PDA

Visualizza versione completa : ASSALTO AL CONSOLATO ITALIANO A BENGASI, 11 MORTI


Pagine : 1 [2]

skynyrd
18-02-2006, 15.14.42
Originariamente inviato da Ghandalf
Scusate, io ribadisco il mio concetto, magari mi sbaglio. Mi pare però che abbiamo perso di vista il problema rispondedo perfettamente al meccanismo innescato da entrambi i fronti.
Sempre più spesso queste discussioni si riducono (per me è una riduzione) allo scontro culturale che, indipendentemente da chi proposto, dilaga e nulla porta alla discussione globale sul problema.
Il fatto in questione esula dagli schieramenti, sia politici che morali.
Un nostro ministro ha deliberatamente gettato benzina sul fuoco su una situazione già allarmante...situazione per cui decine di migliaia di persone sono morte e continuano a morire. Persone, non mi interessa di che schieramento.
Questo è da condannare e non ci sono ne ma ne se. E qui il discorso dovrebbe chiudersi, perché l'atteggiamente di calderoli non ha giustificazione.
E' un rappresentante dello stato italiano, un ministro e le conseguenze del suo stupido gesto sono chiare.
Io scinderei i due problemi:
1. calderoli è condannabile senza ma ne se per un gesto assolutamente idiota
2. ognuno può pensare quello che vuole su noi, loro, essi, altri


sintesi perfetta

ciao :)

dave4mame
18-02-2006, 15.31.38
che sia da condannare è fuori discussione; sono le motivazioni che lasciano interdetti.
mi pare di capire che l'idea sia "stai zitto chè altrimenti si arrabbiano".
mi sembra fuori luogo.

facendo un paragone (un altro) di casa nostra è come se gli omosessuali facessero il loro gay pride, gli estremisti di destra si incazzassero e facessero casino, spaccando una 10na di teste.

a chi le mettiamo in conto, le teste? ai gay o ai nazi?

Silence
18-02-2006, 15.57.00
Originariamente inviato da Ghandalf
Scusate, io ribadisco il mio concetto, magari mi sbaglio. Mi pare però che abbiamo perso di vista il problema rispondedo perfettamente al meccanismo innescato da entrambi i fronti.

Sempre più spesso queste discussioni si riducono (per me è una riduzione) allo scontro culturale che, indipendentemente da chi proposto, dilaga e nulla porta alla discussione globale sul problema.

Il fatto in questione esula dagli schieramenti, sia politici che morali.
Un nostro ministro ha deliberatamente gettato benzina sul fuoco su una situazione già allarmante...situazione per cui decine di migliaia di persone sono morte e continuano a morire. Persone, non mi interessa di che schieramento.

Lo ha fatto sorridente da una poltrona di montecitorio...non era certo tra i morti di questa inutile guerra (finta) culturale.

Questo è da condannare e non ci sono ne ma ne se. E qui il discorso dovrebbe chiudersi, perché l'atteggiamente di calderoli non ha giustificazione.

E' un rappresentante dello stato italiano, un ministro e le conseguenze del suo stupido gesto sono chiare.

Io scinderei i due problemi:

1. calderoli è condannabile senza ma ne se per un gesto assolutamente idiota
2. ognuno può pensare quello che vuole su noi, loro, essi, altri

E' quello che cerco di dire da svariati post (Y)

Silence
18-02-2006, 16.01.06
Originariamente inviato da dave4mame
che sia da condannare è fuori discussione; sono le motivazioni che lasciano interdetti.
mi pare di capire che l'idea sia "stai zitto chè altrimenti si arrabbiano".
mi sembra fuori luogo.

facendo un paragone (un altro) di casa nostra è come se gli omosessuali facessero il loro gay pride, gli estremisti di destra si incazzassero e facessero casino, spaccando una 10na di teste.

a chi le mettiamo in conto, le teste? ai gay o ai nazi?

Ma che razza di paragone eh questo???

Se permetti Calderoli è uno che rappresenta un paese e non una preferenza sessuale e uno che rappresenta un paese dovrebbe prestare più attenzione agli eventi che si verificano, poichè rappresenta il pensiero del paese agli occhi del mondo.
Beh, da quello che posso leggere non rappresenta me, non rappresenta te e quasi tutti quelli che hanno postato qua...ma chi glielo dice al mondo che non stiamo dalla parte di stò cretino?

Silence
18-02-2006, 16.02.51
Volevo chiedere anche una info, se qualcuno ne sa di più: di vignette ne erano state fatte anche su Gesù Cristo, ma guarda caso alla fine hanno proibito la pubblicazione. Qualcuno sa perchè?

roberto45
18-02-2006, 16.09.03
Ogni botte da il vino che ha. Calderoli non ha la statura di un politico ma è solamente un arraffavoti (come peraltro troppi, se non tutti della nostra classe dirigente). Ciò a demerito dei nostri elettori. Una cosa è chiara, dovremo rinunciare a qualcuna delle nostre libertà a favore della nostra sicurezza fisica. Purtroppo a destra, centro e sinistra non vedo alcun statista che abbia idee, forza e determinazione per guidare il paese fuori da queste ambasce, abbia il coraggio di dire che siamo vissuti per un ventennio al di sopra dei nostri mezzi facendo debito ( 30.000 euro per ogni abitante del belpaese).
Non esistono più i Cincinnato, Agrippa, Cavour, Bismarch o Metternich. Non esistono perchè manca la CULTURA; esistono solamente le fattorie, i fratelli, le isole e gli affari tuoi. Quanti credete abbiano letto qualcosa che non sia la Gazzetta dello Sport od anche libri poco "impegnati" come 1984 o La fattoria degli animali?

afterhours
18-02-2006, 16.22.14
Bengasi, Calderoli si è dimesso
"Stop a vergognose strumentalizzazioni"
Il ministro per le Riforme, Roberto Calderoli, si è dimesso. La decisione arriva dopo le polemiche per i disordini scoppiati a Bengasi durante una manifestazione di protesta contro l'Italia per la sua maglietta con una vignetta su Maometto. "Non intendo consentire la vergognosa strumentalizzazione contro me e la Lega anche da esponenti della maggioranza", ha detto. Sull'Islam: "E' un vero e proprio attacco all'Occidente".


"Per questi motivi ho rimesso il mio mandato di ministro delle Riforme Istituzionali nelle mani del presidente Berlusconi, per senso di responsabilità e non certo perché sollecitato da maggioranza e opposizione", ha poi ribadito lo stesso Calderoli.

"Nelle ultime settimane - così comincia la dichiarazione scritta cui si è affidato dopo il vertice con Bossi e Maroni - abbiamo assistito a manifestazioni di inaudita violenza in molti Paesi musulmani contro sedi di rappresentanza di Paesi occidentali (Danimarca, Inghilterra, Norvegia, Usa, ecc.) culminati con l'uccisione del sacerdote e il massacro di suore e civili, colpevoli solo di professare una religione diversa dall'Islam".

"Questo vero e proprio attacco all'Occidente - prosegue Calderoli - mi preoccupa molto e dovrebbe preoccupare tutti coloro che hanno responsabilità di governare il pacifico vivere tra culture diverse. Nei giorni scorsi ho espresso a modo mio la solidarietà a tutti coloro che sono stati colpiti dalla cieca violenza del fanatismo religioso e per questo io e la Lega Nord siamo finiti sul banco degli imputati".

"Ma non è mai stata mia intenzione - aggiunge il responsabile delle segreterie nazionali leghiste - quella di offendere la religione musulmana né di essere di pretesto alla violenza di venerdì. Non intendo consentire ulteriormente la vergognosa strumentalizzazione che in queste ore viene fatta contro di me e contro la Lega Nord anche (purtroppo) da esponenti della maggioranza: per questi motivi ho rimesso il mio mandato di ministro delle Riforme costituzionali nelle mani del presidente Berlusconi, per senso di responsabilita' e non certo perche' sollecitato da maggioranza e opposizione".

"Non intendo tuttavia - spiega Calderoli - rinunciare alla battaglia per affermare i valori in cui credo, quelli che mi hanno tramandato i miei genitori e i miei nonni, vale a dire gli insegnamenti della religione cristiana e di essere un uomo libero".

"Nonostante le minacce di morte che mi sono arrivate in questi giorni continuerò a lottare per i valori in cui credo - conclude Calderoli - e chiedo che il programma della Cdl ponga al primo punto il riconoscimento delle radici cristiane della millenaria storia dell' Europa, che devono prevalere su ogni forma di interesse economico che non tenga presenti i diritti e la libertà dei popoli".

skynyrd
18-02-2006, 16.35.27
Originariamente inviato da roberto45
Ogni botte da il vino che ha. Calderoli non ha la statura di un politico ma è solamente un arraffavoti (come peraltro troppi, se non tutti della nostra classe dirigente). Ciò a demerito dei nostri elettori. Una cosa è chiara, dovremo rinunciare a qualcuna delle nostre libertà a favore della nostra sicurezza fisica. Purtroppo a destra, centro e sinistra non vedo alcun statista che abbia idee, forza e determinazione per guidare il paese fuori da queste ambasce, abbia il coraggio di dire che siamo vissuti per un ventennio al di sopra dei nostri mezzi facendo debito ( 30.000 euro per ogni abitante del belpaese).
Non esistono più i Cincinnato, Agrippa, Cavour, Bismarch o Metternich. Non esistono perchè manca la CULTURA; esistono solamente le fattorie, i fratelli, le isole e gli affari tuoi. Quanti credete abbiano letto qualcosa che non sia la Gazzetta dello Sport od anche libri poco "impegnati" come 1984 o La fattoria degli animali?


d'accordo anche in questo:)

skynyrd
18-02-2006, 16.37.25
Originariamente inviato da dave4mame
che sia da condannare è fuori discussione; sono le motivazioni che lasciano interdetti.
mi pare di capire che l'idea sia "stai zitto chè altrimenti si arrabbiano".
mi sembra fuori luogo.

facendo un paragone (un altro) di casa nostra è come se gli omosessuali facessero il loro gay pride, gli estremisti di destra si incazzassero e facessero casino, spaccando una 10na di teste.

a chi le mettiamo in conto, le teste? ai gay o ai nazi?


no scusami dave, ma sto paragone non sta in piedi, trovane uno più consono

skynyrd
18-02-2006, 16.39.48
Originariamente inviato da afterhours
Bengasi, Calderoli si è dimesso



finalmente un gesto di buon senso....da lui è difficile aspettarselo.

dave4mame
18-02-2006, 16.53.33
temo che voi, senza offesa, abbiate il difetto tipico di molti di leggere le ultime battute di un thread saltando a piè pari le pagine prima.

ne sono praticamente sicuro, altrimenti avreste avuto modo di vedere come abbia anche io abbia fin dal mio post a riguardo stigmatizzato l'intervento di calderoli, definendolo non compatibile con la figura che rappresenta.

qui sopra ho semplicemente evidenziato come sia assurdo addossare la colpa dei morti al gesto di calderoli; e in questo frangente il paragone che ho fatto mi sembra assolutamente calzante.


e per inciso... grande sforzo quello dimettersi a 2 mesi dalle elezioni

skynyrd
18-02-2006, 17.33.40
Originariamente inviato da dave4mame
temo che voi, senza offesa, abbiate il difetto tipico di molti di leggere le ultime battute di un thread saltando a piè pari le pagine prima.

ne sono praticamente sicuro, altrimenti avreste avuto modo di vedere come abbia anche io abbia fin dal mio post a riguardo stigmatizzato l'intervento di calderoli, definendolo non compatibile con la figura che rappresenta.

qui sopra ho semplicemente evidenziato come sia assurdo addossare la colpa dei morti al gesto di calderoli; e in questo frangente il paragone che ho fatto mi sembra assolutamente calzante.


e per inciso... grande sforzo quello dimettersi a 2 mesi dalle elezioni

per quel che mi riguarda non ho certo addossato la colpa dei morti di Bengasi alla stupidità di Calderoli, ci mancherebbe, e credo che nessuno qui l'abbia fatto.Rispetto allo sforzo di dimettersi...beh praticamente l'hanno cacciato e di brutto anche. Che doveva fare? Rimanere li?


ciao :)

Silence
18-02-2006, 18.54.50
Originariamente inviato da dave4mame
temo che voi, senza offesa, abbiate il difetto tipico di molti di leggere le ultime battute di un thread saltando a piè pari le pagine prima.

ne sono praticamente sicuro, altrimenti avreste avuto modo di vedere come abbia anche io abbia fin dal mio post a riguardo stigmatizzato l'intervento di calderoli, definendolo non compatibile con la figura che rappresenta.

qui sopra ho semplicemente evidenziato come sia assurdo addossare la colpa dei morti al gesto di calderoli; e in questo frangente il paragone che ho fatto mi sembra assolutamente calzante.


e per inciso... grande sforzo quello dimettersi a 2 mesi dalle elezioni

E siamo d'accordo...io non dico che la colpa è sua, dico che di sicuro ha contribuito, se non altro dopo le dichiarazioni rilasciate da membri vicini a Bin Laden. Tempistica di un bambino dell'asilo che non capisce quando deve parlare o star zitto e le conseguenze le pagheremo noi.

Sul fatto che si è dimesso solo ora ti dò ragione...per me una persona del genere in parlamento è un'assurdità.

Robbi
18-02-2006, 18.56.55
Originariamente inviato da skynyrd



Penso che la tolleranza, che non va confusa con il subire, sia un valore e non la trovo affatto "pelosa",questo in linea generale.Non ho mai avuto la possibilità di soggiornare in un paese arabo, credo che quello che tu affermi sia inconfuntabile, ma questo non significa nulla. Non potrei mai adeguarmi o integrarmi al modello cinese ad esempio, quello che voglio dire è che differenze, culture e tradizioni diverse, nelle quali io non potrei mai abituarmi non mi deve dare il diritto ne di sentirmi migliore e nemmeno denigrarle. La nostre "prerogative democratiche" non ci danno il diritto di offendere nessuno, abbiamo la libertà di pensare e dire ciò che vogliamo ma senza mettere in discussione la libertà di credere e pensare degli altri.
ciao
:)

Scusa, ora non ho molto tempo e mi riservo di risponderti compiutamente successivamente, sappi solo che stai letteralmente stravolgendo e male intrepretando il mio pensiero, relativamente alla parte che ho grassettato ,forse non sono riuscito a far passare chiaramente il mio intendimento.
Ti chiedo cortesemente di rileggere meglio cio' che ho scritto NON ho assulutamente sostenuto cio' che dici!

Questa poi... scusami ma e' assolutamente malafede!
Se noi oggi siamo qui ad esprimere il nostro pensiero lo dobbiamao a chi ha creduto nei valori della democrazia ed è morto nel nome di quella, non certo per personaggi alla Calderoli.

:)

NightMan
18-02-2006, 19.35.12
E sul sito del Carroccio non c'è nemmeno una riga sulla Libia
di MARCO BRACCONI

ROMA - Assalto con morti al consolato. Una riunione notturna del governo convocata d'urgenza. Richieste di dimissioni a cascata, dal presidente del Consiglio al capo dell'opposizione. Perfino un preoccupato e duro monito di Ciampi. Roberto Calderoli, insomma, è l'uomo del giorno. E grazie alla maglietta anti-Islam orgogliosamente indossata sotto la camicia verde si merita i titoli di apertura di giornali, telegiornali, giornali on line.

Ma sui media leghisti, niente. Neanche una riga sulla prima pagina della Padania, malgrado il foglio del Carroccio apra sugli incidenti di ieri a Bengasi. E anche peggio sul sito ufficiale della Lega Nord, dove non c'è nemmeno la notizia degli undici morti in Libia.

Curiosa dimenticanza, che ovviamente tale non è. Lo si capisce dal silenzio degli altri del partito. E dalle parole - non certo entusiaste - dei pochi che parlano. Per esempio Castelli: "Una sua iniziativa personale". O di Maroni: "Io non ho bisogno della maglietta della salute...".

E pensare che il ministro vignettista - attaccato pesantemente perfino dal vescovo della sua città - sostiene che il popolo della Padania è tutto con lui. Magari è così, ma è un fatto che il giornale omonimo della gente padana celi con accuratezza il legame di causa-effetto tra la "spiritosissima" t-shirt anti-Maometto e i fatti di Bengasi.

"Assaltato il consolato italiano in Libia", recita il titolone sul quotidiano leghista. Che nel sommario si sofferma sui particolari: "Nove morti e decine di feriti. Intanto in Pakistan un imam ha messo una taglia da nove milioni di dollari sulla testa del disegnatore delle vignette satiriche". Fine. Di Calderoli, sulla prima pagina, nemmeno l'ombra. Come fosse un qualsiasi segretario della sezione di Gallarate.

Urgono altre verifiche. Ma non va meglio. Sul sito web della Lega Nord, aggiornatissimo sui fatti di ieri - dalla relazione dei Servizi alla sentenza shock della Cassazione sullo stupro - non solo non c'è Calderoli, ma è perfino assente la notizia dell'assalto al consolato. E la curiosa dimenticanza, che dimenticanza non è, persiste anche sul sito internet della Padania, che significativamente si apre sulla questione dell'inno dei sudtirolesi.

Peggio della censura è l'autocensura, dice chi se ne intende. Curioso che ciò avvenga sui media di un partito che, unico in Italia, si è scagliato contro chi non pubblica le vignette su Maometto. Quegli stessi media che, in sparutissima compagnia, quelle vignette le hanno subito pubblicate. Anche su purissimo cotone padano.

http://www.repubblica.it/2006/b/sezioni/esteri/moriente33/silecal/silecal.html

skynyrd
18-02-2006, 20.01.45
Originariamente inviato da robbi


Scusa, ora non ho molto tempo e mi riservo di risponderti compiutamente successivamente, sappi solo che stai letteralmente stravolgendo e male intrepretando il mio pensiero, relativamente alla parte che ho grassettato ,forse non sono riuscito a far passare chiaramente il mio intendimento.
Ti chiedo cortesemente di rileggere meglio cio' che ho scritto NON ho assulutamente sostenuto cio' che dici!

Questa poi... scusami ma e' assolutamente malafede!


:)

credo che di fondo ci sia una confusione reciproca nello scambio di messaggi, da parte mia non c'era nessun intendimento di stravolgere ciò che hai scritto e nemmeno accusarti di chissà cosa, se l'ho fatto me ne scuso.In quanto alla malafede, non mi appartiene..aspetto la tua prossima risposta per capirci meglio, ed eventuali scuse per la malafede se le ritieni opportune.Tanto per essere chiari non è mia intenzione accendere flame con nessuno,so come va a finire, mi ritrovo con tanto di ban come mi è già successo da altre parti.Detto questo preferisco togliermi dalla discussione e seguitare a partecipare ad altri 3D di altra natura.

ciao:)

Robbi
18-02-2006, 20.08.48
Assolutamente, nessun problema.. :)
solamente che avendo tu quotato un mio post, ne ho letto una sorta di cattiva interpretazione, rispetto a quello che era il mio intendimento.
Succede a volte con persone che non si conoscono, poi il forum effettivamente da questo punto di vista e' limitante, proprio perche' non c'e' la possibilita' di avere l'interlocutore davanti.

Qui, comunque nessuno ti bannera' per le tue opinioni ;) anzi ti invito ad esprimere ancora le tue impressioni, mi scuso se ho creduto di vedere una certa malafede nel tuo scritto!

:)

skynyrd
18-02-2006, 20.15.13
Originariamente inviato da robbi
Assolutamente, nessun problema.. :)
solamente che avendo tu quotato un mio post, ne ho letto una sorta di cattiva interpretazione, rispetto a quello che era il mio intendimento.
Succede a volte con persone che non si conoscono, poi il forum effettivamente da questo punto di vista e' limitante, proprio perche' non c'e' la possibilita' di avere l'interlocutore davanti.

Qui, comunque nessuno ti bannera' per le tue opinioni ;) anzi ti invito ad esprimere ancora le tue impressioni, mi scuso se ho creduto di vedere una certa malafede nel tuo scritto!

:)

nessun problema robbi:) dici bene è il limite del forum e della non conoscenza dell'altro., Ho l'abitudine di quotare i messaggi solo per dare un senso più diretto al discorso, non per altri motivi.Mi scuso io con te se ho dato l'impressione di attacarti o altro

ciao e grazie:)

roberto45
18-02-2006, 20.32.37
CV D - come volevasi dimostrare: è tutto un gioco di potere.
La dimostrazione di Bengasi che ha comportato 11 morti era un modo di inziare a scalzare Gheddafi, musulmano troppo tiepido!
Da buon volpone della politica silura ministro e capi della polizia, indice un giorno di lutto nazionale e poi cosa fara?
Spazzerà via tutti gli integralisti, non vorrei essere nei loro panni nei prossimi mesi.
Un colpo alla botte ed uno al cerchio, il tutto nei tempi giusti: prima li lascia fare, poi li eleva a martiri ed infine perseguiterà gli organizzatori per spazzare via ogni forma di opposizione. Deve aver letto tanta storia del mondo.

infinitopiuuno
18-02-2006, 20.37.24
Che bello sarebbe se là non ci fosse il petrolio! Con Gheddafi che negli anni 70 mandò via tutti gli italiani, abbiamo stretto dei rapporti commerciali in materia di gas e petrolio.

Che bella l'Africa popolata solo da leoni e gazzellehttp://www.vocinelweb.it/faccine/speciali/25.gif

infinitopiuuno
18-02-2006, 20.42.10
Curioso che "solo" a Bengasi sia successo questo...:mm:...nessuna rimostranza seppur semipacifica dal resto del mondo islamico?

wilhelm
18-02-2006, 22.32.23
Originariamente inviato da Thor
E' questo che loro vogliono..vogliono che continuiamo ad essere pacifici e calabraghe, dando loro ragione..quelli ci vogliono colonizzare, e noi apriamo le porte e non solo porgiamo l'altra guancia, ma pure il buco del **** mi sembra! (N)

spero davvero non avremo a pentirici, in futuro, di questo nostro atteggiamento permissivista e salame-sugli-occhi (anzi, sul cervello)

(Y), purtroppo mi sa che invece ci sarà da pentirsi amaramente! :(

Brunok
18-02-2006, 22.55.34
Originariamente inviato da Flying Luka
Una domanda a tutti coloro che sembrano giustificare l'attacco al cansolato Italiano di Bengasi, nonchè a "legittimarlo" in un certo senso grazie al cattivo gusto di Calderoli:

Noi, noi inteso come italiani, di fronte

1) ai continui attacchi alle nostre tradizioni
2) alla nostra domacrazia (bella o brutta che sia)
3) ai nostri valori, alla nostra cultura
4) al disprezzo che ci viene giornalmente mostrato
5) alle berciate dei vari imam, ovvero i LORO PUBBLICI MINISTRI, dalle varie moschee (in Italia e nel resto del mondo che inneggiano all'odio ed offendono in ogni modo possibile le nostre tradizioni

.... in altre parole, tutte cose BEN peggiori di una vignetta idiota stampata su una t-shirt in un momento, per altro, sbagliato ed inopportuno, MA - domanda - in nome di un briciolo di coerenza e di onestà - se ancora vi è rimasta - COME ABBIAMO REAGITO ?

Gli abbiamo forse messo a ferro e fuoco quale moschea ?
Gli abbiamo forse ucciso qualche iamam mentre recitava "allah ak bar"?
Gli abbiamo forse loro torto un capello?

Santiddio non trasciniate i vostri odii leghisti e berlusconiani, nonchè le vostre rivalse, in un contesto che non c'entra nulla.

Calderoli ha fatto che quello che ha fatto, e spero che vengano presi i provvedimenti del caso nei suoi confronti, ma non generaliziamo. Come già detto ieri sera, cerchiamo le colpe dove realmente stanno!

Vorrei capire da che parte state, anche se tristemente temo, leggendo certi interventi, di sapere di già la risposta. :(


Tanto per citarne uno: c'è stato l'omiciido del povero prete in Turchia, al quale vilmente hanno pure codardamente e vilmente sparato alle spalle mentre pregava, fatto ben peggiore di qualunque vignetta o maglietta...

mica per questo si è dato la caccia ai Turchi o le loro ambasciate son state assediate e messe a ferro e fuoco mi pare.......

vorrei proprio vedere se un italiano facesse altrettanto cosa succederebbe o che solo provasse ad andare in Arabia a dire che i simboli dell'islam lo disturbano.... lo metterebbero (ed in quel caso a ragione) subito al muro e farebbero pure bene!

solo qui tutti fanno i gradassi mentre a casa loro tutti zitti e mosca cucci e buoni!

ekkekkaxxo qui invece son tutti buonisti dello strapiffero, con i discorsi della tolleranza del razzismo etc etc etc tutte cose che lasciano il tempo che trovano e che sono il prototipo dell'ipocrisia!

skynyrd
18-02-2006, 22.57.24
Originariamente inviato da wilhelm


(Y), purtroppo mi sa che invece ci sarà da pentirsi amaramente! :(


quoto te e nello stesso tempo thor, non credo possiamo fermare il flusso di immigrati islamici nel nostro paese, confesso che anch'io temo tensioni sociali e scontri di natura religiosa e culturale.Li temo perchè sono molto lontani dal nostro modo di pensare e noi dal loro, ma credo sia inevitabile che dovremo fare i conti con fenomeni ancor più forti, tipo quelli accaduti in Francia di recente. Allora mi chiedo cosa possa fare un governo di un paese occidentale in materia di immigrazione da quei paesi. Regolarne i flussi, far rispettare le leggi, non mostrare ne tolleranza fine e se stessa ma nemmeno chiusura totale.Credo che l'integrazione nella società sia l'unica strada percorribile, a mio avviso integrazione vuol dire rispetto delle nostre leggi e inserimento nel nostro tessuto sociale. Non voglio che l'oro snaturino le proprie radici e culture per essere come noi, sarebbe assurdo e impossibile, ma voglio una convivenza civile nella diversità e nel rispetto reciproco. Altri elementi che porterebbero più serenità e toglierebbero dalle mani degli invasati e da chi li strumentalizza fenomeni di violenza, potrebbe essere la fine dell'invasione in Iraq, l'incancrenita questione palestinese che ha portato al governo un manipolo di fanatici terroristi.Anche su questo noi occidentali e i famosi paesi "arabi moderati" non ho mai capito perchè delle dittature vengano chiamate così, abbiamo dlele grosse responsabilità, Israele compresa.Sperare in un mondo migliore non credo sia utopia, ma sperrae non basta.

ciao:)

Flying Luka
18-02-2006, 23.03.11
[Moderatore /ON]

Ragazzi stiamo uscendo dall'oggetto del thread ed andando OT:

Se vogliamo parlare di islamismo, integrazione, jihad et similia, ci trasferiamo nel thread: L'Oriana furiosa (http://www.wintricks.it/forum/showthread.php?threadid=42106).

Se invece vogliamo continuare a discutere della faccenda Calderoli, delle dimissioni e di tutto quanto ha originato l'attacco al consolato Italiano, rimaniamo qui!

Mi rendo conto della similitudine nonchè del dualismo degli argomenti, ma rischiamo di originare un clone di un thraed già esistente.

[Moderatore /OFF]

skynyrd
18-02-2006, 23.08.40
Originariamente inviato da Flying Luka
Una domanda a tutti coloro che sembrano giustificare l'attacco al cansolato Italiano di Bengasi, nonchè a "legittimarlo" in un certo senso grazie al cattivo gusto di Calderoli:

Noi, noi inteso come italiani, di fronte

1) ai continui attacchi alle nostre tradizioni
2) alla nostra domacrazia (bella o brutta che sia)
3) ai nostri valori, alla nostra cultura
4) al disprezzo che ci viene giornalmente mostrato
5) alle berciate dei vari imam, ovvero i LORO PUBBLICI MINISTRI, dalle varie moschee (in Italia e nel resto del mondo che inneggiano all'odio ed offendono in ogni modo possibile le nostre tradizioni

.... in altre parole, tutte cose BEN peggiori di una vignetta idiota stampata su una t-shirt in un momento, per altro, sbagliato ed inopportuno, MA - domanda - in nome di un briciolo di coerenza e di onestà - se ancora vi è rimasta - COME ABBIAMO REAGITO ?

Gli abbiamo forse messo a ferro e fuoco quale moschea ?
Gli abbiamo forse ucciso qualche iamam mentre recitava "allah ak bar"?
Gli abbiamo forse loro torto un capello?

Santiddio non trasciniate i vostri odii leghisti e berlusconiani, nonchè le vostre rivalse, in un contesto che non c'entra nulla.

Calderoli ha fatto che quello che ha fatto, e spero che vengano presi i provvedimenti del caso nei suoi confronti, ma non generaliziamo. Come già detto ieri sera, cerchiamo le colpe dove realmente stanno!

Vorrei capire da che parte state, anche se tristemente temo, leggendo certi interventi, di sapere di già la risposta. :(


io sto dalla parte del buon senso, cosa che Calderoli ha dimenticato.
Nessun odio leghista o berlusconiano,semmai mancanza di resposabilità faccio mie le parole di Fini.In quanto al fatto che noi non abbimao torto
loro un capello o bruciato qualche moschea , non dimenticare che noi siamo in Iraq..e li ci sono decine di miglia di morti civili mussulmani, vaglielo a spiegare che siamo li con intenti pacifici, cosa non vera.

ciao:)

skynyrd
18-02-2006, 23.10.56
Originariamente inviato da Flying Luka
[Moderatore /ON]

Ragazzi stiamo uscendo dall'oggetto del thread ed andando OT:

Se vogliamo parlare di islamismo, integrazione, jihad et similia, ci trasferiamo nel thread: L'Oriana furiosa (http://www.wintricks.it/forum/showthread.php?threadid=42106).

Se invece vogliamo continuare a discutere della faccenda Calderoli, delle dimissioni e di tutto quanto ha originato l'attacco al consolato Italiano, rimaniamo qui!

Mi rendo conto della similitudine nonchè del dualismo degli argomenti, ma rischiamo di originare un clone di un thraed già esistente.

[Moderatore /OFF]

hai ragione, mi adeguo subito visto che l'ultimo OT, guarda caso a un tuo messaggio, è proprio mio.

ciao

:)

Brunok
18-02-2006, 23.11.06
ok Calderoli ha ciccato, come ministro ha fatto un autogol grande come una casa.... di questo direi che ne sono e ne siamo tutti consapevoli...

ciò nonostante alla fine, alla resa dei conti il suo gesto è nulla rispetto agli obrobri che si vedono e si sentono quotidianamente...

diamo ad ognuno la sua giusta e corretta dimensione...

trovo ben peggiore come atteggiamento quello del tale smith tanto per fare un esempio...

se ci fosse un sig. Rossi o rag. Bianchi a fare lo stesso con i simboli islamici che succederebbe?

alla fine succede che tutto questo non fa altro che alimentare l'odio e riesce pure a giustificare gesti nefandi come quelli compiuti dai soldati inglesi od americani che invece devono esser condannati nella loro totalità...

skynyrd
18-02-2006, 23.14.22
Originariamente inviato da Brunok
ok Calderoli ha ciccato, come ministro ha fatto un autogol grande come una casa.... di questo direi che ne sono e ne siamo tutti consapevoli...

ciò nonostante alla fine, alla resa dei conti il suo gesto è nulla rispetto agli obrobri che si vedono e si sentono quotidianamente...

diamo ad ognuno la sua giusta e corretta dimensione...


solo che Calderoli era un ministro della Repubbloca Italiana al momento della sua infelice idea, non un Moamhed o Giovanni qualsiasi.


ciao

Flying Luka
18-02-2006, 23.15.12
Originariamente inviato da skynyrd



io sto dalla parte del buon senso, cosa che Calderoli ha dimenticato.
Nessun odio leghista o berlusconiano,semmai mancanza di resposabilità faccio mie le parole di Fini.In quanto al fatto che noi non abbimao torto
loro un capello o bruciato qualche moschea , non dimenticare che noi siamo in Iraq..e li ci sono decine di miglia di morti civili mussulmani, vaglielo a spiegare che siamo li con intenti pacifici, cosa non vera.

ciao:) Chi ha mai detto che non siamo lì con intenti pacifici?

Punto 1: Da quanto mi risulta il contigente italiano E' a tutti gli effetti un contingente di pace;
Punto 2: I morti civili mussulmani e le moschee bruciate non c'entrano una cippa lippa con l'attacco alla ambasciata italiana. Se, casomai, lo fossero stati non è certo per mano italiana e, nell'eventualità, credo che avremmo avuto delle ripercussioni, e ben più gravi, già da tempo: vedi Madrid e Londra. Per cui non buttiamo tutto in un unico claderone perchè non è il caso.

Lo ripeto per l'ultima volta, per favore: piantiamola di arrampiacarci sugli specchi difendendo e giustificando delle violenze e delle reazioni spropositate che non hanno nulla a che vedere nè con l'integrazione, nè con la fratellanza e men che meno col dialogo.

Un po' di rispetto anche verso chi ci ha rimesso le penne per colpa di questi signori e del loro fanatismo religioso, credo sia dovuto. Grazie.

Brunok
18-02-2006, 23.18.17
Originariamente inviato da skynyrd



solo che Calderoli era un ministro della Repubbloca Italiana al momento della sua infelice idea, non un Moamhed o Giovanni qualsiasi.


ciao


mi pare fosse chiaro:

Originariamente inviato da Brunok
ok Calderoli ha ciccato, come ministro ha fatto un autogol grande come una casa.... di questo direi che ne sono e ne siamo tutti consapevoli...

ciò nonostante alla fine, alla resa dei conti il suo gesto è nulla rispetto agli obrobri che si vedono e si sentono quotidianamente...

diamo ad ognuno la sua giusta e corretta dimensione...

Robbi
18-02-2006, 23.27.24
Veramente, TUTTI stiamo sostenendo che Calderoli ha fatto una vaccata grande come una casa, ma e' cosi' difficile ammetterlo?? anziche' vedere sempre qualcosa che non esiste, ovvero una qualche parziale giustificazione di questo comportamento?'

La strage di Bengasi e' solo una strumentalizzazione politica, voluta dai soliti "cattivi maestri" molto bravi ad agitare gli animi nel mondo arabo!

skynyrd
18-02-2006, 23.31.07
Originariamente inviato da Flying Luka
Chi ha mai detto che non siamo lì con intenti pacifici?

Punto 1: Da quanto mi risulta il contigente italiano E' a tutti gli effetti un contingente di pace;
Punto 2: I morti civili mussulmani e le moschee bruciate non c'entrano una cippa lippa con l'attacco alla ambasciata italiana. Se, casomai, lo fossero stati non è certo per mano italiana e, nell'eventualità, credo che avremmo avuto delle ripercussioni, e ben più gravi, già da tempo: vedi Madrid e Londra. Per cui non buttiamo tutto in un unico claderone perchè non è il caso.

Lo ripeto per l'ultima volta, per favore: piantiamola di arrampiacarci sugli specchi difendendo e giustificando delle violenze e delle reazioni spropositate che non hanno nulla a che vedere nè con l'integrazione, nè con la fratellanza e men che meno col dialogo.

Un po' di rispetto anche verso chi ci ha rimesso le penne per colpa di questi signori e del loro fanatismo religioso, credo sia dovuto. Grazie.

Punto 1 noi siamo li dove c'è una guerra, non siamo la Croce Rossa.
Punto 2 I morti civili mussulmani c'entrano eccome, se non vedi un nesso nel contesto generale allora non parliamone nemmeno.
Personalmente non amo arrampicarmi sugli specchi, ne giustificare nessun tipo di violenza da qialsiasi parte venga.
In quanto all'invito che mi mi fai di portare rispetto ai morti non te lo concedo, manchi di rispetto a me, pensaci bene.

Senza rancore nei tuoi confronti mi tolgo dalla discussione, non voglio che degeneri, non sopporto affermazioni come le tue nei miei confronti.

Ti ringarzio e ti saluto

ciao

mariolino
18-02-2006, 23.33.26
Originariamente inviato da Brunok


perchè alcuni soggetti che si candidano con il CS e di cui non mi ricordo nemmeno i nomi non son forse bolsevichi di netto stampo Stalinista che inneggiano pure al terrorismo giustificando i kamikaze e non avendo nemmeno rispetto per i morti italiani di Nassiryia...

siti internete che inneggiano alle varie dittature komuniste ne trovi fin che vuoi basta cercare...


Gli "alcuni soggetti" erano uno ed è stato liquidato e, mi pare in modo abbastanza chiaro, insieme alle sue idee.


Per quanto riguarda i siti, le pubblicazioni ecc. mi riferisco a quelli ufficiali. Quello che scrivono dei poveri imbecilli fuori dal giro per conto loro non interessa lo spazio delle mie valutazioni.
Malgrado ciò continuo comunque ad essere del parere che, anche se tu ci metti tutta la tua più buona volontà, non voterò per il CS.

Mentre ciò che è scritto nei siti dei gruppi facenti parte di Alternativa Sociale è scritto in luoghi che rappresentano movimenti politici nazifascisti in lista nella CDL, gruppi per i quali, quasi certamente, anche se indirettamente, tu voterai.
E, quel che mi ruga, è che voterai anche affinchè Calderoli sia nuovamente ministro.

dave4mame
19-02-2006, 00.38.05
Originariamente inviato da skynyrd


per quel che mi riguarda non ho certo addossato la colpa dei morti di Bengasi alla stupidità di Calderoli, ci mancherebbe, e credo che nessuno qui l'abbia fatto.Rispetto allo sforzo di dimettersi...beh praticamente l'hanno cacciato e di brutto anche. Che doveva fare? Rimanere li?


ciao :)


mi permetto di farti presente che in questo thread non abbiamo scritto solo tu ed io.

sulle dimissioni ho semplicemente scritto che non è che sia una gran cosa dimettersi a camere ormai sciolte.

Brunok
19-02-2006, 01.40.40
Originariamente inviato da mariolino



Gli "alcuni soggetti" erano uno ed è stato liquidato e, mi pare in modo abbastanza chiaro, insieme alle sue idee.


Per quanto riguarda i siti, le pubblicazioni ecc. mi riferisco a quelli ufficiali. Quello che scrivono dei poveri imbecilli fuori dal giro per conto loro non interessa lo spazio delle mie valutazioni.
Malgrado ciò continuo comunque ad essere del parere che, anche se tu ci metti tutta la tua più buona volontà, non voterò per il CS.

Mentre ciò che è scritto nei siti dei gruppi facenti parte di Alternativa Sociale è scritto in luoghi che rappresentano movimenti politici nazifascisti in lista nella CDL, gruppi per i quali, quasi certamente, anche se indirettamente, tu voterai.
E, quel che mi ruga, è che voterai anche affinchè Calderoli sia nuovamente ministro.

non era uno solo ce ne sono tanti a cominciare pure da alcuni pezzi grossi che oggi hanno sfilato a Roma in un corteo che ha insultato la memoria dei soldati italiani uccisi a Nassiria al grido di 1000 Nassirya .....

:rolleyes: se questi si credono meglio non lo sono di certo ma sono il peggio del peggio del peggio ed ancora peggio e sempre peggio :S:S:S

nemmeno paragonabile con quanto detto da Calderoli...

e come alcuni son stati allontanati dalla candidatura nel CS altrettanto ed anzi ancora prima è stato fatto nel CD con i personaggi scomodi... da cui han preso le distanze.

skynyrd
19-02-2006, 01.48.19
Originariamente inviato da dave4mame



mi permetto di farti presente che in questo thread non abbiamo scritto solo tu ed io.

sulle dimissioni ho semplicemente scritto che non è che sia una gran cosa dimettersi a camere ormai sciolte.


scusami se non entro in merito, ma per me la discussione è finita qui


ciao:)

mariolino
19-02-2006, 02.08.58
Brutta cosa la disinformazione. Non mi piace, per cui prima di rispondere faccio un giro a documentarmi.


Premesso che tale manifestazione non mi trova per niente d'accordo perchè Israele è stato aggredito immediatamente dopo che l'ONU ne ha decretato la nascita, ha vinto e nessuno può pretendere che ceda alle pretese degli aggressori sconfitti. Tutte queste discussioni sul fatto che Israele DEVE mi lasciano completamente indifferente. Israele non DEVE un bel niente.
I palestinesi hanno diritto al loro stato, così come stabilito dall'ONU ma devono trattare in pace, da sconfitti accettando poche ma semplici condizioni. Che poi è una sola, basta con le sparatorie.
Poi, dopo, viva la Palestina libera.

Tornando al tema ecco la notizia.
O a televideo sono tutti biechi comunisti che distorcono la verità o ti hanno dato notizie inesatte:


MANIFESTAZIONE A ROMA PER LA PALESTINA
Guerra di cifre per la manifestazione di Roma in favore dei diritti della Palestina. Per gli organizzatori,i partecipanti sarebbero stati 20mila. Solo 1.500 secondo le forze dell'ordine. Nonostante i timori della vigilia,il corteo si è svolto senza incidenti. Qualche manifestante ha gridato "Dall'Iraq l'Italia se ne deve andare: 10, 100, 1000 Nassiriya", dopo aver bruciato le bandiere di Usa e Israele.Pronta la protesta di altri manifestanti. Tante le bandiere della Palestina, di Arafat e Che Guevara.Tra gli striscioni anche un "No al muro dell'apartheid, no all'occupazione israeliana. Palestina libera".



La notizia dice "qualche manifestante" ovvero i soliti cretini.
Non parla di parlamentari, deputati o candidati.
Il resto è la solita disinformazione della destra.
La notizia parla dei soliti cretini. Punto e basta.

real7
19-02-2006, 12.17.16
......Non parla di parlamentari, deputati o candidati....
mica son fessi a partecipare alla manifestazione, ma che sono i mandanti [CS] questo è poco ma sicuro

Brunok
19-02-2006, 14.16.32
Originariamente inviato da mariolino
Brutta cosa la disinformazione. Non mi piace, per cui prima di rispondere faccio un giro a documentarmi.


Premesso che tale manifestazione non mi trova per niente d'accordo perchè Israele è stato aggredito immediatamente dopo che l'ONU ne ha decretato la nascita, ha vinto e nessuno può pretendere che ceda alle pretese degli aggressori sconfitti. Tutte queste discussioni sul fatto che Israele DEVE mi lasciano completamente indifferente. Israele non DEVE un bel niente.
I palestinesi hanno diritto al loro stato, così come stabilito dall'ONU ma devono trattare in pace, da sconfitti accettando poche ma semplici condizioni. Che poi è una sola, basta con le sparatorie.
Poi, dopo, viva la Palestina libera.

Tornando al tema ecco la notizia.
O a televideo sono tutti biechi comunisti che distorcono la verità o ti hanno dato notizie inesatte:


MANIFESTAZIONE A ROMA PER LA PALESTINA
Guerra di cifre per la manifestazione di Roma in favore dei diritti della Palestina. Per gli organizzatori,i partecipanti sarebbero stati 20mila. Solo 1.500 secondo le forze dell'ordine. Nonostante i timori della vigilia,il corteo si è svolto senza incidenti. Qualche manifestante ha gridato "Dall'Iraq l'Italia se ne deve andare: 10, 100, 1000 Nassiriya", dopo aver bruciato le bandiere di Usa e Israele.Pronta la protesta di altri manifestanti. Tante le bandiere della Palestina, di Arafat e Che Guevara.Tra gli striscioni anche un "No al muro dell'apartheid, no all'occupazione israeliana. Palestina libera".



La notizia dice "qualche manifestante" ovvero i soliti cretini.
Non parla di parlamentari, deputati o candidati.
Il resto è la solita disinformazione della destra.
La notizia parla dei soliti cretini. Punto e basta.

cretini dai quali però nessuno prende le dovute distanze.....

quindi nessuna disinformazione... (che è propria invece della sinistra che disinforma e delegittima ad oltranza)
peccato che i CS non si siano prodigati come sempre fanno per qualunque peto tiri uno del CD a condannare prontamente quelle parole che feriscono in primis le famiglie di quei poveri caduti.
subito pronti a condannare l'apologia di reato o di fascismo anche per un braccio alzato quarda caso questa è apologia di strage... !!!
e c'è pure chi ha giustificato i kamikaze... e di conseguenza il terrorismo... il che è apologia di terrorismo...

Ludwig
19-02-2006, 16.34.52
Offese all'Islam, 45 cristiani uccisi in Nigeria, 18 chiese prese d'assalto dalla folla.
Ancora proteste in Pakistan, Londra, Germania, Austria, India, Iraq, Egitto.

Fonte (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2006/02_Febbraio/18/nigeria.shtml)

mariolino
19-02-2006, 16.37.57
Le distanze le hanno prese ieri (se leggi le dichiarazioni di Diliberto ed altri esponenti, e anche fin da prima non aggiungendo alle liste presenti nel malloppo DS nessuna organizzazione di quei signori.
Cosa che la destra non ha fatto, anzi i nazifascisti li hanno imbarcati allegramente e il Capo ha avuto anche la faccia di elogiarne la democraticità.

Non arriveremo mai ad un punto di incontro chiaramente su queste questioni.
Partiamo da due punti di vista troppo diversi.
Io non ho mai fatto parte di niente. L'unico gruppo che riconosco sono io. Fin dalla prima elementare (eravamo dispari) ho scelto il banco in fondo alla clase, da solo. Non ho mai preso parte alle "bande", non ho mai praticato sport di squadra, e rafggiunta la maggiore età ho scelto di non far parte di questa nazione e non ho mai votato.
Guardo le cose dall'esterno e, come oggi ho da ridire sulcomportamento della destra domani, se andranno al governo e faranno danni come ne ha fatti Berlusconi (anche se sarà difficile eguagliare il record)non risparmierò certo loro i miei commenti.

Ribadito per cui che, allo stato attuale delle cose, mi risulta solo che nella Casa ci sono due gruppi di facinorosi estremisti e che nei DS invece non ce ne sono e che tu ovviamente continuerai a rimanere della tua idea chiudo qui un argomento che rischia di diventare ripetivo e noioso per gli altri.

Ciao BK! Ci beccheremmo in altra sede e su altri temi:D

Gigi75
19-02-2006, 16.41.01
Originariamente inviato da mariolino
Le distanze le hanno prese fin da prima non aggiungendo alle liste presenti nelmalloppo DS nessuna organizzazione di quei signori.
Cosa che voi non avete fatto, anzi i nazifascisti li avete imbarcati allegtramente.

Non arriveremo mai ad un punto di icontro chiaramente su queste questionoi. Io non ho mai fatto parte di niente. L'unico gruppo che riconosco sono io. Fin dalla prima elementare (eravamo dispari) ho scelto il banco in fondo alla clase, da solo. non ho mai preso parte alle "bande", non ho mai praticato sport di squadra, e rafggiunta la maggiore età ho scelto di non far parte di questa nazione e non ho mai votato.
Guardo le cose dall'esterno e, come oggi ho da ridire sulcomportamento della destra domani, se andranno al governo e faranno danni come ne ha fatti Berlusconi (anche se sarà difficile eguagliare il record)non risparmierò certo loro i miei commenti.


Non essendoci una disputa tra utenti, ma solo uno scambio di idee è buona norma cercare di evitare il "voi" e il "noi", e tanto più personalizzare la discussione.

In questo modo si evita il nascere di polemiche tra utenti, vietate, ovviamente, dal regolamento.

mariolino
19-02-2006, 16.45.16
Originariamente inviato da Gigi75



Non essendoci una disputa tra utenti, ma solo uno scambio di idee è buona norma cercare di evitare il "voi" e il "noi", e tanto più personalizzare la discussione.

In questo modo si evita il nascere di polemiche tra utenti, vietate, ovviamente, dal regolamento.

Pardon, sfuggito involontariamente, corretto e chiarito il punto di vista.

Brunok
19-02-2006, 16.49.17
Originariamente inviato da mariolino
Le distanze le hanno prese ieri (se leggi le dichiarazioni di Diliberto ed altri esponenti, e anche fin da prima non aggiungendo alle liste presenti nelmalloppo DS nessuna organizzazione di quei signori.
Cosa che la destra non ha fatto, anzi i nazifascisti li avete imbarcati allegramente e il Capo ha avuto anche la faccia di elogiarne la democraticità.

Non arriveremo mai ad un punto di incontro chiaramente su queste questioni.
Partiamo da due punti di vista troppo diversi.
Io non ho mai fatto parte di niente. L'unico gruppo che riconosco sono io. Fin dalla prima elementare (eravamo dispari) ho scelto il banco in fondo alla clase, da solo. Nono mai preso parte alle "bande", non ho mai praticato sport di squadra, e rafggiunta la maggiore età ho scelto di non far parte di questa nazione e non ho mai votato.
Guardo le cose dall'esterno e, come oggi ho da ridire sulcomportamento della destra domani, se andranno al governo e faranno danni come ne ha fatti Berlusconi (anche se sarà difficile eguagliare il record)non risparmierò certo loro i miei commenti.

Ribadito per cui che, allo stato attuale delle cose, mi risulta solo che nella Casa ci sono due gruppi di facinorosi estremisti e che noi DS invece non ce ne sono e che tu ovviamente rimarrai fedelle alle storielle che racconta berlusconi chiudo qui un argomento che rischia di diventare ripetivo e noioso per gli altri.

Ciao Lka! Ci beccheremmo in altra sede e su altri temi:D

sulla prima parte son perfettamente d'accordo. (Y) ;)

non così sulla seconda, Berlusconi non è riuscito nemmeno lontanamene ad eguagliare gli obrobri fatti dai governi precedenti, in particolare i danni fatti proprio da Prodi & C e da Amato che se non ti ricordi ha pure prelevato nottetempo dai c/c di tutti gli italiani con un furto subdolo...

come poi fai a dire che nel CS non ci siano facinorosi quando li hanno sentiti tutti in questi giorni fare dichiarazioni abbiette e farneticanti???? ben peggio dei loro pari del CD?

il punto divergente è questo.

in quanto a Calderoli è stato condannato da tutti, destri e sinistri alla fine si è pure dimesso....

NightMan
19-02-2006, 16.59.47
Modificato in extremis l'ordine del giorno del consiglio federale
Maroni: "La base ci chiede di lasciare la maggioranza"

MILANO - Le parole pronunciate ieri dal premier Silvio Berlusconi a Verona, dopo che Roberto Calderoli si era già dimesso da ministro, non sono piaciute affatto alla Lega Nord che ora non esclude la possibilità di valutare l'eventualità di non rinnovare l'alleanza con la Cdl. Quella di domani pomeriggio sarà una riunione del consiglio federale piuttosto calda, il Carroccio infatti non è intenzionato a lasciar cadere nel vuoto le accuse del premier accusato da Roberto Maroni, di aver "fatto nascere il caso Calderoli". Il consiglio federale, convocato nella sede di via Bellerio alle 15 di domani, ha infatti modificato all'ultimo momento l'ordine del giorno dei lavori: inizialmente la riunione - ricordano le fonti leghiste - era stata convocata solo per discutere del simbolo elettorale. Ora, invece, dopo le dichiarazioni di ieri di Berlusconi, nell'odg è stato inserito anche la possibilità di valutare di andare da soli alle elezioni, ovviamente fermo restando l'accordo siglato con il Movimento per l'autonomia di Raffaele Lombardo.

Ed è Roberto Maroni a confermare le indiscrezioni. "Quello di domani - dice il ministro - non sarà un Consiglio federale di routine, come sarebbe dovuto essere, perchè, alla luce di quello che è accaduto e sta accadendo nelle ultime ore, la Lega domani si porrà delle domande precise visto che non siamo una appendice della Cdl".

Che cosa accadrà dunque domani nel Consiglio federale leghista? "Ci porremo delle domande - spiega Maroni - e la prima è perché Berlusconi venerdì sera abbia immediatamente fatto un collegamento tra i fatti di Bengasi e la maglietta di Calderoli. La sinistra è venuta dopo. E anche ieri, persino dopo le dimissioni di Calderoli, Berlusconi ha detto cose che non sono piaciute alla Lega".

"Poi - aggiunge il dirigente leghista - c'è un altro fatto non bello di cui dovremo discutere: alcuni componenti del nostro consiglio federale oggi mi hanno riferito di aver ricevuto, con loro grande sorpresa, telefonate da Berlusconi, chiedendomi se era accaduto anche a me. A me Berlusconi non ha telefonato. Ma la cosa che mi hanno riferito non è usuale e merita una valutazione".
Insomma, domani non sarà un Consiglio federale tranquillo. "Non sarà di ordinaria amministrazione - conclude il ministro del Welfare - dovendo occuparci di queste cose. Già ci sono le pressioni della base leghista che chiede di uscire da questa maggioranza. E indubbiamente fatti come il comportamento di Berlusconi e le dichiarazioni arroganti di Fini sul ruolo della Lega nella maggioranza non aiutano certo il dibattito di domani". Da qui l'avvertimento: "Nell'interesse di Berlusconi, nell'interesse della Casa delle Libertà e nell'interesse della maggioranza invito i partiti della coalizione e gli esponenti politici ad evitare di avere atteggiamenti di arroganza e di supponenza nei confronti della Lega".

---------------

e poi dicono che Rifondazione è un peso per il centrosinistra...

Flying Luka
19-02-2006, 17.24.29
Originariamente inviato da Ludwig
Offese all'Islam, 45 cristiani uccisi in Nigeria, 18 chiese prese d'assalto dalla folla.
Ancora proteste in Pakistan, Londra, Germania, Austria, India, Iraq, Egitto.

Fonte (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2006/02_Febbraio/18/nigeria.shtml)

TAGLIA IN INDIA- Un ministro musulmano dello Stato indiano dell'Uttar Pradesh, nel nord dell'India, Mohammed Yaqoob Qureshi, ha offerto 510 milioni di rupie (11,5 milioni di dollari) di ricompensa a chi ucciderà uno degli autori delle vignette. «Disegnare una caricatura del profeta è una cosa blasfema e i musulmani non tollereranno tale insulto», ha detto il ministro. Il consiglio della Legge islamica ha però giudicato questa taglia «anti-islamica».


Rido per non piangere: Non riescono neanche a mettersi d'accordo fra loro. Sarà per questo che il CS si è sempre dimostrato così aperto e disponibile all'islam?
:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:

Silence
20-02-2006, 00.33.16
Originariamente inviato da Flying Luka
Rido per non piangere: Non riescono neanche a mettersi d'accordo fra loro. Sarà per questo che il CS si è sempre dimostrato così aperto e disponibile all'islam?
:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:

No, credo sia per questo:

Il consiglio della Legge islamica ha però giudicato questa taglia «anti-islamica».

Siamo abituati a parlare di islam prendendo come punto di riferimento i terroristi che aizzano le folle...io personalmente ho molti amici musulmani, diversi pur nella loro fermezza di culto, da quelli "pubblicizzati". Diversi quel tanto che basta per farmi vivere la mia vita ricordando di non fare mai di tutta l'erba un fascio :)

Flying Luka
20-02-2006, 00.38.54
Originariamente inviato da Tristezza

Siamo abituati a parlare di islam prendendo come punto di riferimento i terroristi che aizzano le folle...io personalmente ho molti amici musulmani, diversi pur nella loro fermezza di culto, da quelli "pubblicizzati". Diversi quel tanto che basta per farmi vivere la mia vita ricordando di non fare mai di tutta l'erba un fascio :)

Mah... ti dirò. Qualcuno ne conosco anche io ed ho notato, pur nella loro diversità, un comune denominatore che è dato da una fermezza asssurda, che io chiamo ottusità, e da una scarsissima apertura al dialogo.

Comunque gliela giri, fatti alla mano ed evidenze lapmpanti, hanno ragione loro. Per cui alla fine ho rinunciato ad ogni forma di civile ed educato confronto.

Parlare con i mulini al vento non è affatto divertente.

Silence
20-02-2006, 00.47.48
Originariamente inviato da Flying Luka


Mah... ti dirò. Qualcuno ne conosco anche io ed ho notato, pur nella loro diversità, un comune denominatore che è dato da una fermezza asssurda, che io chiamo ottusità, e da una scarsissima apertura al dialogo.

Comunque gliela giri, fatti alla mano ed evidenze lapmpanti, hanno ragione loro. Per cui alla fine ho rinunciato ad ogni forma di civile ed educato confronto.

Parlare con i mulini al vento non è affatto divertente.

Immaginavo avessi avuto delle esperienze che avevano fatto maturare in te tali idee, sei troppo intelligente per basarti sul sentito dire :)
Io ho avuto forse delle esperienze diverse, magari sono stato fortunato non saprei che dire. Su una cosa ti do ragione...so duri come i muli, ma ti posso assicurare che non ho mai avuto così tanto rispetto se non da loro. Sono due lati opposti di una medaglia, io credo che lo scontro nasca proprio quando si vuol fare un paragone fra due civiltà...a mio avviso non paragonabili. :)

Flying Luka
20-02-2006, 00.53.08
Originariamente inviato da Tristezza


Sono due lati opposti di una medaglia, io credo che lo scontro nasca proprio quando si vuol fare un paragone fra due civiltà...a mio avviso non paragonabili. :)

... e quindi non integrabili perchè troppo radicalamente e profondamente diverse! ;)

Silence
20-02-2006, 00.54.50
Originariamente inviato da Flying Luka


... e quindi non integrabili! ;)

No no, non volevo dire quello, comunque sto andando a nanna, a domani :)



Hai spedito? :D

Flying Luka
20-02-2006, 01.03.02
domani mattina :)