Telefonino.net network
Win Base Win Adv Win XP Vista Windows 7 Registri Software Manuali Humor Hardware Recensioni Blog Download Foto
INDICE SEZIONE NEWS WEB NEWS SOFTWARE PUBBLICITA'
Rispolverare Windows 95

by Casper

ultimo aggiornamento: 04 Giugno 2001

Forse lo avrete ancora da qualche parte, nascosto in fondo a un cassetto, coperto di polvere e dimenticato con sollievo nel momento in cui sono stati disponibili sul mercato i più affidabili e perfezionati successori. Mi riferisco al CD ROM di installazione di Windows 95, che avrete ricevuto probabilmente come dotazione standard per il vostro vecchio Pentium MMX. Erano i tempi dei cieli azzurri in tutte le vetrine, delle nuvolette bianche spinte dal vento di una delle campagne pubblicitarie più faraoniche che la storia dell'informatica ricordi, condotta a livello planetario e premiata con quote di mercato che alcuni in modo più o meno interessato hanno paragonato a un monopolio di fatto. Si era nel luglio 1995 e da quel momento il mercato del software ha registrato una svolta storica, tanto nel bene quanto nel male.

Poco più di un anno dopo, veniva rilasciato Windows 95 OSR2, con funzionalità aggiuntive USB: proprio su questo concentreremo la nostra attenzione, perchè si tratta tuttora di un sistema operativo straordinariamente diffuso in realtà piccolo-professionali e private rimaste impermeabili alle suggestioni dell'upgrade a tutti i costi. E i costi da sostenere per salire i gradini verso la finestra più alta sono indubbiamente uno dei motivi che hanno spinto alcuni a restare ostinatamente aggrappati a Windows 95. Con quali risultati? Schermate blu, instabilità, crash improvvisi e memorabili nottate trascorse davanti al monitor nel disperato tentativo di far quadrare la configurazione del sistema in modo quantomeno passabile.

Lavorare con Windows 95 senza impazzire è comunque possibile. Questa breve guida pratica ha proprio lo scopo di suggerire una procedura semplice e immediata per ottenere un sistema Windows 95 OSR2 funzionale, stabile e veloce.

1. Chi ben comincia...

Darò per scontato che siate in grado di stabilire da soli su quale unità avviare l'installazione del sistema operativo, partendo preferibilmente da un hard disk o una partizione formattati di fresco. Vi ricordo che la procedura è modellata sulla versione OSR2 di Windows 95, e che verosimilmente dovrete procurarvi in anticipo i driver specifici per le vostre periferiche. Se state sperimentando questo ritorno al passato su un vecchio personal computer, è probabile che la componentistica hardware sarà riconosciuta e configurata correttamente senza alcuna ulteriore necessità di intervento. E' appena il caso di sottolineare che il CD di Windows 95 in questione non era avviabile: per cominciare dovrete quindi procurarvi un floppy disk di avvio, comprensivo di supporto per i più diffusi lettori CD ROM.

ELEMENTI DA INSTALLARE

ACCESSORI - anteprima, calcolatrice, gestione del desktop, imaging, mappa caratteri, misuratore risorse di sistema, monitor di sistema, Paint, puntatori del mouse, Wordpad

COMUNICAZIONI - accesso remoto, connessione telefonica

MULTIMEDIA - compressione audio, compressione video, controllo volume, lettore CD, lettore multimediale, registratore di suoni

UTILITA' DISCHI - defrag

ELEMENTI DA NON INSTALLARE

- accesso facilitato, Exchange, fax, the Microsoft Network

Durante l'installazione prestate attenzione al quadro dedicato alla configurazione di rete, dove dovrete aggiungere manualmente il protocollo TCP/IP indispensabile per il successivo collegamento alla rete attraverso un normale provider di servizi Internet. Selezionate aggiungi --> protocollo --> aggiungi --> Microsoft --> TCP/IP --> OK. Quando l'installazione complessiva del sistema operativo sarà completata, verificate quali periferiche non sono state eventualmente riconosciute e installate i drivers specifici per Windows 95. Se necessario, attivate il supporto DMA per l'hard disk e il lettore CD ROM attraverso le proprietà avanzate delle due periferiche e impostate a vostro gradimento la risoluzione dello schermo. Concludete questa prima fase creando una connessione Internet con le impostazioni del vostro provider abituale.


2. Aggiornamento dell'ambiente operativo

Questo è il momento degli interventi più delicati, gli aggiornamenti necessari per garantire il corretto funzionamento di Windows 95 e minimizzare la possibilità che qualcuno degli innumerevoli problemi noti salti fuori a disturbarci. La quantità di cerotti rilasciati da Microsoft per la sua creatura è quasi imbarazzante, ma nel nostro caso un'applicazione sconsiderata di tutti gli aggiornamenti resi disponibili dalla casa madre otterrebbe come unico risultato la destabilizzazione del sistema. Esistono a mio avviso due possibili strade da prendere in considerazione: affidare la scelta delle patch necessarie al servizio automatico WindowsUpdate, oppure selezionare quelle effettivamente irrinunciabili e procedere ad installarle una per una. La prima soluzione è la migliore in assoluto, ma la vostra copia di Windows 95 non sarà in grado di accedere a questo servizio, a causa dei limiti oggettivi del vetusto browser Explorer 3. Suggerisco quindi di installare Internet Explorer 5.5 SP1 e di procedere direttamente dopo il riavvio con una visita a WindowsUpdate. Le patch da installare vi verranno proposte raggruppate in un pacchetto di aggiornamenti critici: limitatevi a selezionare quello.

Ricordate inoltre che Internet Explorer 5.5 non include l'aggiornamento Active Desktop introdotto con Windows 98, ovvero tutti gli importanti miglioramenti dell'interfaccia di sistema conseguenti all'integrazione di Explorer decisa da Microsoft in barba alle proteste della concorrenza. Se ritenete che vi saranno utili, dovrete trovare da qualche parte una copia di Internet Explorer 4.01 e installarla (installazione minima) prima di passare alla versione 5.5 SP1. In questo caso, potrete visitare WindowsUpdate subito dopo l'aggiornamento a IE 4.01 e dunque applicare le patch suggerite ancora prima di portare la versione del browser a 5.5.

Se d'altra parte preferite scaricare una per una le patch irrinunciabili per poi procedere all'aggiornamento manuale, vi raccomando la lista seguente. Le patch vanno salvate in locale e applicate rispettando rigorosamente l'ordine proposto. Nel caso risultasse che l'installazione di alcune non fosse possibile per l'assenza di qualche misterioso elemento imprevisto, scaricatelo a sua volta se siete in grado di recuperarlo in rete, altrimenti ignorate il messaggio e scartate la patch in questione.

WINSOCK 2 - PROTEZIONE 9 SET 1999 - PROTEZIONE 12 NOV 1999 - PROTEZIONE I 29 NOV 1999 - PROTEZIONE II 29 NOV 1999 - PROTEZIONE 17 GEN 2000 - CRITICO 3 MAR 2000 - PROTEZIONE 17 MAR 2000 - PROTEZIONE 19 MAG 2000

LIBRARY UPDATE - AGGIORNAMENTO ANNO 2000

Dopo l'installazione manuale di ciascuna patch è assolutamente necessario il riavvio del computer. Solo dopo l'ultimo riavvio potrete cominciare ad aggiornare il software di sistema in base alla seguente lista di indispensabili, anche in questo caso rispettando l'ordine proposto:

SUPPORTO DCOM 95 - SUPPORTO APPLICAZIONI VISUAL BASIC 5 E VISUAL BASIC 6 - WINDOWS MEDIA PLAYER 6.4 - DIRECTX 8 - MICROSOFT WINDOWS INSTALLER

Il supporto DCOM 95 è necessario per il funzionamento delle DX8, mentre i moduli per Visual Basic 5 e 6 serviranno a supportare molte applicazioni realizzate con questo linguaggio di programmazione. Windows Media Player 6.4 può anche essere installato contestualmente a Internet Explorer 5.5 SP1, selezionandolo fra gli elementi aggiuntivi. Non installate Media Player 7 o 7.1 su Windows 95: non sono compatibili. Se ancora non avete installato Internet Explorer 5.5 SP1, o meglio la versione 6.0 fatelo adesso, scegliendo la configurazione personalizzata e selezionando tutti gli elementi proposti, con la sola eccezione del supporto per le lingue che non vi interessano. Sempre se non lo avete ancora fatto, è il momento di visitare WindowsUpdate installando il pacchetto degli aggiornamenti critici.


3. Un sistema stabile e veloce

Gli aggiornamenti proposti e il software di supporto essenziale garantiscono un sistema del tutto stabile ed eccezionalmente veloce, soprattutto se avrete deciso di rinunciare all'integrazione Active Desktop, conservando l'interfaccia tradizionale (spartana ma fulminea) di Windows 95. Giunti a questo punto non resta che dotare il sistema di una protezione di rete gratuita ed efficace come KERIO, e di un potente antivirus ugualmente gratuito come AVG antivirus. Prima di avviare una deframmentazione completa dell'unità, sarà possibile liberare Windows 95 da ogni traccia di files inutili installando DustBuster 2.5 nella versione specifica per questo sistema operativo.

Se tutto è andato secondo le previsioni, avrete davanti a voi il desktop di un sistema stabile, veloce e funzionale. L'esperienza ha insegnato che il motivo dei frequenti crash di Windows 95 era ed è dovuto in massima parte alla qualità paurosamente scadente delle applicazioni che l'utente medio tende a installare. Personalmente raccomando di evitare, almeno in questo caso, anche tutti i trucchi più o meno validi che si presume dovrebbero ottimizzare il funzionamento del sistema, ma rischierebbero nel contempo di renderlo instabile. A buon intenditor...

 

 In evidenza Registrare la TV da iPhone e iPad



Nel Web in WinTricks
Copyright © 1999-2012 Master New Media s.r.l. p.iva: 02947530784
COPYRIGHT . PRIVACY . REDAZIONE . STORIA . SUPPORTA
 

Warning: include(/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php) [function.include]: failed to open stream: Permission denied in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/faq/win95inst.html on line 248

Warning: include() [function.include]: Failed opening '/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/faq/win95inst.html on line 248