PDA

Visualizza versione completa : Autotutela: chi sa qualcosa al riguardo?


domitilla
20-02-2006, 22.55.40
Un'amica ha ricevuto una contravvenzione per un'infrazione mai commessa a Milano. Nel verbale si fa riferimento al numero di targa della sua auto, ma il modello non corrisponde affatto. Oggi ha chiamato il comando del Vigili Urbani di Milano per segnalare la cosa, fermo restando che aveva già scritto il suo ricorso al Prefetto.

Il suo interlocutore le ha fatto notare che, essendo l'errore palese, poteva evitare la procedura prevista, facendo, al suo posto, un' "autotutela".
In pratica, secondo questa persona, è sufficiente inviare ad un numero di fax copia della contravvenzione e del libretto, accompagnati da un paio di righe per descrivere il fatto.

La mia amica, piuttosto perplessa poichè mai ha sentito parlare di tale procedura (e io nemmeno, per questo mi sto rivolgendo a voi ;) ) ha più volte chiesto se davvero non era necessario presentare il ricorso e più volte si è sentita rispondere che l'autotutela permette di risolvere in tempi più rapidi questo tipo di problema, perchè l'archiviazione della pratica è immediata.

Che deve fare, a questo punto?

Grazie :)

Gigi75
20-02-2006, 23.02.52
L'autotutela è il procedimento con il quale la pubblica amministrazione annulla un atto precedentemente emesso sulla base di dato rivelatosi erroneo: in questo caso il verbale di accertamento.

Ciò a cui si riferiva l'interlocuotore è una comunicazione con la quale l'amministrazione era informata ed eventualmente poteva decidere se ritirare il verbale in autotutela.
Ma la cosa non è affatto automatica. anzi, del tutto discrezionale.

Alla fin fine visto che l'errore è palese ha fatto bene la tua amica a rivolgersi al Prefetto, non sottostando alla "bontà" della polizia municipale.

:)

domitilla
20-02-2006, 23.08.21
Originariamente inviato da Gigi75
Ciò a cui si riferiva l'interlocuotore è una comunicazione con la quale l'amministrazione era informata ed eventualmente poteva decidere se ritirare il verbale in autotutela.
Ma la cosa non è affatto automatica. anzi, del tutto discrezionale.

:)

eppure il termine "discrezionalità" non è mai stato usato durante la conversazione :rolleyes:

approfitto della tua gentilezza per chiederti un'altra cosa: tu, una volta presentato ricorso al Prefetto, seguiresti anche l'altra procedura?

grazie ancora :)

Gigi75
20-02-2006, 23.14.14
Tentar non nuoce, ma non cambia molto.
Se ci sono degli errori così evidenti io mi accontenterei del Prefetto :)

Sbavi
21-02-2006, 08.54.13
Ciao Domitilla (F)

Robbi
21-02-2006, 09.16.56
Domitilla, posso citarti la mia esperienza in proposito.
Anni fa, ricevetti dal comando dei vigili urbani di Roma una contravvenzione per transito non consentito in una determinata via del centro, con grande stupore devo dire, in quanto, in quella data ero al lavoro a 600 km di distanza, dove abitualmente risiedo.

Ho preso carta e penna e ho fatto ricorso al Prefetto di Roma, esplicitando le mie ragioni, non pagando la multa, anche se avrei comunque dovuto farlo.
Risultato: ne visto ne sentito piu' nulla, non mi hanno manco risposto. Ora a distanza di anni ormai e' anche prescritta.

Spero la tua amica sia fortunata almeno quanto me!
:)

domitilla
21-02-2006, 11.08.05
grazie a tutti per indicazioni, consigli e altro :)

infinitopiuuno
21-02-2006, 11.12.18
Nel lontano 1998 ho ricevuto una multa presa a Como. All'ACI mi hanno consigliato di fare una dichiarazione con due testimoni, che in quel giorno ero a casa con l'auto in cortile....mi è andata bene.:o