con i seggi totali), con una soglia minima di 340 (=> premio di maggioranza relativa).
Se si tratta di coalizione (come sarà), questi seggi vengono distribuiti su base proporzionale ai singoli partiti della coalizione, prendendo in esame solo e unicamente quei partiti che, su base nazionale, hanno superato il 2%, oltre - se c'è - al partito della coalizione che ha la più alta percentuale fra quelli della coalizione che non hanno superato la soglia del 2% e a partiti, rappresentativi di minoranze linguistiche, che nella circoscrizione (appartenente a una regione a statuto speciale) in cui si sono presentati hanno raggiunto il 20%.

I rimanenti seggi vengono attribuiti ai singoli partiti o alle coalizioni su base proporzionale, prendendo in considerazione le coalizioni che hanno superato il 20% e i singoli partiti che hanno superato il 4% e a partiti rappresentati minoranza linguistiche, con i limiti di cui sopra.
Partiti facenti parte di una coalizione che non ha raggiunto il 20% (ma non accadrà), che però hanno singolarmente raggiunto il 4% partecipano anch'essi alla distribuzione dei seggi.





Senato:

La ripartizione dei seggi avviene su base regionale (come vuole la costituzione).

Il meccanismo è, in piccolo, quello della camera: il premio di maggioranza è del 55% dei senatori assegnati alla regione, il limite per le coalizioni è sempre del 20% su base regionale (con almeno uno dei partiti al 3%, ma tanto la condizione sarà sempre soddisfatta), il limite per partiti non coalizzati è dell'8%.




C'è poi il meccanismo di assegnazione vero e proprio che si fa carico di attribuire i resti ecc ecc, ma du ball spiegarlo :p (ma è semplice, cmq)



Cmq, qui (http://www.parlamento.it/parlam/leggi/05270l.htm) c'è il testo di legge e qui (http://www.senato.it/documenti/repository/istituzione/legge_elettorale_senato.pdf) c'è il testo unico per quanto riguarda il senato :)




In buona sostanza alla camera c'è sempre e comunque una maggioranza (di coalizione) ben definita (almeno 55% contro il 45% di tutte le altre forze politiche), mentre al senato, essendo il premio di maggioranza assegnato su base regionale, potrebbe anche esserci parità o - ed è sempre possibile sia per via di compensazioni varie fra una regione e l'altra sia per via della differente popolazione votante - addirittura una maggioranza diversa da quella della camera.

Robbi
05-04-2006, 19.58.10
Qualcosa ho trovato, se hai voglia di leggerti sta mappazza :p

Originariamente inviato da robbi


E' stata approvata in via definitiva alla Camera la legge sulla riforma della Costituzione (devolution), da una prima, parziale ed incompleta lettura.

Non mi piace il travaso di poteri tra il Premier e il Capo dello Stato, si rafforzano e non poco i primi, forse e dico forse, si avra' maggior snellezza nel disbrigo di talune funzioni istituzionali, per contro il Capo dello Stato perde ulteriormente peso politico rispetto al poco che gia' aveva, in particolare non mi piace la perdita di quelle funzioni che attengono al controllo e alle garanzie.

Mi piace invece, e anche molto che non si sia toccata la prima parte della Carta Costituzionale che attiene ai principi.

Mi piace l'abolizione del cameralismo perfetto, non sara' piu' necessaria l'approvazione di entrambe le camere per il medesimo testo di legge, a parte alcuni casi specifici.

Mi piace la riduzione complessiva del numero dei deputati/senatori delle due camere

Mi piace sostanzialmente il passaggio di taluni poteri alle autonomie locali, nella speranza che le Regioni, non diventino con queste nuove funzioni una specie di "sovrastato" burocratico, insomma uno Stato nello Stato, in tal caso la devolution, va a farsi benedire, il cittadino deve percepire effettivamente l'innovazione con benefici fruibili, non con ulteriori lacci,lacciuoli, gabelle e via discorrendo.

Ora tutto cio' dovra' passare al vaglio del referendum popolare, credo ne vedremo delle belle!

Originariamente inviato da robbi


Approvata in via definitiva la riforma del sistema elettorale.

Cominciamo a ragionare, in vista delle prossime ed imminenti elezioni.
Premesso che un sistema elettorale, qualsiasi esso sia, non e' ne buono ne cattivo, diciamo che dovrebbe modellarsi il piu' possibile su quelle che sono le peculiarita' e la cultura generale di un Paese.

L'Italia in questo senso ha una consolidata cultura proporzionalistica, nata sulle ceneri della 2° Guerra Mondiale, quando era veramente necessario dare la piu' ampia rappresentativita' politica possibile.
La Nostra Costituzione, ne e' un un valido esempio, e anche il sistema parlamentare va in tal senso, con una miriade di partiti e partitini.

Per cui un ritorno al proporzionale per il nostro paese, non e' un male, anzi... e' come stato fatto, nei modi e nei tempi che lascia perplessi.

Come dicevo non esistono sistemi buoni o cattivi in assoluto, certo e' che che a volte i legislatori possono far comunque dei bei danni.

1) Quello che onestamente non riesco a capire della riforma e' l'introduzione di un criterio oggettivamente maggioritario, che nel proporzionale puro a mio giudizio non ha senso... ovvero il premio di maggioranza che garantisce comunque 340 seggi alla camera, nel caso di mancato raggiungimento di tale valore numerico, in nome di una garanzia di governabilita'. Ma non era piu' semplice uno sbarramento che so... al 5% come in Germania?? Puro e semplice, entrano in Parlamento 5/6 partiti. Fine!

2) Sulle quote di sbarramento poi siamo nel marasma piu' totale, non ve le elenco per pieta', ma se volete ...
Giusto per capire..e per fare un esempio concreto, anche alla luce dei numeri attuali, ipotizzabile.

Rifondazione Comunista che vanta un dato piu' o meno stabile in tutte le Regioni intorno al 5/6%, conoscendo la propria riluttanza nel far parte della coalizione di CS; potrebbe presentarsi come lista non coalizzata alla Camera, dove per accedere ai seggi e' necessario il 4%, ma al Senato,con molta probabilita' non avrebbe i numeri per potersi presentare autonomamente, essendo lo sbarramento all'8%. (coalizzata al 3%)

Ammesso che sia possibile tecnicamente, politicamente e' una cosa senza senso... che gli spieghi agli elettori, che sottoscrivi un programma (solo per il Senato) e poi alla Camera, essendo svincolato, lo puoi mitragliare??

Per cui, chi di solito vota per partiti piccoli, impari a districarsi bene nelle norme che regolano gli sbarramenti, anche se, (per fortuna) nel caso il partito prescelto non raggiunga il quorum, il voto non va disperso, ma assegnato comunque alla coalizione!

Detto questo, secondo me... anche se Dorian Gray, alias Berluscao... ha servito al Mortadellone la polpetta avvelenata, alle prossime elezioni se la piglia "in di ciapet"

Buona Giornata

wilhelm
05-04-2006, 20.05.43
Sarà un caso ma:

perché il TG1 quando parla di politica RIPORTA i discorsi di Casini, Fini mentre quelli di Rutelli e Fassino vengono TRASMESSI?

:rolleyes:

Gigi75
05-04-2006, 20.08.18
Appro di sondaggi.

Mi è arrivato questo messaggio da morire :D:D:D

"Mannheimer ha assegnato la vittoria matematica all'Unione osservando "I coglioni sono necessariamente il doppio delle teste di cazzo""

:D:D:D

Grazie Robbi.. più tardi so cosa leggere per non pensare alla Juve :p

Robbi
05-04-2006, 20.08.49
Ecco questa era la proposta per la Camera, non credo abbiano introdotto ulteriori modifiche!


Originariamente inviato da robbi

Sono andato a leggermi la proposta di riforma elettorale e debbo dire che per il CS sarebbe una bella fregatura, proprio per la connotazione dei partiti che lo compongono.

Certo che Berlusconi e' straordinario.. in pochi anni e' passato dall'uninominale secco all'inglese, al sistema misto francese, al premierato forte e ora al proporzionale.. non c'e' che dire un funambolo!!

Il sistema e' sulla falsariga del modello tedesco (proporzionale puro con sbarramento al 5%) con alcune differenze: meta' dei seggi camerali assegnata con liste bloccate, l'altra meta' con liste di preferenza, sbarramento al 4% chi non arriva alla soglia non somma i voti per eleggere il deputato.
nel caso di mancato raggiungimento della meta' + 1 dei seggi, premio di maggioranza per garantire la governabilita'.

Orbene, se questa proposta fosse immediatamente applicabile, stante le ultime rilevazioni sulle intenzioni di voto, avremmo: CS al 52% Cd al 44% il resto ai non coalizzati.

Presumibilmente: verdi, udeur, comunisti italiani e socialisti di Boselli non raggiungono il quorum per cui niente conteggio, una stima attendibile puo' essere intorno al 9% dei voti del CS.

Parimenti tutti i partiti del CD dovrebbero superare la soglia del 4% totale 52-9 = 41% CS - 44% CD Vittoria della casa delle liberta!!

Non c'e' che dire un bel cappottino di cemento!

Chiamarla legge truffa non e' corretto istituzionalmente perche' nulla vieta una riforma in tal senso! Lo e' pero' nella sostanza e nella morale politica, in un paese serio ' ste robe non si fanno!!

Robbi
05-04-2006, 20.11.04
Originariamente inviato da Gigi75

Grazie Robbi.. più tardi so cosa leggere per non pensare alla Juve :p

Ti voglio bene Gigi, non guferei MAI contro di te.. ma contro Dav SI!! :anger: Ieri sera ce l'ha messa tutta, ma il mio potente filtro antisfiga, ha fatto il miracolo

:D

Dav82
05-04-2006, 20.14.50
Originariamente inviato da wilhelm
Sarà un caso ma:

perché il TG1 quando parla di politica RIPORTA i discorsi di Casini, Fini mentre quelli di Rutelli e Fassino vengono TRASMESSI?

:rolleyes:


No beh... il tg1 di sinistra proprio no, dai :D

Gigi75
05-04-2006, 20.16.09
Originariamente inviato da wilhelm
Sarà un caso ma:

perché il TG1 quando parla di politica RIPORTA i discorsi di Casini, Fini mentre quelli di Rutelli e Fassino vengono TRASMESSI?

:rolleyes:

Vuoi dire che si vedono le immagini di Rutelli e Fassino?:eek:

Questa è la prova che è un TG di destra! :D

Silence
05-04-2006, 20.41.29
Originariamente inviato da wilhelm
Sarà un caso ma:

perché il TG1 quando parla di politica RIPORTA i discorsi di Casini, Fini mentre quelli di Rutelli e Fassino vengono TRASMESSI?

:rolleyes:

Semplice...prima si riportano i discorsi di Casini, Fini e co, poi vengono trasmessi quelli d Rutelli, Fassino e co...e poi trasmettono replica dei primi. :rolleyes:

Silence
05-04-2006, 20.42.08
Originariamente inviato da Gigi75
Appro di sondaggi.

Mi è arrivato questo messaggio da morire :D:D:D

"Mannheimer ha assegnato la vittoria matematica all'Unione osservando "I coglioni sono necessariamente il doppio delle teste di cazzo""

:D:D:D


:D :D :D :D :D

wilhelm
05-04-2006, 20.51.42
Originariamente inviato da Tristezza


Semplice...prima si riportano i discorsi di Casini, Fini e co, poi vengono trasmessi quelli d Rutelli, Fassino e co...e poi trasmettono replica dei primi. :rolleyes:

No, non è andata così.
In ogni caso la questione è comunque di poco conto se pensi che non sposta nè il mio nè il tuo voto, ma credo che l'effetto sui meno accorti a questi trucchetti non sia da sottovalutare...


Ma non serve proseguire su questo, c'è di più interessante di cui parlare...

Silence
05-04-2006, 21.37.29
Originariamente inviato da wilhelm
Ma non serve proseguire su questo, c'è di più interessante di cui parlare...

Indubbiamente (B)

Poi, se devo dirla tutta, parlavo senza cognizione di causa...sono buoni 3 mesi che non seguo i tg quando parlano di politica. I periodi pre-elettorali sono solo spot in cui si sparano le più grosse castronerie possibili.

ERGO...me ne stò alla larga. :)


PS. Hai aspettato la fine del primo tempo per postare eh!! :D :D :D

nikzeno
05-04-2006, 21.55.16
Cioè... boh... mi pare di capire che gli italiani ragionino con la pancia...

Ragionare con la pancia non è male di per sè, diventa anzi una necessità quando l'economia non tira e uno a fine mese non ci arriva.
Per cui posso anche capire come la campagna elettorale sia tutta basata sulla questione delle tasse, chi le alza vs. chi le abbassa.

Per questo questioni pur importantissime sono scomparse dal dibattito:
-diritti civili
-ricerca scientifica
-riforma della giustizia
-legalità
-conflitto d'interessi

Peccato perchè sono questioni che vedono l'Unione (o, almeno, parte di essa) nettamente in vantaggio, dal momento che la CdL è compatta nell'affossarle.

Per questo temo che il Presidente Wanna Marchi abbia toccato il tasto giusto, ed ho paura che molti si faranno abbindolare.
Spero solo che la gente capisca che abbassare le tasse senza avere una strategia di rilancio dell'economia alle spalle è solo un palliativo, e che in poco tempo la situazione sarà ben peggiore. E nel frattempo le strutture devote al mantenimento della democrazia si saranno incancrenite.

Per favore, se avete idee liberali in tema di economia e diritti civili, non votate per la coalizione dell'Apprendista Stregone delle Televendite, che in economia ha fatto male, e nei diritti civili ha fatto giganteschi passi indietro.

E non votate nemmeno per il programma dell'Unione, che, sebbene in alcuni punti preferibile al precedente, è di una vaghezza a dir poco irritante.

Vi prego di votare per l'unico partito che ha idee chiare ed un programma (http://www.rosanelpugno.it/rosanelpugno/?q=node/47) fatto di proposte concrete. (http://www.rosanelpugno.it/rosanelpugno/punti_di_fiuggi)

nikzeno
05-04-2006, 21.57.59
Votare, che malinconia

• da La Stampa del 1 aprile 2006

di Guido Ceronetti

Molte le volte, tra 1948 e 2001, in cui non ho votato. Ma stavolta vorrei non mancare l’occasione del 9 aprile: quel che mi manca è una convinzione qualsiasi. Le leggi di Solone mi condannerebbero per apatia nelle lotte civili. Però l’utilità di un voto in un oceano di schede non riesco proprio a vederla. Entrare in una contabilità finale mi dà la sensazione di essere perso in una calca enorme con un germoglio, in testa, di panico, senza sapere perché sono là. Poi anche il mio povero inutile voto sarà sottoposto alle analisi e ai commenti. Quel che avrò combinato me lo diranno gli Editoriali. Proverò rimorso? Chissà.

Passione e illusioni: zero. Le contrapposte oratorie mi sembrano un viagra dall’effetto contrario. Nelle parole dei capofila massimi e in seconda il Luogo Comune mi viene incontro così trasparente da mettere a disagio il senso del pudore. Come può un linguaggio simile trovare orecchie, provocare milioni di consensi? E’ logoro, morto, lontano da ciò che è, anche dalla quotidianità più banale, eppure strega, ipnotizza, persuade, e le piazze si riempiono di plaudenti inebriati dal nulla che li annaffia, innumerevoli occhi attenti s’incrostano ai televisori...

Volendo, pur così disappetente, votare, devo alzare la lanterna del Tarocco N. 9 e rischiararmi la via.

E piglio, come principalissima in una scelta coerente col mio modo di vivere e filosofare, la fondamentale e biofila questione ecologica. Avendo constatato quanto gliene importi, alle fazioni berlusconiane, dell’Ambiente, del paesaggio, della preservazione di luoghi e colture dallo stupro continuo di impresari e affaristi tendenti a un profitto di rapina, arretro subito, istintivamente, dal dargli il mio minuscolo voto. Infami i loro condoni edilizi, la loro legge delega del 2004, inquietanti i progetti del Cavaliere (Val di Susa, Stretto, nucleare), un ministro dell’Ambiente che più inesistente è difficile immaginare, messo là per acquiescere. Può, per un no, bastare.

Ma, su questo stesso punto, dall’opposizione, di un succulento mutamento di rotta, quali segnali?

Mi piacque molto la sfida dell’ultimo loro ministro dell’Ambiente, Willer Bordon, alla potenza vaticana, per le antenne radio di Cesano, pericolose per la salute della gente della zona, ma venne deplorato e perfino ridicolizzato nel suo stesso governo. Lo riconfermerebbero? Inviso ai suoi, povero Gracco ambientale, difficile lo si riveda a quel posto, scomodo quando lo si prenda sul serio.

Il programma unionista per l’Ambiente è un soave unguento per le nostre piaghe su cui è caduto il sale berlusconiano. Ne resterà il profumo insieme - temo - alla piaga. Tutto in quei paragrafi è così meravigliosamente astratto... Pare la costituzione staliniana del 1936... L’attacco è una marcia dell’Aida: «Il territorio italiano è un patrimonio di grande valore per la sua ricca biodiversità...». Grazie, cara Unione, per l’interessante informazione. Un po’ avanti si accenna a una celestiale «minimizzazione dei rifiuti» che lascia a bocca aperta - come una discarica. Il problema dei rifiuti è già mondialmente insolubile, e non ha mai avuto in Italia attenzioni governative per renderlo meno pestifero.

Gli italgoverni si sono arresi a tutto: ecomafie, depositi di scorie tossiche, scioperi estivi di Nettezza Urbana da tramortire i passanti, regioni del Sud dove la malavita decide delle discariche, disastro permanente nelle città campane. E i rifiuti crescono esponenzialmente dovunque: diteci, per favore, care vaseline, COME riuscirete a MINI-mizzare (salvo farlo verbalmente) un simile straripamento (ci vorrebbe una mezza finanziaria) possibilmente senza disseminare, qua e là per il «patrimonio di grande valore», dosi ulteriori di diossina incenerita.

Per uscire dal verdismo generico del programmone, un impegno da coscia di Abramo lo vorrei su: intangibilità da TAV della Valsusa, luci spente sul ponte dello Stretto, riaffermazione di no al nucleare, chiusura agli OGM della nostra agricoltura, difesa energica dall’invasione del prodotto alimentare cinese d’imitazione a basso costo. Prodi, quando era Europa, fu più che favorevole agli OGM e sulla Valsusa non ha incertezze perché diventi colabrodo di gallerie. Circa le antenne vaticane la faccenda, mi pare, resterà irrisolta.

Voto scettico perché realistico, voto malinconico. Su altre cose, tra i due Centri, sarei esitante. Tralascio. Depongo la lanterna. Mi deciderò, probabilmente, per il margine in penombra del chiattone, del Narrenschiff unionista, che si presenta come Rosa-nel-Pugno. Ci sarà, intorno a questo segno, un coagulo di quelli che Prezzolini chiamava àpoti, una piccola folla di refrattari.

TyDany
05-04-2006, 23.24.36
Originariamente inviato da ssj
Quello che è successo oggi a mediaset ha dell'incredibile ed insieme dello squallido.
Rassegnatevi alla sconfitta buffoni! (e non mi riferisco agli elettori della cdl che sono rispettabilissimi, bensì ai leader che la compongono, cominciando dal capo)

http://www.repubblica.it/2006/04/dirette/sezioni/politica/confront/mercole5aprile/index.html

Te pensa che io ritengo scandaloso il comportamento di Prodi, io da bravo telespettaore di Mediaset e da mal soppostatore della rai mi sento offeso dalla sua presa di posizione e lo considero altresì un codardo :o

TyDany
05-04-2006, 23.26.45
Originariamente inviato da ssj


Cecco, io non dico gatto, ma un leader che si organizza una trasmissione su misura, sulla sua rete, senza un giusto contraddittorio e per giunta non approvata dal garante, pur di recuperare un gap che è ovvio per me è solo un buffone. Ha fatto bene il mondo della sinistra a rifiutare e denunciare questa situazione a poche giorni dal voto. Approvo il comportamento di tutti, anche di Rutelli e Fassino che alla fine, per protesta, han deciso di non andare manco da Mentana che effettivamente non c'entrava nulla...

A parte che non aveva organizzato un bel nulla ma se ne stava solo parlando, a parte che la "colpa" è di Prodi che da bravo coniglio non ha il coraggio di fare un confronto serio e diretto con Berlusconi perchè sa che ne uscirebbe massacrato ma, a parte questo, il comportamento di Rutelli e Fassino è da cafoni e maleducati IMHO :o

TyDany
05-04-2006, 23.30.47
Originariamente inviato da ssj


oggi ha anche detto che porta le pensioni minime a 800€. Domani è prevista la dichiarazione sull'abolizione dell'Iva, sabato dichiarerà l'abolizione dell'irpef e domenica dichiarerà Gnocca e Birra gratis per tutti...

A me non dispiacerebbe visto che quando ha detto che alzava le minime l'ha fatto davvero :rolleyes:

TyDany
05-04-2006, 23.32.11
Originariamente inviato da Gigi75


ragazzi, in generale, evitiamo di bombardarci con papiri immensi. Vero che le questioni sono tante e complesse, ma i post così lunghi rendono la lettura molto ardua e impegnativa :)

Concordo e ne approfitto per dire a BJ che intendo rispondergli ma non ce la faccio ora che sto ancora lavorando :(

Pitx
05-04-2006, 23.38.53
Originariamente inviato da TyDany


A parte che non aveva organizzato un bel nulla ma se ne stava solo parlando, a parte che la "colpa" è di Prodi che da bravo coniglio non ha il coraggio di fare un confronto serio e diretto con Berlusconi perchè sa che ne uscirebbe massacrato ma, a parte questo, il comportamento di Rutelli e Fassino è da cafoni e maleducati IMHO :o

del signor Rutelli e del signor Fassino si può dire che hanno un rispetto massimo di Mentana, ma soprattutto del popolo italiano. :(

afterhours
06-04-2006, 02.35.41
Ci sono due frasi di Berlusconi dette nell’incontro con Prodi che devono far riflettere gli italiani.

La prima: "Dopo il dibattito, se ha tempo, glielo spiego", in risposta alla richiesta di Prodi su dove volesse reperire i 35 miliardi di euro necessari per la sua politica fiscale. Il disprezzo verso gli italiani che ascoltavano da casa emerge in modo palese da questa frase. Dove questo signore voglia i reperire i 35 miliardi di euro, che sono soldi nostri, appartengono a noi, lo deve dire in modo chiaro agli elettori. Sono affari nostri, non suoi.

La seconda frase riferita al nostro Paese: “...è un’azienda...” spiega come lui e il suo gruppo di avvocati e sodali abbia amministrato l’Italia in questi cinque anni: come un’azienda appunto. Da cui trarre benefici fiscali, economici, giudiziari innegabili. Berlusconi il suo budget lo ha fatto ogni anno, per cinque anni, a spese dell’azienda Italia.

Berlusconi non ama il confronto, lo ha dimostrato con la sua battuta ad effetto sull’eliminazione dell’Ici fatta solo a chiusura di trasmissione in modo che Prodi non potesse replicare alla sua televendita senza copertura di spesa.

E le dichiarazioni di oggi riportate in audio e video dalla Repubblica testimoniano una genuina vocazione antidemocratica di Berlusconi.

In questi cinque anni l’Italia si è impoverita da ogni punto di vista.
Oggi l’ennesima prova di una situazione sempre più grave: secondo il rapporto Eurispes le famiglie italiane negli ultimi cinque anni hanno visto i loro risparmi scendere da 106 miliardi di euro a 64 miliardi di euro, il 40% in meno.


Antonio Di Pietro

succhione
06-04-2006, 02.44.50
...al "nostro" presidente del consiglio..interessiamo solo quando le cose si mettono male x lui, questo è chiaro....
..è un abile uomo d'affari ma soprattutto è un "venditore"...conosce le tecniche ma, non ama il confronto..appunto, poichè nel confronto c'è il rischio di vedere smontato il proprio abile lavoro....

mao
06-04-2006, 02.59.02
Da quanto ho letto qua e là, eliminare l'ici non si può: nella nuova costituzione costituisce un'imposta comunale, che non può essere eliminata dallo Stato centrale. Si vedano gli artt. 57 (nuova costituzione) e 119 (vecchia e nuova). Se lo Stato decidesse di abolirla partirebbero fiumi di ricorsi alla corte costituzionale, da parte dei comuni.

E' strano che proprio Berlusconi non lo sappia, visto che la riforma costituzionale l'ha fatta la sua parte politica.

afterhours
06-04-2006, 04.20.34
Silvio Berlusconi e Forza Italia usano una sua fotografia per l’opuscolo informativo mandato a milioni di cittadini italiani per le prossime elezioni politiche, affermando che il leader degli U2 è stato molto grato al Presidente per l'azione del governo verso i paesi poveri.

Ma Bono, non appena saputo del volantino, si è risentito e ha voluto chiarire: "Mister Berlusconi, per quanto lusingato dal fatto di apparire sulla sua missiva, mi sento anche un po' sfruttato".

E da Dublino la voce degli U2 bacchetta ancora Berlusconi sull'impegno preso a raddoppiare gli aiuti entro il 2010: "Se il suo impegno è vero e la sua firma affidabile, allora il mondo vuole sapere come l'Italia intenda raggiungere tale obbiettivo.

Per ora Lei non ha offerto nessun chiarimento, anche se fortunatamente c'è ancora tempo", conclude Bono, dicendo di attendersi una risposta dal premier.

Cecco
06-04-2006, 09.31.04
Ma, al di là delle posizioni politiche che portano ciascuno a parteggiare per la propria parte, qualcosa di poco bello sta sicuramente accadendo se Giuliano Ferrara che non è servo di nessuno salvo della sua intelligenza ha deciso ieri sera di tacere imbavagliandosi.

I fatti di ieri, pur volendo condividere le opinioni che raccontano di forzature da parte di berlusconi per apparire cmq in video, sono a mio modesto parere la conseguenza dei giorni precedenti e della sciagurata dichiarazione prodiana di non voler metter piede nelle reti mediaset.

Se poi questa considerazione si aggiunge alle minacce non certo velate circa il futuro berlusconiano, allora io credo che davvero l'italia si avvia verso una brutta pagina della propria storia.

Se questa par condicio significa libertà per qualcuno di non presentarsi ad un confronto, è giusto che l'altra parte debba anch'essa defilarsi anche nel caso possa essere comunque garantita la pluralità?

Mi conforta il fatto che ancora esistono nella sinistra giornalisti liberi che non s'inchinano a diktat associazionali, e dunque bravo al direttore del secolo di genova che, unico, s'era dichiarato disponibile all'incontro con berlusconi.

Robbi
06-04-2006, 10.00.12
Caro Cecco, pensiero sempre lucido e argomentato :)

Premetto che non ne so molto del casino successo ieri, magari mi documento.
In linea generale in queste cose tendo ad avere un atteggiamento legalista.
Pertanto se questa intervista/dibattito lede le regole della tanto vituperata par condicio, piaccia o non piaccia, vanno rispettate. Ricordo molto bene il Cavaliere all'inizio del suo mandato 5 anni fa, sostenere che questa legge era sbagliata e illiberale. Bene! la si cambi ma all'interno di un un dibattito parlamentare e nel rispetto delle regole, ci sono stati 5 anni di tempo per farlo.

Vero e' che Prodi quando sostiene di non voler andare a trasmissioni Mediaset, in quanto a suo parere mancano garanzie di correttezza, mente ben sapendo di mentire, e il comportamento del comitato di redazione di Matrix ieri la dice lunga, essendosi schierato compatto contro la partecipazione di Berlusconi alla trasmissione.

In Mediaset non ci sono solo Fede e Giordano che fanno rotocalchi non TG.

Concludo, dicendo che la smettano tutti di fare le verginelle e si comportino correttamente nei confronti dei loro sudditi! Ops... cittadini!! :D

TyDany
06-04-2006, 10.40.48
Originariamente inviato da afterhours
Ci sono due frasi di Berlusconi dette nell’incontro con Prodi che devono far riflettere gli italiani.

La prima: "Dopo il dibattito, se ha tempo, glielo spiego", in risposta alla richiesta di Prodi su dove volesse reperire i 35 miliardi di euro necessari per la sua politica fiscale. Il disprezzo verso gli italiani che ascoltavano da casa emerge in modo palese da questa frase. Dove questo signore voglia i reperire i 35 miliardi di euro, che sono soldi nostri, appartengono a noi, lo deve dire in modo chiaro agli elettori. Sono affari nostri, non suoi.

In realtà gli era stato già chiesto due volte (da uno dei due giornalisti prima e dallo stesso Prodi) e aveva anche risposto, il problema è che evidentemente Prodi dormiva, oppure non ha capito un cavolo! Quindi la risposta ci stava benissimo.
Se poi vogliamo discutere su quanto fosse soddisfacente la risposta è un altro discorso ma a questo punto non possiamo negare che pure quella de professore era altrettanto insoddifacente!

Originariamente inviato da afterhours La seconda frase riferita al nostro Paese: “...è un’azienda...” spiega come lui e il suo gruppo di avvocati e sodali abbia amministrato l’Italia in questi cinque anni: come un’azienda appunto. Da cui trarre benefici fiscali, economici, giudiziari innegabili. Berlusconi il suo budget lo ha fatto ogni anno, per cinque anni, a spese dell’azienda Italia.

Purtroppo l'Italia viene ancora trattata TROPPO POCO come un azienda, io vorrei che lo fosse ancora di più, sarebbe il sistema per farla funzionare seriamente e l'esempio ce l'ho davanti tutti i giorni dove lavoro, se TUTTI gli enti pubblici fossero amministrati bene come delle aziende l'italia sarebbe prima in europa e noi cittadini riusciremmo ad avere dei servizi velocissimi ed impeccabili.

Originariamente inviato da afterhours Berlusconi non ama il confronto, lo ha dimostrato con la sua battuta ad effetto sull’eliminazione dell’Ici fatta solo a chiusura di trasmissione in modo che Prodi non potesse replicare alla sua televendita senza copertura di spesa.

Quest poi è davvero grossa, il confronto lo amerebbe Prodi allora? Che ha rifiutato gli inviti di tutte le televisioni tranne quei due incontri sulla rai e con condizioni dettate e volute da lui. Ma per piacere, se avesse accettato un confronto serio Berlusconi non avrebbe avuto bisogno di nessuna sparata, se lo sarebbe mangiato a colazione!

Originariamente inviato da afterhours E le dichiarazioni di oggi riportate in audio e video dalla Repubblica testimoniano una genuina vocazione antidemocratica di Berlusconi.

In questi cinque anni l’Italia si è impoverita da ogni punto di vista.
Oggi l’ennesima prova di una situazione sempre più grave: secondo il rapporto Eurispes le famiglie italiane negli ultimi cinque anni hanno visto i loro risparmi scendere da 106 miliardi di euro a 64 miliardi di euro, il 40% in meno.


Antonio Di Pietro

Questa è un altra cosa che mi fa ridere della sinistra e che mi fa piangere in generale, mi fa piangere perchè entrambi gli schieramenti sciorinano numeri e cifre, gli uni indicanti un Italia straricca, gli altri un Italia messa peggio del Burundi, patetici entrambi, quello però che mi fa ridere della sinistra è che da dell'ubriaco a Berlusconi perchè si attacca ai numeri ma poi, quando gli fa comodo, fa lo stesso.

P.S. Tra l'altro essendo poco credibili quando parlano di numeri, visto che loro non usano unità di misura standard, ma preferiscono i "molti" i "parecchi" ... mi chiedo in che mondo vivano "mi dia parecchie arancie" "vorrei molto prosciutto" "per il latte mi deve alcuni euro" :D:rolleyes::D

Sbavi
06-04-2006, 10.48.03
Minchia è dura leggervi :p

PdM

Pensavo che vincerà il CS, anche se il CD terrà duro. Mi sembra di capire però che per Forza Italia sarà un'ecatombe.
Ovunque mi giri, il nano ha davvero rotto le palle.

TyDany
06-04-2006, 11.03.10
Secondo me quello che è successo ieri è vergognoso da entrambi le parti, vergognoso nel tentativo di portare Berlusconi in tv anche senza Prodi, non perchè necessariamente sbagliato, ma perchè contro le regole, ma altrettanto vergognoso nell'atteggiamento di Prodi da cui i mi ritengo seriamente offeso.
Qualcuno ha detto che lui ha libertà di scegliere, certo, ma ci si dimentica che, con l'attuale legge, lui è strettamente legato al suo rivale, quindi le sue libertà in un qualche modo prevaricano quelle dell'altro. Se uno dei due avesse deciso di non andare in tv, nemmeno alla rai, non non avremmo potuto nemmeno vederli, passi che comunque non è stato un bello spettacolo, ma questa è un altra storia.
Ha fatto il bello e cattivo tempo per tutta la campagna, decidendo alla fine di partecipare solo ai due appuntamenti sulla rai e solo se alle sue condizioni. Il suo diritto di decidere a quali trasmissioni partecipae è legittimo, ma il decidere di non partecipare quasi a nessuna trasmissione lede il diritto di Berlusconi di dire la sua, e giustamente Ferrara si è imbavagliato, lede il diritto delle televisioni di fare informazione e, soprattutto, lede il diritto di noi italiani di ascoltare ed informarci.
Ma lui di tutto questo se ne è fregato, semplicemente era sicuro di essere stracciato da Berlusconi in qualsiasi confronto dialettico e così ha preferito apparire solo in quelle due occasioni alla rai con regole tanto restrittive ed idiote da mortificare il confronto e da renderlo quasi inutile!

TyDany
06-04-2006, 11.06.34
Originariamente inviato da sbavi
Cut

Pensavo che vincerà il CS, anche se il CD terrà duro. Mi sembra di capire però che per Forza Italia sarà un'ecatombe.
Ovunque mi giri, il nano ha davvero rotto le palle.

Concordo e penso che l'ecatombe di FI potrebbe portare un sacco di voti ad AN, le persone che conosco che avevano votato FI voteranno AN o Lega... ;)

nikzeno
06-04-2006, 11.26.51
Forza ragazzi, mancano ancora poche ore alla fine di questa patetica campagna elettorale. Teniamo duro, che martedì prossimo il nostro tran tran quotidiano sarà tale e quale a martedì scorso. Anzi, cmq vada, credo saremo tutti più rilassati. :)



Facciamo la pace dopo il IV Referendum?


Martedì, nel giro di poche ore, il presidente del Consiglio s'è avvicinato alla Coppa dei Campioni e s'è allontanato da Palazzo Chigi. Non ha ancora perso: ma ha fatto un passo deciso in quella direzione.

Non mi hanno convinto i sondaggi, i dibattiti o i bookmakers, ma il diluvio di lettere indignate al forum e l'umore in un paio di bar di Milano. «Ma chi crede di essere?» è la frase (educata, questa) che un primo ministro popolare e populista non vorrebbe mai ascoltare. Insultare metà della nazione non sembra una grande idea, ma è una notizia: onore (giornalistico) al Tg5 che l'ha messa in apertura (dal filmato risulta che il Capo non sta sorridendo). Su quest'episodio grottesco - il miglior colpo della sinistra è un autogol della destra - si chiude la campagna elettorale di un Paese confuso. Mentre i nostri ragazzi mandano in giro ingenui curriculum che nessuno leggerà, e accettano lo schiavismo bianco degli stage gratuiti (e ripetuti), noi abbiamo sprecato due mesi a discutere di tasse sugli interessi dei Bot di nuova emisssione (12,5% o 20%)? Su un investimento di 30 mila euro, la differenza è 70 euro.

Se un marziano - o, più semplicemente, un giornalista straniero - arrivasse in Italia, penserebbe che ci siamo bevuti il cervello. Comunque, la campagna elettorale è andata: per fortuna. Il IV Referendum su Silvio Berlusconi (dopo quelli del ’94, ’96 e 2001) è alle porte, ed è tempo di pensare al dopo. Anzi, al «subito dopo», che viene prima. Martedì qualcuno avrà vinto e qualcuno avrà perso, come in tutte le elezioni (per fortuna: Milano non è Minsk). L'alternativa è continuare questa guerra civile dei nervi che ha cambiato l'umore d'un Paese naturalmente gioioso. Meglio mettersi l'animo in pace, e rimboccarsi le maniche. Si può e si deve fare: la situazione non è irrecuperabile. Per usare un'espressione presidenziale, non ci sono «coglioni» in Italia: solo troppi uomini e donne che lasciano fermentare la propria intelligenza, trasformandola in furbizia.

La concordia post-elettorale sarà fondamentale, vista la mole dell'ìmpegno che ci aspetta. Ricordo la mattina dopo la rielezione a sorpresa di George W. Bush, nel novembre 2004. A Washington, gli unici che s'aggiravano con le espressioni affrante erano gli stranieri che speravano in John Kerry. Gli americani - repubblicani e democratici - si sono guardati in faccia e hanno detto: la vita va avanti. I presidenti passano, l'America resta. Qualcosa del genere dobbiamo fare noi. Non è buonismo: è buon senso. Non è un invito a lasciare tutto come sta (bisognerà smantellare molte rendite di posizione, per esempio, e il duopolio televisivo deve finire, chiunque vinca). E' un modo per ricordare che, dopo l'estenuante campagna elettorale, l'Italia deve tornare al lavoro. Non sarà facile: la passione politica è infatti diventata irrazionale come il tifo calcistico (prima si sceglie la squadra, poi si studiano i modi per difenderla con gli amici). Però è necessario. Beccarsi come polli nevrastenici può essere divertente, ogni tanto, ma non ce lo possiamo più permettere.

Diceva il cinico «Portaborse» di Luchetti e Moretti, anni fa: «Io preferisco uomini brillanti ed estrosi, anche se un po' mascalzoni, che uomini onesti e noiosi!». Bene: se esistono, questi ultimi, si facciano avanti, perché c'è da lavorare. La genialità, noi italiani, non dobbiamo cercarla: ne abbiamo fin troppa. E' proprio di noiosa onestà, di banale metodo e di patetica affidabilità che abbiamo bisogno. E di tranquillità. L'Italia dell'11 aprile, comunque vada il IV Referendum, sarà in uno stato post-traumatico. Urla e insulti non sono ammessi: il paziente potrebbe collassare.
Dal Corriere della Sera del 6 aprile 2006
Beppe Severgnini

Robbi
06-04-2006, 11.29.18
Originariamente inviato da TyDany


Concordo e penso che l'ecatombe di FI potrebbe portare un sacco di voti ad AN,

Ipotizzo: il CD vince le elezioni, MA AN prende un voto piu' di Berlusconi, Il Capo dello Stato a chi da l'incarico di formare il nuovo governo??

Ricordo che il sistema elettorale e' cambiato... ora si votano le liste, ovvero i partiti, vero' e' che anche prima con il maggioritario, niente e nessuno avrebbero potuto impedire ad un Capo dello Stato "coraggioso" di dare l'incarico ad un altro esponente della coalizione che non fosse "il candidato premier",che ricordo era una indicazione di intenti NON un vincolo, ovviamente non si e' mai fatto nel poco tempo di vigenza del sistema per pura prassi istituzionale.

Ma ora?? Questo teorico vincolo istituzionale e' caduto, il leader di una coalizione lo decide la coalizione medesima.... il Capo dello Stato ha l'obbligo e il dovere di intrepretare la volonta' dei cittadini e se Fini prende un voto piu' di Berlusconi :devil:

Poi tutto e' possibile per carita', ma non vorrei trovarmi nei panni del Presidente della Repubblica in un caso del genere.

;)

Sbavi
06-04-2006, 11.37.50
Oddio...

A grandi linee mi sembra FI prima di oggi sia stata intorno al 30%, AN al 12%.

Un ecatombe per FI vorrebbe dire scendere al di sotto del 20%, mentre AN non penso riesca ad andare oltre il 15%.
La Lega potrebbe perdere qualcosa a causa della forzata assenza di Bossi. A quanto stava? 5-7% ?
La restante quota dovrebbe essersi spostata a sinistra.
Così la vedo.

C'ho azzeccato con i numeri?

Sbavi
06-04-2006, 11.42.46
Nel frattempo continuo ad avvicinarmi sempre più a Rosa nel Pugno, tosto che alcuni elementi che albergano in questo frappè non li sopporto.

NightMan
06-04-2006, 11.42.57
Originariamente inviato da TyDany

Te pensa che io ritengo scandaloso il comportamento di Prodi, io da bravo telespettaore di Mediaset e da mal soppostatore della rai mi sento offeso dalla sua presa di posizione e lo considero altresì un codardo :o

Allora anche Silvio Berlusconi 5 anni fa è stato un gran codardo a non aver MAI voluto affrontare Francesco Rutelli in nessun confronto televisivo, ne sulla rai ne su mediaset.

Originariamente inviato da TyDany

A parte che non aveva organizzato un bel nulla ma se ne stava solo parlando, a parte che la "colpa" è di Prodi che da bravo coniglio non ha il coraggio di fare un confronto serio e diretto con Berlusconi perchè sa che ne uscirebbe massacrato ma, a parte questo, il comportamento di Rutelli e Fassino è da cafoni e maleducati IMHO :o

Per me Fassino e Rutelli han fatto bene a decidere di non andare a Matrix per protesta nei confronti di una rete che organizzava una porcata elettorale del genere a favore del suo capo. Appena la porcata è caduta i due si son detti disponibilissimi al confronto. In quanto a Prodi, l'invito a partecipare gli è stato dato ieri in mattinata quando tutti sapevano che Prodi aveva già in programma la manifestazione di chiusura della campagna elettorale a Torino. Inoltre ancora non capisco perchè una persona non possa sentirsi offeso dall'atteggiamento di un'azienda televisiva nei suoi confronti e non possa decidere di non partecipare alle sue trasmissioni.
A parte Fede (su rete 4) che fa ridere per quanto e fazioso, a parte Del Debbio e Bel Pietro (rete4 e anche canale 5), a parte la Pivetti, ogni sera seguo la trasmissione "Diario elettorale" di Studio Aperto su Italia 1 e noto che mentre la giornata di Berlusconi viene sempre proposta nella massima serietà possibile e si fa vedere Silvio un uomo dedito al lavoro, alle responsabilità... che non trova un minuto libero perchè c'è da fare il bene per l'italia, la giornata di Prodi viene sempre proposta (sempre) a mo di servizio gossip, rappresentando Romano nei momenti più goffi, sempre con la musica da servizio trash in sottofondo, spesso togliendo dai discorsi le frasi ed i passaggi che più possono indisporre il padrone...
Poca erietà vien ripagata col disprezzo (Y)

TyDany
06-04-2006, 11.48.24
Originariamente inviato da nikzeno
Forza ragazzi, mancano ancora poche ore alla fine di questa patetica campagna elettorale. Teniamo duro, che martedì prossimo il nostro tran tran quotidiano sarà tale e quale a martedì scorso. Anzi, cmq vada, credo saremo tutti più rilassati. :)



Facciamo la pace dopo il IV Referendum?


cut

Non sarà facile, il paragoe con gli USA è IMHO insensato perchè lì l'opposizione collabora con la maggioranza, qualunque sia la maggioranza e qualunque sia l'opposizione. Qui chiunque vinca vincerà di pochissimo, se dovesse riconfermarsi la destra continuerebbe la battaglia sinistra VS Berlusconi con un ostruzionismo ad oltranza. Se dovesse vincere la sinistra probabilmente ci sarebbe una rivoluzione nella destra e non so bene cosa potrebbe succedere ma so per certo che io penserò a come far sparire i miei risparmi prima possibile, gli amichetti di sinistra mi hanno già fregato una volta con il giochetto della legge il venerdì sui MIEI risparmi, mi è bastato :p

nikzeno
06-04-2006, 11.51.54
Originariamente inviato da sbavi
Oddio...

A grandi linee mi sembra FI prima di oggi sia stata intorno al 30%, AN al 12%.

Un ecatombe per FI vorrebbe dire scendere al di sotto del 20%, mentre AN non penso riesca ad andare oltre il 15%.
La Lega potrebbe perdere qualcosa a causa della forzata assenza di Bossi. A quanto stava? 5-7% ?
La restante quota dovrebbe essersi spostata a sinistra.
Così la vedo.

C'ho azzeccato con i numeri?
Non proprio, FI veniva data al max al 22%, AN max al 13,5%, la Lega al 5,5%.

Per quanti voti possa perdere FI, è praticamente impossibile che AN la superi.
Purtroppo.

Spostamenti da sx a dx e viceversa credo saranno veramente pochi. Siamo un popolo troppo "polarizzato". Al max, solo la Rosa può aver acchiappato qualche deluso da FI

La sparata sull'ICI credo farà andare a votare molti orientati a destra che prima erano indifferenti. Allo stesso modo la sparata dei "coglioni" farà alzare dalla sedia molti svogliati/disaffezionati dellla sx, che a farsi insultare così gratuitamente giustamente non ci stanno.
E' stato un bell'autogol, vedremo l'effetto.

zen67
06-04-2006, 12.00.10
Io sono stufo.... non vedo l'ora che finsca tutto questo walzer.
Credop la gente sappia chi votare e per gli indecisi, sinceramente non so che pensare.... non saper da che parte votare a prescindere dalla dx o dalla sx mi fa pensare a persone che abbiano vissuto con fette di mortadella sugli occhi o che magari pensano che la politica non li riguardi direttamente... sino a che non iniziano a lamentarsi perchè non arrivano a fine mese o perchè le bollette e la spesa sono aumentate o leggerezze del genere, ma dubito che ne capiscano una delle cause portanti e che se così fosse sarebbe in ogni caso troppo tardi...:rolleyes:

NightMan
06-04-2006, 12.02.07
Se avete 5 minuti da perdere, leggetevi l'editoriale di Ezio Mauro, oggi su Repubblica. Si sa che è di sinistra ma dice alcune cose sacrosante e vere anche se la vediamo da destra e sono amare verità...

Il Sovversivo: http://www.repubblica.it/2006/04/sezioni/politica/elezioni-2006-4/il-sovversivo/il-sovversivo.html

dave4mame
06-04-2006, 12.03.25
la gente che non sa cosa votare in buona parte è indecisa su chi sia il meno peggio.

personalmente darò il voto più destabilizzante possibile.

nikzeno
06-04-2006, 12.05.46
Originariamente inviato da dave4mame
la gente che non sa cosa votare in buona parte è indecisa su chi sia il meno peggio.

personalmente darò il voto più destabilizzante possibile.
No, Mastella no!!!! :crying::crying:






:D:D

TyDany
06-04-2006, 12.08.11
Originariamente inviato da ssj


Allora anche Silvio Berlusconi 5 anni fa è stato un gran codardo a non aver MAI voluto affrontare Francesco Rutelli in nessun confronto televisivo, ne sulla rai ne su mediaset.



Per me Fassino e Rutelli han fatto bene a decidere di non andare a Matrix per protesta nei confronti di una rete che organizzava una porcata elettorale del genere a favore del suo capo. Appena la porcata è caduta i due si son detti disponibilissimi al confronto. In quanto a Prodi, l'invito a partecipare gli è stato dato ieri in mattinata quando tutti sapevano che Prodi aveva già in programma la manifestazione di chiusura della campagna elettorale a Torino. Inoltre ancora non capisco perchè una persona non possa sentirsi offeso dall'atteggiamento di un'azienda televisiva nei suoi confronti e non possa decidere di non partecipare alle sue trasmissioni.
A parte Fede (su rete 4) che fa ridere per quanto e fazioso, a parte Del Debbio e Bel Pietro (rete4 e anche canale 5), a parte la Pivetti, ogni sera seguo la trasmissione "Diario elettorale" di Studio Aperto su Italia 1 e noto che mentre la giornata di Berlusconi viene sempre proposta nella massima serietà possibile e si fa vedere Silvio un uomo dedito al lavoro, alle responsabilità... che non trova un minuto libero perchè c'è da fare il bene per l'italia, la giornata di Prodi viene sempre proposta (sempre) a mo di servizio gossip, rappresentando Romano nei momenti più goffi, sempre con la musica da servizio trash in sottofondo, spesso togliendo dai discorsi le frasi ed i passaggi che più possono indisporre il padrone...
Poca erietà vien ripagata col disprezzo (Y)

Effettivamente fra qualche giorno i canali di Mediaset verranno oscurati dal garante per imparzialità quindi Prodi ha fatto bene a non andare, anche perchè ho sentito che volevano fargli un imboscata per toglierlo di mezzo :rolleyes:
L'imparzialità di Mediaset penso sia dimostrata dal CDR che per primo si è rifiutato di mandare in televisione un non confronto con solo Berlusconi che, per inciso, pure io ritengo una porcata.
Come però ritengo irrispettoso il comportamento di Prodi e stupida la scusa dell'imparzialità di Mediaset visto che, non vorrei ripetermi, ma da sinistra dovrebbero essere gli ultimi a parlare di televisioni di parte visto quello che accade su rai 3.
Per quanto riguarda Fassino e Rutelli non cambio idea, avevano preso un impegno e, a casa mai, non è molto educato lasciare due esponenti di rilievo dei tuoi avversari ad aspettarti come cretini, farsi i cavoli propri e poi chiedergli di aspettare ancora che sarebbero arrivati. Salvo poi in conferenza stampa rigirare la frittata facendo passare per maleducati i due di destra :D
Ma lol... se io ho appuntamento con una ragazza alle 15, quella alle 16 ancora non si è vista, mi chiama e mi dice di aspettare ancora un ora che dovrebbe arrivare e io mi rompo i maroni e me ne vado dicendogli che mi sono stufato di aspettare, ovviamente, il cafone sono io... ma LOLLISSIMO :D

Sbavi
06-04-2006, 12.11.03
Originariamente inviato da nikzeno

Non proprio, FI veniva data al max al 22%, AN max al 13,5%, la Lega al 5,5%.

Per quanti voti possa perdere FI, è praticamente impossibile che AN la superi.


Al 2001 (http://www.comune.omegna.vb.it/uffici_e_servizi/ufficio_elettorale/2001politiche.htm) FI stava, come supponevo, al 29,58%.

Ovviamente è impossibile che venga superata da AN, anche se sono sicuro che ne perderà una buona fetta, come già dimostrato alle Europee.

Per quanto riguarda la favoletta dell'ICI, credo che l'abbiano bevuta in pochi.

TyDany
06-04-2006, 12.12.05
Originariamente inviato da ssj
Se avete 5 minuti da perdere, leggetevi l'editoriale di Ezio Mauro, oggi su Repubblica. Si sa che è di sinistra ma dice alcune cose sacrosante e vere anche se la vediamo da destra e sono amare verità...

Il Sovversivo: http://www.repubblica.it/2006/04/sezioni/politica/elezioni-2006-4/il-sovversivo/il-sovversivo.html

Scusa, non ci riesco, mi sono bastate le prime dieci righe di idiozie per scoraggiarmi :(

Flying Luka
06-04-2006, 12.13.37
Originariamente inviato da TyDany


Scusa, non ci riesco, mi sono bastate le prime dieci righe di idiozie per scoraggiarmi :(

quoto :o

TyDany
06-04-2006, 12.13.38
Originariamente inviato da sbavi


cut

Per quanto riguarda la favoletta dell'ICI, credo che l'abbiano bevuta in pochi.

Io l'ho bevuta, più di tante favolette di Prodi, visto ch quando la destra ha detto che avrebbe alzato le minime l'ha fatto davvero :)

nikzeno
06-04-2006, 12.14.28
Originariamente inviato da sbavi


Al 2001 (http://www.comune.omegna.vb.it/uffici_e_servizi/ufficio_elettorale/2001politiche.htm) FI stava, come supponevo, al 29,58%.

Ovviamente è impossibile che venga superata da AN, anche se sono sicuro che ne perderà una buona fetta, come già dimostrato alle Europee.

Per quanto riguarda la favoletta dell'ICI, credo che l'abbiano bevuta in pochi.
Scusa, avevo capito ti riferissi agli ultimi sondaggi, non alle politiche del 2001 (B)

NightMan
06-04-2006, 12.15.12
Originariamente inviato da nikzeno

No, Mastella no!!!! :crying::crying:






:D:D

[Beh, con questo sistema, il voto per quasiasi piccola forza può essere destabilizzante. Cmq metto mano alle scommesse: Se la Casa delle Libertà perde le elezioni, La casa delle libertà si sfascia.
Se ne andrà subito la Lega non appena falirà il suo referendum, poi andrà via Casini per spinte interne al partito e alla fine dopo che la sinistra avrà fatto in modo da riaprire tutti i processi bloccati di Berlusconi o avrà messo mani alla legge sul conflitto di interessi, si sfascerà lentamente o istantaneamente anche Forza Italia.

Sbavi
06-04-2006, 12.15.43
Originariamente inviato da nikzeno

Scusa, avevo capito ti riferissi agli ultimi sondaggi, non alle politiche del 2001 (B)


Sono abituato a contare i maccherroni, non il profumo :p

Sbavi
06-04-2006, 12.19.32
Originariamente inviato da TyDany


Io l'ho bevuta, più di tante favolette di Prodi, visto ch quando la destra ha detto che avrebbe alzato le minime l'ha fatto davvero :)

Io piuttosto che non averla bevuta, come già scritto in precedenza, sono profondamente contrario all'abolizione dell'ICI sulla prima casa. ;)


Avesse promesso una riduzione delle imposte sui tabacchi sarei sceso in piazza con le bandiere di FI :D :D

TyDany
06-04-2006, 12.24.29
Originariamente inviato da sbavi


Io piuttosto che non averla bevuta, come già scritto in precedenza, sono profondamente contrario all'abolizione dell'ICI sulla prima casa. ;)


Avesse promesso una riduzione delle imposte sui tabacchi sarei sceso in piazza con le bandiere di FI :D :D


Io il contrario, li abolirei proprio i tabacchi :D;)

The_Prof
06-04-2006, 12.25.06
Mi spiegate una cosa ?

Dopo le elezioni, e' ancora Ciampi a dover conferire con quelli che salgono al Quirinale, per formare un nuovo Governo ?

Ma se nel frattempo Ciampi decade da Presidente della Repubblica, chi elegge quello nuovo, se non esiste un Governo e quindi non esiste la Camera dei deputati ed il Senato. ?

Grazie.

TyDany
06-04-2006, 12.25.59
Originariamente inviato da ssj


[Beh, con questo sistema, il voto per quasiasi piccola forza può essere destabilizzante. Cmq metto mano alle scommesse: Se la Casa delle Libertà perde le elezioni, La casa delle libertà si sfascia.
Se ne andrà subito la Lega non appena falirà il suo referendum, poi andrà via Casini per spinte interne al partito e alla fine dopo che la sinistra avrà fatto in modo da riaprire tutti i processi bloccati di Berlusconi o avrà messo mani alla legge sul conflitto di interessi, si sfascerà lentamente o istantaneamente anche Forza Italia.

Ellamadonna :eek: insomma, se vince il cs Berlusconi prende l'ergastolo, la Fininvest chiude e a destra rimango solo io? :eek: Dovrò candidarmi allora :p

Più moto e gnocca per tutti, una decisione difficile ma sentita :o:D

Bea*
06-04-2006, 12.32.51
Originariamente inviato da ssj
Se avete 5 minuti da perdere, leggetevi l'editoriale di Ezio Mauro, oggi su Repubblica. Si sa che è di sinistra ma dice alcune cose sacrosante e vere anche se la vediamo da destra e sono amare verità...

Il Sovversivo: http://www.repubblica.it/2006/04/sezioni/politica/elezioni-2006-4/il-sovversivo/il-sovversivo.html

Condivido l'analisi in pieno. E' ben argomentata e indiscutibile a mio avviso!

Sbavi
06-04-2006, 12.37.34
Originariamente inviato da TyDany


Ellamadonna :eek: insomma, se vince il cs Berlusconi prende l'ergastolo, la Fininvest chiude e a destra rimango solo io? :eek: Dovrò candidarmi allora :p

Più moto e gnocca per tutti, una decisione difficile ma sentita :o:D

Ti serve un alleato?

Più pelo per tutti!!!

NightMan
06-04-2006, 12.39.06
Originariamente inviato da TyDany


Ellamadonna :eek: insomma, se vince il cs Berlusconi prende l'ergastolo, la Fininvest chiude e a destra rimango solo io? :eek: Dovrò candidarmi allora :p

Più moto e gnocca per tutti, una decisione difficile ma sentita :o:D

A questo punto non puoi permettere che perda, dai scatenati anche tu: http://www.forzaitalia.it/scatenati/sms.html :D:D:D

Sbavi
06-04-2006, 12.41.25
Originariamente inviato da ssj


A questo punto non puoi permettere che perda, dai scatenati anche tu: http://www.forzaitalia.it/scatenati/sms.html :D:D:D

Mi è caduto l'occhio qui:

Noi abbiamo abolito la leva obbligatoria.

Che scempio :rolleyes:

Flying Luka
06-04-2006, 12.45.23
Originariamente inviato da sbavi


Mi è caduto l'occhio qui:



Che scempio :rolleyes:

Perchè scusa?
Cosa c'è di male nell'aver abolito il servizio obbligatorio di leva? Anno notoriamente "perso" ed improduttivo?

NightMan
06-04-2006, 12.55.42
Originariamente inviato da Flying Luka
Perchè scusa?
Cosa c'è di male nell'aver abolito il servizio obbligatorio di leva? Anno notoriamente "perso" ed improduttivo?

C'è di male che con tutte le guerre che la triade Berlusconi-Bush-Blair ci prospettano per il futuro un pò di militari di scorta potevano servirci :D:D:D
Scherzo, ovviamente l'abolizione della leva è una cosa che mi ha fatto piacere e che va a merito del governo del centrodestra.

Sbavi
06-04-2006, 12.56.14
Originariamente inviato da Flying Luka


Perchè scusa?
Cosa c'è di male nell'aver abolito il servizio obbligatorio di leva? Anno notoriamente "perso" ed improduttivo?

Beh, Luka. Innanzitutto ti dico subito che io ho ricevuto il congedo a casa in quanto terzo fratello.

Detto questo...

Secondo me il servizio di leva nella vita di un giovane è di fondamentale importanza. E' tutt'altro che un anno perso e improduttivo. Il servizio militare contribuisce notevolmente a forgiare il carattere.
Parlo seriamente..
Credi che sia un caso che oggi, i giovani ventenni vanno in giro depilati, con le sopraciglia curate, fondotinta e matita sugli occhi?
Ma per favore...razza di invertebrati..

Il tuo appunto, detto da te, mi suona strano.
La gente di una certa Destra, vecchio stampo, non ha affatto gradito l'abolizione del servizio di leva.

:)

Sbavi
06-04-2006, 12.58.17
Originariamente inviato da ssj
Scherzo, ovviamente l'abolizione della leva è una cosa che mi ha fatto piacere e che va a merito del governo del centrodestra.

(N)

Si, come no! Tutti finiti a cazzeggiare nelle Misericordia di tutta Italia.

Ma per favore...

NightMan
06-04-2006, 13.00.42
12:36 Calderoli: "Chi vota a sinistra fa peccato mortale"

"Mai come in questa occasione c'è stata, da parte della chiesa, un'assoluta chiarezza sui valori non negoziabili a cui i cattolici devono fare riferimento al momento del voto: famiglia, difesa e tutela della vita e radici cristiane, ovvero i tre simboli che la sinistra vuole distruggere. Chi vota a sinistra fa peccato mortale". Lo ha detto l'esponente della Lega Roberto Calderoli.


wow, oltre che coglione mo so pure peccatore :eek:
cmq una cosa del genere detta da Calderoli è tutto dire...

Flying Luka
06-04-2006, 13.01.03
Dipende dai punti di vista.
Io se non avessi fatto il militare mi sarei laureato 1 anno prima, avrei cominciato 1 anno prima a lavorare, non avrei poi perso determinate occasioni professionali che, sfiga vuole, si sono presentate in quell'anno specifico e che poi non si sono più ripetute.

wilhelm
06-04-2006, 13.04.54
Originariamente inviato da sbavi


(N)

Si, come no! Tutti finiti a cazzeggiare nelle Misericordia di tutta Italia.

Ma per favore...

(Y)

Sbavi
06-04-2006, 13.08.47
Originariamente inviato da Flying Luka
Dipende dai punti di vista.
Io se non avessi fatto il militare mi sarei laureato 1 anno prima, avrei cominciato 1 anno prima a lavorare, non avrei poi perso determinate occasioni professionali che, sfiga vuole, si sono presentate in quell'anno specifico e che poi non si sono più ripetute.

Certo! Magari potevi finire in calzamaglia a fare il ballerino, o che ne so...il modello? :p


A perte gli scherzi. Davvero non sono d'accordo, e sul fatto dell'occasione perduta, sei stato di sicuro tremendamente sfigato. Ma di sicuro non è colpa del servizio di leva.

Obiettivamente, a parte la facceda del lavoro, cos'è stato per te il servizio militare?

Flying Luka
06-04-2006, 13.11.45
Un anno di cacca, la prima parte.
Divertentissimo la seconda.

Improduttivo per lo studio ed il lavoro.

Robbi
06-04-2006, 13.14.27
Originariamente inviato da ssj


Inoltre ancora non capisco perchè una persona non possa sentirsi offeso dall'atteggiamento di un'azienda televisiva nei suoi confronti e non possa decidere di non partecipare alle sue trasmissioni.


Te lo spiego volentieri ssj
Prodi puo' fare quello che vuole e pensare quello che vuole di Mediaset, ma non venga a raccontare la barzelletta che non si sente garantito democraticamente, soprattutto non la venga a raccontare a me che sono 23 anni che ci lavoro!

E per la miseria! Ovvio che se accetta l'invito di Fede, sa che puo' aspettarsi il trappolone, ma dipingere la realta' di Mediaset, come un covo di reazionari, mi spiace ma non corrisponde al vero. Questa e' una azienda particolare, come la RAI, per certi aspetti un centro di potere. Anche quì ci sono delle realta' che fanno sembrare il sub-comandante Marcos un moderato.

Quando D'alema, il VERO capo dell'opposizione viene a Mediaset e riunisce in assemblea centinaia di quadri e dirigenti per dire che questa azienda e' una risorsa per il paese, che significa???

Quando viene portato in giro per gli studi, per le redazioni, per gli uffici con relativo codazzo di giornalisti, tirapiedi, leccapiedi, lacche' e similia, facendo vedere una realta' di persone CHE LAVORANO e non passano il tempo tutto il giorno dietro ad oscure scrivanie, tramando tremendi complottti contro i comunisti, e il medesimo "pomposamente" annuisce, che significa.

Significa che Prodi, bene farebbe a parlare con il suo CAPO prima di avventurarsi in dinamiche o a lui sconosciute o peggio mistificatorie.

Invero, credo che Prodi sappia benissimo quali sono i suoi interlocutori qui dentro, che possono garantire quel rispetto di imparzialita' e correttezza nei confronti di chiunque. Basta solo volerlo.

Questa e' una campagna elettorale giocata ANCHE sulla scorrettezza e sui colpi bassi.... da ambedue gli schieramenti. Mi infastidisco quando viene buttato fumo negli occhi della gente che forma le proprie giuste convinzioni su falsita' e mistificazioni.

Poi avendo enorme rispetto dell'altrui opinione, mi pare scontato anche dirlo, puoi credere cio' che ti pare, mi e' sembrato corretto portare una testimonianza diretta!
:)

Firmato
Un dirigente che NON si sente un coglione... nonostante tutto!

Robbi
06-04-2006, 13.20.12
Originariamente inviato da The_Prof
Mi spiegate una cosa ?

Dopo le elezioni, e' ancora Ciampi a dover conferire con quelli che salgono al Quirinale, per formare un nuovo Governo ?

Ma se nel frattempo Ciampi decade da Presidente della Repubblica, chi elegge quello nuovo, se non esiste un Governo e quindi non esiste la Camera dei deputati ed il Senato. ?

Grazie.

Ohh! nessuno risponde al Prof qua! :eek:

Alura, le nuove camere si riuniranno appena dopo le elezioni, nomineranno il nuovo presidente che a sua volta nominera' il Capo del Governo incaricato.
Ne frattempo Ciampi decade, non mi ricordo il giorno preciso del mese di maggio

L'ingorgo istituzionale in questo periodo e' quanto meno possibile, essendoci pure il referendum sulla riforma costituzionale e le elezioni amministrative di primavera

:)

NightMan
06-04-2006, 13.55.01
Certo Robbi, la tua testimonianza è senza ombra di dubbio più diretta della mia ma mettiti per un istante nei panni dell'elettore di centrosinistra spettatore di programmi politici mediaset. Quello che vede, ed è opinione generale (a sinistra ma in parte anche a destra), è che all'interno di Mediaset forse solo Mentana riesce a garantire un minimo di equilibrio mentre tutta la linea editoriale generale è pro-Napoleone. Il telespettatore lo percepisce e lo assume come vero quidi quando Prodi dice quel che dice (di sentirsi offeso da come è trattato e di non volerci andare) un pò gli da ragione. Poi, che Prodi giochi su questo argomento e faccia un pò la vittima ci sta tutto così come ci sta che, viceversa, Berlusconi faccia la vittima quando parla di tutta la magistratura e l'informazione contro di lui...

afterhours
06-04-2006, 14.09.30
http://www.ilmanifesto.it/Quotidiano-archivio/05-Aprile-2006/vignetta.gif

Robbi
06-04-2006, 14.16.59
Originariamente inviato da ssj
Certo Robbi, la tua testimonianza è senza ombra di dubbio più diretta della mia ma mettiti per un istante nei panni dell'elettore di centrosinistra spettatore di programmi politici mediaset. Quello che vede, ed è opinione generale (a sinistra ma in parte anche a destra), è che all'interno di Mediaset forse solo Mentana riesce a garantire un minimo di equilibrio mentre tutta la linea editoriale generale è pro-Napoleone. Il telespettatore lo percepisce e lo assume come vero quidi quando Prodi dice quel che dice (di sentirsi offeso da come è trattato e di non volerci andare) un pò gli da ragione. Poi, che Prodi giochi su questo argomento e faccia un pò la vittima ci sta tutto così come ci sta che, viceversa, Berlusconi faccia la vittima quando parla di tutta la magistratura e l'informazione contro di lui...

Assolutamente :)
Mi rendo perfettamente conto che certe cose fanno fatica a passare "all'esterno". L'ho detto in questi giorni e lo ripeto tranquillamente, la linea editoriale di Italia 1 e Rete 4 in ambito giornalistico, non e' neanche commentabile :D

Rossella, uomo sul quale, al suo arrivo alla Direzione del TG 5 non avrei scommesso una cicca, e l'ho anche scritto all'epoca, se non altro si sforza, non sempre riesce, di fare una informazione imparziale. Di questo gli do atto.

Mi sto informando sulla situazione di ieri che pero' si svolge lontano da me essendo a Roma e devo dire che tutto mi sembra velato da una sorta di gioco delle parti, tutto posto in forma artata, capziosa :(

Berlusconi annuncia di avere avuto parere, positivo dal garante, L'ufficio di Calabro' smentisce, la redazione prende posizione NO BERLUSCONI! , allora Rutellone e Fassino dicono ANDIAMO!! a quel punto Fini e Casini gia' al Palatino dicono RITIRATA!! Capuozzo si prende del traditore non ho ben capito da chi :confused: Confalonieri striglia Mentana.

E noi cittadini nel mezzo non ci capiamo una mazza... e domenica si vota!!

Ecco ssj io come cittadino, non da dipendente, mi sento offeso da questi comportamenti, mi sento offeso da gente che mi dovrebbe rappresentare, in Italia, In Europa e nel Mondo, mi sento offeso da gente alla quale sto per consegnare un assegno in bianco per 5 anni!

Forse l'ho gia' detto non so, il nostro paese ha bisogno di un nuovo rinascimento, politico e culturale, un risveglio delle coscienze per troppo tempo sopite, da una finta patina di benessere.
Siamo il paese al mondo con il piu' alto numero esponenziale di bambini obesi in continuo accrescimento ((ma che c'entra questo) :D:D

Insomma abbiamo bisogno di una sorta di new deal!
:)

TyDany
06-04-2006, 14.41.16
Originariamente inviato da TyDany


Scusa, non ci riesco, mi sono bastate le prime dieci righe di idiozie per scoraggiarmi :(


Mi sono messo di impegno e l'ho letto tutto, ho le lacrime agli occhi, non capisco bene se in tutto questo manca la marmotta che incarta la cioccolata o Frodo e Aragorn che ci liberano da Sauron/Berlusconi, ma vabbè :D

infinitopiuuno
06-04-2006, 15.12.21
Accidenti...una volta chi diceva "voto per rifondazione" veniva un po' schifato ed escluso....oggi ho detto che non mi sono ancora deciso tra UDC e FI, quasi i miei fratelli mi linciano!:D :D :D


MA NON VEDI IN QUALE REGIME RISCHIAMO DI ANDARE.......sti cazzi...:o



E per la pace in famiglia ho detto che voterò CS...alla faccia del regime:p

infinitopiudue
06-04-2006, 15.17.01
Ma bravo! :anger:

mao
06-04-2006, 15.28.14
Il mandato di Ciampi finisce a maggio 2006; è per questo che ha proposto di sciogliere le camere prima della scadenza della legislatura (maggio), per non creare troppi intoppi; il nuovo presidente sarà eletto ovviamente dal nuovo parlamento.
L'impiccio sorge perché, ricordiamocelo, il presidente del consiglio NON è eletto dal popolo, ma è il presidente della Repubblica che gli dà l'incarico dopo le consultazioni.
Vista la situazione, sarebbe bene che fosse il nuovo presidente a farlo.
C'è anche chi sostiene che, però, essendo con questo sistema elettorale quasi un "atto dovuto" quello di affidare l'incarico a chi viene designato come "capo della coalizione" vincente, è possibile che possa essere il vecchio presidente a farlo.
Tutto questo, sia che sia Ciampi, sia che sia il nuovo presidente, comunque accadrà dopo che il nuovo parlamento si sarà insediato e si saranno formati i gruppi parlamentari (necessari per le consultazioni).
Mi pare che si parli di giugno avanzato, nella peggiore delle ipotesi.

BlackJack84
06-04-2006, 16.39.04
Originariamente inviato da robbi
E per la miseria! Ovvio che se accetta l'invito di Fede, sa che puo' aspettarsi il trappolone, ma dipingere la realta' di Mediaset, come un covo di reazionari, mi spiace ma non corrisponde al vero.

Se penso che, prima di concordare il doppio confronto da Mimun/Vespa, Prodi aveva lanciato la provocazione di incontrarsi da solo contro tutti proprio con Fede moderatore... :rolleyes:
Nessuna meraviglia: si sente in vantaggio, perchè rischiare inutilmente di compromettersi? E' lo stesso identico principio in base al quale Berlusconi si rifiutò di incontrare Rutelli, com'era stato ricordato; l'iniquità delle condizioni del confronto è una mera scusa.

Originariamente inviato da TyDany
Mi sono messo di impegno e l'ho letto tutto, ho le lacrime agli occhi, non capisco bene se in tutto questo manca la marmotta che incarta la cioccolata o Frodo e Aragorn che ci liberano da Sauron/Berlusconi, ma vabbè :D

Un lungo panegirico per esprimere un concetto che, fosse stato discusso in una forma più concisa e meno pomposa, sarebbe forse risultato anche più condivisibile. Come al solito si spreca fiato per convincere solo chi già la pensa in un certo modo :o

P.S. aspetto ancora la tua replica! :p

Robbi
06-04-2006, 16.41.50
Originariamente inviato da BlackJack84


Se penso che, prima di concordare il doppio confronto da Mimun/Vespa, Prodi aveva lanciato la provocazione di incontrarsi da solo contro tutti proprio con Fede moderatore... :rolleyes:
Nessuna meraviglia: si sente in vantaggio, perchè rischiare inutilmente di compromettersi? E' lo stesso identico principio in base al quale Berlusconi si rifiutò di incontrare Rutelli, com'era stato ricordato; l'iniquità delle condizioni del confronto è una mera scusa.


Direi che la tua analisi non fa una piega!

nikzeno
06-04-2006, 16.43.08
E rincara la dose! :eek::eek:

Il premier in mattinata è anche tornato a precisare il senso della parola «coglione» pronunciata durante l'intervento a Confcommercio per mettere in guardia da un voto a sinistra: «Non ho dato del coglione agli elettori della sinistra, non si prendano un aggettivo che li definisce bene, non li ho gratificati di questa espressione che di un aggettivo bonario. Coglioni sono coloro che stanno dalla mia parte e che non curano i loro interessi».
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/Notizie/Politiche2006/articoli/04_Aprile/06/berlu.shtml

E' una persona spregevole! :mad:

Originariamente inviato da afterhours
http://www.ilmanifesto.it/Quotidiano-archivio/05-Aprile-2006/vignetta.gif

NightMan
06-04-2006, 16.49.00
Originariamente inviato da TyDany
Mi sono messo di impegno e l'ho letto tutto, ho le lacrime agli occhi, non capisco bene se in tutto questo manca la marmotta che incarta la cioccolata o Frodo e Aragorn che ci liberano da Sauron/Berlusconi, ma vabbè :D

eheh al paragone Sauron-Berlusconi non ci avevo mai pensato... Però se ammettiamo che Berlusconi è Sauron, è immaginabile che Prodi sia Aragon, Bertinotti sia Gimli e Fassino sia Legolas? E chi sarà mai Frodo??? :D:D:D

NightMan
06-04-2006, 16.54.50
Visto che Berlusconi l'ha tirato in ballo oggi col suo classico sovoir-faire, vi va di parlare anche del caso Mills o lo lasciamo blaterare ancora un pò?
http://www.repubblica.it/2006/04/sezioni/politica/elezioni-2006-4/berlusconi-mills/berlusconi-mills.html