PDA

Visualizza versione completa : Politica & co.: full throttle! [Parte II]


Pagine : 1 2 [3] 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Robbi
16-01-2006, 23.32.04
Non conosco Giovanni Buffa, ma come analisi politica, non mi sembra un granchè e in parte e' gia' contraddetta dai fatti!

1) la riforma Moratti non e' ancora a regime e prevedo che sara' difficile affossarla nei prossimi 5 anni. La vecchia riforma fatta dal filosofo Giovanni Gentile nel ventennio e' durata piu' di 60 anni.

2) Approvata e promulgata la Legge che stabilisce la durata della carica del Governatore della Banca d'Italia 6 anni + altri 6 eventuali.

3) Mah! che Bertinotti sia per la tassazione delle rendite da capitale, non e' una novita', sulla prima casa se non sbaglio e' per la detassazione totale. Ricordo che l'ICI e' la tassa che ha sostituito l'ISI voluta dal Ministro Scotti della DC

4) Qui poi siamo al ridicolo. E chi dovrebbe controllare le Societa' quotate in borsa se non la Consob con la supervisione della Banca D'Italia?? La Madonna Benedetta?? Fazio ci ha provato a dare nuovi poteri alle banche.. le indagini sono ancora in corso, ma e' sotto gli occhi di tutti il totale fallimento di questa politica, senza contare il probabile ladrocinio perpetrato a danno della clientela.

5) Difficile bloccare opere che non sono neanche alla fase progettuale esecutiva. A memoria ho visto solo un bel modellino scenografico del Ponte sullo stretto!

6)Riforma giudiziaria approvata, ritengo anche qui' difficile buttarla a mare nei prossimi 5 anni.

Buffa.. rimandato!
:p

NightMan
17-01-2006, 17.41.18
Originariamente inviato da robbi
Buffa.. rimandato!
:p

Appunto, queste analisi faziose e senza fondamento non riescono mai bene...

NightMan
17-01-2006, 17.45.03
Par condicio, Fi si arrende
Ritirato l'emendamento
Decisiva la contrarietà dei centristi e dei leghisti

ROMA - La par condicio non sarà modificata. Forza Italia, in prima commissione al Senato, ha ritirato l'emendamento che era stato presentato ieri dal vicepresidente del gruppo azzurro Lucio Malan al decreto legge sul voto elettronico. La decisione è stata presa dopo il coro di no arrivati sia dai centristi che dall'opposizione. Sfumato questo ultimo tentativo la modifica della par condicio, tanto auspicata dal premier, passa nel dimenticatoio.

...continua qui: http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/politica/versoelezioni4/condi/condi.html

ogni tanto una notizia buona, per fortuna che l'opposizione internza alla cdl (lega e udc) ha bloccato una volta tanto l'ennesima legge ad hoc.

Gigi75
17-01-2006, 18.08.47
Originariamente inviato da Flying Luka
Tornando In Topic, copio e incollo un mio vecchio post (vecchio di circa 2 anni) sulle conseguenze di una sempre più probabile vittoria del CS.

Come articolo è DECISAMENTE DI PARTE, ma alcuni spunti sono interessanti, altre cose invece non le condivido.

Mi piacerebbe sapere OBBIETTIVAMENTE cosa ne pensate:


[/i]


Al di là di alcuen argomentazioni un po' discutibili sono d'accordo sul fatto che negli scorsi anni questa sinistra è stata il Governo delle tasse.
Balzi balzelli imposte supposte.. di tutto un po'.
Visco non si dimentica tanto facilmente.

La memoria di quello che stato unitamente al fatto che ancora oggi il programma latita (ho chiesto di leggerlo mesi fa in questo thread ma allora era troppo presto...), fa pensare che per ora l'unico motivo per il voto a sinistra sia disdegnare il voto a Berlusconi; un voto antipersona.

Vorrei discutere dei programmi quando questi signori me lo permetteranno.. :rolleyes:

Flying Luka
17-01-2006, 18.16.34
Originariamente inviato da Gigi75



Al di là di alcuen argomentazioni un po' discutibili sono d'accordo sul fatto che negli scorsi anni questa sinistra è stata il Governo delle tasse.
Balzi balzelli imposte supposte.. di tutto un po'.
Visco non si dimentica tanto facilmente.

La memoria di quello che stato unitamente al fatto che ancora oggi il programma latita (ho chiesto di leggerlo mesi fa in questo thread ma allora era troppo presto...), fa pensare che per ora l'unico motivo per il voto a sinistra sia disdegnare il voto a Berlusconi; un voto antipersona.

Vorrei discutere dei programmi quando questi signori me lo permetteranno.. :rolleyes:

Infatti! (Y)(Y)(Y)

Rimarcando il fatto sulle argomentazioni discutibili, che io ho classificato come "di parte", alcune (come ho già detto) sono tristemente vere, nella fattispecie mi riferisco al nodo dolente "tasse".
Rimane comunque un discorso aperto (l'ardua sentenza ai posteri) se eventualmente il CS vincerà le prossime elezioni.

Sono anche d'accordo sul voto "antipersona", come d'altro canto lo è stato a suo tempo il voto dato a Berlusconi: un voto "antiCS". Cioè un voto di "riscatto" più che per un ideale od un seria convinzione politica.

Robbi
17-01-2006, 22.04.14
Originariamente inviato da Gigi75

Vorrei discutere dei programmi quando questi signori me lo permetteranno.. :rolleyes:

Guarda Gigi , ti dico la mia. Con questa storia dei programmi hanno letteralmente frantumato gli zebedei, nel senso... che i programmi in una formazione politica seria, dovrebbero essere un elemento portante della proposta medesima.

Ad iniziare dagli albori della Repubblica, i programmi sono sempre stati usati per accaparrarsi gli elettori, spiegati con dovizia di particolari , o con eserticazioni puramente dialettiche, che i piu' faticano a comprendere... tanto i "militarizzati" votano sempre e comunque, gli scontenti gli acchiappi per sfinimento e gli indecisi li prendi letteralmente per il sedere :p

Il popolo italiano ha dimostrato in questi anni una pazienza degna di Giobbe, veramente a volte sento come un moto irrefrenabile nel vendicarmi o vendicare personalmente i torti politici che ho dovuto/ abbiamo dovuto subire dalla nostra classe dirigente :p :D

Paradossalmente ci dovrebbe essere una legislatura "di prova" che metta alla frusta questi signori. Hai lavorato bene? I risultati sono visibili? Hai rispettato i punti del tuo programma?? Bene!! Ti voto!!

Contrariamente un programma politico diventa solo una esercitazione accademica di ca@@@@e !

:)

NightMan
17-01-2006, 22.42.55
Originariamente inviato da robbi


Guarda Gigi , ti dico la mia. Con questa storia dei programmi hanno letteralmente frantumato gli zebedei, nel senso... che i programmi in una formazione politica seria, dovrebbero essere un elemento portante della proposta medesima.

Ad iniziare dagli albori della Repubblica, i programmi sono sempre stati usati per accaparrarsi gli elettori, spiegati con dovizia di particolari , o con eserticazioni puramente dialettiche, che i piu' faticano a comprendere... tanto i "militarizzati" votano sempre e comunque, gli scontenti gli acchiappi per sfinimento e gli indecisi li prendi letteralmente per il sedere :p

Il popolo italiano ha dimostrato in questi anni una pazienza degna di Giobbe, veramente a volte sento come un moto irrefrenabile nel vendicarmi o vendicare personalmente i torti politici che ho dovuto/ abbiamo dovuto subire dalla nostra classe dirigente :p :D

Paradossalmente ci dovrebbe essere una legislatura "di prova" che metta alla frusta questi signori. Hai lavorato bene? I risultati sono visibili? Hai rispettato i punti del tuo programma?? Bene!! Ti voto!!

Contrariamente un programma politico diventa solo una esercitazione accademica di ca@@@@e !

:)

Giustissimo, anche perchè poi i programmi spessissimo non si rispettano...
Berlusconi promise 1000000 di posti di lavoro... meno tasse per tutti... informatica, istuzione e inglese per tutti ed altre cose mirabolanti, poi so arrivate la cirielli, la salvapreviti, la legge sul falso in bilancio ed altre cose indecenti...

Giaky
17-01-2006, 22.51.00
Originariamente inviato da ssj


Giustissimo, anche perchè poi i programmi spessissimo non si rispettano...
Berlusconi promise 1000000 di posti di lavoro... meno tasse per tutti... informatica, istuzione e inglese per tutti ed altre cose mirabolanti, poi so arrivate la cirielli, la salvapreviti, la legge sul falso in bilancio ed altre cose indecenti...


hm..

allora, vediamo...

poniamo che ad aprile la maggioranza vada all'unione, quercie, ulivi, asinelli, arcobaleni, mortadelle, ecc..

quali sono le priorità della sinistra?

siamo a 3 mesi dal voto, io ho solo visto esponenti di punta quali fassino, d'alema e compagnia coinvolti nelle scalate bancarie, caso unipol e quanto ne consegue..

e poi, quali sarebbero le loro priorità? è appena stata bocciata la proposta di legge sull'amnistia (che senso ha poi? se una persona ha commesso un reato, deve pagare per quello che ha fatto, e quello che ha fatto deve rimanere nella sua fedina penale), e sarebbe la prima cosa che farebbe la sinistra.

seconda cosa? i matrimoni gay...


per non parlare della cdl, anzi "moderati" :D , ah no, i "liberali"..

ilvio continuerà a fare i suoi interessi con leggi "ad personam" (tnx to Luka che mi ha suggerito come si scrive :p ) quali digitale terrestre per favorire mediaset premium con i contributi, salva previti, aumento delle pensioni a 500 alle persone con età maggiore di 70 anni (bella figura con poco spreco), etc etc..

morale della favola.. ognuno fa i suoi interessi, la poltrona è comoda.. chi non lo farebbe? :rolleyes:

Robbi
17-01-2006, 22.56.23
Originariamente inviato da ssj

Berlusconi promise 1000000 di posti di lavoro... meno tasse per tutti... informatica, istuzione e inglese per tutti ed altre cose mirabolanti, poi so arrivate la cirielli, la salvapreviti, la legge sul falso in bilancio ed altre cose indecenti...

Il mio e' un j'accuse alla classe politica in generale.. del resto basta aspettare qualche tempo, spero poco, per farci delle grasse risate anche con il programma di Prodi!

Ma a proposito: quando di grazia, si potra' leggere qualcosa di questi signori?? Non che mi interessi molto ehhh! Ma magari, per chi ci crede, un paio di paroline, prima di chiedergli il voto.... :p

Flying Luka
17-01-2006, 23.03.15
Anni fa Berlinguer si offese molto per una vignetta di Forattini su repubblica che lo ritraeva mentre sorseggiava un thè in elegante vestaglia mostrando aria infastidita per i rumori provenienti dalla finestra affacciata sulla piazza manifestante.

Oggi lo stesso Forattini potrebbe ritrarre Fassino mentre accompagna Consorte a scalare banche con valigette di denaro in mano, ma non lo fa, non fa più notizia, quindi non merita più neppure la satira....

Robbi
17-01-2006, 23.15.15
Forattini anni fa si e' scontrato con la permalosita' della sinistra in fatto di satira, si sa che la considera suo esclusivo appannaggio e non tollera deviazioni di percorso...il "buon" D'Alema gli ha piantato tra coppa e collo una richiesta di risarcimento per diffamazione o danni morali (non ricordo bene) di qualche miliardo del vecchio conio :p
poi finita in nulla.

Ora credo che ci pensi 6 volte prima di disegnare qualcosa, che riguardi "Le botteghe oscure"

:D

Flying Luka
17-01-2006, 23.33.19
Originariamente inviato da robbi
Forattini anni fa si e' scontrato con la permalosita' della sinistra in fatto di satira, si sa che la considera suo esclusivo appannaggio e non tollera deviazioni di percorso...il "buon" D'Alema gli ha piantato tra coppa e collo una richiesta di risarcimento per diffamazione o danni morali (non ricordo bene) di qualche miliardo del vecchio conio :p
poi finita in nulla.

Ora credo che ci pensi 6 volte prima di disegnare qualcosa, che riguardi "Le botteghe oscure"

:D

Flying Luka
17-01-2006, 23.33.48
:D

exion
17-01-2006, 23.50.14
[Mode IncursionePocoSeria]

a me Forattini ha sempre fatto schifo, persino quando era ancora a Repubblica e faceva le vignette su Reagan e Fanfani :o

[/Mode IncursionePocoSeria]

Robbi
17-01-2006, 23.50.39
se non sbaglio e' proprio questa la vignetta :D
era la lista del caso Mitrokin

:D

Robbi
17-01-2006, 23.52.08
Originariamente inviato da exion
[Mode IncursionePocoSeria]

a me Forattini ha sempre fatto schifo, persino quando era ancora a Repubblica e faceva le vignette su Reagan e Fanfani :o

[/Mode IncursionePocoSeria]

Cosa ci fai tu qui??
Pussa via!
:D:D:D

exion
18-01-2006, 00.07.19
Originariamente inviato da robbi


Cosa ci fai tu qui??
Pussa via!
:D:D:D


son ciucco!!! :o


ciaooooooooo!!!! Bye!!!! :tie:

Robbi
18-01-2006, 00.17.31
:D

real7
18-01-2006, 00.21.23
Originariamente inviato da ssj


Giustissimo, anche perchè poi i programmi spessissimo non si rispettano...
Berlusconi promise 1000000 di posti di lavoro... meno tasse per tutti... informatica, istuzione e inglese per tutti ed altre cose mirabolanti, poi so arrivate la cirielli, la salvapreviti, la legge sul falso in bilancio ed altre cose indecenti...
quello che succede in Italia non mi coinvolge, ma come italiano leggo il televideo tanto per stare informato,
qui sul forum leggo tante critiche al governo Berlusconi,sarà anche vero, però qualcosa di buono deve aver fatto,
cito un esempio:un mio conoscente che dall'anno scorso prende/prendeva una misera pensioncina,€ 73 mensili, gli è arrivata una comunicazione dell'INPS
con la nuova legge la sua pensione verrà portata a € 400 mensili

mariolino
18-01-2006, 01.52.31
:Castelli (http://www.unita.it/) : grazie a me tarpate le ali ai magistrati e 35mila prescrizioni in più


Sarebbero 35mila i procedimenti penali che saranno prescritti come effetto della legge “salva-Previti”. Lo ha detto al Senato il ministro della giustizia Roberto Castelli, illustrando la relazione sull’attività giudiziaria nel 2005. Una relazione trionfalistica, nella quale afferma di aver tagliato le ali alla magistratura.

afterhours
18-01-2006, 04.38.04
Fo sindaco di Milano sarebbe un miracolo.
Una di quelle cose che succedono ogni tanto nella vita, una cosa bella.
Uno squarcio di luce nello smog, nella politica-economia, nell'apatia, nella mancanza di coraggio.

Un’alternativa al candidato intercambiabile di destra e di sinistra.
Al candidatopatinatoordinatoligioalpartito.
Alla candidatapatinatatruccataligiaalpartito.
Ai grattacieli e ai parcheggi.

I miracoli stanno già avvenendo nel mondo, in Cile con l’elezione della Bachelet e in Liberia con l’elezione di Ellen Johnson Sirleaf.
Milano deve tornare a sorprendere, a farci sognare.

Fo è una persona onesta e l’onestà deve essere la discriminante per le scelte politiche oggi in Italia.
Non ce ne restano altre.

Con Fo abbiamo la possibilità di entrare in Europa, di fare di Milano una città europea, con le biciclette per le strade, con i parchi per i bambini, con il ritorno alla gioia di vivere, con le mostre, con il cittadino al centro di ogni scelta per l’acqua, l’energia, la rete.

Fo fa paura alla destra e ai suoi immobiliaristi, alla sinistra e ai suoi equilibri interni di potere ammuffito.

Fo fa paura.
Di Fo non si parla.

Allora ne parlo io, attraverso le sue parole, con il suo bellissimo discorso elettorale:
"Io non sono un moderato",
che vi invito a diffondere.

Postato da Beppe Grillo

http://www.beppegrillo.it/documenti/dario_fo.pdf

The_Prof
18-01-2006, 10.00.04
Originariamente inviato da Gigi75



Al di là di alcuen argomentazioni un po' discutibili sono d'accordo sul fatto che negli scorsi anni questa sinistra è stata il Governo delle tasse.
Balzi balzelli imposte supposte.. di tutto un po'.
Visco non si dimentica tanto facilmente.

La memoria di quello che stato unitamente al fatto che ancora oggi il programma latita (ho chiesto di leggerlo mesi fa in questo thread ma allora era troppo presto...), fa pensare che per ora l'unico motivo per il voto a sinistra sia disdegnare il voto a Berlusconi; un voto antipersona.

Vorrei discutere dei programmi quando questi signori me lo permetteranno.. :rolleyes:

Il programma, come hai detto, si compone di 2 articoli :
Cacciare Berlusconi, ed introdurre una tassa, questa volta, per rimanere in Europa.
Per il resto, sono profondamente mutate le condizioni economiche e politiche, rispetto ai 5 anni di Governo del CS.

Ciao :)

The_Prof
18-01-2006, 10.05.27
Originariamente inviato da nikzeno
Dichiarazione di Marco Taradash, Portavoce dei Riformatori Liberali

“Sotto l’accorta regia dell’Associazione Nazionale Magistrati i Ds hanno annunciato oggi che, nel quadro della demolizione di ogni e qualsiasi legge sulla giustizia votata dal centrodestra, si impegneranno per l’azzeramento della legge Pecorella che stabilisce l’inappellabilità delle sentenze di assoluzione. Con cinismo e ipocrisia la legge Pecorella è stata inserita d’ufficio fra le leggi ad personam, come se non fosse invece un passo decisivo verso l’adeguamento dell’arcaico sistema giudiziario italiano ai modelli più liberali e più efficienti. I Ds si accodano in questo modo alla parte più retriva della magistratura, ancora ferma nel rifiuto del giusto processo, nel timore di perdere parte del proprio potere politico.
La posizione dei Ds porta un contributo spettacolare a chi sta esercitando ogni sorta di pressione sul presidente Ciampi per indurlo a rinviare la legge davanti alle Camere. Sarebbe singolare davvero che il rinvio presidenziale, che non è stato fatto per la legge Cirielli, avvenisse invece per una legge che rappresenta una svolta epocale per l’affermazione concreta del processo di rito accusatorio”.

Fonte (http://www.riformatoriliberali.org/dettaglio.asp?id=148)

:mm: Chi ci capisce è bravo :o

Mi sembra invece chiaro.
Dobbiamo avvicinarci sempre di piu' al modello anglossassone di processo penale, con l'effettiva parita' tra accusa e difesa, e con il giudice, eletto dal Parlamento, che deve soltanto far rispettare la Legge nel dibattimento.

Ciao :)

Nothatkind
18-01-2006, 10.10.13
Italiani cattolici ma non troppo: sì a pacs, aborto e divorzio


Un'indagine Eurispes rapporto tra gli italiani e la fede cattolica rivela che la maggioranza dei fedeli è in disaccordo con la Chiesa su temi che riguardano rapporti interpersonali e famiglia. Lo studio ha anche dichirato che sono aumentati i cattolici (87,8%), l'8% in più rispetto a quindici anni.

...

Nell'Italia cattolica e laica, il 68,7% dei fedeli è favorevole ai Pacs; il 65,6% difende la legge sul divorzio e il 77,8% è contrario al divieto dell'eucarestia ai divorziati.

...

L'istituto diretto da Gian Maria Fara nella sua analisi parte intanto da un primo dato: i cattolici in Italia sono in crescita di 8 punti percentuali (87,8%) rispetto ad un analogo sondaggio effettuato sempre dall'Eurispes quindici anni fa. Ma, allo stesso tempo, solo un terzo dei credenti sembra essere anche "praticante".
Poco praticante significa poi "disubbidiente" ai dettami di Santa Romana Chiesa? Sembra proprio di sì: lontano dalla parrocchia, gli italiani prestano l'orecchio anche ad "altre campane", che si fanno sentire sui più impegnativi temi etici e morali.
Come spiegare questo scollamento? "I dati emersi delineano - dice Fara - una crisi non della religione, ma della religiosità". Cioé?
"La realtà è che in Italia, tra la Chiesa cattolica ed i propri fedeli c'è la stessa discontinuità che esiste, politicamente parlando, tra paese ufficiale e paese reale". Insomma, l'Italia a cui il Card. Camillo Ruini o lo stesso Santo Padre Benedetto XVI si rivolgono esiste sì, ma solo in parte. Le gerarchie ecclesiastiche non sembrano corrispondere, nell'elaborazione dell'indirizzo religioso, alle difficoltà e alle istanze dei fedeli cattolici.
E si capisce allora come l'83,2% dei cattolici si dichiari favorevole all'aborto quando la vita della madre sia in pericolo; il 72,9% in caso se ci sono gravi anomalie e malformazioni del feto o in caso di violenza sessuale per il 61,9%.
La percentuale, invece, cala notevolmente se le motivazioni sono più attinenti alle condizioni economiche o alla volontà della madre di non avere figli: rispettivamente al 26,4% (23% cattolici e 51,2% non cattolici) e al 21,9% (18,6% cattolici e 45% non cattolici).

GIOVANI
L'indagine Eurispes, contenuta nel Rapporto Italia 2006 e condotta su un campione rappresentativo della popolazione italiana di 1.070 intervistati, si declina poi in vari capitoli, tra i quali - a sorpresa - quello che certifica l'accresciuto desiderio di religiosità tra i giovani.
La percentuale dei ragazzi che affermano di partecipare alla messa domenicale è superiore a quella dei soggetti più grandi di età: si reca alla messa tutte le domeniche il 30,8% degli intervistati che hanno tra i 18 e i 24 anni d'età, a fronte del 22,4% e del 28,5% dei soggetti intervistati appartenenti rispettivamente alle fascia d'età 25-34 e 35-44 anni. La quota più alta (37,7%) dei soggetti che si recano in Chiesa appartiene invece alla fascia d'età 65 anni ed oltre.

GLI ITALIANI CREDONO POCO AI MIRACOLI
Un' altra incongruenza emersa dal sondaggio Eurispes è che solo il 54,3% degli intervistati (cattolici e non cattolici) afferma di credere nei miracoli, in particolare sono assolutamente increduli il 37,2% degli intervistati.
Tra coloro che hanno dichiarato di non credere ai miracoli, quasi uno su due (48,9%) giustifica il proprio scetticismo affermando che si tratta di eventi naturali, che non hanno ancora trovato una spiegazione scientifica.
Il 28,8% invece nega qualsiasi forma di fenomeno sovrannaturale; in particolare il 18,6% li considera semplici suggestioni ed il restante 9,6% risponde che gli eventi sovrannaturali non esistono.

LE TIPOLOGIE DEL CATTOLICO ITALIANO
E queste, invece, sono le quattro tipologie di "cattolico": c'è quella a "corrente continua": una tipologia che interessa quel 36,8% in regola con il precetto cristiano e che afferma di partecipare alla Messa ogni domenica (30,6%) o anche più volte alla settimana (6,2%).
Della seconda tipologia fanno parte i "cattolici a corrente alternata", quelli cioè che si recano in Chiesa a domeniche alterne: fa parte di questa categoria il 23,7% del campione.
Ci sono poi i "precettati del Natale e della Pasqua": si tratta di quel 29,8% di intervistati che segue la Messa soltanto in occasione delle "Feste comandate": Natale, Pasqua e Ognissanti. Infine trovano posto i "cattolici delle quattro ruote" (8,1%), quelli cioé che vanno in Chiesa tre volte durante tutta la vita: in occasione del battesimo (di gran lunga il sacramento preferito), del matrimonio e del funerale. Con una caratteristica in comune: in tutti e tre i casi vengono accompagnati in automobile.

IL VALORE DELLA PREGHIERA
Per tre intervistati su quattro (76,2%) la motivazione principale che spinge gli italiani a recarsi in Chiesa è la preghiera.
Il 16,4% del campione, invece, va in Chiesa solamente in ossequio alla tradizione familiare e un 14% ne avverte la necessità per trovare la forza nei momenti più difficili della vita. Molto più basse le percentuali dei credenti che frequentano la Chiesa per chiedere una grazia (1,7%), per socializzare (1,8%) o per ringraziare di un dono ricevuto da Dio (5,9%). Tra le donne (77,4%) il bisogno di preghiera risulta più diffuso che fra i maschi (74,7%); questi ultimi manifestano maggiormente un legame con la Chiesa per tradizione familiare (18,9% contro il 14,4% del dato femminile).

INTERVENTISMO DELLA CHIESA: ITALIANI DIVISI
Dal sondaggio emerge una opinione pubblica (cattolici e non cattolici) spaccata: da una parte si schierano quelli che vorrebbero che la Chiesa non interferisse più del dovuto sulle problematiche etiche (42,5%), dall'altra c'è una opinione pubblica (41,6%) che considera opportuna la presenza della Chiesa su queste problematiche. Solo una esigua minoranza (9,9%), invece, richiede un intervento maggiore dell'istituzione ecclesiastica.
Per quel che riguarda l'appartenenza politica degli intervistati, la maggior parte degli elettori di sinistra (71,1%) e di centro-sinistra (50%) ritiene che la Chiesa intervenga più del consentito sulle questioni etiche, mentre fra i sostenitori di centro e centro-destra sono particolarmente numerosi coloro che considerano "nella giusta misura" l'intervento dell'istituzione ecclesiastica su tali problemi (rispettivamente il 66,7% e il 48,6%).

GLI ITALIANI IMMUNI DALLE TENTAZIONI LAICISTE
L'80,3% degli italiani (cattolici e non cattolici) non sposterebbe il crocifisso dalle scuole o dalle istituzioni statali. Più empatico l'atteggiamento dell'8,5% del campione che sostiene che il crocifisso vada esposto, a patto che non urti la sensibilità di altre fedi. Decisamente inferiori le percentuali di coloro che ritengono ingiusto esporre il crocifisso perch‚ ciò limiterebbe la libertà di culto delle altre religioni (5,3%) o comunque non rispetterebbe le altre confessioni religiose (5,2%).

CHIESA E FISCO
La maggioranza degli intervistati (63,9%) reputa ingiusto il decreto fiscale collegato alla Finanziaria che esonera la Chiesa e le altre confessioni religiose riconosciute dallo Stato dal versamento dell'imposta comunale su tutti gli immobili, anche ad uso commerciale; si dichiara favorevole solo un soggetto su quattro (24,9%). Più critici gli elettori di sinistra che nell'80,5% dei casi di non condividono il provvedimento; nel centro-destra (36,1%) e a destra (30,8%) sono più numerosi quelli che lo ritengono giusto. Infine tre intervistati su quattro circa (73,6%) ritengono giusto l'otto per mille come forma di finanziamento, contro il 23% che la pensa diversamente.

L'IDENTIKIT DEL CREDENTE
Al crescere dell'età aumenta la percentuale di coloro i quali si dichiarano cattolici: se i giovani tra i 18 e i 24 anni credono nel 71,6% dei casi, tra gli ultrassesantacinquenni la percentuale raggiunge il 96,2%. In posizione intermedia si collocano invece la fascia d'età compresa tra i 25-34 anni con l'83,3%, quella tra i 35 e i 44 anni (88,2%) e, infine, quella tra i 45 e i 64 anni (89,5%).
Rispetto al genere, fra le femmine (89,4%) è leggermente più elevata che fra i maschi (86%) la quota di chi si dichiara cattolico.
La quota più alta dei cattolici si riscontra nelle regioni del Centro (90,5%) (anche storicamente più legata al potere temporale dello Stato Pontificio), la più bassa in quelle del Nord-Ovest (86,7%); nessuna area geografica si allontana, però, in modo consistente dalla media: infatti i credenti al Sud sono l 87,7%, mentre al Nord-Est e nelle Isole si attestato parimenti all 86,9%.
In relazione alla formazione, il numero maggiore di credenti si riscontra fra chi non ha alcun titolo di studio o possiede la licenza elementare (97,2%) e tra coloro i quali sono in possesso della licenza media (93,2%).
Al contrario, la percentuale dei cattolici si riduce notevolmente tra i diplomati (85,8%) e tra i laureati.


Fonte: Panorama


Porporato ciapa chì :devil:

The_Prof
18-01-2006, 10.14.51
Originariamente inviato da robbi


Guarda Gigi , ti dico la mia. Con questa storia dei programmi hanno letteralmente frantumato gli zebedei, nel senso... che i programmi in una formazione politica seria, dovrebbero essere un elemento portante della proposta medesima.

Ad iniziare dagli albori della Repubblica, i programmi sono sempre stati usati per accaparrarsi gli elettori, spiegati con dovizia di particolari , o con eserticazioni puramente dialettiche, che i piu' faticano a comprendere... tanto i "militarizzati" votano sempre e comunque, gli scontenti gli acchiappi per sfinimento e gli indecisi li prendi letteralmente per il sedere :p

Il popolo italiano ha dimostrato in questi anni una pazienza degna di Giobbe, veramente a volte sento come un moto irrefrenabile nel vendicarmi o vendicare personalmente i torti politici che ho dovuto/ abbiamo dovuto subire dalla nostra classe dirigente :p :D

Paradossalmente ci dovrebbe essere una legislatura "di prova" che metta alla frusta questi signori. Hai lavorato bene? I risultati sono visibili? Hai rispettato i punti del tuo programma?? Bene!! Ti voto!!

Contrariamente un programma politico diventa solo una esercitazione accademica di ca@@@@e !

:)

Questa che espongo è una mia personalissima opinione.
Tutti a parlare di Democrazia, ma in realta' viviamo in una "dittatura" partitocratica con connotati masochistici, nel senso che siamo noi a scegliere la classe dirigente che puntualmente ci prepara il suppostone da infilare nel luogo che vi lascio immaginare.

Per una vera Democrazia, o ci rifacciamo al Governo dei Saggi di Platone, o ci rifacciamo alle assemblee condominiali, nelle quali l'amministratore condominiale risponde in qualunque momento del suo operato.

Perdonatemi se a parer vostro ho scritto delle c#####e, ma con l'avanzare degli anni, aumenta il mio disagio mentale :D

Ciao :)

Flying Luka
18-01-2006, 10.15.51
Originariamente inviato da The_Prof


Il programma, come hai detto, si compone di 2 articoli :
Cacciare Berlusconi, ed introdurre una tassa, questa volta, per rimanere in Europa.
Per il resto, sono profondamente mutate le condizioni economiche e politiche, rispetto ai 5 anni di Governo del CS.

Ciao :)
Ma non si erano già pagate diverse tasse tipo: tassa Europa, tassa salute, tassa medico?

Alcune delle quali dovevano anche essere restituite?

Gigi75
18-01-2006, 10.17.07
Be' la tassa europa è stata restituita al 75%...


...il resto mancia! :o

:D:D:D

Nothatkind
18-01-2006, 10.18.03
Con 57 milioni di abitanti trovare un'agorà idonea mi pare un po' problematico, anche una saletta condominiale è dura... :D

Comunque, difficile non darti ragione riguardo alla decadenza della classe politica. Il fatto, poi, che in parlamento si pensi ad aumentare (con appoggio bipartisan) il proprio stipendio nonostante non ci sia un euro per un sacco di cose mi pare una gravissima perdita di contatto con la realtà del Paese.

Robbi
18-01-2006, 10.44.51
Originariamente inviato da Gigi75
Be' la tassa europa è stata restituita al 75%...


...il resto mancia! :o

:D:D:D

dai Gigi...:D una paracu@@ta per permettere il raggiungimento dei parametri con una semplice operazione di cassa, la solita italica furbizia scapina, raggiunto l'obbiettivo... ecco la restituzione

Non e' serio!!

;)

Gigi75
18-01-2006, 10.49.17
Originariamente inviato da robbi


dai Gigi...:D una paracu@@ta per permettere il raggiungimento dei parametri con una semplice operazione di cassa, la solita italica furbizia scapina, raggiunto l'obbiettivo... ecco la restituzione

Non e' serio!!

;)


Ah sì sono d'accordo. E' una cosa che dico sempre quando penso ad un governo mortadella :rolleyes:

Robbi
18-01-2006, 10.52.39
Originariamente inviato da The_Prof


Questa che espongo è una mia personalissima opinione.
Tutti a parlare di Democrazia, ma in realta' viviamo in una "dittatura" partitocratica con connotati masochistici, nel senso che siamo noi a scegliere la classe dirigente che puntualmente ci prepara il suppostone da infilare nel luogo che vi lascio immaginare.

Per una vera Democrazia, o ci rifacciamo al Governo dei Saggi di Platone, o ci rifacciamo alle assemblee condominiali, nelle quali l'amministratore condominiale risponde in qualunque momento del suo operato.



Ribadisco l'adorazione che ho per quest' uomo! :p :D

Perdonatemi se a parer vostro ho scritto delle c#####e, ma con l'avanzare degli anni, aumenta il mio disagio mentale :D

Qui posso darti una mano concreta. Un mio carissimo amico e' Presidente di
Psiche Friuli con sede a Palmanova...
Nel qual caso fammi sapere.. che ci andiamo assieme, anche a me una visitina non farebbe male!! ;)

:D

Gigi75
18-01-2006, 10.53.55
Più che non è serio, da profano credo sia stateo deleterio.
Se sono stabiliti certi parametri ci sarà un motivo tecnico.Se quei parametri per l'Italia non sono veri un effetto ci sarà.
Devo uscire anche se non mi sento bene: levo le pile al termometro (poi le rimetto :o). Perfetto non ho la febbre.. esco :p

Robbi
18-01-2006, 11.10.12
Originariamente inviato da Gigi75
Più che non è serio, da profano credo sia stateo deleterio.
Se sono stabiliti certi parametri ci sarà un motivo tecnico.Se quei parametri per l'Italia non sono veri un effetto ci sarà.


Ormai e' storia vecchia, andata... comunque quello che mi da parecchio fastidio e' il modo con cui vengono fatte queste operazioni, ecco perche'le considero poco serie!

Un conto e' dire: "Signori per poter raggiungere questo obbiettivo, dobbiamo fare una manovra di finanza straodinaria" Bene! vai di fronte al paese, ci metti la faccia, ti prendi magari anche qualche rampogna, ma sei corretto istituzionalmente, fai il tuo dovere di politico serio.

Un conto e' fare operazioni al limite della fraudolenza come sono state quelle della tassa sul medico o la tassa europea

:)

The_Prof
18-01-2006, 11.42.36
Originariamente inviato da Flying Luka

Ma non si erano già pagate diverse tasse tipo: tassa Europa, tassa salute, tassa medico?

Alcune delle quali dovevano anche essere restituite?

Si era pagata la tassa per entrare in Europa, adesso quella per restarci.
Ciao:

Flying Luka
18-01-2006, 13.48.07
Originariamente inviato da The_Prof


Si era pagata la tassa per entrare in Europa, adesso quella per restarci.
Ciao:

Allora, se le cose stanno così, per quanto mi riguarda possiamo anche uscire dall' Europa ed il più velocemente possibile.

Ciao Prof! :)

Brunok
18-01-2006, 14.13.57
Originariamente inviato da robbi


Ormai e' storia vecchia, andata... comunque quello che mi da parecchio fastidio e' il modo con cui vengono fatte queste operazioni, ecco perche'le considero poco serie!

Un conto e' dire: "Signori per poter raggiungere questo obbiettivo, dobbiamo fare una manovra di finanza straodinaria" Bene! vai di fronte al paese, ci metti la faccia, ti prendi magari anche qualche rampogna, ma sei corretto istituzionalmente, fai il tuo dovere di politico serio.

Un conto e' fare operazioni al limite della fraudolenza come sono state quelle della tassa sul medico o la tassa europea

:)

oppure il furto dei furti che fu perpretato dall'odiatissimo amato nottetempo attingendo direttamente nei conti correnti di tutti gli italiani, io questo non lo scorderò mai! :mad: il topastro *§$%&£##! (W)(W)(W)

Brunok
18-01-2006, 14.18.36
Originariamente inviato da The_Prof


Questa che espongo è una mia personalissima opinione.
Tutti a parlare di Democrazia, ma in realta' viviamo in una "dittatura" partitocratica con connotati masochistici, nel senso che siamo noi a scegliere la classe dirigente che puntualmente ci prepara il suppostone da infilare nel luogo che vi lascio immaginare.

Per una vera Democrazia, o ci rifacciamo al Governo dei Saggi di Platone, o ci rifacciamo alle assemblee condominiali, nelle quali l'amministratore condominiale risponde in qualunque momento del suo operato.

...
Ciao :)


Io lo vengo dicendo da sempre che quella in cui viviamo è una dittatura vera e propria con l'aggravante che si illudono i cittadini che sia democrazia.... ed a prescindere da chi stia seduto sulle poltrone, anche invertendo i fattori il risultato non cambia... a prenderlo in quel posto son sempre i poveri cittadini...

la democrazia è solo una pia illusione, di fatto non esiste !!! :S:S:S

infinitopiuuno
18-01-2006, 14.45.57
Originariamente inviato da Brunok


oppure il furto dei furti che fu perpretato dall'odiatissimo amato nottetempo attingendo direttamente nei conti correnti di tutti gli italiani, io questo non lo scorderò mai! :mad: il topastro *§$%&£##! (W)(W)(W)

:D :D :D

E' da allora che si iniziò la strada delle "patrimoniali". Non tasse sul reddito ma tasse sulla proprietà.

Mio insegnante cinese dile semple: polta via le mele dall'albelo non i lami:o

The_Prof
18-01-2006, 14.48.29
Originariamente inviato da Brunok


oppure il furto dei furti che fu perpretato dall'odiatissimo amato nottetempo attingendo direttamente nei conti correnti di tutti gli italiani, io questo non lo scorderò mai! :mad: il topastro *§$%&£##! (W)(W)(W)

No, quella fu un'importante manovra economica finanziaria del Dottor Sottile, stranamente non anticostituzionale, forse perche' i conti di tutti i politici ne risultarono indenni. :D :D

wilhelm
18-01-2006, 15.12.19
Originariamente inviato da The_Prof


Questa che espongo è una mia personalissima opinione.
Tutti a parlare di Democrazia, ma in realta' viviamo in una "dittatura" partitocratica con connotati masochistici, nel senso che siamo noi a scegliere la classe dirigente che puntualmente ci prepara il suppostone da infilare nel luogo che vi lascio immaginare.

Per una vera Democrazia, o ci rifacciamo al Governo dei Saggi di Platone, o ci rifacciamo alle assemblee condominiali, nelle quali l'amministratore condominiale risponde in qualunque momento del suo operato.


Straquote!!! (Y)(Y)

Brunok
18-01-2006, 15.48.25
Originariamente inviato da The_Prof


No, quella fu un'importante manovra economica finanziaria del Dottor Sottile, stranamente non anticostituzionale, forse perche' i conti di tutti i politici ne risultarono indenni. :D :D

il fatto che lo stato si senta in diritto di attingere senza preavviso direttamente nei conti correnti dei cittadini oltre a ledere chiaramente i diritti di questi ultimi è quanto solo una dittatura di stampo comunista tra le più becere può fare.

il topastro avrebbe dovuto esser silurato sul colpo ed invece....
ovviamente TUTTI i politici sapevano e si sono salvaguardati tanto per cambiare... (W)(W)(W)

Nothatkind
18-01-2006, 17.07.30
Il ritorno dello Jedi
postato in pubblicato da Nick in: Varie

http://www.tvblog.it/uploads/stor_7407667_51590.jpg

Al di là della posizione politica di ogni libero telespettatore, è dovere del semplice e privato osservatore annotare una preoccupante recrudescenza della pervasività multimediale del Presidente del Consiglio.

Dopo l'intervento telefonico a Ballarò (RaiTre) di ieri sera, il Cavaliere Jedi Silvio Berlusconi ha partecipato questa mattina a Isoradio e Unomattina (RaiUno). Domani sera sarà ospite di Clemente Mimun a Dopo Tg1 e, successivamente, di Anna La Rosa ad Alice. Venerdì sera il gran finale, con un faccia a faccia - opposto a Francesco Rutelli - nello studio di Matrix (Canale 5).

Questa continuità rappresenta la prova più evidente che i comunisti hanno occupato militarmente la televisione pubblica e i principali mezzi di informazione, come da raffinato Teorema del Suddetto più volte enunciato e tenacemente dimostrato. Luke Carlo Azeglio Skywalker, sta attualmente tentando (da solo, nel più orrifico Deserto del Pianeta dell'Informazione) di riportare tutti alla ragione, auspicando obiettività e moderazione.

Che la forza sia con noi.



tvblog.it

NightMan
18-01-2006, 17.29.26
Originariamente inviato da Nothatkind
Il ritorno dello Jedi
postato in pubblicato da Nick in: Varie

http://www.tvblog.it/uploads/stor_7407667_51590.jpg

Al di là della posizione politica di ogni libero telespettatore, è dovere del semplice e privato osservatore annotare una preoccupante recrudescenza della pervasività multimediale del Presidente del Consiglio.

Dopo l'intervento telefonico a Ballarò (RaiTre) di ieri sera, il Cavaliere Jedi Silvio Berlusconi ha partecipato questa mattina a Isoradio e Unomattina (RaiUno). Domani sera sarà ospite di Clemente Mimun a Dopo Tg1 e, successivamente, di Anna La Rosa ad Alice. Venerdì sera il gran finale, con un faccia a faccia - opposto a Francesco Rutelli - nello studio di Matrix (Canale 5).
...



Ma un presidente del consiglio, ha così tanto tempo da perdere tra tv e tribunali?
ps: ovviamente ha tempo di andare in tribunale solo per processi che non lo riguardano...

Ghandalf
18-01-2006, 17.54.52
Originariamente inviato da ssj



ps: ovviamente ha tempo di andare in tribunale solo per processi che non lo riguardano...

Per interrogarlo per associazione mafiosa...i giudici lo hanno atteso due volte a palermo...lui non è andato perché il presidente del consiglio non ha tempo per i processi. Allora, avendone il diritto, ha chiamato tutti i giudici a Roma per farsi interrogare a palazzo madama: non si è fatto trovare. Solo alla quarta volta sono riusciti ad interrogarlo ed i mesi passano.

Certo però che per andare dal giudice a riferire cose senza peso penale si è alzato la mattina di buon'ora ed è corso in tribunale.

Che siamo tutti indegni non c'è dubbio...ma c'è sempre qualcuno che lo è più degli altri e generalmente è al potere.

NightMan
18-01-2006, 18.02.29
Originariamente inviato da Ghandalf


Per interrogarlo per associazione mafiosa...i giudici lo hanno atteso due volte a palermo...lui non è andato perché il presidente del consiglio non ha tempo per i processi. Allora, avendone il diritto, ha chiamato tutti i giudici a Roma per farsi interrogare a palazzo madama: non si è fatto trovare. Solo alla quarta volta sono riusciti ad interrogarlo ed i mesi passano.

Certo però che per andare dal giudice a riferire cose senza peso penale si è alzato la mattina di buon'ora ed è corso in tribunale.

Che siamo tutti indegni non c'è dubbio...ma c'è sempre qualcuno che lo è più degli altri e generalmente è al potere.

Appunto!
Guarda, io sono allo sconforto totale perchè ste cose sono talmente evidenti eppure la gente riesce ancora a farsi abbindolare da quest'uomo. Lui lo sa ed è per questo che ora spopola in tv, da Pora a porta al Prucesso di Biscardi... La vittoria del 9 Aprile, purtroppo IMHO, non è + tanto certa, anzi...

Robbi
18-01-2006, 18.44.24
Io invece do una interpretazione maliziosa.

La sua sovraesposizione mediatica in questo periodo e' anomala proprio perche' al Silvietto non e' mai piaciuto parlare di politica sui media, ne tantomeno il contraddittorio.. Gli piace comandare!!
La mia opinione e' che la sua sia una strategia pianificata a tavolino, aldila' dei sondaggi che ognuno manipola a proprio piacimento, esistono dei sondaggi, diciamo veri, che ovviamente rimangono segreti.

Sa di perdere per cui ci mette la faccia! Anche certe scelte di politica nazionale, vanno in tal senso.. leggi riforma della legge elettorale poco prima del voto, che comunque vada, "annacqua" il risultato del vincitore!

Non e' da escludere che utilizzi anche l'arma della magistratura come u n randello per tirare acqua al suo mulino, del resto ha imparato a proprie spese cosa significa essere processato tutti i giorni sui giornali, a torto o a ragione.

Conclusione di questo discorso parecchio dietrologico :p

Elettori della sinistra: Tranquilli!! Ci sono buone probabilita' che lo rimandino a casa , nell'attesa... preparatevi a godere per 5 anni delle meraviglie politiche che il suo successore Romano da Scandiano propinera' a tutti noi, per un prospero e radioso futuro.

Fino a la'.... dove sorge il sol dell'avvenir

:D

Brunok
18-01-2006, 18.59.16
Come strategia il cavaliere è qualche spanna sopra tutti gli altri checchè ne dicano, gli avversari finiscono per fare esattamente il suo gioco e son così gonzi che non se ne rendono nemmeno conto... :D:D:D

La sua vera forza nasce proprio dall'odio degli avversari che acciecati dallo stesso finiscono per favorire le sue mosse, ma non lo capiranno mai ottusi come sono.., beh meglio così.... :devil:

Ghandalf
18-01-2006, 20.23.02
Originariamente inviato da robbi


per 5 anni delle meraviglie politiche che il suo successore Romano da Scandiano propinera' a tutti noi, per un prospero e radioso futuro.

:D


Cinque anni?!..:D..sei decisamente ottimista!

Robbi
18-01-2006, 20.25.46
AH AHHHAHHHA!!!
E' vero! mi sa che il Faustino lo fa secco mooooolto prima

:D:D

NightMan
19-01-2006, 12.23.58
Originariamente inviato da Ghandalf



Cinque anni?!..:D..sei decisamente ottimista!

ehheeh mi stai facendo ridere a crepapelle.. effettivamente, sarà un traguardo arduo :D

Flying Luka
19-01-2006, 15.11.00
Piccolo riassuntino del governo Prodi dal 21 aprile 1996 alla crisi

Ovvero: visto che le malefatte di Berlusconi le conosciamo tutti a memoria, riesaminiamo cosa ha fatto colui che dice di essere in grado di risollevare le sorti dell'italica penisola... e che molti sono pronti a votare.

21 aprile 1996: l'Ulivo vince le elezioni, grazie al patto di desistenza con Rifondazione comunista. Maggioranza autosufficiente al Senato, mentre alla Camera i voti di Rifondazione sono determinanti.

16 maggio: Scalfaro dà l'incarico a Prodi che il giorno dopo ha già pronto il governo, che giura il 18. Il 24 maggio ottiene la fiducia al Senato e il 31 alla Camera.

19 giugno: varata la prima manovra correttiva dei conti pubblici per 16 mila miliardi.

24 settembre: governo e parti sociali raggiungono un accordo sul piano per l'occupazione.

27 settembre: varata una finanziaria per 62.500 miliardi.

14 novembre: si dimette Di Pietro, ministro dei lavori pubblici.

30 dicembre: "decretone" di fine anno con misure fiscali per oltre 4.300 miliardi di lire (eurotassa).

27 marzo: approvata manovra correttiva di 15.500 miliardi.

9 aprile: prima grande crisi con Rifondazione. La missione Alba in Albania è approvata con i voti del Polo. Nei giorni successivi Rifondazione torna a votare la fiducia al governo.

28 settembre: finanziaria da 25.000 miliardi.

9 ottobre: seconda crisi. Rifondazione annuncia voto contrario alla finanziaria. Prodi si dimette. Il giorno dopo Bertinotti si dice pronto a un nuovo accordo, che comprende le 35 ore.

Il 14 il governo è rinviato alle Camere e il 16 ottiene la fiducia.

1 novembre: intesa governo-sindacati sulle pensioni.

24 marzo: il governo approva il disegno di legge sulle 35 ore.

25 marzo: Italia ammessa nel gruppo iniziale dell'Euro.

2 aprile: respinte le mozioni di sfiducia al ministro dei Trasporti Claudio Burlando.

17 aprile: il Consiglio dei ministri approva il Documento di programmazione economica e finanziaria.

20 aprile: respinte le dimissioni del ministro della Giustizia Flick dopo le fughe di Gelli e Cuntrera.

21 luglio: il Senato vota la fiducia per la verifica di governo. Il 22 fiducia anche alla Camera.

25 settembre: il governo approva una Finanziaria da 14.700 miliardi.

4 ottobre: il Comitato politico di Rifondazione comunista decide il voto contro la Finanziaria.

Nei giorni successivi scissione della corrente di Cossutta, che voterà a favore.

25 settembre: il Consiglio dei ministri vara la Finanziaria '99, da 14.700 miliardi dopo aver aggiunto in extremis 1.200 miliardi da destinare alle fasce sociali più deboli. Prodi sottolinea che la finanziaria "viene incontro a esigenze e richieste del Prc".

1 ottobre: Per Bertinotti la Finanziaria "non è emendabile" e il governo può solo "ritirarla". Cossutta esprime sconcerto per la "determinazione ad arrivare alla rottura".

4 ottobre: al Comitato politico nazionale di Rifondazione comunista vince la linea del segretario, con il voto determinante della minoranza trotzkista di Maitan.

5 ottobre: Prodi va al Quirinale per riferire a Scalfaro. Cossutta si dimette da presidente del partito. Cossiga annuncia che l' Udr non voterà la fiducia al governo, ma nella maggioranza è aperto il dibattito sul rapporto con l Udr. D'Alema smentisce le voci di una sua volontà di sostituire Prodi.

6 ottobre: l' assemblea dei gruppi parlamentari del Prc approva, con 29 voti contro 16, il documento presentato dal capogruppo alla Camera Diliberto con cui si dà mandato di votare no al governo e alla Finanziaria. Il documento contiene però una forte critica alla linea del segretario aprendo la strada alla scissione.

7 ottobre: Prodi riferisce alla Camera gli ultimi sviluppi della crisi. Per il Prc parla Diliberto che annuncia la decisione del partito, ma esprime il disagio suo e di altri colleghi di partito. Nel pomeriggio riunione di quadri del Prc, con Cossutta e Diliberto, che avvia di fatto il processo della scissione che dovrebbe portare alla nascita di un altro partito comunista.

8 ottobre: la replica di Prodi alla Camera è prudente, soprattutto sul problema dei raid Nato nel Kosovo, che può essere un punto di rottura con Cossutta. Tutti gli schieramenti fanno appello ai propri deputati per la presenza in aula, perchè la fiducia è legata a pochi voti.

Dai Ds ai Popolari, dai Verdi a i "cossuttiani" c'è grande amarezza per l'esito del voto alla Camera. Ma nelle riflessioni di quasi tutti i leader della maggioranza viene espresso forte disappunto per la decisione di Bertinotti di non votare la finanziaria. Comincia D'Alema, segretario ds, secondo il quale "non si può certo escludere che la via d'uscita possano essere le elezioni. In queto momento credo che nulla possa essere escluso".

Bertinotti, aggiunge D'Alema, ha compiuto un "errore drammatico". "Credo che chi abbia visto alla televisione le immagini dei parlamentari del Polo festanti intorno a Berlusconi e Fini difficilmente le dimenticherà - ha detto - E credo che per Bertinotti non sarà facile quello che lo attende. Quindi - insiste il leader ds - l'errore drammatico l'ha compiuto quel pezzo della sinistra che si è sottratto alla responsabilità del governo del Paese e che ha restituito alla destra la parola e il motivo per festeggiare. Perchè loro, da soli, non avrebbero mai potuto riconquistarlo".

E contro il segretario di Rifondazione, che ha votato "no" all'esecutivo, è sceso in campo anche Marini, leader popolare. Scosta brusco i cronisti, lasciando l'aula di Montecitorio dopo la bocciatura del governo, e dice: "Avete visto tutti quello che è successo: siamo andati sotto per un voto solo". "Siamo andati sotto per il voto di un traditore" aggiunge Mattarella.

"Al Capo dello Stato proporremo di valutare la possibilità di affidare l'incarico a chi è in grado, all'interno del centrosinistra, di portare all'approvazione della legge finanziaria e di gestire la fase successiva e le importanti scadenze istituzionali previste", ha invece dichiarato il senatore Luigi Manconi, portavoce nazionale dei verdi, che ha anche proposto alle altre forze dell'Ulivo di incontrarsi "in tempi strettissimi" per affronatre la nuova situazione e "non dissipare quell'unità del centrosinistra che tuttora resta preziosa".

9 ottobre Armando Cossutta propone un nuovo incarico al presidente dimissionario Romano Prodi limitato all'approvazione della Finanziaria. Il leader dei deputati moderati di Rifondazione, che oggi, contro le indicazioni del partito, ha votato a favore del governo, ha detto che Prodi dovrebbe impegnarsi a dimettersi subito dopo l'approvazione della finanziaria. Successivamente, essendo in pieno semestre bianco, il presidente della Repubblica potrebbe "adottare misure straordinarie di carattere politico istituzionale", ha aggiunto. Cossutta non ha voluto rispondere alla domanda se intendesse riferirsi alla possibilità di dimissioni anticipate di Scalfaro per poter andare alle elezioni dopo la nomina di un nuovo presidente da parte di questo Parlamento

Ghandalf
19-01-2006, 15.22.02
La fonte?

Vediamo cosa farà SE (complice ANCHE il bombardamento mediatico dell'italico nano) la sinistra riesce ad andare al governo.

Però preferisco parlare sempre (male) del nano...delego a voi il parlar male del prete mancato! :inn::D

infinitopiuuno
19-01-2006, 15.24.05
L'ho appena detto...la fonte è TUTTO!:o

Robbi
19-01-2006, 15.24.45
E' troppo.. e' troppo anche per me!! :crying: :crying:
Non ce la faccio a leggere :p

Se penso che tra qualche mese tutto cio' potra' ripetersi...
BUUUUUAAAAAAHHH!! :crying: :crying: :crying:





:D

Robbi
19-01-2006, 15.28.21
Originariamente inviato da Ghandalf
La fonte?
cut..


ma quale fonte! :mm:
Non e' gia' sui libri di storia?? :devil:
;) :D

Brunok
19-01-2006, 17.22.34
Originariamente inviato da Ghandalf
La fonte?

Vediamo cosa farà SE (complice ANCHE il bombardamento mediatico dell'italico nano) la sinistra riesce ad andare al governo.

Però preferisco parlare sempre (male) del nano...delego a voi il parlar male del prete mancato! :inn::D

non ne avevamo dubbi... :D

Brunok
19-01-2006, 17.24.13
Originariamente inviato da robbi
E' troppo.. e' troppo anche per me!! :crying: :crying:
Non ce la faccio a leggere :p

Se penso che tra qualche mese tutto cio' potra' ripetersi...
BUUUUUAAAAAAHHH!! :crying: :crying: :crying:





:D

speriam proprio di no, ma nella malaugurata ipotesi che venga eletto non solo si ripeterà, ma provocherà pure altre migliaia di catastrofi delle quali naturalmente cercheranno a tutti i costi di incolpare il solito Berluskao!!!

tanto lo scaricabarile, la causa di tutti i mali del mondo per loro è sempre e solo lui.....

loro fanno i traffici loschi? vedi Consorte etc... ndr
la colpa non è mica loro che fanno gli intrallazzi ... nooooooooo la colpa è del Berlusca che li accusa...
:D:D:D

Nothatkind
19-01-2006, 17.25.24
Xxxxx, con quel culone grasso, ciccione, ma che cacchio di maratona fai, non ci crede nessuno!

Xxxxxxxxxx, nano, pelato, basta trapianto, c'hai la ricrescita da sotto le ascelle!

Insulti bipartisan :inn:

:D

mariolino
20-01-2006, 01.26.42
Il Mose di Venezia (http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=46880) non piace all’Europa. Il termine tecnico è “procedura d’infrazione”. Il risultato è che la commissione europea (come ha confermato ufficialmente la portavoce Barbara Helfferich) ha inviato a dicembre una lettera formale di messa in mora al governo italiano che adesso ha due mesi di tempo per rispondere. Nella lettera si dice che prima di iniziare i lavori del "MOdulo Sperimentale Elettromeccanico" (sistema di dighe mobili contro l'acqua alta), è necessario uno studio sull'impatto ambientale, «studio che – sottolineano da Bruxelles - non è stato ancora fatto». Governo avvisato, mezzo salvato. Ma, in assenza di una risposta adeguata, «la commissione andrà alla corte di giustizia».

Nothatkind
20-01-2006, 08.20.30
Ancora... prima il ponte, ora il Mose, è la seconda volta in poco tempo che ci prendolo per l'orecchio...

infinitopiuuno
20-01-2006, 09.21.41
Che vinca Prodi o rimanga il CD saranno cavoli amari per tutti indi, io faccio il mio lavoro e curo gli interessi dei miei famigliari poi vedremo.

nikzeno
20-01-2006, 09.58.51
Il blind trust di Draghi (in 72 ore)

• da Corriere della Sera del 19 gennaio 2006, pag. 1

di Dario Di Vico

Già fatto. In meno di 72 ore dal suo arrivo in via Nazionale il neo-governatore Mario Draghi ha affrontato il conflitto di interesse di ex banchiere privato, tornato da Londra a Roma a recitare il ruolo di civil servant. L'ha risolto scegliendo una formula rigorosa, quella del blind trust, largamente radicata nella realtà anglosassone ma del tutto nuova per l'Italia. L'osservazione fin troppo ovvia è che il nostro presidente del Consiglio in dodici anni di attività politica non è riuscito a fare altrettanto.



Esiste sulla carta, è vero e lo segnalano le cronache parlamentari, un simulacro di legge chiamata Frattini ma chi abbia avuto la ventura di vederla all'opera è pregato caldamente di segnalarne i movimenti. Si obietterà, con ragione, che una cosa è risolvere il conflitto di interesse di un singolo banchiere, altro è sistemare nel modo più opportuno un impero mediatico come quello costruito in anni di lavoro da Silvio Berlusconi. Ma forse quella che è mancata dal '94 fino ad oggi è stata proprio la volontà. Sappiamo che

quando il Cavaliere vuol davvero raggiungere un obiettivo difficilmente si arrende prima di averlo centrato. Al di là delle polemiche di giornata l'iniziativa del neo-governatore ha un altro merito: fissa un inedito standard di trasparenza al quale l'opinione pubblica italiana potrebbe fare l'abitudine. Goldman Sachs o no, in un futuro più o meno prossimo potremmo aspettarci che anche i ministri dell'Economia, così come gli uomini che occupano posizioni chiave nell'amministrazione pubblica, facciano altrettanto. Anche per questa via, forse, si può diventare un Paese normale.

Nothatkind
20-01-2006, 10.00.46
Cos'è il blind trust, in parole povere?
Sono un po' in panne, in questi 2 giorni ho seguito poco assai...

nikzeno
20-01-2006, 10.06.56
Se ho capito bene quando fai un blind trust, affidi il tuo patrimoio e tutte le tue attività a delle persone di fiducia che le gestiscano per te. Le condizioni sono che tu non puoi mettere becco in quello che loro decidono e loro non sono tenute ad informarti delle loro decisioni...

( :mm: Vedo su google se trovo una definizione migliore...)

Nothatkind
20-01-2006, 10.09.17
'Parlamento, 15 giorni di vita in più'

Il Governo è intenzionato a prolungare l'attività delle Camere. Così si procastina l'entrata in vigore della legge sulla par condicio

Roma, 20 gennaio 2006 - Il governo è intenzionato a prolungare di quindici giorni la vita del Parlamento, ben oltre quindi il previsto scioglimento delle Camere del 29 gennaio.

Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani (Repubblica, Stampa, Corriere della Sera, Libero, Il Messaggero) questo sarebbe un escamotage che servirebbe a soddisfare numerose esigenze, dalla conversione dei decreti legge in scadenza all'approvazione di alcune leggi rimaste in sospeso nelle commissioni.

Ma soprattutto consentirebbe di procrastinare di due settimane l'entrata in vigore delle norme sulla par condicio, con i relativi stringenti obblighi in termini di presenza dei politici nelle trasmissioni televisive. Per raggiungere l'obiettivo, le strade che ha di fronte la maggioranza sarebbero due, entrambe sviscerate in questi giorni dagli esperti e esaminate a fondo ieri durante la riunione del Consiglio dei ministri.

La prima ipotesi passa per un accordo con il Quirinale. Se la maggioranza rappresentasse a Carlo Azeglio Ciampi l'intenzione di andare ancora avanti a lavorare per qualche giorno, senza toccare la data elettorale, il capo dello Stato potrebbe anche acconsentire. La Costituzione infatti prevede che le elezioni debbano avvenire "entro settanta giorni" dallo scioglimento e le Camere, a norma di legge, possono continuare a legiferare fino a 45 giorni prima delle elezioni.

Sarebbe un tempo ristretto per la campagna elettorale, ma in teoria la legge consentirebbe uno scioglimento della legislatura fino al 23 di febbraio.

Ma se il capo dello Stato non fosse d'accordo nel posticipare la chiusura di Montecitorio e palazzo Madama, ci sarebbe una seconda ipotesi: il governo farebbe slittare di 15 giorni l'approvazione del decreto di indizione dei comizi elettorali. Un escamotage tecnico dunque,che servirebbe allo stesso fine: far scattare più avanti la par condicio.

La regolamentazione radio televisiva entra infatti in vigore "dalla data diconvocazione dei comizi elettorali".

nikzeno
20-01-2006, 10.11.47
Blind Trust: A trust in which the beneficiaries do not have knowledge of the trust's specific assets, and in which a fiduciary third party has complete management discretion.

o anche

A trust in which a fiduciary third party has total discretion to make investments on behalf of a beneficiary while the beneficiary is uninformed about the holdings of the trust.

E' comunque un'azione che risolve il tuo conflitto di interessi e mostra la tua buonafede. (Notare che secondo la legge Frattini sul conflitto d'interessi Draghi non era tenuto a farlo... tanto per far notare che bella legge ad hoc che si sono fatti :rolleyes: )

Nothatkind
20-01-2006, 10.14.30
Originariamente inviato da nikzeno
Blind Trust: A trust in which the beneficiaries do not have knowledge of the trust's specific assets, and in which a fiduciary third party has complete management discretion.

o anche

A trust in which a fiduciary third party has total discretion to make investments on behalf of a beneficiary while the beneficiary is uninformed about the holdings of the trust.

E' comunque un'azione che risolve il tuo conflitto di interessi e mostra la tua buonafede. (Notare che secondo la legge Frattini sul conflitto d'interessi Draghi non era tenuto a farlo... tanto per far notare che bella legge ad hoc che si sono fatti :rolleyes: )

(Y) ;)

Ero andato anche io a cercare qualcosa, nel frattempo...

real7
20-01-2006, 15.19.58
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Che vinca Prodi o rimanga il CD saranno cavoli amari per tutti indi, io faccio il mio lavoro e curo gli interessi dei miei famigliari poi vedremo.
(Y)
comunque meglio il CD che i comunisti e i finti DS [sempre comunisti]

Ghandalf
20-01-2006, 15.33.02
Originariamente inviato da magicwizard

(Y)
i comunisti [sempre comunisti]

eheheh :D

Ho visto oggi qualche battuta dell'interbento televisivo di fini...io non voglio al governo uno che sostiene che non c'e' la libertà di farsi del male e quindi va condannato chiunque...qualunque quantità e tipo di droga possegga o fumi, perchè le droghe sono tutte uguali e che non abbia la stessa identica politica per tabacco ed alcolici, d'altronde non esiste la libertà di farsi del male! Ma perfavore! Almeno con i cumunisti al potere potrò sempre farmi cannoni in quantità per dimenticare chi mi governa e non dovrò per forza scolarmi una bottiglia di rum accompagnata da un pacco di malboro!..:inn:

infinitopiuuno
20-01-2006, 16.13.10
La posizione sul discorso droga di AN non mi convince, anche se penso voterò Fini.

O Fini non sa, che la maggior parte dei ragazzi si fa le canne a scuola e di conseguenza non si parla di criminalità ma di "costume" oramai, oppure lo sa ma continua a tenere la posizione "dura" per non deludere la base.

Comunque sia, diventa difficile il discorso legalizzazione poichè non c'è cultura in tal senso, a parte quella promossa dai radicali e in più, vivendo in Italia, ho il timore che la legalizzazione sia un'arma a doppio taglio....insomma potrebbe non funzionare poichè siamo poco seri e molto furbi.

Ghandalf
20-01-2006, 16.25.19
Originariamente inviato da infinitopiuuno
La posizione sul discorso droga di AN non mi convince, anche se penso voterò Fini.

O Fini non sa, che la maggior parte dei ragazzi si fa le canne a scuola e di conseguenza non si parla di criminalità ma di "costume" oramai, oppure lo sa ma continua a tenere la posizione "dura" per non deludere la base.

Comunque sia, diventa difficile il discorso legalizzazione poichè non c'è cultura in tal senso, a parte quella promossa dai radicali e in più, vivendo in Italia, ho il timore che la legalizzazione sia un'arma a doppio taglio....insomma potrebbe non funzionare poichè siamo poco seri e molto furbi.

A me non convince perché no si parla negli stessi termini di alchool e fumo.

Sulla legalizzazione sono assolutamente convinto che la strada sia solo questa...a meno di non vole continuare ad arricchire le casse della malavita.

infinitopiuuno
20-01-2006, 16.33.27
Fai troppi errori di ortografia oggi Ghandalf:D :D :D

C'è qualcuno che dice anche questo, e cioè se togli alla criminalità organizzata una fetta della torta, questa si butta in altri affari: posizione deboluccia ma tant'è.

real7
20-01-2006, 16.44.55
qui in Olanda il discorso è diverso, la droga leggera è legalizzata dal governo, ci sono i punti di vendita
se a un drogato gli passi la droga questo no va a rubare per procurarsi i soldi, diciamo: ci sono più drogati[sotto controllo] ma meno delinquenti [poi i veri delinquenti ci sono comunque]

Robbi
20-01-2006, 18.58.42
Originariamente inviato da magicwizard

(Y)
comunque meglio il CD che i comunisti e i finti DS [sempre comunisti]

Vedrai mica comunisti dappertutto anche tu come Berlusconi ehh! :D

Ormai sono rimasti in pochi, segregati in una riserva indiana, ma la cosa bella e' che lo sono all'interno dei 2 Partiti "comunisti" italiani.
Per esempio Ferrando e la sua corrente di minoranza in Rifondazione.

Quando il Segretario Bertinotti sostiene che sarebbe da rivedere uno dei baluardi dell'ideologia comunista, ovvero la proprieta' statale dei mezzi di produzione, dice' una verita' e una cosa di buon senso, ci arriva 16 anni dopo la caduta del muro... :p ma meglio tardi che mai1 ;)

Da abile politico qual'e' forse sta cercando una "terza via" italiana, ci hanno provato in molti prima di lui, ma qua' non siamo in Cina. Ha posto le basi per il dissolvimento del pensiero politico comunista, che si fonda su una forte concezione dogmatica dell'ideologia, e se si comincia a mettere in discussione il dogma, le conseguenze sono facili da immaginare!


:)

Gigi75
20-01-2006, 19.02.32
Originariamente inviato da Ghandalf


A me non convince perché no si parla negli stessi termini di alchool e fumo.

Sulla legalizzazione sono assolutamente convinto che la strada sia solo questa...a meno di non vole continuare ad arricchire le casse della malavita.


Mah.. guarda non so.. sarei portato a dire che è la via logica e giusta quella della liberalizzazione.
Ma anni fa quando andai ad Amsterdam come turista ho visto una città che non vorrei fosse una città italiana.

Credo che non si possa creare un'oasi "canna", altrimenti si concentra mezza europa in un solo posto con tutti i contro del caso.

O si prende una decisione comunitaria..oppure liberalizzare solo in una nazione, o peggio, in una città è sicuramente deleterio.

Robbi
20-01-2006, 20.11.26
Legge sulla inappellabilita' del Pm nel caso di assoluzione in Primo grado... rimandata alle camere dal Presidente della Repubblica per manifesta incostituzionalita'.

Da quel poco che ho capito e che mi riservo di approfondire, muterebbe sostanzialmente il ruolo della Cassazione diventando di fatto un giudice di merito, anziche' di legittimita' , palesemente in contrasto con l'articolo 111 della Carta Costituzionale!

A fine mandato , "l'uomo delle banche" comincia a fare il suo dovere.
Molto bene!!

Ninania
20-01-2006, 21.57.51
Toc Toc .. mi fate un riassunto di 28 pagine? :o

infinitopiuuno
20-01-2006, 21.59.29
Originariamente inviato da Ninania
Toc Toc .. mi fate un riassunto di 28 pagine? :o

Voi di sinistra siete pessimisti e quelli di destra fanno le leggi ad personam.:)

Gigi75
20-01-2006, 21.59.33
Originariamente inviato da Ninania
Toc Toc .. mi fate un riassunto di 28 pagine? :o


Veramente ci sono anche queste (http://www.wintricks.it/forum/showthread.php?threadid=85909&highlight=Politica+throttle) 192 pagine

:D:D:D

Ninania
20-01-2006, 22.01.29
... Gigi ho detto che sono di sinistra, non che sono una masochista :D

Infy ... ciccio mio mi sembri il piero nazionale con questa frase :D

Dav82
20-01-2006, 22.02.02
Gigi in teoria ci sono anche i mille thread sul Berlusca :p

Gigi75
20-01-2006, 22.03.45
Dav raccogli tutti i thread politici .. ho sentito che nina vuole studiarli per poi fare un report da pubblicare sul forum.

nevvero? :D

Dav82
20-01-2006, 22.04.33
Noooooo :o
Sono troppi uè, poi il DB si lamenta di tutte le ricerche... no no :o

infinitopiuuno
20-01-2006, 22.04.55
Zitta che è tutto impegnato a parlare con il Marra...lo spammatore della Bibbia:):):)....è stato anche qua:)...semi-bannato:o

Ninania
20-01-2006, 22.09.01
Originariamente inviato da Gigi75
Dav raccogli tutti i thread politici .. ho sentito che nina vuole studiarli per poi fare un report da pubblicare sul forum.

nevvero? :D


Lo sapevo che mi scoprivi subito ... :p

mariolino
21-01-2006, 00.06.53
http://www.ilriformista.it/imagesfe/berlrut1803_img.jpg

mariolino
21-01-2006, 00.22.28
Originariamente inviato da robbi
Legge sulla inappellabilita' del Pm nel caso di assoluzione in Primo grado... rimandata alle camere dal Presidente della Repubblica per manifesta incostituzionalita'.

Da quel poco che ho capito e che mi riservo di approfondire, muterebbe sostanzialmente il ruolo della Cassazione diventando di fatto un giudice di merito, anziche' di legittimita' , palesemente in contrasto con l'articolo 111 della Carta Costituzionale!

A fine mandato , "l'uomo delle banche" comincia a fare il suo dovere.
Molto bene!!



Ho sentito Carlo Taormina, deputato di Forza Italia, nonché avvocato di Silvio Berlusconi a Radio Radicale:
«Le indicazioni che provengono dal testo del messaggio sono l'una più infondata dell'altra, c'è una incompetenza dal punto di vista tecnico giuridico in materia di incostituzionalità che è veramente impressionante.


Siamo agli insulti.
E' evidente che per la razza perfetta delle camicie azzurre il Presidente della Repubblica è solo un essere inferiore non in grado di capire.

Sono incacchiati sì; ci sono due processi che dovevano saltare e invece c'è il rischio che prosegnano.

Robbi
21-01-2006, 01.33.13
I Sigg.ri spammoni, sono pregati di asternersi in questo thread :p :D grazie!
qua siamo come in chiesa! :o

@ Ninania
farti un riassunto e' un po' difficile, visto i tanti argomenti trattati, se ce la fai, leggiti qualcosa un po' indietro e poi si discute.

:)

afterhours
21-01-2006, 02.03.54
http://youtube.com/w/Berlusconi-overexposition?v=6Y7vEpIQMhM

Ninania
21-01-2006, 17.07.38
Grazie Robbi cercherò di leggermi il thread per vedere come la pensate ma vorrei anche lasciare una domanda riguardando il duello televisivo Berlusconi - Rutelli: secondo voi chi ha vinto questo duello? :o

infinitopiuuno
21-01-2006, 17.41.47
Originariamente inviato da Ninania
Grazie Robbi cercherò di leggermi il thread per vedere come la pensate ma vorrei anche lasciare una domanda riguardando il duello televisivo Berlusconi - Rutelli: secondo voi chi ha vinto questo duello? :o

Quello che darà a tutte le mamme il bonus:p?


Rutelli è stato in gamba e Ilvio si è perso spesso( e basta col pessimismo di sinistra :D:D:D:D) ma alla fine credo che qualche punto lo abbia gadagnato Rutelli......però è sempre questione di simpatie. A me Rutelli non sta antipatico... e poi mi sono appena svegliato:inn:

Robbi
21-01-2006, 19.04.43
Originariamente inviato da Ninania
Grazie Robbi cercherò di leggermi il thread per vedere come la pensate ma vorrei anche lasciare una domanda riguardando il duello televisivo Berlusconi - Rutelli: secondo voi chi ha vinto questo duello? :o

No so, non ho guardato, ho solo visto qualche stralcio sui vari tg... ma credo come al solito... Berlusconi che elenca le straordinarie meraviglie di questo governo, citando dati improbabili manco fosse un ragioniere e Rutellone che lo prende amorevolmente per i fondelli, :p con qualche stoccata maligna.

Sentito ora... a grande richiesta Mentana replica questa sera alle 21... credo non perdero' l'ccasione per andare a farmi un giretto :D

infinitopiuuno
21-01-2006, 19.09.43
Io ho visto un pezzo ed era tardissimo.....Rutelli lo ha portato sull'Economia italiana ed è logico che c'è poco da difendere; ciò nonostante, se Berlusconi non ha fatto il massimo per l'economia, non è per nulla scontato che altri facciano meglio in futuro.

Un altro argomento che non ho sentito e che è a sfavore di Ilvio è il conflitto di interessi.

Stasera mica me lo guardo però:p

Ninania
21-01-2006, 19.27.49
Beh io il bonus ancora non l'ho visto .. doveva arrivare il 15 gennaio ma è slittato alla fine di gennaio .. Fino a quando non ho in mano i soldini, non esprimo altri parere :D

Stasera non penso che uscirò (sono appena rientrata :p) quindi credo che lo guarderò soprattutto per vedere come il Silvio nazionale si è arrampicato sugli specchi

infinitopiuuno
21-01-2006, 19.36.02
Silvio riesce a camminare sull'acqua figurati se non riesce a camminare sui vetri:o

Robbi
21-01-2006, 19.43.22
Una delle gravi colpe della sinistra nella scorsa legislatura e' stata quella di non avere approvato una seria legge Antitrust sul conflitto di interessi.

Io sono per una rigida separazione sulla falsariga del Blind Trust molto in voga nei paesi anglosassoni. Questo perche' chi ricopre cariche pubbliche , ha il dovere di assummere decisioni che siano nell'interesse di tutti i cittadini!! e nessun dubbio dovrebbe neppure lontamente sfiorare su un possibile conflitto di interessi, relativamente ad un provvedimento adottato!!

Secondo me e' una importante garanzia democratica e non dovrebbe essere ridotta ad un fenomeno sul quale i politici cazzeggiano amabilmente!!

per fare un esempio: in America, una situazione simile a quella italiana non sarebbe neanche lontanamente pensabile. Vado a memoria, e mi scuserete per le evetuali inesattezze... un Presidente degli Stati Uniti, Johnsson o Nixon :mm: dovette cedere la sua partecipazione del 25% in una televisione o radio :mm: locale del Texas.. questo oltre 30 anni fa!!

infinitopiuuno
21-01-2006, 19.47.10
Ma pur supponendo che tutte le società di Berlusconi vengano affidate a delle fiduciarie, a mio avviso il conflitto d'interessi rimane.

Robbi
21-01-2006, 19.56.22
Paolo, guarda che un Blind Trust e' una norma molto rigida e la separazione tra proprieta' e gestione e' effettiva. Ad ulteriore garanzia, credo ci siano anche altre forme di controllo!

Poi sai com'e'... siamo in Italia :p ove tutto e' possibile :D
anche ridurre a pagliacciata una cosa seria

:)

Dav82
21-01-2006, 20.01.33
Beh già non permettere una gestione affidata a fratelli e parenti vari :D sarebbe un piccolo passo in avanti... certo, una cosa seria, qua in Italia beh... la vedo dura :o

infinitopiuuno
21-01-2006, 20.16.49
Supponiamo di dare in gestione Mediaset ad un gruppo di tedeschi serissimo e cazzuti.

In cosa consiste la gestione? Non è solo mantenimento puro ma continuità dell'attività stessa o no? Non scompare dal mercato giusto?

Se il Governo approva una legge che premia le società televisive con fortissimi sgravi fiscali, non ne beneficia anche Mediaset?

E quando le fiduciarie resituiranno le quote sociali ai soci originari, queste ultime avranno un valore più alto o no?

Questo intendo dire ma non per questo vedo grosse alternative dall'altra parte, dove sono già cominciati litigi ancora prima di "governare".