PDA

Visualizza versione completa : Politica & co.: full throttle! [Parte III Lo sprint pre-elettorale]


Pagine : [1] 2 3 4 5 6 7

Flying Luka
30-03-2006, 16.11.36
Riprendiamo da qui (http://www.wintricks.it/forum/showthread.php?s=&postid=1138042#post1138042).

Premetto che questo thread, al fine di lasciar meditare e riflettere chiunque su dove mettere la X nel segreto dell'urna, verrà chiuso 24 ore prima dell'inizio delle elezioni secondo il seguente programma:



CHIUSURA: SABATO 8 APRILE ENTRO LE ORE 8
RIAPERTURA: LUNEDI' 10 APRILE ALLE ORE 15



Buona continuazione (B)

Sbavi
30-03-2006, 16.13.54
Primo :jump:

Robbi
30-03-2006, 16.20.05
adesso per punizione mi metti un pensiero politico sul quale sviluppare un ragionamento!
Altro che primo!

;) :D

nikzeno
30-03-2006, 16.26.39
Caro Luigi, se lei ha tanta stima di me - forse troppa, sicuramente immeritata - sa che non è mia abitudine nascondermi dietro i giochi di parole. Provo a dirlo una volta ancora: NON sono diventato di sinistra. Ero anticomunista quando i comunisti c'erano davvero (oggi, è ridicolo). Ero, sono e resterò un moderato. Voterò Unione, stavolta, non tanto per i suoi meriti; ma perché ritengo Mister B. una zavorra per l'Italia, e la contraddizione vivente della cultura liberale. Prendiamo una notizia di ieri. "Unione antidemocratica, vuole togliermi la TV!", dichiara il nostro presidente del Consiglio. Dico: scherziamo? La sua posizione dominante, confermata dalla (scandalosa) legge Gasparri, è indifendibile, e falsa il mercato. In America - un Paese cui il nostro primo ministro dice d'ispirarsi - le autorità preposte alla concorrenza hanno fatto a pezzi Bell Pacific e costretto Microsoft a scendere a patti. Nella televisione italiana, a complicare le cose, c'è pure l'innaturale (e non nuovo) controllo del governo sulla Rai. Come può un liberale accettare tutto questo? Eppure molti lo accettano. O lo giustificano in qualche modo. Un uomo che scrive come lei, Paganelli, dovrebbe sapere queste cose. Oppure dire, chiaro e tondo: il mio astio verso il centro-sinistra è tale che mando giù rospi, vermi e ramarri pur di non votarlo; e accetto qualunque alternativa. NON dire a me: "Lei è diventato di sinistra!". La passione politica sta diventando come il tifo calcistico, in Italia: passionale e irrazionale. PRIMA si sceglie la squadra; POI si studiano tutti i modi per difenderla al bar. So benissimo, detto tutto ciò, di non essere riuscito a convincerla. So anche che questa mia è una battaglia di minoranza (l'ho capito ai tempi della "Voce"). Va bene: lo accetto. Starò in minoranza. Ma non vedo alternativa. Se dicessi che Silvio Berlusconi rappresenta il mio ideale politico e morale, scoppiereste a ridere. Lei per primo, Luigi. In quanto alla fiducia e alla stima, siamo proprio convinti che debbano seguire le opinioni politiche? L'altra sera ero a cena con una coppia di amici di Como - votano Berlusconi. Posso non capire, ma continuano a starmi simpatici. Voglio dire: ho anche tanti amici juventini, non so se mi spiego.

Beppe Severgnini
http://www.corriere.it/solferino/severgnini/06-03-29/01.spm

Cecco
30-03-2006, 16.35.45
Dovevo solo un precedente chiarimento a black jack e forse rispondo anche ad alcuni interrogativi di exion.
La politica è politica e deve profittare di qualsiasi debolezza dello avversario, alla mia parte capita da sempre.
Se tu politico ti dichiari fiero d'esser comunista, dici che falce e martello ce l'hai nel cuore o dici che cuba è bello, è normale poi che ti presti facilmente all'attacco politico. Mettiamola diversamente, se fini, rinnegando il suo percorso, si dicesse nostalgico del fascismo e delle cose buone fatte in quel periodo, non succederebbe la stessa cosa?

E' chiaro che il diliberto od il fini non starebbero pensando alla parte criminosa di quei regimi, bensì all'iniziale ideale poi stravolto. Ma considerato che mai nessuna dittatura ha mai potuto realizzare ideali ma solo illibertà, ecco che farebbero bene gli avversari politici a profittarne.

Difatti non dimentichiamo che pure il fascismo parte da presupposti ideali, è una costola del socialismo e si propone ed attua pure cose notevoli, ma vale tutto questo di fronte ad una limitazione di libertà o addirittura un abbandonarsi a crimini?

Non dimentichiamo oltretutto che anche in italia esistono frange violente che direttamente o meno si ispirano al comunismo, se abbiamo politici che ne parlano ancora idealmente fanno buona professione?

Robbi
30-03-2006, 17.00.24
Originariamente inviato da Cecco

Difatti non dimentichiamo che pure il fascismo parte da presupposti ideali, è una costola del socialismo e si propone ed attua pure cose notevoli, ma vale tutto questo di fronte ad una limitazione di libertà o addirittura un abbandonarsi a crimini?

Certo che no, il ventennio fu un momento di grande sviluppo con riferimento al ritardo strutturale e sociale del paese, sono innegabili alcuni interventi in questi campi, ma a quale prezzo!

Non dimentichiamo oltretutto che anche in italia esistono frange violente che direttamente o meno si ispirano al comunismo, se abbiamo politici che ne parlano ancora idealmente fanno buona professione?
Cecco permettimi di dissentire parzialmente. :) Le frange che citi tu, per come la vedo io , sono solo violente e basta, senza nessun aggancio vero a ideali che siano di destra o di sinistra, per cui trovo il sillogismo che proponi un tantino forzato.

Va da se che un esponente come Bertinotti che coopta in Rifondazione un personaggio come Caruso, fa una operazione politica che si puo' vedere da 2 diverse angolazioni.

1) sta tentando di portare nelle istituzioni personaggi che si pongono in maniera antagonista anche violentemente.
2) sta lisciano il pelo ai violenti della sinistra antagonista.

Non so :mm: staremo a vedere, a naso mi fido poco di gente simile, ma ricordo che alcuni personaggi della sinistra extraparlamentare sessantottina, che ai tempi militavano in Lotta Continua, piuttosto che in Avanguardia Operaia, oggi sono apprezzati conduttori, direttori di tg, financo commentatori sportivi.

Il tempo come al solito dira' la verita'

:)

Sbavi
30-03-2006, 17.04.00
Originariamente inviato da robbi
adesso per punizione mi metti un pensiero politico sul quale sviluppare un ragionamento!


Un pensiero politico...

Non amo la politica, non amo le discussioni politiche, anche se credo che un buon cittadino abbia il dovere di interessarsi e partecipare attivamente.
Sono quindi un pessimo cittadino, dotato di scarso senso civico. Mi consola il fatto che i nostri governanti tutti, in questo senso, non sono migliori di me.

PS
Volete, vogliamo, cambiare le cose, una è la soluzione. Astenerci dal voto. Tutti, il 100% degli aventi diritto. Questa sarebbe una scossa profonda, perchè trovo abominevole vedere nei manifesti elettorali sempre e solo le stesse facce, gli stessi elementi di sempre. E se non son loro, ci sono figli o nipoti.
Entrare in cabina e mettere al posto della X delle briciole di pane. Duro.
Ma questa è utopia.

NightMan
30-03-2006, 17.05.01
settimo :D

Robbi
30-03-2006, 17.10.08
figghiozzo :) ora non ho tempo: devo uscire dal lavoro, ma hai toccato un punto secondo me interessante, che riguarda il disincanto per questo tipo di politica e il relativo astensionismo, ti rispondo dopo!

@ssj
settimo??? :D
ah si! e allora mettici un pensiero pure tu!
:D

Gigi75
30-03-2006, 17.15.02
A me piace parlare di politica. Fondamentalmente non ho ben preciso il limite tra palare di politica e non parlare di politica.

A volte si parla di politicI, e questo mi piace di meno, mi annoia.
Ma parlare di cose del mondo, lavoro, giustizia.
Insomma, delle seconde cose serie della vita, dopo la famiglia :)

Sbavi
30-03-2006, 17.15.48
Originariamente inviato da robbi
figghiozzo :) ora non ho tempo: devo uscire dal lavoro, ma hai toccato un punto secondo me interessante, che riguarda il disincanto per questo tipo di politica e il relativo astensionismo, ti rispondo dopo!


Giusto per precisione.
Dai 18 anni ho sempre votato (escludendo un paio di referendum), e sempre con cognizione di causa.

Gigi75
30-03-2006, 17.17.42
Anche io ho la scheda elettorale completa.. ai 30 bollini ricevi in omaggio il set di piatti della Mortadella&Lambrusconi inc.

:p

Sbavi
30-03-2006, 17.21.13
Originariamente inviato da Gigi75
Anche io ho la scheda elettorale completa.. ai 30 bollini ricevi in omaggio il set di piatti della Mortadella&Lambrusconi inc.

:p

:D

Cecco
30-03-2006, 17.26.26
Originariamente inviato da robbi


Certo che no, il ventennio fu un momento di grande sviluppo con riferimento al ritardo strutturale e sociale del paese, sono innegabili alcuni interventi in questi campi, ma a quale prezzo!


Cecco permettimi di dissentire parzialmente. :) Le frange che citi tu, per come la vedo io , sono solo violente e basta, senza nessun aggancio vero a ideali che siano di destra o di sinistra, per cui trovo il sillogismo che proponi un tantino forzato.

Va da se che un esponente come Bertinotti che coopta in Rifondazione un personaggio come Caruso, fa una operazione politica che si puo' vedere da 2 diverse angolazioni.

1) sta tentando di portare nelle istituzioni personaggi che si pongono in maniera antagonista anche violentemente.
2) sta lisciano il pelo ai violenti della sinistra antagonista.

Non so :mm: staremo a vedere, a naso mi fido poco di gente simile, ma ricordo che alcuni personaggi della sinistra extraparlamentare sessantottina, che ai tempi militavano in Lotta Continua, piuttosto che in Avanguardia Operaia, oggi sono apprezzati conduttori, direttori di tg, financo commentatori sportivi.

Il tempo come al solito dira' la verita'

:)

Ti devo solo due risposte:
1- guardando in tv certe manifestazioni c'è sempre qualche bandiera comunista, spesso personaggi legati alla sinistra. Anche le formazioni di estrema destra oggi apparentate con il cd a volte nelle loro manifestazioni espongono riferimenti fascisti o addirittura nazisti, fanno bene i preposti all'ordine a minacciare il non svolgimento della manifestazione fino ad abbandono di quei simboli, e questo anche in assenza di altro tipo di violenza. Ricordo che il sindaco Cofferati ad evitare attacchi d'antagonisti a manifestazioni d'estrema destra le ha addirittura impedite.
2- per amor di dio, potrebbe anche esserci l'intento di democratizzare le frange estremiste integrandole in una coalizione, penso però al rovescio della medaglia, questo esempio potrebbe convincere altri a comportarsi fuori le regole allo scopo d'ottenere un proprio spazio, propendo per credere che questo sia già avvenuto per casarin, ora per caruso, vedremo.

Vero che oggi stimati professionisti (anche Mieli mi pare) appartenevano alle organizzazioni da te richiamate, ma questo un pò rafforza quella mia preoccupazione: possibile che per diventare qualcuno sia anche possibile passare per tali tipi di scorciatoie?

BlackJack84
30-03-2006, 17.37.34
Originariamente inviato da Cecco
La politica è politica e deve profittare di qualsiasi debolezza dello avversario, alla mia parte capita da sempre.
Se tu politico ti dichiari fiero d'esser comunista, dici che falce e martello ce l'hai nel cuore o dici che cuba è bello, è normale poi che ti presti facilmente all'attacco politico. Mettiamola diversamente, se fini, rinnegando il suo percorso, si dicesse nostalgico del fascismo e delle cose buone fatte in quel periodo, non succederebbe la stessa cosa?

E' chiaro che il diliberto od il fini non starebbero pensando alla parte criminosa di quei regimi, bensì all'iniziale ideale poi stravolto. Ma considerato che mai nessuna dittatura ha mai potuto realizzare ideali ma solo illibertà, ecco che farebbero bene gli avversari politici a profittarne.


Capisco e in parte condivido questo concetto, ma quello che volevo dire non è tanto che è ingiusto l'attacco politico a Diliberto come comunista (dopo gli olandesi nazisti e i tedeschi kapò, passi pure), quanto che è giusto l'attacco politico a Berlusconi come pluriprescritto! (Non come semplice indagato, badate).
Anche perchè nel primo caso, il "punto debole" che pretestuosamente mostra il fianco all'attacco politico, è qualcosa di perfettamente legale (oddio... finora sì, anche se non tutti (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2005/02_Febbraio/08/simboli.shtml) sono d'accordo).
Non direi lo stesso del "punto debole" di Berlusconi; anzi "oserei" dire che non è politico, e non è nemmeno un attacco, ma si chiama semplicemente giustizia. Se poi vogliamo credere che in un sistema giudiziario garantista e inefficiente come quello italiano sia possibile condannare qualcuno senza prove, a soli fini ideologici, beh... (ma poi quale sarebbe la rivoluzionaria ideologia berlusconiana che fa così tanta paura? Se si parlasse di destra nel suo insieme, anzichè di un singolo individuo, potrei anche capire, ma per fare persecuzione politica occorre mettere a tacere ben più d'una voce).
Ora probabilmente Gigi mi ricorderà che Berlusconi non è il solo ad avere le mani in pasta, e che il mio errore sta nell'essere così selettivamente idealista e rigoroso. Ma non stanno affatto così le cose! So bene che anche Prodi ha avuto i suoi bei processi, avrà anche lui i suoi interessi occulti, se li mettete nella stessa cella a me va benissimo! :D
Ma dovendo scegliere comunque tra due filibustieri, scelgo almeno di non confermare un filibustiere. Magari un domani l'alternativa sarà un politico onesto (forse avete ragione, vivo davvero nel mondo dei sogni :rolleyes: )
E con questa Unione, se fra cinque anni (o meno) il CD si presentasse con Fini come candidato, potrei persino votarlo (e non conoscendomi non sai che grande eresia mi stia concedendo :D )

Cecco
30-03-2006, 17.38.45
Sempre più spesso sento parlar male della classe politica, questo non è giusto e non credo sia neppure foriero d'un futuro migliore, forse anzi dovrebbe implicare maggior impegno da parte di tutti.

A parte che ovviamente esistono cattivi politici, che sono intanto prima cattivi uomini, i peggiori son quelli che vi si avvicinano alla ricerca di un interesse personale.

Detto questo, non avete idea di cosa sia la vita non solo di un politico dei piani alti ma pure e forse più di quei consiglieri comunali, ecc.. che devono ogni giorno rispondere alla gente che li ha votati e non, preciso parlo sempre di politici veri non d'affaristi.

Ed ora vi strabilierò dicendovi che la dirigenza politica italiana è a mio parere tra le più preparate del mondo (date una veloce ripassata a tutti i leaders di cd e cs), primeggerebbero in qualsiasi governo e parlamento, forse il loro problema maggiore sono l'italia ricevuta e le abitudini degli italiani a comportamenti non proprio civilissimi.

mao
30-03-2006, 17.38.57
ohi la la

ci sono anch'io, eh...

BlackJack84
30-03-2006, 17.41.49
Originariamente inviato da Cecco
Ed ora vi strabilierò dicendovi che la dirigenza politica italiana è a mio parere tra le più preparate del mondo (date una veloce ripassata a tutti i leaders di cd e cs), primeggerebbero in qualsiasi governo e parlamento, forse il loro problema maggiore sono l'italia ricevuta e le abitudini degli italiani a comportamenti non proprio civilissimi.

Mi hai strabiliato :eek::p
Non conoscendo da vicino le realtà estere non dovrei pronunciarmi su chi sia meglio... poi penso a gente come Andreotti e faccio un atto di fede:o e continuo nel mio atteggiamento, che sarà qualunquista, di generico disprezzo e diffidenza della maggior parte di chi ci governa.

Flying Luka
30-03-2006, 17.44.25
Originariamente inviato da Gigi75
Anche io ho la scheda elettorale completa.. ai 30 bollini ricevi in omaggio il set di piatti della Mortadella&Lambrusconi inc.

:p

...e se fai il bravo ti danno anche dei buoni acquisto per i prodotti Cirio, Bertolli, De Rica ed un pacchetto azionario della Telekom Serbia.

Gigi75
30-03-2006, 17.46.38
BJ il tuo discorso come sempre mi trova d'accordo (anche quando non lo sono al 100%), semplicemente perchè apprezzo il tuo modo di ragionare.
Mi innamorai di te con il tuo maxipost sui fatti di Genova :p

Certo un politico onesto è ciò che dovremmo volere...ma tant'è.
O ti crei un impero economico, o te lo danno per meriti (IRI), o difficilmente ai giorni nostri diventi capo del Governo.

Se parli di giustizia chi di noi potrebbe dirti: no, è giusto che un condannato rappresenti l'Italia all'estero!

Ovvio che no. Ma la Magistratura non deve delegittimarsi da sola con certe azioni palesemente politiche.
Il famoso avviso di garanzia all'epoca del primo Berlusconi per dirne una.

Mi chiedo: questo personaggio così turpe come è definito (e non dico di no eh????Non sto qui per difendere un personaggio che non amo e non apprezzo!), possibile che per decenni ha creato indisturbato il suo impero eppoi è diventato un filibustiere esattamente da quando è entrato in politica?

Insomma, mi sembra evidente che qualcuno ha conservato carte ed operazioni utili semmai un giorno B avesse avuto intenzione di diventare da amico a nemico.

Tanto mi rende scettico sul fatto che i suoi nemici siano apprezzabili almeno quanto le cose per cui B è condannato.

Se quindi devo scegliere tra uno o l'altro davvero non posso valutare il lato morale perchè indegno sempre e comunque.

Tanto vale che badi a ciò che probabilmente vorranno fare e non a chi farà.

BJ (D)

Sbavi
30-03-2006, 17.53.49
Originariamente inviato da Cecco
Ed ora vi strabilierò dicendovi che la dirigenza politica italiana è a mio parere tra le più preparate del mondo (date una veloce ripassata a tutti i leaders di cd e cs), primeggerebbero in qualsiasi governo e parlamento, forse il loro problema maggiore sono l'italia ricevuta e le abitudini degli italiani a comportamenti non proprio civilissimi.

Amico Fritz i produttori del catanese, questa stagione hanno venduto le arance ai distributori a 0,07 centesimi di euro.
Ci sono molti agricoltori che a tutt'oggi hanno le arance vendute, ma i commercianti non vanno a raccoglierle (!!!), e questo danneggia gli alberi e le produzioni future.
Senza andare troppo lontano, 10 anni fa l'agricoltore vendeva l'arancia al comemerciante anche a 700 lire al chilo, e ti assicuro che nel frattempo il prodotto non è peggiorato. I frutti sono buoni lo stesso.

Ti chiedo, cosa è successo nel frattempo?
Secondo te, a chi si potrebbe imputare la causa di questo cataclisma?

NightMan
30-03-2006, 17.53.52
Originariamente inviato da robbi
@ssj
settimo??? :D
ah si! e allora mettici un pensiero pure tu!
:D

Boh, sinceramente sta campagna elettorale mi sta scocciando; non vedo l'ora che finisca. Ogni giorno apro un qualsiasi giornale o vedo un qualsiasi telegiornale e sento sempre le solite storie, da destra il solito terrorismo fiscale sulle riforme di sinistra e da sinistra le solite smentite sulle illazioni della destra. Io la mia idea ce l'ho chiara da almeno 3 anni ed è quella di mandare a casa questo governo fallimentare e quindi di votar il centrosinistra per "testare" la loro capacità di governo.

Nothatkind
30-03-2006, 17.56.08
Quasiultimo! :o

mao
30-03-2006, 18.01.15
Io non vedo l'ora che si voti. Non ce la faccio più.

Temo molto il periodo post-elettorale, con un vuoto di potere, poiché stavolta la nomina del presidente del consiglio non la vedremo fino a giugno (a meno di decisioni strane), e non credo che il Berlusca dia spontaneamente le dimissioni.

edit: presumendo che vinca il cs.

Gigi75
30-03-2006, 18.03.20
Originariamente inviato da sbavi


Amico Fritz

:D:D:D

Cecco
30-03-2006, 18.13.12
Originariamente inviato da BlackJack84


Capisco e in parte condivido questo concetto, ma quello che volevo dire non è tanto che è ingiusto l'attacco politico a Diliberto come comunista (dopo gli olandesi nazisti e i tedeschi kapò, passi pure), quanto che è giusto l'attacco politico a Berlusconi come pluriprescritto! (Non come semplice indagato, badate).
Anche perchè nel primo caso, il "punto debole" che pretestuosamente mostra il fianco all'attacco politico, è qualcosa di perfettamente legale (oddio... finora sì, anche se non tutti (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2005/02_Febbraio/08/simboli.shtml) sono d'accordo).
Non direi lo stesso del "punto debole" di Berlusconi; anzi "oserei" dire che non è politico, e non è nemmeno un attacco, ma si chiama semplicemente giustizia. Se poi vogliamo credere che in un sistema giudiziario garantista e inefficiente come quello italiano sia possibile condannare qualcuno senza prove, a soli fini ideologici, beh... (ma poi quale sarebbe la rivoluzionaria ideologia berlusconiana che fa così tanta paura? Se si parlasse di destra nel suo insieme, anzichè di un singolo individuo, potrei anche capire, ma per fare persecuzione politica occorre mettere a tacere ben più d'una voce).
Ora probabilmente Gigi mi ricorderà che Berlusconi non è il solo ad avere le mani in pasta, e che il mio errore sta nell'essere così selettivamente idealista e rigoroso. Ma non stanno affatto così le cose! So bene che anche Prodi ha avuto i suoi bei processi, avrà anche lui i suoi interessi occulti, se li mettete nella stessa cella a me va benissimo! :D
Ma dovendo scegliere comunque tra due filibustieri, scelgo almeno di non confermare un filibustiere. Magari un domani l'alternativa sarà un politico onesto (forse avete ragione, vivo davvero nel mondo dei sogni :rolleyes: )
E con questa Unione, se fra cinque anni (o meno) il CD si presentasse con Fini come candidato, potrei persino votarlo (e non conoscendomi non sai che grande eresia mi stia concedendo :D )

Sono convinto che prima o poi rivedrai alcuni strani concetti che hai espresso.
Ammettiamo per ipotesi che berlusca non abbia subito un attacco politico dai pm, ma che questi si siano limitati ad indagare e speso rinviarlo a giudizio per un numero di innumerevoli processi di cui ho perso il conto.
Se andiamo a rivedere le singole storie, spesso clamorosamente pubblicate anzitempo dai soliti giornali, ci troveremo di fronte ad una serie di esiti diversi tra di loro: proscioglimento e non rinvio a giudizio, assoluzioni con formula piena o quasi e prescrizioni.
Tu ti soffermi sulle prescrizioni e dunque devo pensare che ragioni nel senso di dire che se non ci fossero state le prescrizioni berlusconi sarebbe stato condannato.
Potrei obiettarti tacciandoti di poca democraticità opponendoti che la prescrizione è strumento antico di tutela che prescinde dalla colpevolezza o meno dell'imputato, ma tu potresti rispondermi che berlusconi avrebbe potuto appellarsi per sentir declamata la propria totale estraneità.
Taglio corto, si fa per dire, e ti racconto un episodio nel quale fu coinvolto il mio primo figlio, allora diciannovenne, nel tentativo di dividere un amico minorenne da altro giovane durante una rissetta scoppiata tra i due.
Fu davvero uno scontro minimo, spinte + che altro, il ragazzo cadendo si sloga il mignolo della mano, sembra proprio una cosa da niente.
Bene, dopo un anno arriva a mio figlio una querela per concorso in lesioni e viene invitato a presentarsi un certo giorno presso un certo tribunale di regione diversa dalla mia con avvocato a seguito, in mancanza d'ufficio.
L'amico invece è citato davanti al tribunale dei minori per lesioni.
Mi preoccupo come ogni padre, devo nominare un avvocato, e poi in seguito un perito di parte, e la causa va avanti con varie udienze dopo che mio figlio viene rinviato a giudizio.
Attenzione viene rinviato a giudizio senza indagini per concorso in lesioni mentre l'amico protagonista della vicenda munito d'avvocato di ufficio viene prosciolto immediatamente dal tribunale dei minori.
Già così ero preso dalla voglia di prendere a schiaffi il mio magistrato.
Ma va pene la causa va avanti, il perito d'ufficio appura addirittura che i certificati medici addotti dal querelante sono assolutamente incongrui rispetto al danno pressocchè inesistente, ma ad un certo punto il giudice dichiara chiuso il processo per intervenuta prescrizione.
Sono incazzato, ho penato e speso un mucchio di soldi, voglio fare appello non solo per veder dichiarato l'innocenza di mio figlio ma per poter poi iniziare un giudizio civile contro il querelante.
Il mio avvocato è d'accordo e prepara l'appello, poi mi telefona per incontrarmi e mi dice d'aver casualmente incontrato il giudice e parlando della causa avrebbe risposto chè si capiva la ns situazione ma ne valeva la pena? Ancora anni di processi, altre spese, altra angoscia, poi magari un nuovo giudice che poteva pure sbagliare!
Capisci la storia? Capisci cosa si deve ingoiare? E stiamo parlando di un processino. Capisci cosa significa per un leader politico? Rimanere sulla graticola esposto agli avversari.

Cecco
30-03-2006, 18.15.16
Originariamente inviato da sbavi


Amico Fritz i produttori del catanese, questa stagione hanno venduto le arance ai distributori a 0,07 centesimi di euro.
Ci sono molti agricoltori che a tutt'oggi hanno le arance vendute, ma i commercianti non vanno a raccoglierle (!!!), e questo danneggia gli alberi e le produzioni future.
Senza andare troppo lontano, 10 anni fa l'agricoltore vendeva l'arancia al comemerciante anche a 700 lire al chilo, e ti assicuro che nel frattempo il prodotto non è peggiorato. I frutti sono buoni lo stesso.

Ti chiedo, cosa è successo nel frattempo?
Secondo te, a chi si potrebbe imputare la causa di questo cataclisma?

Ma al berlusca naturalmente, a chi se no!

Flying Luka
30-03-2006, 18.18.14
Originariamente inviato da ssj


Io la mia idea ce l'ho chiara da almeno 3 anni ed è quella di mandare a casa questo governo fallimentare e quindi di votar il centrosinistra per "testare" la loro capacità di governo.

Scusa ssj, una domanda:

D'accordo (in parte) sul fallimento di questo governo, ma vorrei capire cosa vorresti "testare" nel governo di centro sinistra che non sia già stato precedentemente "testato".

Ti ricordo, giusto appunto, che se Berlusconi ha vinto le scorse elezioni è stato più che altro per un voto massiccio di protesta verso il centro sinistra, cioè verso l' INcapacità del loro governo; ergo: cosa devi "testare" ancora?

Della serie: ripetiamo ciclicamente i ns. errori e continuiamo a farci del male?

Cecco
30-03-2006, 18.21.23
Originariamente inviato da mao
Io non vedo l'ora che si voti. Non ce la faccio più.

Temo molto il periodo post-elettorale, con un vuoto di potere, poiché stavolta la nomina del presidente del consiglio non la vedremo fino a giugno (a meno di decisioni strane), e non credo che il Berlusca dia spontaneamente le dimissioni.

edit: presumendo che vinca il cs.

E allora speriamo che il berlusca ce la rifaccia, così niente vuoto di potere per altri 5 anni.

Nothatkind
30-03-2006, 18.23.36
Originariamente inviato da Cecco


E allora speriamo che il berlusca ce la rifaccia, così niente vuoto di potere per altri 5 anni.

:eek:

:tie:

:D :p

Cecco
30-03-2006, 18.27.20
Originariamente inviato da Gigi75


:D:D:D

E che vuoi fare? Ho preferito glissare xchè avrei dovuto dire qualcosa su quella storia nel catanese! :)

Gigi75
30-03-2006, 18.43.33
Mi piace l'espressione amico fritz, me lo dice sempre mio padre quando discutiamo :p

mao
30-03-2006, 18.46.15
@cecco:
Originariamente inviato da Nothatkind
:eek:
:tie:
:D :p

Cecco
30-03-2006, 18.50.46
Originariamente inviato da Gigi75
Mi piace l'espressione amico fritz, me lo dice sempre mio padre quando discutiamo :p

Sì, per dire in maniera un pò autoritaria "non capisci un c...o"

NightMan
30-03-2006, 18.55.10
Originariamente inviato da Flying Luka


Scusa ssj, una domanda:

D'accordo (in parte) sul fallimento di questo governo, ma vorrei capire cosa vorresti "testare" nel governo di centro sinistra che non sia già stato precedentemente "testato".

Ti ricordo, giusto appunto, che se Berlusconi ha vinto le scorse elezioni è stato più che altro per un voto massiccio di protesta verso il centro sinistra, cioè verso l' INcapacità del loro governo; ergo: cosa devi "testare" ancora?

Della serie: ripetiamo ciclicamente i ns. errori e continuiamo a farci del male?


Mettiamola così: il primo governo Prodi non mi ha entusiasmato... se devo dargli un voto non gli darei la sufficienza, ma nemmeno l'insufficienza. Diciamo che gli darei un 5, perchè poteva e doveva far di più. La cosa che più mi deluse politicamente fu quando ruppe il patto con rifondazione e si ostinò a non cercare più una mediazione e trovai quindi l'elezione di Berlusconi nel 2001 la giusta punizione a quell'errore politico. Però, se a Prodi do 5, a Berlusconi posso solo dare 2 perchè non mi ha convinto quasi per niente e anzi se ripenso agli ultimi 5 anni e al mio parere sulle leggi promulgate da questo governo sono solo molto incazzato. La guerra mi ha fatto incazzare, la legge biagi mi ha fatto incazzare, le leggi ad personam e anti-magistratura mi hano fatto incazzare... insomma, di tutte le leggi salverei forse solo la legge sulla patente a punti o quella sul fumo. Ora dico di "testare" il centrosinistra perchè si ripresenta ai miei occhi con una valutazione sicuramente superiore rispetto al cd (5 a 2) e perchè questa volta ha due componenti (rfc e rnp) che dovrebbero essere perfettamente integrate all'interno della coalizione e che secondo me si fanno portatrici di idee con cui mi trovo molto d'accordo.

Nothatkind
30-03-2006, 18.59.43
Nel 1996 non c'erano accordi politici nell'Ulivo tra i DS e vari e Rifondazione, oggi c'è un programma comune firmato da tutti i leader. E' già un punto di partenza notevolmente diverso da prima.
Si sono dichiarati persino d'accordo sulla politica estera (parole di Diliberto ieri sera), quindi a me va più che bene, almeno sulla carta.

Se ci sarà da protestare lo si farà, che governi Ilvio o Rommy :D

NightMan
30-03-2006, 19.10.49
Originariamente inviato da Nothatkind
Nel 1996 non c'erano accordi politici nell'Ulivo tra i DS e vari e Rifondazione, oggi c'è un programma comune firmato da tutti i leader. E' già un punto di partenza notevolmente diverso da prima.
Si sono dichiarati persino d'accordo sulla politica estera (parole di Diliberto ieri sera), quindi a me va più che bene, almeno sulla carta.

Se ci sarà da protestare lo si farà, che governi Ilvio o Rommy :D

Appunto, prima c'era l'Ulivo + Rifondazione, due forze politiche dsistinte, con due programmi quasi diversi unite dal cosiddetto "patto di desistenza", oggi invece c'è l'Unione, un unico soggetto politico con un unico programma che al suo interno ha Rifondazione che ha approvato questo programma.

NightMan
30-03-2006, 19.15.23
ps: si parla tanto e spesso dei no global e dei violenti presenti nel centrosinistra mentre non mi sembra di aver letto nessun commento sull'aggressione di ieri a Vladimir Luxuria da parte di gruppi appartenti ad Alleanza Nazionale.

Gigi75
30-03-2006, 19.20.21
Ne succedono ogni giorno, e spesso secondo me sono notizie ad uso e consumo di strumentalizzazione.

Qualche giorno fa qui hanno aggredito un gazebo di FI, tempo addietro assaltato con mazze e altro un pub ritrovo di appartenenti a PRC.

Insomma, per me è meglio no dare peso politico (ma solo giudiziario) a ste fesserie :)

Robbi
30-03-2006, 19.43.38
Originariamente inviato da sbavi


Sono quindi un pessimo cittadino, dotato di scarso senso civico. Mi consola il fatto che i nostri governanti tutti, in questo senso, non sono migliori di me.

Perche' dici di non avere senso civico?? butti le cartacce per terra? :D
Invece io credo tu sia un uomo intelligente solo un po' disgustato come tanti dalla politica attuale.
Approfitto per riagganciarmi anche al discorso di Cecco. Cio ' che dice sull'impegno di un politico serio e' assolutamente vero! L'attivita' politica praticata come una nobile arte come la intendo io e non come un mezzo per gestire del potere e' un alto esercizio, richiede umilta' nell'ascoltare la gente e dedizione pressoche' totale.
Credo ancora ce ne siano di uomini e donne così, magari non assunti agli onori della politica nazionale ma negli enti locali gente che si fa il mazzo c'e' ne sicuramente .


PS
Volete, vogliamo, cambiare le cose, una è la soluzione. Astenerci dal voto. Tutti, il 100% degli aventi diritto. Questa sarebbe una scossa profonda, perchè trovo abominevole vedere nei manifesti elettorali sempre e solo le stesse facce, gli stessi elementi di sempre. E se non son loro, ci sono figli o nipoti.
Entrare in cabina e mettere al posto della X delle briciole di pane. Duro.
Ma questa è utopia.

Ritengo che l'esercizio di un diritto come la manifestazione del voto popolare sia assunzione di responsabilita', proprio il fatto fisico di andarci, magari solo per scrivere sulla scheda una protesta, un pensiero, quello che si vuole, se non in grado di esprimere un voto per una coalizione causa mancanza di motivazioni.

L'astensionismo da "maggioranza silenziosa" in verita' non l'ho mai capito, anche se legittimo. Quando penso a queste cose rifletto sul fatto che prima di me c'e' gente che e' morta per poter garantire alle generazioni future questi fondamentali diritti.

:)

nikzeno
30-03-2006, 19.54.52
Originariamente inviato da Flying Luka


Scusa ssj, una domanda:

D'accordo (in parte) sul fallimento di questo governo, ma vorrei capire cosa vorresti "testare" nel governo di centro sinistra che non sia già stato precedentemente "testato".

Ti ricordo, giusto appunto, che se Berlusconi ha vinto le scorse elezioni è stato più che altro per un voto massiccio di protesta verso il centro sinistra, cioè verso l' INcapacità del loro governo; ergo: cosa devi "testare" ancora?

Della serie: ripetiamo ciclicamente i ns. errori e continuiamo a farci del male?

Concordo perfettamenrte con quello che hanno detto ssj e Noth.
Questo CS è leggermente meglio di quello di cinque anni fa. Sia per la presenza della Rosa nel Pugno, che porta avanti idee liberali di cui precedentemente il CS era sprovvisto, sia per la posizione decisamente più moderata di Rifondazione, che questa volta fa davvero parte del governo e non da', come dieci anni fa, un semplice "appoggio esterno".

Inoltre vale secondo me il principio dell'alternanza. Un governo che si è meritato un voto insufficiente va cambiato.

Flying Luka
30-03-2006, 19.59.42
Originariamente inviato da nikzeno

Un governo che si è meritato un voto insufficiente va cambiato.

Certo che va cambiato, ma sicuramente non con uno che non ha certo brillato quando ne ha avuto la possibilità e che mi strozzerà con nuove imposte da pagare, promettendo chimere ed un nebuloso benessere per tutti.

Come ho già scritto giorni fa, piuttosto che votare CS voto Radicale, quantomeno mi sembrano coerenti ed almeno hanno le idee chiare e non sono dei "faccendieri" economico/politici come tal Prodi e tal Berlusconi.

nikzeno
30-03-2006, 20.02.34
by Cecco


Il personaggio può anche fisicamente apparire macchiettistico, avrai notato però anche tu quanto le sue parole abbiano irritato due persone normalmente molto serene quali la bonino ed il buo bertinotti!
Guarda, una persona si può irritare per due motivi: o l'avversario ha toccato un tasto dolente, oppure sta dicendo delle emerite cazzate.

Nel caso specifico di Rotondi, propendo per la seconda.
In fondo non ha fatto altro che ripetere a pappagallo gli slogan di Berlusconi ed elogiare l'operato della democrazia cristiana...

nikzeno
30-03-2006, 20.23.07
Originariamente inviato da Flying Luka


Certo che va cambiato, ma sicuramente non con uno che non ha certo brillato quando ne ha avuto la possibilità e che mi strozzerà con nuove imposte da pagare, promettendo chimere ed un nebuloso benessere per tutti.

Come ho già scritto giorni fa, piuttosto che votare CS voto Radicale, quantomeno mi sembrano coerenti ed almeno hanno le idee chiare e non sono dei "faccendieri" economico/politici come tal Prodi e tal Berlusconi.
Lungi da me l'idea di farti cambiare idea, cmq la mia opinione è che:
a) Sono passati 10 anni da quel governo, e la coalizione è cambiata in meglio
b) Lo spauracchio delle tasse mi sembra esagerato. Alcune proposte le trovo legittime. (Tassa sulle rendite, tassa sulle grosse eredità)
c) Il programma del CD è bene o male di continuare sulla linea degli ultimi 5 anni. Di questi anni ho visto qcosa di buono, qualcosa di non buono, e qualcosa di terribile. La bilancia purtroppo pende verso le ultime due.
d) Nel programma di CS vedo "tiepidamente presenti" cose che io ritengo giuste e sacrosante e che il CD osteggia proprio. Vedere alla voce diritti civili: PACS, fecondazione assistita, sostegno scuola pubblica, ridiscussione dell'8per mille...
e) Edit! Dimenticavo! Ci sono leggi del CD assolutamente da cambiare! Legge sulla droga, sul conflitto d'interessi, la legge elettorale, la Gasparri, quella sul falso in bilancio... :eek: Queste mica le cambia il CD!!!

A me bastano queste cinque per preferire leggermente il CS, e non ho nemmeno avuto il bisogno di nominare Berlusconi :eek:

Votare Radicale dici!? Con me sfondi una porta aperta :)
Sono anni che li voto, sono anni che non ho rappresentanti in parlamento, sono anni che non mi devo vergognare per quello che il parlamento legifera. Li avrei votati tranquillamente anche stavolta, ma purtroppo/perfortuna si sono schierati. Guarda che io ho il mal di pancia a votare per Prodi e a contribuire ai Diliberto e gente simile. D'altra parte l'astensione non mi sembra una strada percorribile, è meglio sforzarsi a trovare il meno peggio.
(D)

Robbi
30-03-2006, 20.34.29
Originariamente inviato da Flying Luka

cut..
Come ho già scritto giorni fa, piuttosto che votare CS voto Radicale, cut..

Luka, voglio solo informarti che votando radicale di fatto voterai per il CS, non credo abbiano problemi a superare lo sbarramento sia alla camera sia al senato, per cui i voti si sommeranno alla coalizione!

Ps sai.. non vorrei mai mi diventassi comunista tuo malgrado! :D:D

nikzeno
30-03-2006, 20.47.15
Dall'Intervista odierna ad Emma Bonino:

MILANO - L'Unione deve vincere le elezioni perché il Paese ha bisogno di superare l'esperienza negativa di un governo, quello Berlusconi, che nonostante la maggioranza blindata non è riuscito a fare le riforme liberali e di modernizzazione dell'Italia. Ma la stessa Unione, una volta ottenuta la vittoria, ha bisogno di aprire un ampio dibattito al proprio interno per dare alla sinistra una prospettiva riformatrice e adeguata alle sfide del futuro. E' questa l'opinione di Emma Bonino.

Come giudica le parole del Papa che ha definito vita, matrimonio educazione figli principi non rinunciabili?(Simone, Milano)
«Il Papa ha tutto il diritto di parlare ai credenti. C'è una differenza importante rispetto a Ruini che andò molto più in là dicendo: non votate i partiti che sostengono i Pacs. Ruini non si era rivolto alle coscienze ma agli elettori. Il Papa ha fatto una scelta un po' diversa. Ma siamo a 10 giorni dal voto ed è chiaro che le sue parole sono rivolte agli italiani, non certo ai brasiliani. E questo è l'ennesimo sintomo della debolezza della classe politica che non reagisce. Anzi, di fronte al testo del cardinale Ruini, salvo noi della Rosa nel pugno, tutti hanno parlato di meraviglia e di equidistanza. In modo più cauto a 10 giorni dal termine c'è stato l'ennesimo intervento. Nessuno però gli ricorderà che siamo uno stato laico. Per questo motivo un voto alla Rosa nel pugno è un diritto alla garanzia delle libertà di tutti. Le leggi civili servono per garantire credenti, non credenti e diversamente credenti. Non per imporre una morale».

Perché radicali fanno paura a entrambi gli schieramenti?(Luke, Genova)
«Perché essere liberali o liberalsocialisti in questo Paese resta una cosa a metà tra il peccato e il reato. A sinistra c'è una prevalenza della cultura comunista o ex comunista e a destra s'è persa traccia di qualunque aspetto liberale e non parliamo poi di discorsi sulla destra storica. Le proposte che noi facciamo e che nascono da questa proposta laica e liberalsocialista innervosiscono molto. Ma è stato così sempre».

Come si concilia vostra natura liberale con natura statalista di Bertinotti?
«Non si concilia. Insisto: serve un grande dibattito. Crediamo che forma e contenuti di sinistra in termini blairiani o alla Zapatero siano i più adeguati a governare le nuove sfide. Sarà necessario trovare una sintesi dopo un dibattito, e questo potrà essere anche molto teso».

E' favorevole a separazione delle carreire dei magistrati? Come risucirà a farla digerire all'Unione?
«Anche questa è una battaglia molto antica, pensiamo al referendum sulla responsabilità civile dei magistrati e alle lotte nate dal caso Tortora. Il centrodestra non ha fatto queste riforme. Il centrosinistra è molto variegato da questo punto di vista, ma è pur vero che senza avere sciolto questo nodo la giustizia è solo peggiorata. Noi abbiamo proposto una grande amnistia che sgombrasse dalle scrivanie dei giudici i processi minori. Sono 5 milioni quelli penali e 4 milioni quelli civili in attesa: ci sono dunque almeno 9 milioni di imputati e altrettante vittime che aspettano una risposta dalla giustizia. La liberalizzazione della giustizia è quindi uno dei temi che porteremo avanti».

Stando a manifsti e tv sembra che le parti siano impegnate solo a denigrare. Non è vergognoso?
«Lo è e lo è anche culturalmente. In altri Paesi non avviene così, anche se ci sono campagne durissime. Ma non c'è mai la delegittimazione dell'avversario. Questo è un ultimo regalo di questa legge elettorale proporzionale senza preferenze che è un vero trionfo dei partiti. Ed è pazzesco perché la gente aveva capito il maggioritario ma anziché andare avanti verso un maggioritario più chiaro siamo tornati indietro. Il proporzionale, a nostro avviso, è quello meno adeguato per cercare di obbligare i partiti politici a trovare delle sintesi».

E' da cambiere la legge sulla droga del governo Berlusconi?
«Sì, quello è un impegno preso nel programma, vedremo come attuarlo».

Siete stati alleati sia con la destra che con sinistra. Come si spiega?
«Abbiamo sempre cercato di inserire leggi liberali ovunque si potesse. Non siamo mai stati della teoria del tanto peggio tanto meglio. Abbiamo cercato sempre con referendum o iniziative popolari di influire su chi era al governo per inserire degli elementi liberali. Lo abbiamo fatto con il centrosinistra e anche con il centrodestra. In realtà sono 30 anni che ci proviamo. Sempre con scarsi risultati perché le grandi vittorie le abbiamo avute sempre grazie ai referendum o iniziative popolari».

E' diventata insopportabile ingerenza vaticana. Si può eliminare concorato o 8 per mille?
«Sull'8 per mille ci sono già discussioni e proposte di modifica. Noi proporremo una modifica per decidere di destinare l'8 per mille alla ricerca o alla scuola pubblica.Non è in èprogramma ma è una battaglia da fare».

A proposito dell'articolo 18: è sempre dell'avviso di eliminarlo?
«Quel referendum chiedeva che per i licenziati senza giusta causa ci fossero compesazioni economiche, magari altissime, ma non obbligo di reintegro. Condizioni queste che i sindacati e i partiti politici hanno già applicato a se stessi. Se avessimo messo in moto tutto il riordino degli ammortizzatori sociali oggi non saremmo in una situazione in cui solo il 18% ha delle forme di ammortizzatori sociali. In Inghilterra invece il 60% di chi perde il lavoro ha ammortizzatori sociali finalizzati alla riqualificazione professionale e la media europea è del 56%. Oggi non saremmo a discutere di precariato permamente».

Se fosse premier chi sceglierebbe come ministri per l'Economia, l'Interno e gli Esteri?
Per l'Economia l'Italia ha molte possibilità di scelta: Monti, Padoa Schioppa, Bersani, Enrico Letta e anche Francesco Giavazzi. Anche per l'Interno ci sarebbe abbondanza, mi piacerebbe una donna. Per quanto riguarda gli Esteri il ministro piacerebbe a me farlo».

Non crede di dovere un po' di riconoscenza a Berlusconi che l'ha nominata?
«Lo ringrazio, gli sono riconoscente ma non succube. Quell'incarico lo abbiamo strappato perché in realtà era già stato scelto Napolitano. E poi il ruolo di commissaria l'ho esercitato credo nel migliore dei modi restituendo quindi tutto con gli interessi. Essere leali è questo. Io non considero Berlusconi il diavolo o Belzebù, ma solo un presidente che aveva una maggioranza blindata e che ha deluso nelle aspettative di riforma liberale e dello stato di diritto».

Cosa pensa delle proteste degli studenti francesi sul Cpe e che modifiche apporterebbe a Legge Biagi?
«La Legge Biagi deve essere accompagnata dalla revisione degli ammortizzatori che erano previsti dal libro bianco di Biagi e che non sono stati inseriti nel provvedimento legislativo. Il senso deve essere investire sul lavoratore, non limitarsi agli aiuti a pioggia. Investire sul lavoro, non sul posto di lavoro. Questo è il significato della nostra proposta che va sotto il nome di workfare. Per quanto riguarda la situazione francese, la proposta del Cpe introdotta da De Vilepin è veramente minima. Bisogna sapere interpretare la situazione francese, il loro nazionalismo. Ci sono anche queste componenti da vedere in questa reazione che di per sè rispetto al provvedimento è spropositata. Le reazioni indicano però molte cose: impreparazione dell'opinione pubblica rispetto alla globalizzazione e classe politica non ha saputo preparare la gente dandole coraggio per il futuro».

Eliminerebbe ora di religione dalle scuole?(Franco, Mantova)
«Sì. O viene sostituita da una proposta di studio della storia delle religioni altrimenti sono d'accordo con un grande cattolico come Messori che ha detto che la religione si pratica e non si insegna. In ogni caso è bene che venga inseganta nelle chiese, nelle sinagoghe o nelle moschee. Non nella scuola laica».

Cosa pensa della Legge Bossi-Fini e dei centri di prima accoglienza?
«La legge va rivista innanzitutto nelle quote. Serve un esame molto più realista dei bisogni del nostro Paese. Pensiamo ai 400 mila in coda per le regolarizzazioni. La cosa sorprendente è che tutti questi già lavorano. La quota prevista invece è 170 mila. La legge dice che gli altri li dovremmo espellere. Ma come si fa? Sia per la quantità sia perché laciamo molte persone senza assistenza. La legge va riscritta dunque in modo più realista. Ma attenzione: l'immigrazione è interattiva. Non siamo solo noi che ne abbiamo bisogno, ma ci sono anche quelli che arrivano nel nostro Paese in fuga da guerre e carestie».



Ho selezionato le domande. Qui (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/Notizie/Politiche2006/articoli/03_Marzo/30/integralebonino.shtml) l'intervista completa.

Flying Luka
30-03-2006, 20.52.52
Originariamente inviato da robbi



Ps sai.. non vorrei mai mi diventassi comunista tuo malgrado! :D:D

Piuttosto che komunista mi converto all'islam! :o

nikzeno
30-03-2006, 20.55.50
Originariamente inviato da Flying Luka


Piuttosto che komunista mi converto all'islam! :o
Va là va là, t'ho visto prima che hai "spezzato una lancia" in favore di Fassino :o
Si comincia sempre così e poi si finisce con la tessera dei Comunisti Italiani :D:D

;)

Robbi
30-03-2006, 21.02.20
Originariamente inviato da nikzeno

Va là va là, t'ho visto prima che hai "spezzato una lancia" in favore di Fassino :o
Si comincia sempre così e poi si finisce con la tessera dei Comunisti Italiani :D:D

;)

[sottovoce mode on]
Shhhttt!! tu non sai, ma sta gia' frequentando opportune scuole di indottrinamento islamico... e poi, ma non dirlo a nessuno, ha gia' la tessera di Rifondazione!! :D:D
[/sottovoce mode off]

BlackJack84
30-03-2006, 21.30.54
Originariamente inviato da Cecco
Sono convinto che prima o poi rivedrai alcuni strani concetti che hai espresso.


Strani? Non condividibili forse, come io vedo i tuoi, ma non per questo li chiamo strani :confused:
Anche questa volta infatti devo riconoscere che il tuo ragionamento in sè non fa una grinza, e che le uniche obiezioni che possa farti sono che IMHO non calza con il caso del nostro Silvio :p
Prendiamo tuo figlio: palesemente innocente, si è trovato in una situazione in cui qualcuno voleva servirsi della giustizia per i propri fini personali, per ottenere un qualche vantaggio (risarcimento) a suo scapito. Il giudice lo capisce, tuttavia sceglie la strada della prescrizione ritenendo di farvi un favore, risparmiandovi ulteriori lungaggini con un risultato di compromesso; che giustamente non vi va tanto a genio, spese processuali a parte, perchè ci tenete a che venga riconosciuta la sua innocenza.

Per Berlusconi è diverso. Intanto voglio precisare un punto sul quale mi sono reso conto di essere stato poco chiaro: quando puntualizzavo "non semplice indagato", intendevo dire che per tutti i processi in cui è risultato prosciolto, o è stato riconosciuto innocente, non lo biasimo minimamente. Il solo fatto che una persona venga indagata non deve farci venire dubbi sulla sua integrità, fino a sentenza definitiva: se riponiamo fiducia nella verità della magistratura dobbiamo farlo nel bene e nel male, sia quando condanna che quando assolve.
Detto ciò, vi invito a leggere cosa dice Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Silvio_Berlusconi/Procedimenti_giudiziari) sui processi prescritti di Berlusconi.
Vi sono anche delle assoluzioni, dei procedimenti archiviati per insufficienza di prove, certo: per quanto concerne questi fatti, per me è una persona completamente pulita. Ma vi sono anche diverse prescrizioni per le quali la magistratura ha voluto precisare:
Qualora l'applicazione della causa estintiva della prescrizione del reato sia conseguenza della concessione di attenuanti, la sentenza si caratterizza per un previo riconoscimento di colpevolezza dell'imputato ed è fonte per costui di pregiudizio
Questo a me sembra significhi che è colpevole, ma non più punibile.

Ora, nel caso di tuo figlio non sei stato certo tu a chiederla, la prescrizione. Berlusconi invece ha fatto approvare la legge Cirielli sui tempi di prescrizione, solo una di tante leggi ad personam che hanno contribuito ad alleggerire la sua posizione giudiziaria; la più vergognosa il lodo Schifani, poi giudicato incostituzionale. Nel frattempo però era servito a stralciare la posizione di Berlusconi dal processo SME, così che si sono fatti due processi sulla stessa vicenda: quello a Previti e soci, conclusosi con una raffica di condanne, e quello a Silvio, assolto. Due verità in contraddizione l'una con l'altra: se vogliamo considerare Berlusconi innocente, allora ritengo Previti vittima di un'ingiustizia.

E' vero che la stampa ha spesso sciacallato su questi procedimenti, accanendosi anche nei succitati casi in cui Silvio era innocente; e ritengo perfettamente plausibile la tesi di Gigi secondo la quale alcuni di questi reati fossero già noti al mondo politico e giudiziario quando era un semplice imprenditore, e siano stati debitamente approfonditi solo nel momento in cui la giustizia avrebbe collateralmente servito anche interessi meno nobili. Nondimeno, questi sono i fatti: non ignoriamoli, non stravolgiamoli.

P.S. dal link di Wikipedia un collegamento vi porterà a un articolo sulle leggi ad personam: come potete vedere, Berlusconi ha avuto buoni maestri, anche se poi l'allievo li ha superati. Per questo è un brutto rospo da ingoiare, dover votare sinistra per esclusione più che per altri motivi, e trovarsi davanti simili candidati...

BlackJack84
30-03-2006, 21.40.13
Originariamente inviato da Gigi75
BJ il tuo discorso come sempre mi trova d'accordo (anche quando non lo sono al 100%), semplicemente perchè apprezzo il tuo modo di ragionare.
Mi innamorai di te con il tuo maxipost sui fatti di Genova :p


BJ (D)

Sai che non me lo ricordo?:confused: :p
Oddio poi vacci piano con certe esternazioni... senti la primavera anche tu? Guarda che non è vero che assomiglio a Brigitte Bardot (http://www.wintricks.it/forum/showthread.php?threadid=102052&perpage=10&pagenumber=5):D :D :D

(B) :)

nikzeno
30-03-2006, 23.18.31
Se non siete cattolici bigotti questa animazione in flash (http://www.rosanelpugno.it/rosanelpugno/files/rosa_pugno_def.swf) è molto molto divertente :D

infinitopiuuno
31-03-2006, 12.03.18
Originariamente inviato da nikzeno
Dall'Intervista odierna ad Emma Bonino:
supercut:D


Non ha messo in discussione la nuova legge elettorale:) Condannata da tutti....però sembra che i partiti piccoli o inesistenti ne godano alquanto e quelli "normali" non la disapprovino affatto dato che fanno a gara per comparire e dare indicazioni( Rutelli: votate Unione alla Camera e Margherita al Senato:)).

Si vota il Partito e nelle "coalizioni" ci si accoltella silenziosamente e questo pare piacere:o

nikzeno
31-03-2006, 12.10.18
Originariamente inviato da infinitopiuuno


Non ha messo in discussione la nuova legge elettorale:)
No no no no, non dire castronerie.

Questa è una risposta in cui cita brevemente la nuova legge elettorale. Era una di quelle che avevo saltato per brevità.

Stando a manifesti e tv sembra che le parti siano impegnate solo a denigrare. Non è vergognoso?
«Lo è e lo è anche culturalmente. In altri Paesi non avviene così, anche se ci sono campagne durissime. Ma non c'è mai la delegittimazione dell'avversario. Questo è un ultimo regalo di questa legge elettorale proporzionale senza preferenze che è un vero trionfo dei partiti. Ed è pazzesco perché la gente aveva capito il maggioritario ma anziché andare avanti verso un maggioritario più chiaro siamo tornati indietro. Il proporzionale, a nostro avviso, è quello meno adeguato per cercare di obbligare i partiti politici a trovare delle sintesi».

Ma soprattutto se avessi visto la puntata di Ballarò dovresti ricordare che ha detto chiaramente che la nuova legge è una ciofeca, ed è da cambiare assolutamente.

infinitopiuuno
31-03-2006, 12.14.40
Originariamente inviato da nikzeno

No no no no, non dire castronerie.

Questa è una risposta in cui cita brevemente la nuova legge elettorale. Era una di quelle che avevo saltato per brevità.

Stando a manifesti e tv sembra che le parti siano impegnate solo a denigrare. Non è vergognoso?
«Lo è e lo è anche culturalmente. In altri Paesi non avviene così, anche se ci sono campagne durissime. Ma non c'è mai la delegittimazione dell'avversario. Questo è un ultimo regalo di questa legge elettorale proporzionale senza preferenze che è un vero trionfo dei partiti. Ed è pazzesco perché la gente aveva capito il maggioritario ma anziché andare avanti verso un maggioritario più chiaro siamo tornati indietro. Il proporzionale, a nostro avviso, è quello meno adeguato per cercare di obbligare i partiti politici a trovare delle sintesi».

Ma soprattutto se avessi visto la puntata di Ballarò dovresti ricordare che ha detto chiaramente che la nuova legge è una ciofeca, ed è da cambiare assolutamente.


Mica vista la puntata....strano però...mai vista tanto in TV da anni!!!

E stiamo parlando di un partito che prenderà lo 0,8/1.5 per cento se gli va bene;)

Ribadisco tutto il mio rispetto per il Partito Radicale e per le lotte fatte da sempre per un paese più civile...questa volta però, non so perchè ma mi stanno meno simpatici:devil:

nikzeno
31-03-2006, 12.29.25
Sei fortunato che devo uscire adesso :grrr:

Flying Luka
31-03-2006, 12.38.12
Con l'intervento di Berlusconi a Radio anch'io e l'articolo di Tremonti di mercoledì sul Giornale, il problema dell'immigrazione ha assunto un posto di rilievo nella campagna elettorale di Forza Italia. La posizione del partito è riassunta molto bene da una frase del ministro dell'Economia: «Per la sinistra l'immigrazione è una soluzione, per noi è un problema». Un problema che ha varie componenti: economica, sociale, legale, religiosa, di ordine pubblico, su ciascuna delle quali i due schieramenti dissentono e ciascuna delle quali merita un capitolo a parte. L'aspetto più nuovo, e interessante del dibattito che si è aperto riguarda tuttavia il primo punto: gli immigrati rappresentano un arricchimento o un peso per il Paese che li accoglie?
La tesi corrente è che in Italia l'immigrazione è indispensabile, sia per la nostra persistente crisi demografica, sia perché i nostri concittadini rifiutano ormai i lavori più faticosi e peggio retribuiti. Per questa ragione, il governo fissa ogni anno una quota di immigranti legali (saranno 170mila nel 2006), cui però se ne aggiunge una talvolta anche più consistente di illegali. Rimane tuttavia controverso l'effettivo impatto economico della presenza nel Paese di 3,3 milioni di stranieri, il triplo di 15 anni fa. Esso coincide infatti con un tasso di disoccupazione nazionale senz'altro più basso che in Francia e in Germania, ma a livello fisiologico solo nelle più prospere regioni del Nord.
In alcuni settori gli immigrati colmano sicuramente un vuoto che altrimenti sarebbe impossibile riempire. Ma in altri, come l'edilizia e l'agricoltura, essendo disponibili a lavorare per salari inferiori, essi occupano posti che cittadini italiani sarebbero probabilmente disposti a ricoprire. Da un lato, perciò, gli immigrati permettono di abbassare i costi di produzione, e forse di accelerare il ritmo dei lavori ma dall'altro la loro concorrenza distorce il mercato del lavoro e, contribuendo alla disoccupazione italiana, incide sulla spesa pubblica. C'è poi il capitolo dei costi sociali. Siamo tenuti a fornire agli immigrati assistenza sanitaria, scuole per i figli e spesso anche case popolari che altrimenti toccherebbero a cittadini italiani. Tutto questo ha un prezzo, che per giunta tende a crescere rapidamente con l'arrivo in Italia di congiunti raramente impiegabili.
Per quanto questi calcoli siano difficili, è ormai assodato che gli immigrati non ripagano sotto forma di tasse quello che ricevono sotto forma di servizi. È vero che i «regolari» pagano i contributi, ma con il nuovo sistema questi andranno a esclusivo beneficio delle loro future pensioni. Pochi, invece, sono soggetti d'imposta, perché la massa rientra nella cosiddetta no tax area, cioè non guadagna abbastanza (o non denuncia abbastanza). Quando, perciò, un immigrato si avvale dei nostri servizi ospedalieri si può dire che lo fa a carico degli altri contribuenti. C'è poi il costo, anche questo di complessa valutazione, dell'elevatissimo tasso di criminalità degli immigrati. Ci sono i danni che essi infliggono ad altri cittadini in particolare e all'economia in generale, e c'è il mantenimento dei circa 20.


Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=78326

wilhelm
31-03-2006, 17.01.15
Originariamente inviato da sbavi

PS
Volete, vogliamo, cambiare le cose, una è la soluzione. Astenerci dal voto. Tutti, il 100% degli aventi diritto. Questa sarebbe una scossa profonda, perchè trovo abominevole vedere nei manifesti elettorali sempre e solo le stesse facce, gli stessi elementi di sempre. E se non son loro, ci sono figli o nipoti.
Entrare in cabina e mettere al posto della X delle briciole di pane. Duro.
Ma questa è utopia.

Presente! :)

mao
31-03-2006, 17.05.10
sì, come quella volta che, scrutinando, estrassi dall'urna una scheda elettorale recante all'interno n. 1 fetta di mortadella con la seguente spiegazione:
"ve sète magnati tutto, magnateve pure questa!"

La sezione elettorale tutta scoppiò in una fragorosa risata da 5 minuti buoni.

Sbavi
31-03-2006, 17.07.29
Originariamente inviato da mao
sì, come quella volta che, scrutinando, estrassi dall'urna una scheda elettorale recante all'interno n. 1 fetta di mortadella con la seguente spiegazione:
"ve sète magnati tutto, magnateve pure questa!"

La sezione elettorale tutta scoppiò in una fragorosa risata da 5 minuti buoni.

Questa è vecchia..l'ultima volta hanno messo degli ossicini di pollo: "m'arristanu sulu l'ossa" :D :D

mao
31-03-2006, 17.14.52
sarà vecchia, ma io l'ho vista coi miei occhi!

infinitopiuuno
31-03-2006, 18.09.44
Originariamente inviato da mao
sarà vecchia, ma io l'ho vista coi miei occhi!


Di cosa stai parlando Mao?:p

mao
31-03-2006, 18.12.27
della mortazza, che avevi capito?

infinitopiuuno
01-04-2006, 00.59.19
http://www.magnaromagna.it/linkesterno/o.php?out=http://www.lega-nord.org/

:confused: :confused: :p

NightMan
01-04-2006, 15.42.17
stufo del solito vittimismo di Berlusconi e della destra sulla questione dell'insulto "delinquenti politici" che Prodi ha appioppato loro, volevo cercare analoghi insulti che invece son partiti da destra ed ho trovato questo bell'articolo di Gian Antonio Stella, editorialista del corriere:

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/Notizie/Politiche2006/articoli/04_Aprile/01/stella_insulti.shtml

Perchè mai Ciampi dovrebbe intervenire contro Prodi quando è stato detto di tutto e di più? Chi è senza peccato scagli la prima pietra.
Più che altro mi preoccuperei dei dati economici che sono usciti oggi e che Tremonti sdrammatizza o addirittura esalta (perchè poco negativi), mentre invece sono dati pessimi...

Cecco
01-04-2006, 17.20.44
Originariamente inviato da ssj
stufo del solito vittimismo di Berlusconi e della destra sulla questione dell'insulto "delinquenti politici" che Prodi ha appioppato loro, volevo cercare analoghi insulti che invece son partiti da destra ed ho trovato questo bell'articolo di Gian Antonio Stella, editorialista del corriere:

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/Notizie/Politiche2006/articoli/04_Aprile/01/stella_insulti.shtml

Perchè mai Ciampi dovrebbe intervenire contro Prodi quando è stato detto di tutto e di più? Chi è senza peccato scagli la prima pietra.
Più che altro mi preoccuperei dei dati economici che sono usciti oggi e che Tremonti sdrammatizza o addirittura esalta (perchè poco negativi), mentre invece sono dati pessimi...

Scusami ma penso che tu abbia davvero faccia tosta. Il berlusca è l'esempio
vivente di miriadi d'insulti ricevuti!
Abbiamo visto in questi anni un'opposizione davvero catastrofistica, dileggiante e preoccupata addirittura della democrazia.
Oggi, per loro esclusiva colpa, l'aver presentato un programma raffazzonato in cui ci si prefigge un'abbattimento sostanzioso del cuneo fiscale senza determinarne la copertura, il cd non avrebbe il diritto di sbeffeggiare questo lapsus macroscopico tra l'altro ingigantito da diverse successive rettifiche dei vari leader e dello stesso prodi in ordine sparso. Il cd non dovrebbe profittare di questo karakiri che può definire l'esito elettorale, buttare al vento un simile regalo?
La reazione folle di prodi, non solo in questa circostanza, nasce proprio da questo, una simile ingenuità lo fa apparire ridicolo ancor prima di potersi eventualmente esibire.

Flying Luka
01-04-2006, 17.34.33
Originariamente inviato da Cecco


Scusami ma penso che tu abbia davvero faccia tosta. Il berlusca è l'esempio
vivente di miriadi d'insulti ricevuti!
Abbiamo visto in questi anni un'opposizione davvero catastrofistica, dileggiante e preoccupata addirittura della democrazia.
Oggi, per loro esclusiva colpa, l'aver presentato un programma raffazzonato in cui ci si prefigge un'abbattimento sostanzioso del cuneo fiscale senza determinarne la copertura, il cd non avrebbe il diritto di sbeffeggiare questo lapsus macroscopico tra l'altro ingigantito da diverse successive rettifiche dei vari leader e dello stesso prodi in ordine sparso. Il cd non dovrebbe profittare di questo karakiri che può definire l'esito elettorale, buttare al vento un simile regalo?
La reazione folle di prodi, non solo in questa circostanza, nasce proprio da questo, una simile ingenuità lo fa apparire ridicolo ancor prima di potersi eventualmente esibire.

Cecco, come sempre (Y)

NightMan
01-04-2006, 18.27.29
Originariamente inviato da Cecco
Scusami ma penso che tu abbia davvero faccia tosta. Il berlusca è l'esempio
vivente di miriadi d'insulti ricevuti!
Abbiamo visto in questi anni un'opposizione davvero catastrofistica, dileggiante e preoccupata addirittura della democrazia.
Oggi, per loro esclusiva colpa, l'aver presentato un programma raffazzonato in cui ci si prefigge un'abbattimento sostanzioso del cuneo fiscale senza determinarne la copertura, il cd non avrebbe il diritto di sbeffeggiare questo lapsus macroscopico tra l'altro ingigantito da diverse successive rettifiche dei vari leader e dello stesso prodi in ordine sparso. Il cd non dovrebbe profittare di questo karakiri che può definire l'esito elettorale, buttare al vento un simile regalo?
La reazione folle di prodi, non solo in questa circostanza, nasce proprio da questo, una simile ingenuità lo fa apparire ridicolo ancor prima di potersi eventualmente esibire.

ma scusami tu... hai letto gli insulti da parte del cd verso il cs che cita l'articolo che ti ho postato o hai risposto al volo? Ho fatto solo un appunto su un vittimismo del cd che è palese e volevo solo sottolineare che l'insulto è pratica comune in questa campagna elettorale. Poi sulla questione del cuneo fiscale (roba da 2,5 miliardi) il cd può dire quel che vuole, ma dovrebbe anche rispondere alla controparte quando gli chiede altresì dove troverà lei 35 miliardi per finanziare i suoi "sogni"...

Cecco
01-04-2006, 18.39.47
Originariamente inviato da ssj


ma scusami tu... hai letto gli insulti da parte del cd verso il cs che cita l'articolo che ti ho postato o hai risposto al volo? Ho fatto solo un appunto su un vittimismo del cd che è palese e volevo solo sottolineare che l'insulto è pratica comune in questa campagna elettorale. Poi sulla questione del cuneo fiscale (roba da 2,5 miliardi) il cd può dire quel che vuole, ma dovrebbe anche rispondere alla controparte quando gli chiede altresì dove troverà lei 35 miliardi per finanziare i suoi "sogni"...

Vero, ho risposto a volo, ma solo xchè io ho incentrato il mio intervento sulle ragioni del cd ad attaccare l'avversario xchè, e questo oramai lo ammettono anche i miei amici di cs, è stato davvero una cosa sorprendente l'ingenuità di prodi & c.
E' di fronte a questo che la reazione di prodi è abnorme poichè non puoi chiamare delinquenti coloro che ti incalzano su un tuo errore.
Per il resto, purtroppo, tutto normale.

NightMan
01-04-2006, 18.41.14
CERNOBBIO - "Il deficit 2005 chiude in linea con l'Istat al 4,1%" mentre la "previsione di indebitamento è al 3,8%" per il 2006. Come aveva annunciato ieri, e confermato stamane, affermando che si sarebbe trattato di "un pesce d'aprile per Prodi", il ministro dell'Economia Giulio Tremonti ha diffuso oggi a margine del workshop Ambrosetti una nota di anticipazione sulla relazione trimestrale di cassa.

La crescita del Pil, coerentemente con le ultime previsioni della Commissione europea, si legge ancora nella nota diffusa da Tremonti, è stata rivista all'1,3%, "coerentemente con le ultime previsioni della Commissione Europea", che erano per una percentuale dell'1,5%.

Il documento diffuso dal ministro dell'Economia "conferma ancora una volta l'impegno assunto dall'Italia in Europa, ad avanzare sul sentiero di rientro dal deficit eccessivo entro il 2007".

Nel comunicato c'è una nota polemica nei confronti del centrosinistra: il governo annuncia infatti che presenterà la Trimestrale di Cassa in Parlamento "in linea con la tempistica tecnica e storica", ma fa sapere di aver deciso di rendere noti i principali dati macroeconomici - deficit/pil al 3,8%, pil all'1,3% nel 2006 - "date le pressanti ed elettoralistiche richieste di anticipazione".

Nel quadro della Finanziaria 2006 (chiusa al 31 dicembre 2005) - si legge nel comunicato - sono state introdotte le successive straordinarie revisioni contabili Istat e le successive revisioni di contabilità Eurostat.

Revisioni nell'insieme operate su di un ampio catalogo di voci: dalle spese sulle forniture militari ai crediti di imposta, dai contributi sociali agli aggi e commissioni, dai rimborsi di imposta della regione Sicilia ad altre poste minori; quanto sopra determina una previsione di indebitamento al 3,8% del prodotto interno lordo.

http://www.repubblica.it/2006/03/sezioni/politica/elezioni-2006-1/trimestrale-dati-definitivi/trimestrale-dati-definitivi.html


numeri pessimi come ci si aspettava direi :(

Cecco
01-04-2006, 18.52.47
Io non so dove sta la verità, nel giudizio di prodi o di tremonti, vedremo,
è come se adesso il minitro lo chiamasse delinquente.

NightMan
01-04-2006, 19.03.15
Originariamente inviato da Cecco
Io non so dove sta la verità, nel giudizio di prodi o di tremonti, vedremo,
è come se adesso il minitro lo chiamasse delinquente.

la revisione al rialzo del deficit/pil e al ribasso del pil sono dati pessimi visto che l'Italia a Bruxelles aveva rispettivamente presentato il 3,5% e l'1,5%...

Cecco
01-04-2006, 19.21.41
Originariamente inviato da ssj


la revisione al rialzo del deficit/pil e al ribasso del pil sono dati pessimi visto che l'Italia a Bruxelles aveva rispettivamente presentato il 3,5% e l'1,5%...

Non so risponderti, voglio farmi un'idea + precisa.

Gigi75
03-04-2006, 00.24.02
Polemica tra Rutelli e la Cdl: "Il governo non ha fatto nulla per varare pene più severe per i crimini efferati". La replica: "Strumentalizzazione indegna".

Davvero non si vergogna? :rolleyes:


Non si ferma di fare propaganda politica neppure davanti ad un infanticidio!:(

NightMan
03-04-2006, 01.18.04
Originariamente inviato da Gigi75
Polemica tra Rutelli e la Cdl: "Il governo non ha fatto nulla per varare pene più severe per i crimini efferati". La replica: "Strumentalizzazione indegna".

Davvero non si vergogna? :rolleyes:


Non si ferma di fare propaganda politica neppure davanti ad un infanticidio!:(

Leggere queste strumentalizzazioni da parte di Rutelli ha dato fastidio molto anche a me, perchè ovviamente non si può accusare un governo di non aver promulgato pene più severe, quando la pena per casi come questo è l'ergastolo (a meno che lui non intenda la pena di morte...)
Cmq, non per volergli trovare un appiglio, ma rileggendo le sue dichiarazioni (...quando il nostro deputato e responsabile della giustizia Fanfani ha presentato una proposta di legge per escludere il rito abbreviato per crimini efferati come quello di Parma, e quindi escludere ogni beneficio per i responsabili, il centrodestra non ha mosso un dito) immagino che la sua polemica fosse rivolta al fatto che per crimini come questo è possibile il rito abbreviato, cosa che la margherita vorrebbe escludere.
Vabbè, comunque mi ha dato molto fastidio leggere questo commento di Rutelli (che si è giocato il mio voto) ma anche altri commenti populistici ed acchiappa-voti pro-forca fatti da Pirovano (Lega) da Romagnoli (Fiamma) e dalla Mussolini (AS) o quei commentini buonisti e pretisti fatti dai vari Casini-Buttiglione-Giovanardi.
Stranamente (visto che ultimamente ne sparano...) son stati molto attenti alle parole i leader dei poli Prodi e Berlusconi (come anche Fassino, Bossi e Fini), i quali non sono andati oltre l'esprimere il giusto dolore e l'incredulità verso un gesto così terrificante.
Infine mi è piaciuto l'invito di Boselli a tutti i politici a non strumentalizzare politicamente la vicenda ma vedo che sia a destra che a sinistra qualcuno già inizia...

ps: Ovviamente è solo una mia analisi e sono miei giudizi. Evitiamo x favore polemiche politiche su questa vicenda. Sinceramente non mi andava nemmeno di approfondirla perchè penso che alimentare questo tipo di discorso alimenti la bieca strumentalizzazione elettorale che, ripeto, c'è dovunque, a destra e a sinistra.

Tom Sawyer
03-04-2006, 01.39.04
Originariamente inviato da ssj



ps: Ovviamente è solo una mia analisi e sono miei giudizi. Evitiamo x favore polemiche politiche su questa vicenda. Sinceramente non mi andava nemmeno di approfondirla perchè penso che alimentare questo tipo di discorso alimenti la bieca strumentalizzazione elettorale che, ripeto, c'è dovunque, a destra e a sinistra. A parte il fatto che se tale sparata fosse partita da Berlusconi sarebbe successo il finimondo! :rolleyes:

NightMan
03-04-2006, 01.52.22
Originariamente inviato da Tom Sawyer
A parte il fatto che se tale sparata fosse partita da Berlusconi sarebbe successo il finimondo! :rolleyes:

A parte il fatto che ho lodato Berlusconi per il comportamento tenuto in questa vicenda e che con i se non si va da nessuna parte, se vuoi fare una polemica e strumentalizzare la vicenda perchè tale affermazione è partita da Rutelli, fai pure, però io me ne tengo fuori.

wilhelm
03-04-2006, 16.42.16
Originariamente inviato da Gigi75
Polemica tra Rutelli e la Cdl: "Il governo non ha fatto nulla per varare pene più severe per i crimini efferati". La replica: "Strumentalizzazione indegna".

Davvero non si vergogna? :rolleyes:


Non si ferma di fare propaganda politica neppure davanti ad un infanticidio!:(

Ha fatto schifo anche a me! INDEGNO! :mad:

Cecco
03-04-2006, 17.01.46
Originariamente inviato da Gigi75
Polemica tra Rutelli e la Cdl: "Il governo non ha fatto nulla per varare pene più severe per i crimini efferati". La replica: "Strumentalizzazione indegna".

Davvero non si vergogna? :rolleyes:


Non si ferma di fare propaganda politica neppure davanti ad un infanticidio!:(

Sì, "strumentalizzazioe indegna" ma non solo perchè dichiarazione falsa ed evocata in una circostanza così terribile.
E' difatti l'esatto contrario delle accuse in genere mosse dal cs in questo tema contro la cdl.
La cosa che personalmente + mi spiace è che il tutto ci viene da Rutelli, un moderato della parte + moderata di quello schieramento.

afterhours
03-04-2006, 19.02.42
qualcuno ha visto il film "Quando c'era Silvio - storia del periodo berlusconiano " ??
http://www.quandocerasilvio.com/public/parser_image/save/88f64b3d18db8d7e09e148ab9c99bfa5.jpg

Sbavi
03-04-2006, 21.08.07
http://www.brigantony.org/images/478.jpg

NightMan
03-04-2006, 22.51.03
Non ci credo :eek: alla fine berlusconi ha fatto lo spot elettorale con tanto di slogan e dito puntato verso la telecamera :D

Gigi75
03-04-2006, 22.54.29
Veramente pietoso sto confronto.

Tra i due fa più bella figura chi parla di meno.

Il Gianni e Pinotto della politica...mah!

Flying Luka
03-04-2006, 22.54.30
Berlusconi ha appena annunciato lo soppressione dell'ICI (cioè quella tassuccola che Prodi aumenterebbe MOLTO volentieri).

NightMan
03-04-2006, 22.56.02
Comunque ha sparato la bomba dell'abolizione dell'ici sulla prima casa (proposta tempo addietro già sentita da Bertinotti) ma non ha risposto minimamente alla domanda su dove reperirà i 35 miliardi di euro del suo programma. Sarà che io ho già scelto chi votare ma secondo me Berlusconi fa solo demagogia...

NightMan
03-04-2006, 22.59.21
Originariamente inviato da Flying Luka
Berlusconi ha appena annunciato lo soppressione dell'ICI (cioè quella tassuccola che Prodi aumenterebbe MOLTO volentieri).

Mi ricordo che 5 anni fa era sua intenzione anche sopprimere l'IRAP (la chiamava Imposta RAPina) però mi sembra che stia ancora lì dov'è...

Kjow
03-04-2006, 23.00.01
Penoso ed imbarazzante... Berlusconi.

E' come uno che cade dal burrone e cerca un ultimo appiglio per non schiantarsi al suolo...


...se non altro mi ha fatto fare qualche risata questa sera :D:D

NightMan
03-04-2006, 23.01.52
Ragazzi, notizia shock... Fede si dimette dal TG4: http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/04_Aprile/03/fede.shtml

http://www.scodp.co.uk/images/Champagne.jpg

Gigi75
03-04-2006, 23.02.43
Ma come fate a salvare qualcuno?? Boh.. non capisco cosa trovare di minimamente apprezzabile e convincente.

Il prete che borbotta belle parole, la poltica della felicità eh eh eh ah ah ah buh buh buh...

L'altro con la mania dei comunisti.. ma chi se ne frega dei comunisti!


Boh.. a me sembrano due poverialloro :rolleyes:

Sbavi
03-04-2006, 23.06.53
Originariamente inviato da Gigi75
Ma come fate a salvare qualcuno?? Boh.. non capisco cosa trovare di minimamente apprezzabile e convincente.

Il prete che borbotta belle parole, la poltica della felicità eh eh eh ah ah ah buh buh buh...

L'altro con la mania dei comunisti.. ma chi se ne frega dei comunisti!


Boh.. a me sembrano due poverialloro :rolleyes:

(Y)

Ogni tanto devo darti ragione :inn:

Robbi
03-04-2006, 23.07.02
Originariamente inviato da Gigi75
Veramente pietoso sto confronto.

Tra i due fa più bella figura chi parla di meno.

Il Gianni e Pinotto della politica...mah!

Concordo!
parole, chiacchere, numeri...
cose concrete non ne ho sentita UNA! Forse sono prevenuto boh! :mm:

E poi Prodi con quel modo mellifluo di parlare...da prevostone di campagna. Insopportabile!
Ora sento Bertinotti parlare di politica e GODO! Uno spessore che questi 2 pinocchi si sognano, per par condicio dico anche che Fini ha delle cose da dire.
Insomma si potra' essere d'accordo o meno ma questi ultimi 2 almeno sono personaggi credibili e "spendibili"

Dav82
03-04-2006, 23.10.02
La camicia di Berlusconi era verde a pois gialli... potrebbe passare per vero pure questo, con un sorriso e il dito puntato alla telecamera :o



Certe sparate potrebbero essere risparmiate... che pena, che pena, la sparata dell'ICI poi... mah!


Vabbè va, torno a essere produttivo.

NightMan
03-04-2006, 23.11.26
Originariamente inviato da Kjow
...se non altro mi ha fatto fare qualche risata questa sera :D:D

Anche io :D

Stavo ascoltando seriamente il suo monolgo finale, perchè aveva preannunciato la bomba e devo dire che ha cominciato bene, poi l'ho visto cambiare... Sguardo ammiccante e compiacente verso la telecamera, sorriso aperto a 52 denti, voce impostata a mo di spot pubblicitario e discorso imparato a memoria. Già mi veniva da ridere sotto al baffo quando ha sparato la bomba ici, poi quando ha concluso con lo slogan "Scegliamo di non tornare indietro. Scegliamo di andare avanti" puntando il dito contro la telecamera mi son letteralmente rotolato a terra dalle risate :D:D:D

Kjow
03-04-2006, 23.12.37
Originariamente inviato da Gigi75
Ma come fate a salvare qualcuno?? Boh.. non capisco cosa trovare di minimamente apprezzabile e convincente.

Il prete che borbotta belle parole, la poltica della felicità eh eh eh ah ah ah buh buh buh...

L'altro con la mania dei comunisti.. ma chi se ne frega dei comunisti!


Boh.. a me sembrano due poverialloro :rolleyes:

Io generalmente giudico per i contenuti e non per l'apparenza.
Berlusconi ha fatto e fa dell'apparenza il suo stile politico, ricordo benissimo le sue parole di qualche hanno fa: "L'importante è apparire" e lo disse riferendosi alla politica.
Prodi borbotterà, parlerà piano, sarà molto calmo... ma almeno le cose le dice. Berlusconi basa la sua campagna politica solo su una cosa: dire cosa ha fatto, fa e farebbe la sinistra; e basta.
L'ideale politico non esiste, io farei un partito senza posizione... una striscia che parte dalla sinistra (o dalla destra) e arriva fino alla parte opposta. Non mi piaciono gli incapsulamenti di destra, sinistra centro-destra-con-schizzo-a-sinistra...
Sarà che ho una mentalità più aperta al popolo... ma questa destra, proprio non mi va giù... non mi è mai andata giù.
Se io facessi i soldi (legalmente) di Berlusconi farei fabbriche, investimenti e darei non 1, ma 10 milioni di posti, nel mondo... cercherei di espormi in prima persona per aiutare la gente, la spesa pubblica... ma questo è un altro discorso...

Al momento il confronto per me non è neanche paragonabile, Unione 100 a 1... su tutti i fronti.

Sbavi
03-04-2006, 23.22.36
Ma cazzo....ma quasi quasi voto rosa nel pugno :o

Robbi
03-04-2006, 23.24.54
Originariamente inviato da sbavi
Ma cazzo....ma quasi quasi voto rosa nel pugno :o

Komunista!!!

:D:D

Nothatkind
03-04-2006, 23.25.20
Rimettete Napoleone sulla tazza, l'ha fatta (l'ICI) di fuori :devil:

Grazie Ilvio, siamo tutti con te :o

Gigi75
03-04-2006, 23.26.57
Originariamente inviato da Kjow


Io generalmente giudico per i contenuti e non per l'apparenza.

Tutti giudichiamo per i contenuti. Sfido a trovare qualche elettore che ti dice: "io dei contenuti me ne infischio..a me mi frega dell'apparenza :D"
... ma almeno le cose le dice.

Ecco il punto è questo. Per me non le dice. Sento belle parole, rilanciare il mezzogiorno porta dell'asia boh boh boh pa pa pa pa, rendere la scuola importante pipipi papapa far pagare le tasse pum pum pum pam pam pam..

E queste sono cose? Ovvio che sono giuste.. ma sono principi, non programmi.

Per me il difetto maggiore di Propropro...prodi è che non ho ancora capito quali leggi importanti vuole fare.


Popopo :p

Kjow
03-04-2006, 23.32.57
Originariamente inviato da Gigi75

Tutti giudichiamo per i contenuti. Sfido a trovare qualche elettore che ti dice: "io dei contenuti me ne infischio..a me mi frega dell'apparenza :D"

Purtroppo non è così... sento sempre più in giro che Prodi non piace per come si muove o come dice le cose, non quello che dice...
Tempo fa lo sentii in "un'intervista" su Radio DJ In DJ Chiama Italia riguardo la maratona ed era veramente brillante e simpatico, un'altra cosa rispetto a quello che si vedere in tv.

Ecco il punto è questo. Per me non le dice. Sento belle parole, rilanciare il mezzogiorno porta dell'asia boh boh boh pa pa pa pa, rendere la scuola importante pipipi papapa far pagare le tasse pum pum pum pam pam pam..

E queste sono cose? Ovvio che sono giuste.. ma sono principi, non programmi.

Per me il difetto maggiore di Propropro...prodi è che non ho ancora capito quali leggi importanti vuole fare.


Popopo :p

E chi le dice Berlusconi? Lui dice solo quello che farebbe la sinistra, esasperando, ripetendo, rigirando e falsificando e concludendo che non lo farà. Dalle sue parole non ne esce altro... e la destra di ora è tutta figlia dei modi di fare del loro "leader"...

Sbavi
03-04-2006, 23.33.49
Originariamente inviato da robbi


Komunista!!!

:D:D


In effetti dovrei essere un radicale. Ma RnP mi sembra più un accozzaglia di gente dai più disparati colori. Un purpurì di tutto :o


E' un dramma :rolleyes:

Mi sento come Fantozzi, quando uscì di senno in campagna elettorale :D