PDA

Visualizza versione completa : Politica & co.: full throttle! [Parte II]


Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 [19] 20

infinitopiuuno
28-03-2006, 22.51.53
MILANO (Reuters) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi si è improvvisato stasera per qualche minuto presentatore tv rubando la scena al presentatore del programma di RaiTre "Ballarò" che gli aveva tolto la parola mentre discuteva accesamente con Emma Bonino sulla Cina.

Alla Bonino che aveva condannato le parole del premier, pronunciate nel fine settimana a Napoli, sulla Cina maoista che "bolliva i bambini", Berlusconi ha replicato: "Il paradosso è che la Bonino difenda gli eccidi di massa cinesi.. . Io ho detto un fatto storico".

La rappresentante della Rosa del Pugno, con alle spalle una attività a sostegno dei diritti civili in Cina, ha quindi ribattuto: "Non non mi può far dire cose che non ho detto".

Mentre Berlusconi e Bonino si incalzavano con toni accesi, il presentatore di Ballarò Giovanni Floris ha tolto loro la scena per provare a parlare di fisco con un esperto.

Il premier si è quindi alzato dalla sua poltrona raggiungendo il giornalista al centro della scena. "Guardi, il fatto interessante è quello che stava succedendo tra la signora Bonino e il sottoscritto", lo ha bacchettato Berlusconi.

Il programma è poi ripreso con i temi in scaletta.


ci mancherai Ilvio :D :D :D

Robbi
28-03-2006, 22.54.54
Originariamente inviato da infinitopiuuno


ci mancherai Ilvio :D :D :D

Son gia' preoccupato solo all'idea di rivederlo in Azienda!!! :D:D

Dav82
28-03-2006, 23.28.03
Oh ca@@o mi sono perso la scena, stavo vedendo montalbano su raiuno :D


Liiiiiiiiiiiiink pleeeeaaaaaaseeeeeeee! :D

nikzeno
28-03-2006, 23.53.39
Duro botta e risposta tra il premier e la leader radicale su Raitre
Scontro a Ballarò tra Berlusconi e Bonino
L'esponente della Rosa nel Pugno attacca: «Il Paese è fermo». La replica: «Lei consegnerà 63 deputati in più all'estrema sinistra»

ROMA - Duro botta e risposta tra il premier Silvio Berlusconi e la leader della Rnp Emma Bonino durante Ballarà. Il presidente del Consiglio racconta subito una barzelletta e la leader radicale lo gela: «Non fa ridere». Poi scintille sulla privatizzazione di Alitalia. «Se non liberalizziamo il mercato, il paese non si riprende», afferma Bonino citando i costi vantaggiosi di alcune compagnie low cost. «Su questo - replica il premier - lei e Bertinotti siete su posizioni opposte: Bertinotti vuole statalizzare e lei privatizzare».

BOTTA E RISPOSTA - Ma non finisce qui, ed è Berlusconi ad incalzare: «È importante dire agli elettori che non voteranno Bonino e Pannella ma, votando Radicali, ci saranno 63 deputati in più dell'estrema sinistra, per colpa dei Radicali». E ancora il premier fa presente a Bonino che «nel 2001 disse al Corriere "se vince la sinistra, io espatrio". Bonino hai fatto un cambiamento di 360 gradi. Cambiare così è negare le radici». Appassionata la replica dell'esponente Radicale: «La sua politica estera, presidente, è quella di Calderoli, di Giovanardi o la sua sui bambini bolliti. Ma vergognatevi!».

PROTESI - Subito altro scambio di battute velenose. Dice l'esponente Rnp: «Lei mi definì la protesi di Pannella, questa battuta gliela faccio ingoiare». E il premier precisa citando il latino: «Protesi vuol dire 'al posto di"... era un complimento». «Ah, le solite categorie del premier, come quella delle donne», chiude Bonino.

NEWSWEEK - «Il vero pericolo che l'Italia costituisce per l'Europa è di tipo economico»: così aveva aperto la puntata il conduttore Giovanni Floris mostrando al premier la copertina di Newsweek (nell'immagine) di questa settimana dedicata a un Berlusconi «triste». Titolo: «Perché Silvio non sorride più?». La tesi: il premier avrebbe tradito in economia «Reagan e la Thacher».

IN DIFESA - «È una assoluta falsità - si difende il leader della Cdl in studio - perché la politica industriale non la fanno i governi ma l'economia reale. I governi non possono intervenire più sulla moneta, che dipende dalla Bce, che ha tenuto alta la valutazione dell'euro; non possono intervenire mettendo soldi nell'economia... Per questo - aggiunge Berlusconi - siamo intervenuti aprendo 72 cantieri piuttosto che stare a ridurre debito in un momento di difficoltà». Poi entra nel merito: «Non sono riuscito a ridurre il debito sotto il 100% del PIL perché le previsioni di organismi internazionali di una forte e solida ripresa economica in tutta Europa non si sono verificate né da noi né in Europa».

BONINO ALL'ATTACCOSULL'ECONOMIA - In studio c'erano anche il segretario di Rifondazione comunista Fausto Bertinotti e il leader della Dc Gianfranco Rotondi. «Stiamo peggio, non c'è corrispondenza con il reale» attacca Bertinotti. Risoluta anche Emma Bonino: «Non può dire agli italiani che va tutto bene. E' un paese a crescita zero. il paese è fermo». «Questi sono dati Istat. Se li criticate mi alzo e me ne vado...» minaccia tra il serio e il faceto il Cavaliere. «Presidente, io vorrei che lei si riposasse così campiamo meglio noi e campano meglio anche i moltissimi italiani che oggi campano male» è la stoccata della Bonino. «Io - incalza la leader radicale - non penso che lei sia Belzebù ma con le possibilità che aveva, provi a dire "non ci siamo riusciti" e non che va tutto bene. Presidente in che paese vive?». E a Berlusconi, che cita il 27% di lavoro nero quando si parla di crescita zero dell'Italia nel 2005, la leader radicale taglia corto: «Il nero nell'Istat è già calcolato».

NO A D'ALEMA PER PUNTIGLIO - Sull'assenza in studio di Massimo d'Alema, il premier ha precisato che ha posto il suo veto «per puntiglio». Il presidente del Consiglio, durante la trasmissione, ha ricordato quando il presidente dei Ds ha rifiutato il confronto a Ballarò alcune settimane fa. «Gli ho restituito la cortesia», ha spiegato Berlusconi.

28 marzo 2006

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/03_Marzo/28/berlusconi.shtml

Allora, commenti? :devil:
Io purtroppo devo aspettare domani che lo mettano on-line...

Dav82
29-03-2006, 00.11.51
Oh ma... con sto latino, perchè non la finisce? :D

Mi suonava un po' strana sta roba della protesi eh, e sono andato a controllare :o


Sul dizionario etimologico della Zingarelli, dopo l'introduzione con due casi d'uso (1540, Priscianese, 'De primi principii della lingua romana', Venezia, p. CCLXXX: "vocale aggiunta all'inizio d'una parola"; 1835, Tram [un vocabolario del 1800]: "apparecchio sostitivo d'un organo mancante o asportato"), si arriva all'etimologia :devil:

Vc. dotta, lat. tardo prothesi(n), 'aggiunta d'una lettera al principio di parola', dal greco prothesis 'esposizione, anticipazione', da protithenai 'porre innanzi', composto di pro 'davanti' e tithenai 'porre' (d'origine indoeuropea). Protesi 'apparecchio sostitutivo' è il francese 'prothèse (1694).




Ovviamente sul dizionario di latino "non tardo", ovvero del latino vero e proprio, non c'è traccia di sta roba... di "al posto di" proprio nulla... e sul dizionario di greco beh, ci metto un pochino a controllare eh :o Ma non si parlava di latino? E allora...

[Commissario Montalbano ON]

...maqqualemmin@@@a di latino, Berluscò? :D

[Commissario Montalbano OFF]

exion
29-03-2006, 00.20.35
Originariamente inviato da Dav82
Oh ma... con sto latino, perchè non la finisce? :D

Mi suonava un po' strana sta roba della protesi eh, e sono andato a controllare :o


Sul dizionario etimologico della Zingarelli, dopo l'introduzione con due casi d'uso (1540, Priscianese, 'De primi principii della lingua romana', Venezia, p. CCLXXX: "vocale aggiunta all'inizio d'una parola"; 1835, Tram [un vocabolario del 1800]: "apparecchio sostitivo d'un organo mancante o asportato"), si arriva all'etimologia :devil:

Vc. dotta, lat. tardo prothesi(n), 'aggiunta d'una lettera al principio di parola', dal greco prothesis 'esposizione, anticipazione', da protithenai 'porre innanzi', composto di pro 'davanti' e tithenai 'porre' (d'origine indoeuropea). Protesi 'apparecchio sostitutivo' è il francese 'prothèse (1694).




Ovviamente sul dizionario di latino "non tardo", ovvero del latino vero e proprio, non c'è traccia di sta roba... di "al posto di" proprio nulla... e sul dizionario di greco beh, ci metto un pochino a controllare eh :o Ma non si parlava di latino? E allora...

[Commissario Montalbano ON]

...maqqualemmin@@@a di latino, Berluscò? :D

[Commissario Montalbano OFF]


"Ignoramus!! Vuol dire che sono stupido vero???" - Homer Simpson

Nothatkind
29-03-2006, 00.22.02
Come non rispolverare l'"ad minchiam" del compianto Scoglio?

:D :D

exion
29-03-2006, 00.24.14
- Eh, si! Ci sono gli impedimenti, la regola parla chiaro: error conditio, votum cognatio....

- Ma che voto ignazio! Io che ci faccio col vostro latinorum?

---- Don Abbondio & Renzo Tramaglino

Nothatkind
29-03-2006, 00.30.46
Che dotta citazione, ma soprattutto porco cane perchè l'avevo pensata pure io ma sono come al solito arrivato dopo la puzza :S

:D

mao
29-03-2006, 00.31.26
Credo che "protesi" sia una delle tante parole del lessico medico-scientifico inventate di sana pianta su una base lessicale greca. L'etimologia di Dav82 è corretta: dal vb. pro-tithênai 'porre davanti', 'aggiungere'; quindi il sostantivo vale "aggiunta", chiaramente un'aggiunta dove manca qualcosa: una gamba, un dente, ecc.
In greco "pro" infatti vale "davanti", è in latino che che "pro" vale anche "al posto di", il berlusca ha fatto un po' di confusione.

exion
29-03-2006, 00.32.47
Originariamente inviato da Nothatkind
Che dotta citazione, ma soprattutto porco cane perchè l'avevo pensata pure io ma sono come al solito arrivato dopo la puzza :S

:D


io puzzo??? :eek: :eek: :eek:


:D

Nothatkind
29-03-2006, 00.37.46
Originariamente inviato da mao
In greco "pro" infatti vale "davanti", è in latino che che "pro" vale anche "al posto di", il berlusca ha fatto un po' di confusione.

Cazzo è dal '36 che fa confusione...

:D

Dav82
29-03-2006, 00.42.35
Originariamente inviato da mao
Credo che "protesi" sia una delle tante parole del lessico medico-scientifico inventate di sana pianta su una base lessicale greca. L'etimologia di Dav82 è corretta: dal vb. pro-tithênai 'porre davanti', 'aggiungere'; quindi il sostantivo vale "aggiunta", chiaramente un'aggiunta dove manca qualcosa: una gamba, un dente, ecc.
In greco "pro" infatti vale "davanti", è in latino che che "pro" vale anche "al posto di", il berlusca ha fatto un po' di confusione.



Non avevo pensato a te, mi metto in ginocchio sui ceci :(
Un bel po' di volte ho apprezzato i tuoi interventi "linguistici" (passami il termine) (Y) :)

nikzeno
29-03-2006, 01.28.27
"Colpa della sinistra se non abbiamo fatto di più". Floris manda in onda un filmato di un anno fa, in cui Berlusconi promette di portare il debito pubblico sotto il 100 per cento entro quest'anno. Al termine, il giornalista gli chiede "perché ha promesso una cosa che non ha fatto? Il debito è cresciuto". C'erano "tutte le previsioni di organismi internazionali di una forte, solida, sostenuta ripresa economica in tutta Europa - risponde il premier - cosa che non si è verificata purtroppo né da noi né in tutta Europa. Avevamo presentato un'ipotesi di finanziaria con una crescita molto elevata del pil. Non c'è stata per molte ragioni, tra cui il fatto che abbiamo ereditato delle situazioni drammatiche".

Le promesse non mantenute. Floris mostra la copertina diel settimanale americano Newsweek, l'articolo di copertina dice che Berlusconi ama citare Reagan e Teatcher ma non ha fatto le loro politiche liberali. "Assolute falsità" replica il premier, ma la Bonino insiste: "Non è così, il fatto è che lei non ha fatto le riforme liberali che l'Italia e le imprese chiedevano". Interviene Gianfranco Rotondi: "Con il buco lasciato dalla sinistra che volevate, che Berlusconi con la bacchetta magica cambiasse l'economia mondiale?". E Bonino: "Guardi che quelle cose le ha promesse Berlusconi".

http://www.repubblica.it/2006/c/sezioni/politica/versoelezioni45/berluballa/berluballa.html

Dav82
29-03-2006, 01.39.17
Già... e il debito pubblico invece è a 106.4% del PIL, rispetto al 103.8% di un anno fa, come ha reso noto (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2006/03_Marzo/16/bankitalia.shtml) Bankitalia...

Nothatkind
29-03-2006, 09.41.01
Ma chi è Rotondi, il maggiordomo di Porta a Porta o quello di Arcore? :D

Cecco
29-03-2006, 10.23.45
Originariamente inviato da mao
Credo che "protesi" sia una delle tante parole del lessico medico-scientifico inventate di sana pianta su una base lessicale greca. L'etimologia di Dav82 è corretta: dal vb. pro-tithênai 'porre davanti', 'aggiungere'; quindi il sostantivo vale "aggiunta", chiaramente un'aggiunta dove manca qualcosa: una gamba, un dente, ecc.
In greco "pro" infatti vale "davanti", è in latino che che "pro" vale anche "al posto di", il berlusca ha fatto un po' di confusione.

http://www.etimo.it/?term=protesi

Precisamente come spiegato da berlusconi, la parola potesi deriva dal greco "pro=avanti" "tithemi=porre". Sarebe bastato, come ho fatto, una veloce ricerca su google per scoprire la verità. Ma la si voleva poi conoscere la verità?

nikzeno
29-03-2006, 10.29.30
Ma di tutte le cose di cui hanno discusso vi concentrate su quella piu' irrilevante?

Flying Luka
29-03-2006, 10.43.46
Originariamente inviato da nikzeno
Ma di tutte le cose di cui hanno discusso vi concentrate su quella piu' irrilevante?

(Y)

exion
29-03-2006, 12.29.23
Bene bene.... Se il sondaggio di WT è veritiero..... Posso scendere in cantina a lucidare i pentoloni! Che bello, fra poco si torna a bollir bambini! :)


:devil:

Flying Luka
29-03-2006, 12.42.19
Chiariamo il concetto.

Che Berlusconi vi stia sulle palle ormai è cosa nota.
Per onor di cronaca e di verità storica, ha comunque detto la verità.

Se vi fate una ricerchina con Google troverete scritto che all'epoca della scellerata collettivizzazione forzata dell'agricoltura cinese, nell'ambito dell'atroce repressione contro i contadini che si ribellavano, vi erano "torture sistematiche su migliaia di detenuti, bambini uccisi, messi a bollire e poi utilizzati come concime".

Nessuno ha mai saputo smentire l'accuratezza del Libro nero, anzi, quando usci', D'Alema disse che si trattava di cose risapute. Diliberto potrebbe chiedergli qualche chiarimento e avere un minimo di rispetto per le vittime innocenti del comunismo.

Che poi un comunismo italiano sia un comunismo "rosè" e di "comodo" dove non verrà mangiato nè bollito nessun bimbo, è cosa quanto meno scontata ed auspicabile.

exion
29-03-2006, 12.51.43
Originariamente inviato da Flying Luka
Chiariamo il concetto.

Che Berlusconi vi stia sulle palle ormai è cosa nota.
Per onor di cronaca e di verità storica, ha comunque detto la verità.

Se vi fate una ricerchina con Google troverete scritto che all'epoca della scellerata collettivizzazione forzata dell'agricoltura cinese, nell'ambito dell'atroce repressione contro i contadini che si ribellavano, vi erano "torture sistematiche su migliaia di detenuti, bambini uccisi, messi a bollire e poi utilizzati come concime".

Nessuno ha mai saputo smentire l'accuratezza del Libro nero, anzi, quando usci', D'Alema disse che si trattava di cose risapute. Diliberto potrebbe chiedergli qualche chiarimento e avere un minimo di rispetto per le vittime innocenti del comunismo.

Che poi un comunismo italiano sia un comunismo "rosè" e di "comodo" è quanto meno scontato ed auspicabile.


Infatti non è il concetto in sé che contesto... Oddio.... Per essere del tutto precisi, bisognerebbe parlare non di bambini ma di bambine, e del fatto che comunque nella società rurale cinese avere una figlia invece di un figlio maschio era considerato una sciagura. Per cui non mi stupisco che, dal momento che i contadini annegavano i loro primogeniti se erano femmine, il regime comunista cinese avesse l'atroce idea "utilitaristica" di farne concime. Ma è un distinguo che poco conta nel contesto di una campagna elettorale in Italia nel 2006. Anzi: non c'entra proprio un cazzo! Questo è il problema :D

Ciò che conta invece è che in un qualunque altro paese un minimo dignitoso, un primo minsitro che facesse campagna elettorale usando questi argomenti, lo manderebbero in esilio a pedate nel sedere tra le risate generali.

Ma dico scherziamo? Tu voti centrodestra forse perché hai paura che se vince Prodi, io l'11 tiro fuori i pentoloni dalla cantina?

Se fossi un elettore di Forza Italia, uno di quelli convinti che credono nel liberalismo e nell'impresa e nel mercato, mi sentirei preso infinitamente per il c#l@!



VOTATE AN! :D

Cecco
29-03-2006, 14.34.23
Originariamente inviato da nikzeno
Ma di tutte le cose di cui hanno discusso vi concentrate su quella piu' irrilevante?

Inesistente + che irrilevante. Ma c'è un problema, quello che bisogna attaccarsi a tutto ciò che dice berlusca e se anche una ca..ata può dimostrare una sua deficienza, tutto fa brodo.
Ormai ci si gioca pure la testa, si poteva magari fare un piccolo controllo
e magarsi stare solo zitti.

Cecco
29-03-2006, 14.37.28
Originariamente inviato da exion
Bene bene.... Se il sondaggio di WT è veritiero..... Posso scendere in cantina a lucidare i pentoloni! Che bello, fra poco si torna a bollir bambini! :)


:devil:

Sondaggio? Quale sondaggio? E nessuno mi avverte!

Flying Luka
29-03-2006, 14.40.16
Originariamente inviato da Cecco


Sondaggio? Quale sondaggio? E nessuno mi avverte!

http://www.wintricks.it/forum/showthread.php?s=&threadid=102132

Flying Luka
29-03-2006, 14.41.39
Originariamente inviato da Cecco


Ormai ci si gioca pure la testa, si poteva magari fare un piccolo controllo
e magarsi stare solo zitti.

Qui a Milano si dice: "far la punta allo stronzo".
:devil:

Cecco
29-03-2006, 14.43.58
Originariamente inviato da Flying Luka


Qui a Milano si dice: "far la punta allo stronzo".
:devil:

Tipo "fa o' scemo pe nun ghi' a guerra"

Flying Luka
29-03-2006, 14.47.55
Originariamente inviato da Cecco


Tipo "fa o' scemo pe nun ghi' a guerra"

(Y)

Cecco
29-03-2006, 15.21.33
Originariamente inviato da exion


Infatti non è il concetto in sé che contesto... Oddio.... Per essere del tutto precisi, bisognerebbe parlare non di bambini ma di bambine, e del fatto che comunque nella società rurale cinese avere una figlia invece di un figlio maschio era considerato una sciagura. Per cui non mi stupisco che, dal momento che i contadini annegavano i loro primogeniti se erano femmine, il regime comunista cinese avesse l'atroce idea "utilitaristica" di farne concime. Ma è un distinguo che poco conta nel contesto di una campagna elettorale in Italia nel 2006. Anzi: non c'entra proprio un cazzo! Questo è il problema :D

Ciò che conta invece è che in un qualunque altro paese un minimo dignitoso, un primo minsitro che facesse campagna elettorale usando questi argomenti, lo manderebbero in esilio a pedate nel sedere tra le risate generali.

Ma dico scherziamo? Tu voti centrodestra forse perché hai paura che se vince Prodi, io l'11 tiro fuori i pentoloni dalla cantina?

Se fossi un elettore di Forza Italia, uno di quelli convinti che credono nel liberalismo e nell'impresa e nel mercato, mi sentirei preso infinitamente per il c#l@!

VOTATE AN! :D

Posso tentare di spiegare, xchè detta così! La sinistra e la sua cultura sono riuscite a penetrare la ns. società, loro merito per carità,e seppure in un paese democratico ho passato la mia gioventù a sentir slogan terrificanti contro la destra che hanno portato fino ai terribili anni di piombo con la regia dei famosi "cattivi maestri" dall'alto di cattedre che mai avrebbero potuto ospitarli in paesi liberali.
Mai una parola sugli orrendi crimini comunisti, mai una parola sugli altrettanto osceni delitti perpetrati da alcuni partigiani che tali non erano quanto piuttosto vendicatori senza alibi, una falsificazione storica.
Anzi onori a stalin, a mao fino al più buonista castro mentre nel ns. paesetto un partito pienamente legittimo, l'msi, che richiamava alcune positività del pur dittatoriale regime fascista, era di fatto bandito dl gioco politico avendo tale propaganda infettato anche partiti moderati dell'allora panorama politico.
Ovviamente queste idee si espandevono tra docenti e giovani universitari, trovavano sempre più spazio tra gli intellettuali, addirittura nella magistratura istituzione così importante per una sana democrazia.
Qualsiasi idea venisse da altre parti era considerata becera, ciò andava comportando un silenzio, una paura, un timore reverenziale per cui anche chi diversamente pensava se lo serbava nell'animo.
E poi venne il berlusca! Fin dal primo commento "se votassi a roma voterei fini" cominciò ad esprimere sentimenti comuni quanto meno alla metà degli italiani. Ha calamitato quei sentimenti trasformandoli in voti e da allora ovviamente è diventato il nemico pubblico numero uno.
Ed oggi però il panorama è cambiato, molti intellettuali di destra e sinistra hanno trovato il coraggio della verità, oggi finalmente puoi essere di destra a viso aperto avendo tra l'altro fini saldato ogni conto con la storia.
Ma dice una falsità berlusca quando afferma senza ombra di dubbio che tali conti non sono ancora saldati a sinistra? E' vero che alcuni partiti si onorano chiamarsi ancora comunisti, altri aspirano ad una sua rifondazione mentre son nati altri gruppi violenti che, mascherati o meno, fanno riferimento ad ideologie antistoriche e pericolose. Sarebbe una falsità se essi avessero rinnegato qualcosa della quale vanno ancora fieri.
Ed ecco che berlusconi ha in questo gioco facile e oggi, l'avrai notato exion, si parla molto meno di fascismo e sempre + di comunismo, ma questo solo per l'ostinatezza di classi politiche obsolete e legate ad un passato che via via va scomparendo dal mondo.
Tutto questo per dire che son d'accordo, non dovremmo pensare ai bambini cinesi bolliti, alla stessa stregua che ieri, specularmente e spesso propagandisticamente si ricordavano altri crimini altrettanto scellerati.
Ma, come ieri la destra in un certo senso poteva prestarsi ad un simile gioco, così oggi si presta una certa sinistra che in tante occasioni ancor ci appare non del tutto democratica.
Almeno così la penso.

Flying Luka
29-03-2006, 15.36.33
In altre parole trattasi della "sindrome del migliore" di cui la sinistra è malata da anni (della serie: se la pensi come noi sei intelligente, se la pensi diversamente invece sei un fesso), contrapposta alla ormai nota e totale mancanza di autocritica ed onestà intellettuale.

exion
29-03-2006, 16.09.30
Originariamente inviato da Flying Luka
In altre parole trattasi della "sindrome del migliore" di cui la sinistra è malata da anni (della serie: se la pensi come noi sei intelligente, se la pensi diversamente invece sei un fesso), contrapposta alla ormai nota e totale mancanza di autocritica ed onestà intellettuale.

No mi spiace, dissento nel modo più assoluto. Almeno per quanto mi riguarda personalmente, chiaramente.

E' vero: ho poca comprensione per chi vota FI. Lo ammetto. Ritengo che siano elettori vittime di un sistema di marketing, che votano male.

Ciò detto, sogno un'Italia che come tutti i partiti abbia al centro destra un partito liberale, perché no di ispirazione anche cattolica, molto moderatamente riformista e molto istituzionale, e a destra un partito conservatore, securitario, liberista.

Io rispetto tantissimo gli elettori dell'UDC e di AN. Non credo affatto che siano dei fessi. Anzi credo che loro siano il futuro della destra italiana e, quindi, di riflesso sono anche il futuro di un sistema politico occidentale compiuto in Italia.

Cosa che oggi non è e non può essere con Forza Italie e la Lega al governo.

Altro che "sindrome del migliore!"
Io spero solo di avere un sistema politico di cui non dovermi vergognare quando ne parlo qui in Francia! Ancora mia zia stamattina mi ha chiesto "Ma cos'è questa storia dei cinesi?". Ho dovuto glissare negando di sapere alcunché :rolleyes:



Anzi: dirò di più. Ma cosa stiamo qui a parlarne????? Tu e Cecco fate discorsi politici dotti, approfonditi. Ci scanniamo a colpi di citazioni di questo o quell'altro episodio storico, di questa o quell'altra visione filosofica....
I discorsi del cavaliere, incolti e trasudanti ignoranza, dovrebbero farvi schifo a voi di destra quanto a me di sinistra! Ci devono fare schifo in quanto cittadini italiani, non come appartenenti di questa o quell'altra parte politica!

nikzeno
29-03-2006, 16.26.10
Originariamente inviato da exion
Ciò che conta invece è che in un qualunque altro paese un minimo dignitoso, un primo minsitro che facesse campagna elettorale usando questi argomenti, lo manderebbero in esilio a pedate nel sedere tra le risate generali.

Ma dico scherziamo? Tu voti centrodestra forse perché hai paura che se vince Prodi, io l'11 tiro fuori i pentoloni dalla cantina?

Se fossi un elettore di Forza Italia, uno di quelli convinti che credono nel liberalismo e nell'impresa e nel mercato, mi sentirei preso infinitamente per il c#l@!



VOTATE AN! :D Originariamente inviato da exion
Ciò detto, sogno un'Italia che come tutti i partiti abbia al centro destra un partito liberale, perché no di ispirazione anche cattolica, molto moderatamente riformista e molto istituzionale, e a destra un partito conservatore, securitario, liberista.

cut..

I discorsi del cavaliere, incolti e trasudanti ignoranza, dovrebbero farvi schifo a voi di destra quanto a me di sinistra! Ci devono fare schifo in quanto cittadini italiani, non come appartenenti di questa o quell'altra parte politica!
(Y)

exion
29-03-2006, 16.50.30
Originariamente inviato da Cecco


Posso tentare di spiegare, xchè detta così! La sinistra e la sua cultura sono riuscite a penetrare la ns. società, loro merito per carità,e seppure in un paese democratico ho passato la mia gioventù a sentir slogan terrificanti contro la destra che hanno portato fino ai terribili anni di piombo con la regia dei famosi "cattivi maestri" dall'alto di cattedre che mai avrebbero potuto ospitarli in paesi liberali.
Mai una parola sugli orrendi crimini comunisti, mai una parola sugli altrettanto osceni delitti perpetrati da alcuni partigiani che tali non erano quanto piuttosto vendicatori senza alibi, una falsificazione storica.
Anzi onori a stalin, a mao fino al più buonista castro mentre nel ns. paesetto un partito pienamente legittimo, l'msi, che richiamava alcune positività del pur dittatoriale regime fascista, era di fatto bandito dl gioco politico avendo tale propaganda infettato anche partiti moderati dell'allora panorama politico.
Ovviamente queste idee si espandevono tra docenti e giovani universitari, trovavano sempre più spazio tra gli intellettuali, addirittura nella magistratura istituzione così importante per una sana democrazia.
Qualsiasi idea venisse da altre parti era considerata becera, ciò andava comportando un silenzio, una paura, un timore reverenziale per cui anche chi diversamente pensava se lo serbava nell'animo.
E poi venne il berlusca! Fin dal primo commento "se votassi a roma voterei fini" cominciò ad esprimere sentimenti comuni quanto meno alla metà degli italiani. Ha calamitato quei sentimenti trasformandoli in voti e da allora ovviamente è diventato il nemico pubblico numero uno.
Ed oggi però il panorama è cambiato, molti intellettuali di destra e sinistra hanno trovato il coraggio della verità, oggi finalmente puoi essere di destra a viso aperto avendo tra l'altro fini saldato ogni conto con la storia.
Ma dice una falsità berlusca quando afferma senza ombra di dubbio che tali conti non sono ancora saldati a sinistra? E' vero che alcuni partiti si onorano chiamarsi ancora comunisti, altri aspirano ad una sua rifondazione mentre son nati altri gruppi violenti che, mascherati o meno, fanno riferimento ad ideologie antistoriche e pericolose. Sarebbe una falsità se essi avessero rinnegato qualcosa della quale vanno ancora fieri.
Ed ecco che berlusconi ha in questo gioco facile e oggi, l'avrai notato exion, si parla molto meno di fascismo e sempre + di comunismo, ma questo solo per l'ostinatezza di classi politiche obsolete e legate ad un passato che via via va scomparendo dal mondo.
Tutto questo per dire che son d'accordo, non dovremmo pensare ai bambini cinesi bolliti, alla stessa stregua che ieri, specularmente e spesso propagandisticamente si ricordavano altri crimini altrettanto scellerati.
Ma, come ieri la destra in un certo senso poteva prestarsi ad un simile gioco, così oggi si presta una certa sinistra che in tante occasioni ancor ci appare non del tutto democratica.
Almeno così la penso.


Ho capito Cecco... Tu pensi bene, e molto bene.

Però non puoi venirmi a dire che la lotta POLITICA ai quei partiti passa da uno SHOW DA BARACCONE in cui associ Bertinotti a un bollitore di bambini.

Ho studiato, come ho potuto. Mi arrabbatto col lavoro, faccio quello che posso. Di sicuro non ho mai rubato un cent. In quanto cittadino italiano, io non posso accettare che ci sia anche un solo elettore, una sola persona in Italia che possa associare me, che non sono certo un lume o un eroe ma solo una persona onesta, all'immagine di un bambino bollito!

Oltrettutto la scelta che ha fatto Berlusconi, proprio quella ributtante e orripilante di un bambino bollito, ti dice bene che squallidume scorre dentro quella testolina.

Io insisto nel dire che più passano i giorni più mi metto nei panni di un elettore di Forza Italia, e davvero sarei ink@zzto come una bestia per una campagna elettorale del genere...

Tu dici bene: c'è molto lavoro da fare ancora a sinistra (e non ti credere, anche a destra, perché se di fascismo se ne parla sempre meno al contrario io ne vedo sempre di più!) e sono il primo ad augurarmi che la sinistra in Italia, come in Francia, sia rappresentata in parlamento solo da un partito social-democratico e riformista forte.

Però gli interventi di Berlusconi non aiutano assolutamente in questo senso, non portano ad alcuna riflessione né da una parte né dell'altra, ma solo portano a spaccature e tensioni nella società italiana, che già oggi in alcuni casi sfociano in vere dichiarazioni di odio.

Robbi
29-03-2006, 16.59.02
Caro Cecco :)

la rappresentazione storica che hai dato del perche' la sinistra e' riuscita a permeare la societa' Italiana, a mio giudizio contiene sicuramente delle verita' ma alcuni riferimenti agli anni di piombo andrebbero maggiormente precisati.

E' un dato accertato che la fuoriuscita di taluni elementi della sinistra extraparlamentare ha dato il via al fenomeno della lotta armata in Italia.

La componente parlamentare della sinistra non e' riuscita negli anni a dare risposte concrete al malcontento crescente della societa' italiana, ma non solo, visto che il fenomeno si estese dalle prime proteste sessantottine francesi, poi su scala pressoche' mondiale. Credo che questa sia una verita' storica difficilmente confutabile.

Ma il terrorismo e i cattivi maestri, non furono solo a sinistra, ma anche a destra , mi riferisco allo stragismo e ai tanti raggruppamenti extraparlamentari a quel tempo presenti nel panorama italiano anche se numericamente inferiori alla componenete di sinistra. Ebbene questi gruppi e queste persone misero in atto un forte tentativo destabilizzante nel paese... da ambedue le parti, con presupposti che visti con gli occhi di oggi non sono poi' cosi' dissimili.

Fu una stagione delittuosa e triste, personalmente ho perso un paio di amici in quel modo e qualche altro e' stato meglio che l'abbia perso di vista.

Il tuo intervento e molto ampio e articolato, mi farebbe piacere anche approfondire l'argomento riguardante l'atteggiamento che la nostra sinistra ebbe con gli omologhi del mondo comunista di allora, ma ahime' pecco per mancanza di tempo, mi riprometto magari piu' avanti di farti conoscere il mio pensiero in tal senso!

Uhhh! sulla discesa di Berlusconi in politica, ci sarebbe da riempire una enciclopedia. :D

:)

Flying Luka
29-03-2006, 17.11.22
Preferisco le sparate di Berlusconi (almeno mi faccio quattro sane risate) allo sqaullore del CS:

1) il linguaggio codificato (io sì che la so lunga);
2) il politicamente corretto (tu non devi parlare come vuoi);
3) gli schemi secondari (tu non puoi capire);
4) la supponenza morale (noi parliamo alla parte migliore del paese).

Che in toto è un comportamento peggiore delle deplorevoli Berlusconate.

dave4mame
29-03-2006, 17.11.59
ma alla fine... la storia dei bambini bolliti è vera o no? :D

exion
29-03-2006, 17.13.58
Originariamente inviato da robbi
Caro Cecco :)

la rappresentazione storica che hai dato del perche' la sinistra e' riuscita a permeare la societa' Italiana, a mio giudizio contiene sicuramente delle verita' ma alcuni riferimenti agli anni di piombo andrebbero maggiormente precisati.

E' un dato accertato che la fuoriuscita di taluni elementi della sinistra extraparlamentare ha dato il via al fenomeno della lotta armata in Italia.

La componente parlamentare della sinistra non e' riuscita negli anni a dare risposte concrete al malcontento crescente della societa' italiana, ma non solo, visto che il fenomeno si estese dalle prime proteste sessantottine francesi, poi su scala pressoche' mondiale. Credo che questa sia una verita' storica difficilmente confutabile.

Ma il terrorismo e i cattivi maestri, non furono solo a sinistra, ma anche a destra , mi riferisco allo stragismo e ai tanti raggruppamenti extraparlamentari a quel tempo presenti nel panorama italiano anche se numericamente inferiori alla componenete di sinistra. Ebbene questi gruppi e queste persone misero in atto un forte tentativo destabilizzante nel paese... da ambedue le parti, con presupposti che visti con gli occhi di oggi non sono poi' cosi' dissimili.

Fu una stagione delittuosa e triste, personalmente ho perso un paio di amici in quel modo e qualche altro e' stato meglio che l'abbia perso di vista.

Il tuo intervento e molto ampio e articolato, mi farebbe piacere anche approfondire l'argomento riguardante l'atteggiamento che la nostra sinistra ebbe con gli omologhi del mondo comunista di allora, ma ahime' pecco per mancanza di tempo, mi riprometto magari piu' avanti di farti conoscere il mio pensiero in tal senso!

Uhhh! sulla discesa di Berlusconi in politica, ci sarebbe da riempire una enciclopedia. :D

:)


sì un attimo però..... :eek:

Adesso sembra che la società italiana sia stata comunista! :eek:

A dimostrazione che i discorsi di Berlusconi, a furia di essere ripetuti, diventano perniciosamente veri pur essendo completamente falsi....

Guardate che la "sinistra" non ha mica mai permeato la società italiana. C'è stato un tentativo violento e anti-democratico di una minoranza di sovvertire il potere costituzionale, ma da lì a dire che abbia permeato la società italiana.....

La società italiana è stata permeata dalla democrazia cristiana, mica dalla sinistra.

Poi col tempo, per una mistificazione dell'attuale destra a cui fa molto comodo così, che la Democrazia Cristiana sia diventata sinonimo di sinistra, questo non v'è dubbio.


Altro che società permeata dalla sinistra! :rolleyes:

exion
29-03-2006, 17.15.34
Originariamente inviato da Flying Luka
Preferisco le sparate di Berlusconi (almeno mi faccio quattro sane risate) allo sqaullore del CS:

1) il linguaggio codificato (io sì che la so lunga);
2) il politicamente corretto (tu non devi parlare come vuoi);
3) gli schemi secondari (tu non puoi capire);
4) la supponenza morale (noi parliamo alla parte migliore del paese).

Che in toto è un comportamento peggiore delle deplorevoli Berlusconate.


Perché chiamare "contractor" un mercenario non è forse politically correct? :p

Cecco
29-03-2006, 17.18.22
Originariamente inviato da exion



Ho capito Cecco... Tu pensi bene, e molto bene.

Però non puoi venirmi a dire che la lotta POLITICA ai quei partiti passa da uno SHOW DA BARACCONE in cui associ Bertinotti a un bollitore di bambini.

Ho studiato, come ho potuto. Mi arrabbatto col lavoro, faccio quello che posso. Di sicuro non ho mai rubato un cent. In quanto cittadino italiano, io non posso accettare che ci sia anche un solo elettore, una sola persona in Italia che possa associare me, che non sono certo un lume o un eroe ma solo una persona onesta, all'immagine di un bambino bollito!

Oltrettutto la scelta che ha fatto Berlusconi, proprio quella ributtante e orripilante di un bambino bollito, ti dice bene che squallidume scorre dentro quella testolina.

Io insisto nel dire che più passano i giorni più mi metto nei panni di un elettore di Forza Italia, e davvero sarei ink@zzto come una bestia per una campagna elettorale del genere...

Tu dici bene: c'è molto lavoro da fare ancora a sinistra (e non ti credere, anche a destra, perché se di fascismo se ne parla sempre meno al contrario io ne vedo sempre di più!) e sono il primo ad augurarmi che la sinistra in Italia, come in Francia, sia rappresentata in parlamento solo da un partito social-democratico e riformista forte.

Però gli interventi di Berlusconi non aiutano assolutamente in questo senso, non portano ad alcuna riflessione né da una parte né dell'altra, ma solo portano a spaccature e tensioni nella società italiana, che già oggi in alcuni casi sfociano in vere dichiarazioni di odio.

Se hai visto ballarò, ancora una volta stigmatizzato sul punto berlusca ha espresso stima e rispetto verso bertinotti definito uomo perbene e d'onore col quale tra l'altro nella vita comune scambiano un "tu" amicale.
Il problema è politico e concerne ancora una mentalità che sta tutto all'interno della sinistra dove mentre si condanna l'estremismo e la violenza, d'altra parte si da spazio ad idee e comportamenti sbagliati e non ci si guarda bene, pur d'arrivare al fine, a metodiche che non possiamo definire pulite.
D'accordo, questi richiami di berlusca non aiutano ma xchè ci soffermiamo sui suoi comportamenti? Abbiamo parlato di violante e delle sue recentissime affermazioni sulla contiguità mafiosa di berlusconi?
Forse è esercizio inutile ma vogliamo andare a vedere chi inizia la demonizzazione di quello che dovrebbe esser solo un avversario politico?

Passando ad altro argomento che pure può interessarti e mettendo un pò da parte il mio non eccessivo entusiasmo per la francia, come credi possa minimamente condividere ciò che sta succedendo in questi giorni in quel paese! Mettiamo pure che il governo stia varando il provvedimento più sbagliato di questo mondo, ci sono gli strumenti democratici per la protesta, ci sono le organizzazioni sindacali a tutela di certi diritti?
Certo, ed allora come tollerare che manifestazioni di protesta si possano trasformare in scorribande distruttive brandite a mò di ultimatum?
Allo stesso modo potremmo fare tutti per qualsiasi altro provvedimento che non ci piace, scendiamo in piazza e distruggiamo perchè l'idea di ripristinare la tassa di successione ci fa schifo! Ma così dove si va a finire? E' questa la democrazia?
Allora diciamo che questo tipo di ribellione fa paura non per i danni economici indotti dagli scioperi legittimi ma perchè destabilizza il governo e sopratutto il popolo moderato alla stregua con cui forse il popolo spagnolo vota zapatero dopo l'attentato terroristico.

exion
29-03-2006, 17.20.03
Originariamente inviato da dave4mame
ma alla fine... la storia dei bambini bolliti è vera o no? :D


Per me è vera, come sono veri i forni i gas di Hitler.

Non mi sognerei mai di accusare Fini di poter essere in alcun modo responsabile dei forni di Hitler. Per semplice buon senso.

Sbavi
29-03-2006, 17.21.02
OHI-LA-LA :)


Di cosa si parla? :)

dave4mame
29-03-2006, 17.28.17
ovvio che le colpe dei padri non devono ricadere sui figli...
però mi pare che anche "dall'altra parte" non siano pochi quelli che vogliono far ricadere su fini le colpe di "papà benito".
anche vero d'altronde che nessuno dei non pochi è il leader della propria coalizione :D

però l'idea di usare carne bollita per concimare mi sembra strana.
li avessero inceneriti, ancora ancora...

Cecco
29-03-2006, 17.35.11
Originariamente inviato da exion



sì un attimo però..... :eek:

Adesso sembra che la società italiana sia stata comunista! :eek:

A dimostrazione che i discorsi di Berlusconi, a furia di essere ripetuti, diventano perniciosamente veri pur essendo completamente falsi....

Guardate che la "sinistra" non ha mica mai permeato la società italiana. C'è stato un tentativo violento e anti-democratico di una minoranza di sovvertire il potere costituzionale, ma da lì a dire che abbia permeato la società italiana.....

La società italiana è stata permeata dalla democrazia cristiana, mica dalla sinistra.

Poi col tempo, per una mistificazione dell'attuale destra a cui fa molto comodo così, che la Democrazia Cristiana sia diventata sinonimo di sinistra, questo non v'è dubbio.


Altro che società permeata dalla sinistra! :rolleyes:

Un no netto stavolta alla tua analisi. Io ho detto che la sinistra è stata abilissima a far prevalere la sua cultura e ciò ha potuto fare in quanto democristiani & co l'hanno lasciata fare in cambio di una continuità al potere ed agli affari.
Apparentemente come tu dici la dc comandava, ma dopo i periodi di gran consenso quanti compromessi ha dovuto fare con alleati ed oppositori pci?

La dc ha sempre avuto al suo interno una forte corrente a sinistra, quelli che definivamo cattocomunisti, il termine non nasce mica oggi, molto prima
che la destra potesse sognare soltanto uno spazio politico. Proprio questo è un altro aspetto della supremazia culturale della sinistra. Dopo la caduta del fascismo e fino all'emanazione della costituzione popolari e comunisti stavano dalla stessa parte avendo insieme combattuto il fascismo(si fa per dire ovviamente xchè molti di loro erano stati fascisti).
Poi la dc si stacca e diventa partito anticomunista, baluardo contro questa
ideologia, ma già verso la fine degli anni sessanta al suo interno ritroviamo una certa componente che guarda con simpatia al pci, guarda caso sempre più proporzionalmente alla perdita di consenso.

Cecco
29-03-2006, 17.42.26
Originariamente inviato da robbi
Caro Cecco :)

la rappresentazione storica che hai dato del perche' la sinistra e' riuscita a permeare la societa' Italiana, a mio giudizio contiene sicuramente delle verita' ma alcuni riferimenti agli anni di piombo andrebbero maggiormente precisati.

E' un dato accertato che la fuoriuscita di taluni elementi della sinistra extraparlamentare ha dato il via al fenomeno della lotta armata in Italia.

La componente parlamentare della sinistra non e' riuscita negli anni a dare risposte concrete al malcontento crescente della societa' italiana, ma non solo, visto che il fenomeno si estese dalle prime proteste sessantottine francesi, poi su scala pressoche' mondiale. Credo che questa sia una verita' storica difficilmente confutabile.

Ma il terrorismo e i cattivi maestri, non furono solo a sinistra, ma anche a destra , mi riferisco allo stragismo e ai tanti raggruppamenti extraparlamentari a quel tempo presenti nel panorama italiano anche se numericamente inferiori alla componenete di sinistra. Ebbene questi gruppi e queste persone misero in atto un forte tentativo destabilizzante nel paese... da ambedue le parti, con presupposti che visti con gli occhi di oggi non sono poi' cosi' dissimili.

Fu una stagione delittuosa e triste, personalmente ho perso un paio di amici in quel modo e qualche altro e' stato meglio che l'abbia perso di vista.

Il tuo intervento e molto ampio e articolato, mi farebbe piacere anche approfondire l'argomento riguardante l'atteggiamento che la nostra sinistra ebbe con gli omologhi del mondo comunista di allora, ma ahime' pecco per mancanza di tempo, mi riprometto magari piu' avanti di farti conoscere il mio pensiero in tal senso!

Uhhh! sulla discesa di Berlusconi in politica, ci sarebbe da riempire una enciclopedia. :D

:)

Condivido e sottoscrivo salvo un particolare: a destra non c'erano cattivi maestri, se qualcuno c'è stato poteva al massimo essere un bidello, con tutto il rispetto per la categoria.
Erano gruppi violenti che si univano spontaneamente intorno ad ideali fasulli e s'opponevano alle frange sinistre quasi a rinnovare la guerra civile di qualche decennio precedente.
Ciao

Cecco
29-03-2006, 17.46.38
Originariamente inviato da dave4mame
ma alla fine... la storia dei bambini bolliti è vera o no? :D

Sì certo, ma sai quanti crimini ancor peggiori sono stati escogitati da menti malate di qualsiasi regime totalitario?
La polemica ovviamente nasce dal fatto che, pur non avendo mai attribuito tali nefandezze a comunisti nostrani, i riferimenti berlusconiani irritano perchè rievocano in parte dell'elettorato paure silenti ma non dimenticate.

Cecco
29-03-2006, 17.52.21
Originariamente inviato da dave4mame
ovvio che le colpe dei padri non devono ricadere sui figli...
però mi pare che anche "dall'altra parte" non siano pochi quelli che vogliono far ricadere su fini le colpe di "papà benito".
anche vero d'altronde che nessuno dei non pochi è il leader della propria coalizione :D

però l'idea di usare carne bollita per concimare mi sembra strana.
li avessero inceneriti, ancora ancora...

L'amore/odio per il berlusca sta anche in queste sue uscite a volte stupefacenti e che appaiono solo propagandistiche: sono anche propagandistiche ma difficilmente false, sai quanto ci vorrebbe per smentirle.
L'irritazione cinese sta tutta qui, oggi questa nazione sia pur lanciata verso l'economia di mercato conserva ancora tratti illiberali ma certo si sta rifacendo la faccia e non vuole ricordare.

Gigi75
29-03-2006, 17.52.39
Trovo molto corretto ciò che dice Cecco. Anceh se parla di una realtà che ho vissuto solo in piccola parte, ho sempre avuto la convinzione della illiberalità che fino a ieri costringeva le persone a sussurrare accorti le proprie idee politiche di destra.

Perciò mi fa parecchio ridere l'accusa di illiberalità di questa destra, fatta proprio da chi per mezzo secolo di quella illiberalità ne ha giovato.

Oggi, si dice, c'è censura. Sicuramente sì, sporca censura illiberale.
Comici ostracizzati, giornalisti imbavagliati.
Queste cose fanno schifo.

Ma almeno oggi sono episodi che esistono, alcuni anche sopravvivono e si esprimono.
Oggi si dice che i TG favoriscono la CDL?
Oggi Rai3 è comunista e gli altri della CDL?

Una situazione da cambiare, ma la vedo ben più positiva di quando un regime cattocomunista era l'unico monopolio.

Per quanto mi riguarda questi ultimi 12 anni mi sembrano ben più liberali (con i suoi orrori) dei precedenti 18 che ho vissuto :)

dave4mame
29-03-2006, 17.58.21
Originariamente inviato da Cecco


Sì certo, ma sai quanti crimini ancor peggiori sono stati escogitati da menti malate di qualsiasi regime totalitario?
La polemica ovviamente nasce dal fatto che, pur non avendo mai attribuito tali nefandezze a comunisti nostrani, i riferimenti berlusconiani irritano perchè rievocano in parte dell'elettorato paure silenti ma non dimenticate.


la mia domanda era relativa al fatto storico in sè e per sè.
le strumentalizzazioni del premier poco mi importano ;)

exion
29-03-2006, 18.14.40
Originariamente inviato da Cecco


Sì certo, ma sai quanti crimini ancor peggiori sono stati escogitati da menti malate di qualsiasi regime totalitario?
La polemica ovviamente nasce dal fatto che, pur non avendo mai attribuito tali nefandezze a comunisti nostrani, i riferimenti berlusconiani irritano perchè rievocano in parte dell'elettorato paure silenti ma non dimenticate.

No Cecco no... Irritano perché non è un modo serio di fare politica... Tutto qui. E' una pagliacciata.

D'altra parte quando ho scritto che andavo giù in cantina a lucidare i pentoloni, mi aspettavo una risata generale e fine. Non mi sarei mai aspettato che si riuscisse a giustificare, interpretare, approfondire per tanti post una frase, quella di Berlusconi, che è solo cretina e nulla più.

BlackJack84
29-03-2006, 18.30.52
Originariamente inviato da Cecco
Se hai visto ballarò, ancora una volta stigmatizzato sul punto berlusca ha espresso stima e rispetto verso bertinotti definito uomo perbene e d'onore col quale tra l'altro nella vita comune scambiano un "tu" amicale.


E' così, onore a lui per averlo riconosciuto. Sai quando se n'è uscito così? Quando ha tirato fuori la solita storia dei bambini bolliti e dei millemila milioni di morti del comunismo ecc. ecc., argomento col quale credo sfondi una porta aperta con chiunque... al che Bertinotti l'ha interrotto: eccolo qua un comunista, sono forse questo mostro?
E Berlusconi così ha risposto... con tutta la sua stima verso Bertinotti, persona civilissima e corretta, insomma un comunista "atipico"... e ti pareva se si sottintendeva "presenti esclusi", alla faccia del politically correct :rolleyes:
Ma non sarà un pelino troppo semplicistico mettere sullo stesso piano Gramsci e Pol Pot, approfittando della superficialità e dell'ignoranza di molta gente? Se ne sarà accorto anche lui, della figura che si fa a calcare troppo su un argomento del genere, se ha lasciato il compito a uno sconosciutissimo (e quanto a credibilità sacrificabile) Rotondi...


Il problema è politico e concerne ancora una mentalità che sta tutto all'interno della sinistra dove mentre si condanna l'estremismo e la violenza, d'altra parte si da spazio ad idee e comportamenti sbagliati e non ci si guarda bene, pur d'arrivare al fine, a metodiche che non possiamo definire pulite.


Ti riferisci ai suoi processi? Quali, quelli iniziati prima della sua discesa in campo, quelli finiti in assoluzione o quelli finiti in prescrizione, anche grazie alle sue leggi?


D'accordo, questi richiami di berlusca non aiutano ma xchè ci soffermiamo sui suoi comportamenti? Abbiamo parlato di violante e delle sue recentissime affermazioni sulla contiguità mafiosa di berlusconi?
Forse è esercizio inutile ma vogliamo andare a vedere chi inizia la demonizzazione di quello che dovrebbe esser solo un avversario politico?


Ma infatti quelli che sono solo avversari politici (Fini, Follini, Casini...) nessuno li demonizza... qua si demonizza chi dà l'impressione (per usare un eufemismo) di essere entrato in politica solo per salvarsi dalla galera (Berlusconi, Previti, Dell'Utri...)


Passando ad altro argomento che pure può interessarti e mettendo un pò da parte il mio non eccessivo entusiasmo per la francia, come credi possa minimamente condividere ciò che sta succedendo in questi giorni in quel paese! Mettiamo pure che il governo stia varando il provvedimento più sbagliato di questo mondo, ci sono gli strumenti democratici per la protesta, ci sono le organizzazioni sindacali a tutela di certi diritti?
Certo, ed allora come tollerare che manifestazioni di protesta si possano trasformare in scorribande distruttive brandite a mò di ultimatum?
Allo stesso modo potremmo fare tutti per qualsiasi altro provvedimento che non ci piace, scendiamo in piazza e distruggiamo perchè l'idea di ripristinare la tassa di successione ci fa schifo! Ma così dove si va a finire? E' questa la democrazia?
Allora diciamo che questo tipo di ribellione fa paura non per i danni economici indotti dagli scioperi legittimi ma perchè destabilizza il governo e sopratutto il popolo moderato alla stregua con cui forse il popolo spagnolo vota zapatero dopo l'attentato terroristico.

Su questo nulla da eccepire (Y) ma mi sembra scontato che la sinistra italiana appoggi le occupazioni pacifiche delle università e non le scorribande distruttive, così come ha condannato fermamente quanto accaduto a Milano. Come diceva Exion, non c'è colore politico in questi atti di semplice teppismo, ed è un po' irritante sentire sostenere il contrario a biechi fini elettorali.

P.S. rileggendo il mio intervento mi sono accorto di avere uno stile un po' rude e aggressivo :timid: ti prego di non prendertela, mi viene naturale esprimermi così ma non c'è nessun astio da parte mia :) anzi, è un piacere leggerti e discutere con te ;)

Silence
29-03-2006, 18.37.56
Originariamente inviato da Gigi75
Per quanto mi riguarda questi ultimi 12 anni mi sembrano ben più liberali (con i suoi orrori) dei precedenti 18 che ho vissuto :)

Trovo invece che, al contrario, in questi anni, le leggi che sono state approvate, non hanno fatto altro che confermare e "legalizzare", tutti quegli orrori del passato, orrori che se prima erano mera teoria, o comunque di difficile applicazione, oggi sono più che mai pratica (tipo la P2).

Non trovo questi ultimi anni più liberali, li trovo liberticidi.

E comunque...sia destra che sinistra non capiscono nulla, si arrabattano a parlare di fascisti e comunisti senza trattare argomenti seri...e tutto per dei voti.
Basterebbe un solo slogan in Italia per raccogliere tutto il consenso...

http://www.yourimages.org/upload/1143653369albanese_5.gif

:D :D :D

infinitopiuuno
29-03-2006, 18.41.47
Per me, se il Milan riesce a contenere il Lione nel primo tempo, poi è tutta una discesa!:)

Sbavi
29-03-2006, 18.44.20
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Per me, se il Milan riesce a contenere il Lione nel primo tempo, poi è tutta una discesa!:)

Eccerto. Contenere e ripartire in contropiede :o

Silence
29-03-2006, 18.47.34
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Per me, se il Milan riesce a contenere il Lione nel primo tempo, poi è tutta una discesa!:)

:mm: L:DL

Cecco
29-03-2006, 18.58.11
Originariamente inviato da BlackJack84


E' così, onore a lui per averlo riconosciuto. Sai quando se n'è uscito così? Quando ha tirato fuori la solita storia dei bambini bolliti e dei millemila milioni di morti del comunismo ecc. ecc., argomento col quale credo sfondi una porta aperta con chiunque... al che Bertinotti l'ha interrotto: eccolo qua un comunista, sono forse questo mostro?
E Berlusconi così ha risposto... con tutta la sua stima verso Bertinotti, persona civilissima e corretta, insomma un comunista "atipico"... e ti pareva se si sottintendeva "presenti esclusi", alla faccia del politically correct :rolleyes:
Ma non sarà un pelino troppo semplicistico mettere sullo stesso piano Gramsci e Pol Pot, approfittando della superficialità e dell'ignoranza di molta gente? Se ne sarà accorto anche lui, della figura che si fa a calcare troppo su un argomento del genere, se ha lasciato il compito a uno sconosciutissimo (e quanto a credibilità sacrificabile) Rotondi...



Ti riferisci ai suoi processi? Quali, quelli iniziati prima della sua discesa in campo, quelli finiti in assoluzione o quelli finiti in prescrizione, anche grazie alle sue leggi?



Ma infatti quelli che sono solo avversari politici (Fini, Follini, Casini...) nessuno li demonizza... qua si demonizza chi dà l'impressione (per usare un eufemismo) di essere entrato in politica solo per salvarsi dalla galera (Berlusconi, Previti, Dell'Utri...)



Su questo nulla da eccepire (Y) ma mi sembra scontato che la sinistra italiana appoggi le occupazioni pacifiche delle università e non le scorribande distruttive, così come ha condannato fermamente quanto accaduto a Milano. Come diceva Exion, non c'è colore politico in questi atti di semplice teppismo, ed è un po' irritante sentire sostenere il contrario a biechi fini elettorali.

P.S. rileggendo il mio intervento mi sono accorto di avere uno stile un po' rude e aggressivo :timid: ti prego di non prendertela, mi viene naturale esprimermi così ma non c'è nessun astio da parte mia :) anzi, è un piacere leggerti e discutere con te ;)

Voglio solo precisare che la stima per bertinotti è cosa di sempre, in vero
berlusconi l'ha dichiarato in vari contesti.
Non preoccuparti poi per il tuo stile, evidentemente ci metti passione, sarebbe differente l'insulto come a volte è accaduto nel passato, mi sembra che invece ora vi sia proprio un bel contraddittorio.

Gigi75
29-03-2006, 18.59.31
Originariamente inviato da Tristezza


Trovo invece che, al contrario, in questi anni, le leggi che sono state approvate, non hanno fatto altro che confermare e "legalizzare", tutti quegli orrori del passato, orrori che se prima erano mera teoria, o comunque di difficile applicazione, oggi sono più che mai pratica (tipo la P2).

Non ho capito :mm:
In che senso teoria? E cosa c'entra la P2? :mm:

Anche e oserei sopratutto prima sono nate certe deformazioni della democrazia.
Gladio, la P2 ecc ecc.

Sulle leggi ad personam sono d'accordo che vi siano state e non mi piacciono, ma ad indignarmi veramente solo ora mi sentirei preso per i fodnelli dalla campagna elettorale dei suoi avversari.

Gli uni e gli altri, quelli di oggi e quelli del passato.
TUTTI hanno promulgato leggi a loro favore.
Vespasiano (quello dei cessi pubblici:p) si fece una legge per diventare imperatore.

Non è una cosa bella certamente ma credere di eliminare questo difetto della politica è davvero una illusione.
Utile invece rassegnarsi, controllare (es Ciampi e i suoi NO) e pretendere un corrispettivo a favore della società per questo potere extra.

Io non penso che i politici non sappiano questo, e chi combatte contro i mulini al vento lo fa per impressionare, demonizzare e sfruttare il popolo.

Il più vero e leale dei COMUNISTI (nel senso bello della parola) dovrebbe indignarsi prima di tutto di questo mezzuccio che serve sopratutto (come diceva BJ per altra questione) ad approfittarsi della superficialità e dell'ignoranza di molta gente :)

Cecco
29-03-2006, 19.15.14
Originariamente inviato da Tristezza


Trovo invece che, al contrario, in questi anni, le leggi che sono state approvate, non hanno fatto altro che confermare e "legalizzare", tutti quegli orrori del passato, orrori che se prima erano mera teoria, o comunque di difficile applicazione, oggi sono più che mai pratica (tipo la P2).

Non trovo questi ultimi anni più liberali, li trovo liberticidi.

E comunque...sia destra che sinistra non capiscono nulla, si arrabattano a parlare di fascisti e comunisti senza trattare argomenti seri...e tutto per dei voti.
Basterebbe un solo slogan in Italia per raccogliere tutto il consenso...

http://www.yourimages.org/upload/1143653369albanese_5.gif

:D :D :D

Beh insomma il tuo intervento mi sembra un pò catastrofista e troppo pessimistico.
A Napoli sono decenni che noi cittadini lamentiamo carenze allucinanti anche per quanto riguarda l'ordinaria amministrazione, ci lamentiiamo, a parte i grandi temi, della sporcizia, delle buche sulle strade, dei marciapiedi dissestati, della poca illuminazione, della sporcizia, del traffico, ecc... ecc...
Diamo ovviamente sempre e tutta la colpa a chi gestisce la città e però tutti noi contribuiamo a tutto ciò con i ns. comportamenti e con le ns. omissioni e sopratutto con la mancanza di quel senso collettivo e civico che dovrebbe indurre non solo i grandi bisognosi ma imprenditori, professionisti e casalinghe a riunisti e protestare sotto il comune o la casa del sindaco o dell'assessore.
Guardando più in alto, per fare un solo esempio, pensiamo all'evasione fiscale nel ns paese, ieri sera fassino parlava di 200 miliardi d'euro annui, 3 o 4 volte l'evasione di qualsiasi altro paese.
Pensa che con un decimo di quei soldi fai due finanziarie normali, pensa come starebbe il ns paese recuperandone poi almeno la metà.
Possiamo poi lamentarci della classe politica? I politici prima d'esser tali sono stati persone comuni, cittadini come gli altri. Perchè allora non fanno qualcosa? Difficile, non puoi controllare più di tanto, ma se poi legiferano applicando l'ergastolo per gli evasori? Saremmo d'accordo?

Robbi
29-03-2006, 19.18.42
Originariamente inviato da Cecco


Condivido e sottoscrivo salvo un particolare: a destra non c'erano cattivi maestri, se qualcuno c'è stato poteva al massimo essere un bidello, con tutto il rispetto per la categoria.
Erano gruppi violenti che si univano spontaneamente intorno ad ideali fasulli e s'opponevano alle frange sinistre quasi a rinnovare la guerra civile di qualche decennio precedente.
Ciao

Se per bidelli intendi: Freda, Ventura, Delle Chiaie, giusto per fare qualche nome, non sono molto d'accordo.

Forse Concutelli, Lo Porto e qualche pari loro erano in effetti degli esecutori. Quelli sopra "pensavano" I legami con frange deviate degli apparati statali, leggi Sid dei tempi sono dati di fatto acclarati.

@ exion
ti posso garantire che buona parte della societa' italiana dell'epoca era permeata da una cultura di sinistra, e che male c'e'?? anche ora lo e' basta vedere che so... il mondo dello spettacolo e la scuola per esempio, e non lo dico certo con tono dispregiativo.

Certo che la balena bianca dominasse dall'alto del suo 40/42% e stringesse anche accordi sottobanco con la sinistra al 33/35% se necessario, e' altrettanto vero e incontestabile. Questi erano grossomodo i valori di riferimento, per cui l'affermazione mi pare sufficientemente corretta.

BlackJack84
29-03-2006, 19.27.14
Originariamente inviato da Gigi75
Gli uni e gli altri, quelli di oggi e quelli del passato.
TUTTI hanno promulgato leggi a loro favore.
Vespasiano (quello dei cessi pubblici:p) si fece una legge per diventare imperatore.

Non è una cosa bella certamente ma credere di eliminare questo difetto della politica è davvero una illusione.
Utile invece rassegnarsi, controllare (es Ciampi e i suoi NO) e pretendere un corrispettivo a favore della società per questo potere extra.

Io non penso che i politici non sappiano questo, e chi combatte contro i mulini al vento lo fa per impressionare, demonizzare e sfruttare il popolo.

Il più vero e leale dei COMUNISTI (nel senso bello della parola) dovrebbe indignarsi prima di tutto di questo mezzuccio che serve sopratutto (come diceva BJ per altra questione) ad approfittarsi della superficialità e dell'ignoranza di molta gente :)

Il cinismo come antidoto all'ipocrisia? Delle due l'una, devo proprio scegliere? Sarò anche giovane, ingenuo, idealista, ma perchè rassegnarmi a questo stato di cose? Democrazia significa che il potere di cambiarle è nelle nostre mani e dobbiamo crederci... o non è democrazia.

nikzeno
29-03-2006, 20.55.13
Originariamente inviato da Gigi75
Sulle leggi ad personam sono d'accordo che vi siano state e non mi piacciono, ma ad indignarmi veramente solo ora mi sentirei preso per i fodnelli dalla campagna elettorale dei suoi avversari.

Gli uni e gli altri, quelli di oggi e quelli del passato.
TUTTI hanno promulgato leggi a loro favore.
Vespasiano (quello dei cessi pubblici:p) si fece una legge per diventare imperatore.

Non è una cosa bella certamente ma credere di eliminare questo difetto della politica è davvero una illusione.
Utile invece rassegnarsi, controllare (es Ciampi e i suoi NO) e pretendere un corrispettivo a favore della società per questo potere extra.

Io non penso che i politici non sappiano questo, e chi combatte contro i mulini al vento lo fa per impressionare, demonizzare e sfruttare il popolo.

Il più vero e leale dei COMUNISTI (nel senso bello della parola) dovrebbe indignarsi prima di tutto di questo mezzuccio che serve sopratutto (come diceva BJ per altra questione) ad approfittarsi della superficialità e dell'ignoranza di molta gente :)
Scusa ma secondo te la legge sul conflitto d'interessi che tutti i paesi civili hanno meno noi a cosa serve, se non a limitare la possibilità dei governanti di legiferare a proprio favore!?

E pretendere una tale legge non è combattere contro ai mulini a vento, ma pretendere di avere una democrazia migliore.

GLi interessi del premier sono tali e tanti che, se volesse, potrebbe, sovvertire l'ordine democratico. (Non sto dicendo che lo vuole fare, sto dicendo che tecnicamente lo potrebbe fare. Con la propaganda mediatica ci sarebbe sempre un 50% di italiani che gli darebbe ragione).
Il punto è che non è ammissibile doversi fidare della sua buonafede. E' una lacuna nella legislazione che va assolutamente colmata.

Questa situazione ci rende ridicoli agli occhi degli stranieri. Diamo di noi un'immagine pessima, che alla lunga, anche se difficilmente quantificabile, ricade persino sulla nostra economia.
Il semplice fatto che tutti gli osservatori economici esterni, (S&P e altri che adesso non mi viene il nome) auspichino un cambio di governo, ci farà autamaticamente salire qualche posizione nelle graduatorie, nel caso in cui la sinistra andasse al potere.

Flying Luka
29-03-2006, 21.04.32
Originariamente inviato da nikzeno

Il semplice fatto che tutti gli osservatori economici esterni, (S&P e altri che adesso non mi viene il nome) auspichino un cambio di governo, ci farà autamaticamente salire qualche posizione nelle graduatorie, nel caso in cui la sinistra andasse al potere.

Scusa Nik, ma questa ultima tua frase stride come un treno in frenata su delle rotaie arrugginite.

Spiegami un po' di quale (e tale) prestigio gode il CS da "farci automaticamente salire qualche posizione nelle graduatorie"!

Adesso lo voglio sapere, anche per onore di verità storica, seppur recente.

Vogliamo parlare dell' IRI?
Vogliamo parlare di Telekom Serbia?
Oppure preferisci la Cirio?
Preferisci la Bertolli?
O magari la De Rica?

C'è anche da dire che la sinistra modificò l’abuso d’ufficio, permettendo a Romano Prodi di essere prosciolto nel corso dell’udienza preliminare che puntava a rinviarlo a giudizio, proprio per abuso d’ufficio, per la svendita della sopra menzionate Cirio-Bertolli-De Rica.

O forse potremmo anche disquisire sul fatto che la modifica alla legge sul falso in bilancio è frutto di un provvedimento che per cinque anni hanno cercato di varare i governi del centrosinistra, scontratisi poi con il termine della legislatura?

Oppure di quella che, ai tempi, fu definita "la legge salva-Prodi"?

Beh, chiedo scusa, ma se parliamo di prestigio internazionale nutro serissimi dubbi che con "il professore" si riesca a risalire da quel baratro causato da Berlusconi.

exion
29-03-2006, 21.04.40
Originariamente inviato da Cecco


Voglio solo precisare che la stima per bertinotti è cosa di sempre, in vero
berlusconi l'ha dichiarato in vari contesti.
Non preoccuparti poi per il tuo stile, evidentemente ci metti passione, sarebbe differente l'insulto come a volte è accaduto nel passato, mi sembra che invece ora vi sia proprio un bel contraddittorio.

Si ma scusa... Da un lato lo stima, e poi voltato l'angolo dice "i cinesi bollivano i bambini"?

Ma allora quando parla a chi si rivolge? Alla base? Agli elettori?
Peggio ancora!

E' come se qualcuno dicesse, IPOTETICAMENTE: "ah si, Fini, brav'uomo, mi piace lo stimo... Peccato tutti quei fascistoni che si lavano la mattina con le saponette di Auschwitz prima di andarlo a votare..."

A me Fini piace come persona e mi piace il suo modo di far politica. E riconosco di conseguenza ai suoi elettori una coerenza e una adesione sincera a un progetto politico che parte da lontano e che sicuramente ha degli obiettivi ben chiari. Non condivido ovviamente la politica di AN, ma chiaramente se stimo la sua linea guida stimo anche l'elettorato che la appoggia. Le due cose vanno di pari passo.

Non è che posso mica andare a un comizio con Fini, stringergli la mano e fargli i complimenti al venerdì, e poi magari il sabato al bar con gli amici sbraitare contro "quei fascisti di AN!".

Son mica un bipolare da ricovero io! :inn:

nikzeno
29-03-2006, 21.19.53
Cmq, secondo me Mr B. ha ragione quando dice che la società italiana è permeata dalla sinistra.

Per quella che è la mia personale esperienza, dalle medie sino all'università, direi che il 90% dei prof che ho avuto erano e sono di sinistra.
Gli intellettuali/uomini di cultura sono per lo più di sinistra
I comici sono praticamente tutti di sinistra
I sindacati che tanta forza hanno, sono di sinistra.

Il punto è: e con ciò?
non è forse un loro diritto avere questo tipo di idee politiche?
sono forse tutte persone che stanno nascostamente cercando di trasformare il paese in uno stato totalitario?
perchè il premier usa il termine "sinistra" come un insulto? Posso arrivare a capire "comunismo", non capisco "sinistra". Ma lo sa il premier che la sinistra ha governato in Svezia per 76 anni, con una sola interruzione di 4 anni?
Perchè gli elettori di FI non pretendono da chi li rappresenta almeno un livello minimo di decenza, di misurazione e contegno, se non altro!?

E perchè sottovalutate a tal punto il conflitto d'interessi?
E perchè gli perdonate il fatto di avere collusioni con la mafia?
Perchè tollerate che sia così illiberale nei confronti di giornalisti e comici?
Avesse migliorato sensibilmente l'Italia in questi 5 anni, forse forse perchè no... Ma non lo ha fatto!
Non mi sembra che il paese stia sensibilmente meglio di 5 anni fa, anzi, a dire il vero mi sembra che stia peggio.
Ma è questo il punto avesse fatto meglio, per me non sarebbe stato sufficiente a perdonargli i suoi pecatucci, avesse fatto molto meglio allora si, potevo chiudere un occhio. Ma ha fatto poco, ha fatto troppo poco...

nikzeno
29-03-2006, 21.26.21
Originariamente inviato da Flying Luka
Beh, chiedo scusa, ma se parliamo di prestigio internazionale nutro serissimi dubbi che con "il professore" si riesca a risalire da quel baratro causato da Berlusconi.
Non contesto le cose che hai citato, eppure i giudizi rilasciati da Standards&Poor, Moody's e le altre società di rating sono lì da leggere. Casomai lamentati con loro, non con me :)

E cmq è anche una cosa che si percepisce camminando per strada. La gente comune all'estero associa Berlusconi ad un in immagine negativa. Prodi per lo più non sanno chi è, per cui non hanno pregiudizi negativi.

exion
29-03-2006, 21.26.25
Originariamente inviato da robbi


Se per bidelli intendi: Freda, Ventura, Delle Chiaie, giusto per fare qualche nome, non sono molto d'accordo.

Forse Concutelli, Lo Porto e qualche pari loro erano in effetti degli esecutori. Quelli sopra "pensavano" I legami con frange deviate degli apparati statali, leggi Sid dei tempi sono dati di fatto acclarati.

@ exion
ti posso garantire che buona parte della societa' italiana dell'epoca era permeata da una cultura di sinistra, e che male c'e'?? anche ora lo e' basta vedere che so... il mondo dello spettacolo e la scuola per esempio, e non lo dico certo con tono dispregiativo.

Certo che la balena bianca dominasse dall'alto del suo 40/42% e stringesse anche accordi sottobanco con la sinistra al 33/35% se necessario, e' altrettanto vero e incontestabile. Questi erano grossomodo i valori di riferimento, per cui l'affermazione mi pare sufficientemente corretta.

Da che mondo è mondo....

Negli ambienti accademici, la maggioranza degli insegnanti votano a sinistra, o laburisti, o democratico.

Negli ambienti operai, la maggioranza degli operai votano sinistra, o laburisti, o democratici

Tra gli artisti, la stragrande maggioranza vota sinistra, o laburisti, o democratici.

Tra gli imprenditori, la stragrande maggioranza dei datori di lavoro votano liberali o conservatori o repubblicani.

Tra i possessori di aziende agricole, la maggioranza dei contadini e dei lavoratori agricoli votano liberali, o conservatori, o repubblicani.

Tra i pensionati, la maggioranza vota liberali, o conservatori, o repubblicani.

Questa è, edit: come giustamente hai fatto notare tu normale partecipazione politica edit: (o permeazione se vuoi) di certi ambienti che come un fatto naturale, si riconoscono e identificano meglio in certi partiti che in altri. E' un fatto sociale, storico, incontestabile: è per questo ad esempio che a Boston votarono massicciamente Kerry o che a Kansas City votarono massicciamente Bush. E non c'è, come dici, nulla di male.

Ma da qui a dire, edit: come sostiene Cecco, che la sinistra fu egemone culturalmente in Italia perché gli insegnanti e gli intellettuali italiani, come ovunque nel mondo, sono maggioritariamente di sinistra, se permetti mi indigno un pochino, soprattutto venendo da una famiglia di insegnanti...
Tanto più che questa cosa funziona un pochino come i bambini bolliti... Falsi sillogismi per far credere alla gente cose che non sono...

"Siccome gli insegnanti italiani erano di sinistra, allora hanno infiltrato la società italiana, rendendola illiberale. Cattivi maestri della peggior fase illiberale del nostro paese"
Eh no cacchio!

Mio padre, mia madre, mia zia, l'altra mia zia, mio cugino, mia cugina votano tutti a sinistra, hanno sempre avuto un profondo senso della libertà e del rispetto delle regole per cui non hanno mai mischiato insegnamento e politica, hanno fatto il loro dovere nella società, sono lavoratori onesti... E devo sentirmi dire che loro, attraverso la categoria, infiltrano la società per renderla rossa e illiberale? MA CATTIVI MAESTRI DE CHE???

Eh!

Se vogliamo passare dal migliorismo al "tutti delinquenti", no grazie...

Flying Luka
29-03-2006, 21.30.28
Originariamente inviato da nikzeno

Non contesto le cose che hai citato, eppure i giudizi rilasciati da Standards&Poor, Moody's e le altre società di rating sono lì da leggere. Casomai lamentati con loro, non con me :)

E cmq è anche una cosa che si percepisce camminando per strada. La gente comune all'estero associa Berlusconi ad un in immagine negativa. Prodi per lo più non sanno chi è, per cui non hanno pregiudizi negativi.

In effetti sì, può anche essere che sia come dici tu anche se, mi consenta :p , direi che NON è che la gente "non sa chi è"!

Diciamo che "non si ricorda più chi è".

Ma, nella malaugurata ipotesi che vincesse le elezioni, lo riscoprirà ben presto!

exion
29-03-2006, 21.40.08
Originariamente inviato da nikzeno

Non contesto le cose che hai citato, eppure i giudizi rilasciati da Standards&Poor, Moody's e le altre società di rating sono lì da leggere. Casomai lamentati con loro, non con me :)

E cmq è anche una cosa che si percepisce camminando per strada. La gente comune all'estero associa Berlusconi ad un in immagine negativa. Prodi per lo più non sanno chi è, per cui non hanno pregiudizi negativi.


L'altro giorno a un dibattito in TV qui in Francia, stile "porta a porta", un deputato dell'UMP, partito conservatore di destra che per altro credo faccia parte del PPE come Forza Italia, auspicava la vittoria di Prodi perché Berlusconi gli pareva stesse derivando troppo verso l'estremismo di destra.... :rolleyes:


Ah i francesi, ces communistes! Nevvero? :D

Robbi
29-03-2006, 21.46.50
Guarda exion ti rispondo in un attimo e velocemente... tu continua a veder cio' che piu' ti fa comodo nelle risposte altrui.. che va bene cosi' ma non addentrarti in edotte analisi sociologico comportamentali con me!!io quello che tu sostieni NON LO PENSO ASSOLUTAMENTE!! Il mio modo di scrivere e' cristallino e intellettualmente onesto. Devi imparare... a rispettare le opinioni degli altri, anziche' fare il professorino!!

Non mi piace essere interpretato in questo modo.

E la chiudo qui!! se vuoi parlare con me... lo fai dal vivo!! non subdolamente da dietro un monitor !!! in privato ti posso dare tutti i numeri di telefono del caso cosi' se dobbiamo mandarci al diavolo lo facciamo direttamente!!

ecchecazzo!!
:mad:

ps.. Noto che sono due giorni che ci provi ad alzare i toni.. MA NON LO FARE CON ME!!

exion
29-03-2006, 21.49.49
Originariamente inviato da robbi
Guarda exion ti rispondo in un attimo e velocemente... tu continua a veder cio' che piu' ti fa comodo nelle risposte altrui.. che va bene cosi' ma non addentrarti in edotte analisi sociologico comportamentali con me!!io quello che tu sostieni NON LO PENSO ASSOLUTAMENTE!! Il mio modo di scrivere e' cristallino e intellettualmente onesto. Devi imparare... a rispettare le opinioni degli altri, anziche' fare il professorino!!

Non mi piace essere interpretato in questo modo.

E la chiudo qui!! se vuoi parlare con me... lo fai dal vivo!! non subdolamente da dietro un monitor !!! in privato ti posso dare tutti i numeri di telefono del caso cosi' se dobbiamo mandarci al diavolo lo facciamo direttamente!!

ecchecazzo!!
:mad:

ps.. Noto che sono due giorni che ci provi ad alzare i toni.. MA NON LO FARE CON ME!!



Eh? :confused:

Robbi ti assicuro che nemmno pensavo a te mentre scrivevo quel post! :eek:

nikzeno
29-03-2006, 21.50.21
Secondo me è solo un banale malinteso :)

Nothatkind
29-03-2006, 21.53.39
Vabbè, ma richiami sempre la gente all'ordine, e poi ti infiammi così come un fiammifero? :p ;)

AL massimo Mat poteva "risentirsi" dal momento che ha familiari insegnanti e intellettualmente onesti, ma non mi pare proprio che ti abbia preso di petto :)

Francamente, sono altri gli stronzi che cazzeggiano subdolamente dietro ad un monitor :devil: , e non ne vedo nessuno tra quelli che, come voi, stanno mantenendo un bel contraddittorio :)

Nothatkind
29-03-2006, 22.00.19
E cmq la storia dei bambini bolliti è un totale ribaltamento della realtà. :o

Da che mondo e mondo il brodo si fa con gli esemplari adulti, ben più saporiti e succulenti.
Sai che buoni i tortellini in brodo di dissidente? Mica pugnette!

:D :D

exion
29-03-2006, 22.02.14
Originariamente inviato da robbi
Guarda exion ti rispondo in un attimo e velocemente... tu continua a veder cio' che piu' ti fa comodo nelle risposte altrui.. che va bene cosi' ma non addentrarti in edotte analisi sociologico comportamentali con me!!io quello che tu sostieni NON LO PENSO ASSOLUTAMENTE!! Il mio modo di scrivere e' cristallino e intellettualmente onesto. Devi imparare... a rispettare le opinioni degli altri, anziche' fare il professorino!!

Non mi piace essere interpretato in questo modo.

E la chiudo qui!! se vuoi parlare con me... lo fai dal vivo!! non subdolamente da dietro un monitor !!! in privato ti posso dare tutti i numeri di telefono del caso cosi' se dobbiamo mandarci al diavolo lo facciamo direttamente!!

ecchecazzo!!
:mad:

ps.. Noto che sono due giorni che ci provi ad alzare i toni.. MA NON LO FARE CON ME!!


Si ok ho riletto e ho capito dove hai frainteso e dove mi sono espresso male io.

Ma credimi che non avevo nessun intento di prendermela con te, e che al contrario se leggi bene il mio post, intendevo confermare ciò che scrivevi. E' normale che certe parti di società tendano da una certa parte politica. La parte sui cattivi maestri non era rivolta a te, ma al post di questa sera di Cecco ;)

Robbi davvero.... A volte faccio dei voli pindarici pazzeschi, lo sai, ma lungi da me qualsiasi intento polemico nei tuoi confronti: sicuramente mi sono espresso male io, forse hai letto male tu, ma io intendevo confermare le tue parole per poi proseguire il mio discorso sul fatto che, come te, non vedo in cosa mai la società italiana sarebbe stata "infiltrata".

Mi spiace che tu te la sia presa così ma davvero non era mio intento portarti a questa reazione.

Robbi
29-03-2006, 22.05.46
Originariamente inviato da Nothatkind
Vabbè, ma richiami sempre la gente all'ordine, e poi ti infiammi così come un fiammifero? :p ;)

AL massimo Mat poteva "risentirsi" dal momento che ha familiari insegnanti e intellettualmente onesti, ma non mi pare proprio che ti abbia preso di petto :)

Francamente, sono altri gli stronzi che cazzeggiano subdolamente dietro ad un monitor :devil: , e non ne vedo nessuno tra quelli che, come voi, stanno mantenendo un bel contraddittorio :)

Ok Not sono grandicello... grazie me la gratto in pvt con Mat
grazie ancora
con simpatia :)

exion
29-03-2006, 22.18.56
mi permetto di editare il post per cercare di renderlo più chiaro....


Così poi mi prendo anche dei bei ceffoni da Cecco :D

dave4mame
29-03-2006, 22.19.23
nel frattempo io posso cazziare luka che s'è bellamente dimenticato tassa sulla salute e prelievo del 0,7% dai conti correnti?

Flying Luka
29-03-2006, 22.21.03
Originariamente inviato da dave4mame
nel frattempo io posso cazziare luka che s'è bellamente dimenticato tassa sulla salute e prelievo del 0,7% dai conti correnti?

Dove? Nelle prodi amministrazioni del baldo Prodi?

Se ti riferisci a questo, mi sono già espresso un centinanio di pagine dietro in merito...

Originariamente inviato da Flying Luka
Vero.
Ma ti ricordo la tassa Europa, tassa salute, tassa medico, addizionali regionali, comunali, tassa ricarica telefono, solo per citarne alcune. L'elenco è piuttosto lungo.

Oppure solo per fare un esempio evidente, il fatto che Prodi - anni fa - promise solennemente nella sua campagna elettorale: "... Di impegnarsi a NON aumentare la pressione fiscale!"

Attenzione: "A NON aumentare".

Non solo non l'ha fatto, l'ha addirittura accentuata!!!!
Cmq, staremo a vedere :rolleyes:

Sono mesi che, inutilmente, batto su questo tasto, ma evidentemente ci deve essere qualcuno che trae un piacere quasi fisico nel pagare le tasse, altrimenti non me la spiego. :rolleyes:

nikzeno
29-03-2006, 22.42.45
Originariamente inviato da Flying Luka
Sono mesi che, inutilmente, batto su questo tasto, ma evidentemente ci deve essere qualcuno che trae un piacere quasi fisico nel pagare le tasse, altrimenti non me la spiego. :rolleyes:
Mah, le tasse si pagano per avere dei servizi.
Non è un male a prescindere. Certo poi uno si aspetta dei servizi di qualità in cambio. Qua non si lamentano di pagare il 55% dei loro introiti allo stato :)

Quello che fa girare le balle invece è l'evasione fiscale. Prodi & Co. hanno dichiarato guerra all'evasione... speriamo mantengano

Flying Luka
29-03-2006, 22.52.40
Originariamente inviato da nikzeno

Mah, le tasse si pagano per avere dei servizi.
Non è un male a prescindere. Certo poi uno si aspetta dei servizi di qualità in cambio. Qua non si lamentano di pagare il 55% dei loro introiti allo stato :)

Quello che fa girare le balle invece è l'evasione fiscale. Prodi & Co. hanno dichiarato guerra all'evasione... speriamo mantengano

Chiaro!

Il tuo discorso non fa una piega. Le tasse ci sono e devono restare, ci mancherebbe! :)

Ma come ne abbiamo già discusso in passato, il paragone "servizi" Svezia/Italia non regge.
La qualità dei servizi resi in Svezia non è minimamente equiparabile a quella offerta qui in Italia.

Il punto è che le tasse "Prodiane" sono sempre state dei liberi arbitri, privi della più assoluta giustificazione sociale, pensate male ed applicate peggio.

Quanto ai servizi resi... mah... scusa ma sono piuttosto scettico!
(B)

nikzeno
29-03-2006, 23.12.13
Sto gurdando adesso il Ballarò di ieri...

Ahò, ma chi è sto Rotondi? :eek: Troppo una macchietta, mi fa spanciare! :D Peccato che parli poco per lasciare spazio al Berlusca :D

Ussignùr! Rotondi: "C'era una congiura contro Fazio" :eek::eek: Sparategliiii!!!!

Brava la Bonino fin'ora :o
Pacata, informata e puntuale. :)

dave4mame
29-03-2006, 23.54.46
sarò disfattista, ma qui mi pare che la scelta sia tra pagare meno tasse e avere servizi che fanno schifo e pagare più tasse per avere servizi che fanno schifo uguale...

Flying Luka
29-03-2006, 23.55.57
ecco, appunto! (Y)

nikzeno
30-03-2006, 00.14.47
Originariamente inviato da dave4mame
sarò disfattista, ma qui mi pare che la scelta sia tra pagare meno tasse e avere servizi che fanno schifo e pagare più tasse per avere servizi che fanno schifo uguale...
:D Si, è un rischio possibile. Però magari ci va di culo :)

Ma cmq scusate, ma coi conti pubblici che abbiamo, pensate davvero che anche la destra non debba trovare i soldi in qualche modo!? Anche perchè ormai hanno condonato tutto il condonabile...

infinitopiuuno
30-03-2006, 00.22.16
Per me, l'unico modo per risanare i conti pubblici, consta nell'occupazione militare della Svizzera.

Se ciò non si rendesse possibile, a causa dei soliti comunisti che opponendosi alla TAV...figuriamoci.., si opterebbe per la cessione in comodato della Sardegna agli Emirati in cambio di petrolio gratis per vent'anni.

E tutto ciò uscendo dall'Euro che soffoca le esportazioni.;)

Vote for Infy:01:


Così almeno uno si salva:p

Flying Luka
30-03-2006, 00.24.12
Semplicemente.... GENIALE! :o

NightMan
30-03-2006, 01.27.42
Originariamente inviato da dave4mame
sarò disfattista, ma qui mi pare che la scelta sia tra pagare meno tasse e avere servizi che fanno schifo e pagare più tasse per avere servizi che fanno schifo uguale...

Se proprio vogliamo essere pessimisti come lo era ieri il Newsweek, c'è anche il richio di finire come l'Argentina se continuiamo di sto passo (lo sentite il tintinnio di pentole?).
Boh, magari è meglio pagare qualche tassa in più, stringere ancora un pochetto la cintura e aspettare che l'economia riparta, anzichè sperare sempre nei miracoli e nella finanza creativa pur di non far sacrifici. Purtroppo il paese è a crescita zero e in 5 anni il governo Berlusconi non ha fatto i miracoli che aveva promesso, anzi...
Al mio paese questa si chiama disfatta e quindi questo governo non merita la rielezione. Verrà ora (spero) il turno del centrosinistra quindi lasciamolo governare in pace e non facciamo un terrorismo fiscale preventivo.

afterhours
30-03-2006, 01.30.03
Originariamente inviato da ssj


Se proprio vogliamo essere pessimisti come lo era ieri il Newsweek, c'è anche il richio di finire come l'Argentina se continuiamo di sto passo (lo sentite il tintinnio di pentole?).
Boh, magari è meglio pagare qualche tassa in più, stringere ancora un pochetto la cintura e aspettare che l'economia riparta, anzichè sperare sempre nei miracoli e nella finanza creativa pur di non far sacrifici. Purtroppo il paese è a crescita zero e in 5 anni il governo Berlusconi non ha fatto i miracoli che aveva promesso, anzi...
Al mio paese questa si chiama disfatta e quindi questo governo non merita la rielezione. Verrà ora (spero) il turno del centrosinistra quindi lasciamolo governare in pace e non facciamo un terrorismo fiscale preventivo.

(D) (Y)

afterhours
30-03-2006, 02.10.14
posto un articolo appena letto, se vi va di commentarlo...


La polemica sulla tassazione dei bot tra Berlusconi e Prodi indica purtroppo che la campagna elettorale ha toccato il suo punto più basso. In termini di disinformazione e folclore preelettorale.
Dinsinformazione: i bot (buoni ordinari del tesoro) vissero una vera e propria epoca d'oro negli anni Ottanta. In pratica, i governi del pentapartito (socialisti + democristiani + laici vari) li usavano per finanziare il debito pubblico e garantirsi il consenso sociale dei ceti medi. Negli anni Novanta, soprattutto dopo Tangentopoli, le dure politiche monetariste per entrare in Europa li hanno gradualmente resi meno appetibili (ma non del tutto, il risparmiatore italiano è molto conservatore...).

Attualmente i titoli del debito pubblico rendono meno della quinta parte di quel che rendevano negli anni Ottanta, e circa la metà di essi è nelle mani di risparmiatori stranieri (in genere banche e fondi privati, non tassabili in Italia). Quel che va sottolineato è che la tassazione sui bot (oggi al 12.5 %) è sempre stata mantenuta piuttosto bassa (dai governi Craxi a quelli di Berlusconi passando per i governi Prodi e D'Alema). Più volte si è molto discusso accesamente su come accrescerla, senza mai approdare a nulla. Come del resto è stata mantenuta più bassa, rispetto alle media europea (in rapporto di 1/1.5 a 3), la tassazione sulle plusvalenze finanziarie: per non inimicarsi i ceti medio-alti. In Italia negli ultimi trent'anni, come ha ben mostrato Geminello Alvi nel suo ultimo libro Una Repubblica fondata sulle rendite (Mondadori), le tasse hanno gravato, e in misura enorme, solo sulle spalle del lavoro. Sarà perciò difficile, chiunque vinca le elezioni, invertire una tendenza, come dire "storica", fondata sul rapporto privilegiato tra governi (di qualsiasi colore) e ceti medi e medio-alti. Quale governo, potrebbe essere così pazzo, da recidere le radici di un consenso, non tanto politico quanto sistemico, basato appunto su un sistema che si fonda sull'economia della rendita a bassa tassazione?

Folclore preelettorale : sia il centrodestra che il centrosinistra mentono agli elettori, sapendo di mentire... Non è possibile infatti che entrambi gli schieramenti siano in buona fede. Luca Ricolfi nel suo ottimo libro Dossier Italia. A che punto è il contratto con gli italiani (il Mulino) ha mostrato, in modo inoppugnabile, come nelle due ultime legislature le politiche economiche, fiscali e finanziarie dei due Poli siano state pressoché simili sul piano temporale e dei contenuti. I conti pubblici del centrosinistra gestiti con oculatezza nei primi tre-quattro anni (1996-1999), hanno poi iniziato a far acqua da tutte le parti nell'ultimo scorcio di legislatura (2000-2001). Una simile involuzione hanno subito i conti pubblici del centrodestra: migliorano nei primi due anni (2002-2003), peggiorano nei successivi tre, in concomitanza con gli appuntamenti delle elezioni europee (2004) e delle prossime politiche.

Insomma, la necessità di guadagnare e conservare consenso, manovrando le leve della spesa pubblica e del fisco, è inversamente proporzionale alla distanza temporale che separa i governi dalle elezioni: più sono vicine le elezioni, meno virtuosi si fanno i governi; meno sono vicine, più si fanno virtuosi. E come mostrano numerosi studi e ricerche sociologiche si tratta di una "costante" non solo italiana.
Ciò significa, che il vincitore del 9 aprile, a prescindere dallo schieramento politico e dal folclore preelettorale, tasserà e taglierà le spese. E visto che in Italia la rendita non si tocca da almeno trent'anni, come al solito a farne le spese sarà il lavoro. Soprattutto quello dipendente e privato.

Carlo Gambescia

Robbi
30-03-2006, 08.48.55
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Per me, l'unico modo per risanare i conti pubblici, consta nell'occupazione militare della Svizzera.

Se ciò non si rendesse possibile, a causa dei soliti comunisti che opponendosi alla TAV...figuriamoci.., si opterebbe per la cessione in comodato della Sardegna agli Emirati in cambio di petrolio gratis per vent'anni.

E tutto ciò uscendo dall'Euro che soffoca le esportazioni.;)

Vote for Infy:01:


Così almeno uno si salva:p

fra tutte le proposte strampalate di questi giorni, questa mi sembra la piu' seria! :D

aggiungerei pero' il ritorno del triveneto all'impero austroungarico, da quelle parti soprattutto di confine la voglia di rivedere Kaiser Franz Joseph, non e' mai del tutto tramontata :p

:D

Cecco
30-03-2006, 08.53.01
Originariamente inviato da exion


Si ma scusa... Da un lato lo stima, e poi voltato l'angolo dice "i cinesi bollivano i bambini"?

Ma allora quando parla a chi si rivolge? Alla base? Agli elettori?
Peggio ancora!

E' come se qualcuno dicesse, IPOTETICAMENTE: "ah si, Fini, brav'uomo, mi piace lo stimo... Peccato tutti quei fascistoni che si lavano la mattina con le saponette di Auschwitz prima di andarlo a votare..."

A me Fini piace come persona e mi piace il suo modo di far politica. E riconosco di conseguenza ai suoi elettori una coerenza e una adesione sincera a un progetto politico che parte da lontano e che sicuramente ha degli obiettivi ben chiari. Non condivido ovviamente la politica di AN, ma chiaramente se stimo la sua linea guida stimo anche l'elettorato che la appoggia. Le due cose vanno di pari passo.

Non è che posso mica andare a un comizio con Fini, stringergli la mano e fargli i complimenti al venerdì, e poi magari il sabato al bar con gli amici sbraitare contro "quei fascisti di AN!".

Son mica un bipolare da ricovero io! :inn:

Sei persona intelligente, dunque dovresti chiederti un'altra cosa, e cioè perchè mai il cs s'inalbera di fronte alle uscite berlusconiane non avendo nulla a che vedere con i crimini che rievoca!
Sarà mica la stessa risposta per cui berlusca si è spesso inalberato per le accuse di collusione mafiosa o criminale?

Cecco
30-03-2006, 08.58.37
Originariamente inviato da nikzeno
Sto gurdando adesso il Ballarò di ieri...

Ahò, ma chi è sto Rotondi? :eek: Troppo una macchietta, mi fa spanciare! :D Peccato che parli poco per lasciare spazio al Berlusca :D

Ussignùr! Rotondi: "C'era una congiura contro Fazio" :eek::eek: Sparategliiii!!!!

Brava la Bonino fin'ora :o
Pacata, informata e puntuale. :)

Il personaggio può anche fisicamente apparire macchiettistico, avrai notato però anche tu quanto le sue parole abbiano irritato due persone normalmente molto serene quali la bonino ed il buo bertinotti!

Gigi75
30-03-2006, 10.38.11
Originariamente inviato da BlackJack84


Il cinismo come antidoto all'ipocrisia? Delle due l'una, devo proprio scegliere? Sarò anche giovane, ingenuo, idealista, ma perchè rassegnarmi a questo stato di cose? Democrazia significa che il potere di cambiarle è nelle nostre mani e dobbiamo crederci... o non è democrazia.

Chiamalo cinismo, non so.
Ciò che so è che in altri ambiti meno "passionali" se ti trovi davanti ad un difetto che un fenomeno dimostra di avere congenito da sempre, non continui a trovare una soluzione per eliminaro, ma cerchi di utilizzarlo a tuo favore.

Poi la politica accende gli animi, mescola scienza a filosofia e la razionalità va a donnine :)

Cmq fai bene ad essere idealista. Tante volte è stato detto a me di esserlo e la risposta che do io di solito stavolta vale anche per te.
Punta alla perfezione per ottenere un'ottima imperfezione.

Solo che ad un certo punto, fintanto che la perfezione non si è raggiunta, si deve cercare momentaneamente la migliore delle imperfezioni :)

Ciao BJ (D)

Gigi75
30-03-2006, 10.47.38
Originariamente inviato da nikzeno

Scusa ma secondo te la legge sul conflitto d'interessi che tutti i paesi civili hanno meno noi a cosa serve, se non a limitare la possibilità dei governanti di legiferare a proprio favore!?

E pretendere una tale legge non è combattere contro ai mulini a vento, ma pretendere di avere una democrazia migliore.

GLi interessi del premier sono tali e tanti che, se volesse, potrebbe, sovvertire l'ordine democratico. (Non sto dicendo che lo vuole fare, sto dicendo che tecnicamente lo potrebbe fare. Con la propaganda mediatica ci sarebbe sempre un 50% di italiani che gli darebbe ragione).
Il punto è che non è ammissibile doversi fidare della sua buonafede. E' una lacuna nella legislazione che va assolutamente colmata.

Questa situazione ci rende ridicoli agli occhi degli stranieri. Diamo di noi un'immagine pessima, che alla lunga, anche se difficilmente quantificabile, ricade persino sulla nostra economia.
Il semplice fatto che tutti gli osservatori economici esterni, (S&P e altri che adesso non mi viene il nome) auspichino un cambio di governo, ci farà autamaticamente salire qualche posizione nelle graduatorie, nel caso in cui la sinistra andasse al potere.

Il fatto che altri stati abbiano una legge simile non mi riscalda più di tanto.
Io personalmente non credo che sia fattibile davvero
Al massimo è fattibile una legge che all'apparenza vieti a taluno e che permetta agli altri di fregiarsi del titolo di difensori della democrazia.

Non si può materialemente, e per certi versi neppuer moralmente, vietare a qualcuno la libera iniziativa economica.
Certo si può limitare l'accesso in politica. Ma a che pro?

Avrai sempre qualcuno che esercita il proprio potere a nome di un altro, o fa politica dietro il viso di un altro.

Se tante volte ci lamentiamo delle lobby americane sono evidentemente la prova che esercitano un potere politico grazie alla potenza economica.
Se poi facciano politica a nome proprio o a mezzo del politico verde rosso giallo nero fucsia.. alla democrazia poco importa :)

Sull'essere ridicolizzati dagli altri Stati, sinceramente la cosa mi lascia indifferente.
Ogni cultura nazionale è intrisa di caratteristiche che ad alter culture sembrano ridicole.
Per non parlare di misfatti compiuti in altre nazioni che a me personalmente indignano 1000 volte più.

Il perbenismo americano che decide le elezioni a botte di scandali extraconiugali.
Il network americano controllato dal parente di Bush (il fratello?)
Il sangue infetto francese.
L'isolamento inglese e la posizione di sfruttamento del sistema europeo.


Sono solo esempi che a me danno ben più fastidio.

ma per carità, lo ripeto, secondo me è inutile, ma ben venga una legge x il conflitto di interessi. Non cambierà molto, anzi nulla. Ma se rende soddisfatti alcuni, facciamola pure.

Ciò però non eliminerà l'essenza stessa della politica da quando il mondo è tale: il modo di governare per tutelare i propri interessi facendo anche gli interessi della nazione.

Ciao nik (D)

The_Prof
30-03-2006, 10.59.38
Questo post vuole essere un breve promemoria della politica fiscale del governo Prodi, ribattutto ieri in un incontro nella sede dell'Ulivo, e da Fassino su Raiuno.
Abbattimento del cuneo fiscale del 5% .
Questo significa una diminuizione delle ritenute previdenziali e supponendo sia ripartita al 50% tra lavoratori ed imprese, aumentando di fatto la base imponibile Irpef o IRE, portera' ridottissimi vantaggi in termini di risparmio sulla busta paga e sulle imposte da parte delle aziende.
Aumento della tassazione al 20% solo sui titoli di nuova emissione.
Tassazione del 20% sulle plusvalenze e sul capital gain, ove esenti, o aumento dal 12,5%.
Diminuizione dell'ICI, ma revisione delle rendite catastali a valori di mercato, che di fatto porterà un'inasprimento di questa tassa.
Ripristino della tassa di successione sui grandissimi patrimoni come avviene in USA, quindi un cazziettone a Bertinotti, che aveva parlato di 350.000.000 di vecchie lire, affermazione prontamente smentita.
Per ultimo nessun aumento delle tasse ed imposte.

A risentirci dopo le elezioni :D

Ciao :)

Robbi
30-03-2006, 11.03.40
Originariamente inviato da The_Prof
cut...

A risentirci dopo le elezioni :D

Ciao :)
Perche' Cesare cosa fai??' emigri preventivamente?? :D
ma noi da stai qua che devo parlare con te !

:) :D

Gigi75
30-03-2006, 11.08.00
Ieri sera ancora una volta ho avuto la netta impressione di essere preso epr il cu#o.

Lo scotnro Fini - Fassino mi ha allontanato da entrambi sempre di più.

Fessino parlando del cuneo fiscale mi dice che entro i primi 100 giorni vogliono abbatterlo e questo comporterà subito un vantaggio nella busta paga del lavoratore.

Questa affermazione per me è falsa ipocrita demagogica. In poche parole: VERGOGNA.

Spieghi il signor Fessino quali sono i meccanismi di diritto sindacale che impongono al datore di lavoro di aumentare automaticamente la busta paga del lavoratore in presenza di una pressione fiscale minore.

MA QUALE SUBITO????

AL MASSIMO, ed è tutto da vedere se e quanto, un aumento in busta paga si può ottenere con la futura revisione dei singoli CCNL per la parte economica.
Non prima!Non è possibile con queste leggi. Ora dica quale Legge intederà varare per obbligare le aziende a devolvere tutto, o una percentuale, del vantaggio fiscale.

Fini d'altrocanto intende fare una retata dei clandestini usciti allo coperto per la regolarizzazione e buttare alla frontiera una cosa come 370.000 persone.
Certo ci crediamo.
Dopo le elezioni li mettiamo uno accanto all'altro per tutti i confini italiani e facciamo la catena umana da guinness dei primati.

Ma per cortesia!:rolleyes:

Flying Luka
30-03-2006, 11.11.53
Gigi scusa, spezzo una lancia a favore di Fassino:
se questo oscuro cuneo fiscale diventasse operativo tramite un ricalcolo delle aliquote IRPEF e/o tramite gli scaglioni degli imponibili fiscali, in effetti potrebbe essere una cosa verosimile.

Non penso si tratti di agire sui CCNL aumentando gli importi, ma diminuendo la pressione fiscale che agisce direttamente sul netto in busta paga con un evidente aumento.
D'altro canto è un po' il gioco delle scatole cinesi: io datore di lavoro trattengo meno IRPEF al lavoratore, che quindi NON verso a mezzo F24, e questa NON trattenuta anzichè finire all'erario va al lavoratore dipendente.
Per me, datore di lavoro, il costo rimane invariato e non aumenta.

Almeno questo mi è parso di capire :)

Gigi75
30-03-2006, 11.15.56
Io non ho capito perchè mai quel risparmio dovrebbe andare in busta paga e non rimanere nelle tasche del datore di lavoro.

Se il CCNL prevede 80 al lavoratore allora
pago 100 di cui 80 al lavoratore e 20 allo stato
mi riducono il cuneo fiscale di 10 e ora
pago 90 di cui 80 al alvoratore e 10 allo stato (e 10 me li tengo per me)

Anche perchè O si dice che il cuneo serve per appesantire la busta paga O per ridare competitività alle aziende che possono investire i risparmi O aumentare l'occupazione.

Tutte e tre le cose no perchè nessuno sa in quali percentuali il risparmio deve essere ripartito.

Se a dirlo non è una legge o le singole contrattazioni, come si fa?

Però in questo modo prendi i voti dei lavoratori che sperano di ottenere qualcosa e quelli di Confindutria che spera di ottenere qualcosa.

:rolleyes:

The_Prof
30-03-2006, 11.19.04
Originariamente inviato da Flying Luka
Gigi scusa, spezzo una lancia a favore di Fassino:
se questo oscuro cuneo fiscale diventasse operativo tramite un ricalcolo delle aliquote IRPEF e/o tramite gli scaglioni degli imponibili fiscali, in effetti potrebbe essere una cosa verosimile.

Non penso si tratti di agire sui CCNL aumentando gli importi, ma diminuendo la pressione fiscale che agisce direttamente sul netto in busta paga con un evidente aumento.
D'altro canto è un po' il gioco delle scatole cinesi: io datore di lavoro trattengo meno IRPEF al lavoratore, che quindi NON verso a mezzo F24, e questa NON trattenuta anzichè finire all'erario va al lavoratore dipendente.
Per me, datore di lavoro, il costo rimane invariato e non aumenta.

Almeno questo mi è parso di capire :)

Luka, lo sai che sei il mio Mod preferito :D ma se posso permettermi, devo dirti che hai interpretato male.

The_Prof
30-03-2006, 11.20.56
Originariamente inviato da robbi

Perche' Cesare cosa fai??' emigri preventivamente?? :D
ma noi da stai qua che devo parlare con te !

:) :D

Solo in PVT :D :D
Non voglio che le mie c******e siano esposte al pubblico ludibrio :D